Principale / Naso che cola

Un naso che cola può causare un intervento chirurgico complesso?

Naso che cola

La rinite ipertrofica è una malattia cronica delle ghiandole nasali, associata ad un aumento incontrollato del tessuto osseo e delle membrane mucose che lo ricoprono. Come altre forme di malattie rinologiche, questa patologia può essere causata da una serie di fattori, tra cui: ipotermia prolungata, gas grave o polverosità dell'aria, presenza costante di componenti allergici o agenti esogeni infettivi.

Il trattamento della rinite ipertrofica comporta un intervento chirurgico, poiché la patologia, in primo luogo, porta alla comparsa di cambiamenti strutturali irreversibili nei tessuti nasali. Tuttavia, ci sono diversi metodi di trattamento della rinite ipertrofica cronica, basati sull'uso di terapia conservativa.

Tipi di rinopatologia cronica

Attualmente, tutta la rinite può essere suddivisa in patologie di origine infettiva e non infettiva, che a loro volta sono suddivise in base al principio della malattia: forme acute e croniche. Le forme allergiche e neurovegetative della rinopatologia possono essere distinte tra la rinite non infettiva. Per l'eziologia infettiva della rinite cronica includono:

  • rinite catarrale;
  • rinite atrofica (incluso Ozena);
  • rinopatia ipertrofica.

La rinite catarrale cronica è caratterizzata da infiammazione persistente nei tessuti epiteliali del naso che non portano a cambiamenti nella loro struttura. La rinite vasomotoria e allergica è anche accompagnata da ostruzione della respirazione nasale e processi infiammatori nelle mucose delle vie nasali, senza causare alcun cambiamento nella struttura dei tessuti epiteliali. Inoltre, in contrasto con i segni della forma ipertrofica della malattia, i sintomi della rinite vasomotoria appaiono inaspettatamente e sono periodici.

Sia la rinite atrofica che ipertrofica portano a cambiamenti strutturali nella cavità dei passaggi nasali. Allo stesso tempo, la rinite atrofica è caratterizzata da una diminuzione e assottigliamento delle membrane mucose, così come le terminazioni nervose in esse. E, al contrario, nelle rinopatie di forma ipertrofica, le membrane si espandono e crescono, il che porta successivamente a una costante difficoltà nella respirazione nasale e, in alcuni casi, a completare l'ostruzione dei passaggi nasali.

Nonostante il fatto che la rinite atrofica e ipertrofica cronica conducano a un cambiamento nella struttura dei tessuti epiteliali, queste due malattie richiedono approcci completamente diversi ai metodi di terapia applicati. Pertanto, il trattamento dei dati di rinopatologia deve essere effettuato dopo una diagnosi accurata, in stretta conformità con le prescrizioni mediche.

Tipi di rinite cronica

Le cause della malattia

La forma ipertrofica delle patologie rinologiche è caratterizzata da iperplasia (aumento o crescita) dei tessuti delle membrane mucose dei passaggi nasali. Spesso, il processo patologico avviene con il coinvolgimento del periostio e del tessuto osseo dei conchaeumas nasali. La rinite ipertrofica può essere sia di forma diffusa che limitata e spesso colpisce le membrane mucose nell'area del guscio nasale inferiore. Oltre alle cause sopra descritte dell'insorgenza della malattia, la rinite della forma ipertrofica può essere dovuta a:

  1. Condizioni patologiche del sistema endocrino.
  2. Malattie del sistema cardiovascolare.
  3. Uso irragionevole e incontrollato di agenti vasocostrittori.
  4. La presenza di curvatura congenita o acquisita del setto nasale.
  5. Condizioni patologiche della funzione neuro-riflessa del naso.
  6. Episodi non trattati:
  • rinite vasomotoria;
  • rinite cronica;
  • rinite catarrale.

Spesso, la rinite catarrale cronica è la base per l'insorgenza della forma ipertrofica della malattia. Tuttavia, la rinite ipertrofica cronica abbastanza spesso si sviluppa a seguito di uso incontrollato e prolungato di farmaci vasocostrittori (anti-congestionanti).

Deviazione del setto nasale

Al fine di evitare lo sviluppo della rinite ipertrofica cronica, è importante condurre un trattamento medico tempestivo delle forme acute di rinopatologia! Allo stesso tempo, è severamente vietato utilizzare gli anti-congestionanti in modo incontrollabile e per lungo tempo, oltre a violare il piano di trattamento prescritto dal medico ENT che ha partecipato!

Ci sono casi frequenti in cui la rinite vasomotoria cronica diventa la causa dello sviluppo di cambiamenti strutturali nei tessuti epiteliali. Per liberarsi della rinite vasomotoria, è necessario identificare ed eliminare la causa alla radice della patologia. Come nella maggior parte dei casi, la rinite vasomotoria cronica è il risultato di un'esposizione prolungata all'allergene, così come il risultato di una permanenza costante in una stanza polverosa o gasata.

Diagnosi e sintomi della rinopatologia ipertrofica

La rinite vasomotoria, ipertrofica e catarrale hanno sintomi abbastanza simili, quindi solo uno specialista otorinolaringoiatra può diagnosticare correttamente, in base alla rinomanometria e all'esame endoscopico delle cavità nasali. Questi metodi diagnostici consentono di determinare la natura dei cambiamenti ipertrofici, di chiarire la localizzazione e il grado di prevalenza del processo patologico, nonché di indagare lo stato di altre zone della cavità nasale.

Il Rhinopneumonometry è usato come metodo diagnostico supplementare, a causa di cui è possibile determinare esattamente il volume di aria che passa attraverso i passaggi nasali, così come valutare la vitalità funzionale della cavità nasale.

I sintomi principali della rinite ipertrofica cronica:

  • difficoltà nella respirazione nasale e congestione nasale persistente;
  • abbondante secrezione mucopurulenta;
  • mal di testa;
  • iposmia (riduzione dell'olfatto);
  • perdita dell'udito;
  • chiuso nasale.

I pazienti affetti da rinite ipertrofica si lamentano di una congestione nasale costante (caratteristica anche della rinite vasomotoria). Allo stesso tempo, la natura della respirazione dipende direttamente da quale particolare divisione della concha nasale è coinvolta nel processo patologico:

  • nei pazienti con iperplasia della forma limitata delle estremità anteriori del concha nasale inferiore, i pazienti presentano una netta difficoltà nella respirazione bilaterale nasale;
  • con cambiamenti strutturali nelle concha nasali inferiori posteriori, solo l'espirazione o l'inalazione sono difficili.

L'abbondante secrezione dalle vie nasali e il cambiamento del timbro vocale disturbano costantemente i pazienti con rinopatie ipertrofiche. I mal di testa permanenti sono il risultato di fuoriuscita linfatica ostruita a causa della spremitura delle fessure linfatiche da parte dei neoplasmi. In assenza di trattamento tempestivo ed efficace, l'iposmia parziale, che è anche caratteristica di una rinite vasomotoria, risulta per un paziente con rinopatia ipertrofica una completa perdita dell'olfatto.

Trattamento della rinite ipertrofica cronica

Trattamento della rinite ipertrofica

I metodi medici usati per trattare la rinite catarrale e vasomotoria non aiuteranno a far fronte a cambiamenti strutturali incontrollati nelle membrane dei passaggi nasali. Pertanto, al fine di alleviare i sintomi acuti della malattia, vengono applicate tecniche terapeutiche conservative, volte a sospendere l'ispessimento e la crescita incontrollata dei tessuti epiteliali. Ad esempio, quando si consiglia un lieve processo ipertrofico:

  • Procedure EP UHF;
  • irradiazione ultravioletta delle cavità nasali;
  • massaggio delle mucose (usando un unguento speninico);
  • l'introduzione di una sospensione di "idrocortisone" nei passaggi nasali;
  • anti-congestionati (per migliorare il deflusso di discarica secretoria).

Tuttavia, tale trattamento conservativo non è efficace se i sintomi sono protratti e cambiamenti strutturali nei tessuti epiteliali hanno interessato le sezioni profonde delle membrane nasali. Inoltre, le procedure fisioterapiche sono più adatte per il trattamento della rinite vasomotoria che per la rimozione delle rinopatie ipertrofiche.

La rinite ipertrofica cronica negli stadi successivi viene trattata esclusivamente con metodi chirurgici. Nell'ipertrofia moderata vengono utilizzate tecniche chirurgiche minimamente invasive, tra cui: cauterizzazione con prodotti chimici, disintegrazione ultrasonica dei gusci nasali inferiori, distruzione laser, vasotomia dei tessuti sottomucosi.

A causa dello scarso effetto terapeutico e della bassa efficienza, galvano-caustics e cauterio sono usati raramente nella moderna chirurgia ORL. Tuttavia, un intervento chirurgico così delicato può essere eseguito nei casi in cui il medico sia sicuro dell'efficacia del trattamento prescritto.

Per gravi alterazioni ipertrofiche delle mucose, accompagnate da una significativa violazione della respirazione nasale, il trattamento richiede interventi chirurgici più profondi, tra cui:

  1. Resezione parziale del concha.
  2. Conchotomia (rimozione delle mucose).
  3. Osteoconhotomy (rimozione del bordo osseo del turbinato inferiore).

In assenza di controindicazioni, il trattamento chirurgico della rinite ipertrofica viene eseguito in anestesia generale o in anestesia locale infiltrativa. A questo scopo si usano analgesici narcotici, anticolinergici e antistaminici. Grazie all'utilizzo di moderne apparecchiature endoscopiche, il trattamento chirurgico della rinopatologia ipertrofica richiede solo 10-20 minuti. Allo stesso tempo, il terzo giorno dopo l'intervento, i pazienti possono tornare alla loro solita vita attiva.

Prevenzione delle malattie ipertrofiche del naso

Molto spesso, la rinite catarrale cronica non trattata provoca cambiamenti strutturali nelle mucose del naso. Non è raro che sintomi prolungati di tipo vasomotorio si sviluppino anche nella rinite ipertrofica cronica. Pertanto, la prevenzione della rinite ipertrofica, in primo luogo, si riduce al trattamento medico tempestivo ed efficace delle varie malattie nasali.

Insieme a questo, si consiglia ai pazienti di eseguire attente procedure di tempra, più spesso di essere all'aria aperta, e anche di prendere bagni di sole. I pazienti impegnati in industrie pericolose (con aria inquinata o polverosa) devono usare equipaggiamento protettivo. Si consiglia alle persone che soffrono di ipersensibilità a varie sostanze di adottare tutte le misure per escludere gli allergeni dalla vita quotidiana.

Rinite ipertrofica: sintomi e trattamento

Rinite ipertrofica - i sintomi principali:

  • mal di testa
  • Disturbi del sonno
  • fatica
  • Congestione nasale
  • epistassi
  • Perdita di odore
  • Ostruzione della respirazione nasale
  • russare
  • starnuti
  • Discorso di spore
  • Secrezione nasale eccessiva
  • L'impossibilità di respirare attraverso il naso

La rinite ipertrofica è un processo infiammatorio prevalentemente cronico che interessa la cavità nasale. Sullo sfondo di una patologia simile, si verifica una significativa proliferazione del tessuto connettivo. Tale disturbo ha il suo significato nella classificazione internazionale delle malattie della decima convocazione - codice ICD 10 - J31.0.

Questa malattia appartiene al gruppo di eziologia. Ciò significa che un gran numero di fonti può essere un fattore nello sviluppo di una malattia. Le ragioni principali possono essere considerate: dipendenza da cattive abitudini, presenza di infiammazione cronica e influenza patologica di batteri patogeni.

La malattia ha diversi segni clinici caratteristici, vale a dire congestione nasale e voci nasali, disturbi del sonno e forti mal di testa, nonché sangue dal naso.

È possibile istituire la diagnosi corretta solo dopo aver effettuato misure diagnostiche strumentali. La terapia della malattia può essere sia conservativa che chirurgica.

eziologia

I seguenti fattori predisponenti possono provocare l'apparizione del naso che cola della forma ipertrofica:

  • la curvatura del setto nasale - è divisa in congenita e acquisita;
  • assunzione indiscriminata di alcuni farmaci volti a restringere i vasi sanguigni;
  • dipendenza da dipendenze, in particolare, dal fumo o dall'inalazione di sostanze stupefacenti attraverso il naso;
  • disturbi cronici della cavità nasale;
  • vegetazione adenoide;
  • la formazione di polipi e neoplasie cistiche nel naso;
  • completa assenza di terapia o trattamento improprio della rinite di un'altra eziologia;
  • un disturbo della funzione neuro-riflessa del naso;
  • effetti negativi dell'ambiente, ovvero vivere in condizioni con temperatura costantemente bassa e aria secca;
  • bassa umidità o, al contrario, aumentata all'interno;
  • esposizione frequente a un allergene;
  • effetto patologico di microrganismi patogeni;
  • violazione della fornitura di sangue al naso;
  • sistema immunitario ridotto;
  • ereditarietà gravata;
  • naso che cola cronico.

classificazione

Esistono diverse forme di rinite con ipertrofia:

  • cavernoso - è considerato come falso un tale tipo di malattia, poiché la crescita del tessuto connettivo è funzionale piuttosto che organica. È spesso una manifestazione della struttura individuale della cavità nasale;
  • fibroso - un tipo simile di disturbo si distingue per le caratteristiche morfologiche del tessuto connettivo. Inoltre, la differenza caratteristica di questa forma è che si sviluppa piuttosto lentamente, ma è irreversibile;
  • edematoso - espresso in edema dello strato mucoso della cavità nasale a causa dell'influenza di fattori esterni e interni;
  • misto - ha i segni di tutte le varietà di malattia di cui sopra.

Inoltre, c'è un'altra classificazione di questa malattia:

  • rinite ipertrofica cronica - formata sullo sfondo dell'influenza costante dell'uno o dell'altro fattore eziologico, nonché della terapia inizialmente scorretta della rinite;
  • rinite vasomotoria ipertrofica - caratterizzata dal fatto che si verifica periodicamente e non comporta un cambiamento nei tessuti della cavità nasale. Se non trattate questo tipo di rinite, andrà in una forma cronica di rinite.

Distinguere anche la rinite ipertrofica cronica limitata e diffusa. Differiscono in base alla prevalenza del processo patologico. Il primo è locale, cioè colpisce solo una certa parte della cavità nasale, e il secondo porta a iperplasia tissutale totale.

sintomatologia

Nonostante il fatto che la malattia abbia diverse manifestazioni cliniche specifiche, è abbastanza facile confondersi con altri tipi di rinite. Per questo motivo, quando compaiono uno o più segni, devi cercare immediatamente un aiuto qualificato.

I sintomi della rinite ipertrofica possono essere considerati:

  • costante congestione nasale;
  • difficoltà o completa impossibilità di respirare attraverso il naso;
  • voci nasali;
  • abbondante secrezione nasale: possono avere impurità di pus o essere senza di loro;
  • perdita dell'olfatto - può essere parziale e completo;
  • ricorrenza ricorrente di forti mal di testa;
  • disturbi del sonno;
  • emorragia nasale - un tale sintomo è il risultato di un danno permanente alla mucosa nasale. Questo perché i pazienti stanno cercando di pulire i passaggi nasali da soli nella speranza di respirare di nuovo attraverso il naso;
  • russare durante il sonno;
  • stanchezza;
  • starnuti frequenti.

Se non si ricerca aiuto in tempo utile da uno specialista otorinolaringoiatrico, esiste la possibilità di sviluppare complicazioni gravi e spiacevoli.

diagnostica

La diagnosi di "rinite ipertrofica" viene stabilita solo dopo l'esclusione di altri possibili tipi di rinite. Ciò richiederà un numero di esami diagnostici, che includono:

  • uno studio clinico da parte del clinico sulla storia e l'anamnesi del paziente della vita del paziente per identificare le cause del verificarsi del disturbo e determinare le tattiche della terapia futura
  • un esame fisico approfondito;
  • La rinoscopia è una procedura per esaminare la cavità nasale usando strumenti speciali. Durante tale esame si trova spesso la curvatura del setto;
  • l'implementazione del campione con l'uso di gocce vasocostrittori nasali - questo è necessario per la differenziazione della rinite ipertrofica con rinite allergica o vasomotoria.

trattamento

Tale malattia non è praticamente suscettibile alla terapia farmacologica, in particolare riguarda la forma cronica della malattia. Nella fase iniziale del trattamento, il trattamento della rinite ipertrofica viene effettuato con l'aiuto di:

  • Irradiazione UV della cavità nasale;
  • esposizione a radiazioni ad alta frequenza;
  • somministrazione di sospensioni di farmaci;
  • l'uso di decongestionanti, che hanno lo scopo di ridurre il gonfiore.

L'esecuzione di tali procedure è efficace solo in caso di un decorso lieve della malattia ed è dovuta al fatto che eliminano solo manifestazioni cliniche minori della malattia e impediscono l'ulteriore sviluppo del processo patologico.

Nei casi in cui i tessuti dello strato mucoso sono cresciuti considerevolmente, l'unico metodo di trattamento è solo un intervento chirurgico. Il trattamento della rinite ipertrofica cronica comporta l'implementazione di una delle seguenti operazioni:

  • conchotomia - comporta l'escissione della membrana mucosa nella zona del concha nasale inferiore e medio;
  • vasotomia sottomucosa al laser - comporta la rimozione di vasi sotto la membrana;
  • elettroplaccatura o elettrocoagulazione. Questo metodo di funzionamento della rinite ipertrofica si basa sulla cauterizzazione delle mucose per corrente;
  • criodistruzione: utilizzo dell'influenza di un crioapplicatore raffreddato con azoto liquido su aree ipertrofiche;
  • disintegrazione ultrasonica del concha nasale;
  • osteoconhotomy - comporta la rimozione del bordo osseo.

L'attuazione delle operazioni è anche consigliabile con l'inefficacia della terapia conservativa.

Un'altra parte della terapia complessa è la medicina alternativa, che prevede l'uso dei seguenti componenti per il lavaggio della cavità nasale:

  • menta e camomilla;
  • Iperico e salvia;
  • piantaggine e miele;
  • sale o sale marino.

Prima di utilizzare tali metodi di terapia, è necessario consultare il medico. Quando si tenta di trattare una malattia con rimedi di medicina alternativa, c'è il rischio di esacerbazione del processo infiammatorio e della sua diffusione.

complicazioni

In caso di ricorsi tardivi a medici o terapie inadeguate, è possibile che si verifichino le seguenti conseguenze:

Inoltre, il decorso lento della rinite ipertrofica può causare la comparsa di malattie gastrointestinali, cuore, reni e fegato.

prevenzione

Per prevenire il verificarsi di una tale malattia, è necessario rispettare le regole generali, vale a dire:

  • abbandonare completamente le cattive abitudini;
  • trattare tempestivamente il naso che cola acuto;
  • eliminare i fuochi delle infezioni croniche dei seni paranasali e della cavità orale;
  • rafforzare il sistema immunitario;
  • mangiare bene;
  • evitare il contatto con allergeni.

Nei casi di rinite ipertrofica non complicata, così come con un approccio globale alla terapia, la prognosi della malattia è favorevole.

Se pensi di avere la rinite ipertrofica e i sintomi caratteristici di questa malattia, allora lo specialista ORL può aiutarti.

Suggeriamo inoltre di utilizzare il nostro servizio di diagnostica online delle malattie, che seleziona le possibili malattie in base ai sintomi inseriti.

L'adenoide nei bambini è un processo infiammatorio che si verifica nelle tonsille faringee ed è caratterizzato da un aumento delle loro dimensioni. Questa malattia è caratteristica solo per i bambini di età compresa tra uno e quindici anni, le esacerbazioni più frequenti si verificano nel periodo da tre a sette anni. Con l'età, queste tonsille sono ridotte in termini di dimensioni e quindi generalmente atrofia. Si manifesta in varie forme e gradi, a seconda di fattori e patogeni.

I polipi del naso sono escrescenze benigne di forma arrotondata che sono il risultato dell'iperplasia della mucosa nasale. Le loro dimensioni possono variare da 1 a 4 cm. Le statistiche mediche sono tali che i polipi nel naso sono una frequente complicazione della rinite cronica. Sono diagnosticati dall'1 al 4% della popolazione. Più spesso gli uomini soffrono di patologia. I polipi sono spesso diagnosticati nel naso di un bambino (anthochoanal).

La rinite cronica è una malattia caratterizzata da ricorrenti manifestazioni di sintomi di rinite acuta - difficoltà di respirare aria attraverso il naso, abbondanti escrezioni di diversa consistenza e una diminuzione della gravità dell'olfatto.

La rinofaringite è un'infiammazione che si forma nella mucosa nasale e faringea. Questa malattia ha somiglianze con due malattie simili, che sono concentrate in questa zona, vale a dire faringite e rinite. In altre parole, la rinofaringite è una complicanza derivante dalla rinite acuta, in cui la mucosa faringea si infiamma, il che rende anche i reclami reali circa il verificarsi di dolore che si verifica durante la deglutizione. A sua volta, la gola diventa arrossata e la sua mucosa acquisisce un ispessimento delle membrane, diventando coperta in alcuni casi con muco o fioritura purulenta.

La rinite è un processo infiammatorio nel tratto respiratorio superiore. In poche parole, congestione nasale persistente. Molto spesso, i bambini e i bambini sono interessati. La mucosa della cavità nasale è il più importante e il primo ostacolo all'ingresso di qualsiasi batterio nel corpo. Vari microrganismi o virus vengono semplicemente distrutti dal muco. La violazione della barriera primaria porta al fatto che il virus penetra più in profondità nella mucosa, provoca irritazione e si diffonde lì. Tutti questi processi sono prerequisiti per la progressione della rinite acuta.

Rinite ipertrofica cronica e vasomotoria

La rinite ipertrofica si riferisce alle malattie otorinolaringoiatriche con un decorso cronico. Questa malattia colpisce le conchiglie nasali e il suo sviluppo è associato ad un aumento incontrollato dei tessuti della base ossea del naso e delle mucose che coprono questa base.

La rinite ipertrofica, così come molti altri tipi di disturbi rinologici, può essere formata sotto l'influenza di un gruppo abbastanza ampio di fattori. Ad esempio, questi includono l'aria prolungata di ipotermia o gas pesante (così come la polvere). Non l'ultimo posto nel gruppo di ragioni è occupato dalla presenza costante di allergeni o agenti infettivi.

I sintomi della diagnosi di "rinite ipertrofica"

Va notato subito che solo uno specialista ENT può fornire una diagnosi corretta, perché questo disturbo ha sintomi simili con la rinite vasomotoria e catarrale.

Con una diagnosi di rinite ipertrofica, i sintomi sono principalmente espressi in difficoltà respiratorie nasali e congestione nasale persistente.

Per le persone che hanno questa malattia, è caratterizzata da naso chiuso. Inoltre, ci sono abbondanti secrezioni nasali, con un carattere mucopurulento.

Un mal di testa e la cosiddetta iposmia (o, più semplicemente, una riduzione del senso dell'olfatto) si associano abbastanza rapidamente a queste manifestazioni. Come un sintomo della malattia può anche agire e perdita dell'udito.

Un po 'andando nella descrizione di un tale sintomo come congestione, che può accompagnare anche molto simile alla condizione di malattia descritta - rinite ipertrofica vasomotoria - si può dire che vi è una dipendenza diretta della natura della respirazione del paziente su una o altra localizzazione del processo patologico.

In particolare, in presenza di cambiamenti strutturali nella regione del concha nasale inferiore posteriore, si nota solo difficoltà nell'espirazione o nell'inalazione. Considerando che con iperplasia limitata nella parte anteriore di loro, vi è una forte difficoltà a respirare attraverso entrambe le narici.

Per quanto riguarda la rinite cronica ipertrofica accompagnatoria, parziale iposmia, si può affermare che, se non trattata, può portare ad una completa perdita dell'olfatto.

Come trattare la rinite ipertrofica: chirurgia e metodi conservativi

Quando si risponde alla domanda su come trattare la rinite ipertrofica, si può dire che per quanto riguarda il disturbo in questione, è soprattutto l'intervento chirurgico che dovrebbe essere assunto, poiché la patologia sopra descritta porta a cambiamenti strutturali irreversibili.

In questo caso, con ipertrofia moderata, i medici cercano di utilizzare tecniche minimamente invasive. Ad esempio, è la cauterizzazione con prodotti chimici, la distruzione laser, la disintegrazione dei gusci inferiori con l'aiuto degli ultrasuoni, ecc. Tuttavia, tale intervento di risparmio viene effettuato solo quando il medico è sicuro al cento per cento della sua efficacia.

Nel caso di marcati cambiamenti che caratterizzano la rinite ipertrofica, l'operazione richiede una più profonda e più seria. Come tale, è possibile utilizzare la resezione parziale dei gusci nasali o la rimozione del bordo osseo del guscio inferiore o la rimozione delle membrane mucose dei gusci.

In assenza di controindicazioni, l'intervento viene eseguito in anestesia generale o locale infiltrativa. I pazienti il ​​terzo giorno dopo l'intervento possono tornare alla vita normale.

Oltre alla chirurgia per una malattia come la rinite ipertrofica cronica, il trattamento può essere effettuato anche con metodi conservativi. In particolare, per alleviare i sintomi acuti della malattia, vengono utilizzate tattiche per arrestare l'ispessimento e la crescita incontrollata dei tessuti epiteliali.

Questa tattica di terapia include l'irradiazione ultravioletta dei gusci dell'organo olfattivo, l'introduzione della sospensione dell'idrocortisone nei passaggi nasali. Al fine di migliorare il deflusso di scarico, vengono utilizzati gli anti-congestionanti. Un buon effetto è possibile dopo un massaggio delle mucose, che di solito viene effettuato con l'uso di unguento speninico.

Tuttavia, un trattamento così conservativo della rinite ipertrofica può essere inefficace. Ciò accade nel caso in cui i sintomi della malattia hanno un decorso prolungato e le modifiche strutturali interessano sezioni più profonde. Inoltre, i metodi di fisioterapia sono più adatti per trattare una variante vasomotoria del raffreddore comune che per liberarsi dalla patologia ipertrofica.

Conosci il trattamento della rinite ipertrofica?

Molte persone soffrono di raffreddore. Per alcuni, la malattia passa rapidamente, per altri si attarda per una settimana o più. Farmaci per il trattamento della rinite restringono i vasi sanguigni nella cavità nasale, eliminano il gonfiore e l'eccessiva sintesi del muco. Tuttavia, tale terapia è proibita per trascorrere senza controllo del tempo, perché l'esposizione a lungo termine a composti sintetici causa una complicazione - rinite ipertrofica.

Con la rinite vasomotoria, il paziente ha una congestione nasale alternata, che si manifesta in posizione supina.

Cause di malattia

Comprendere le cause della patologia viene solo dopo un esame dettagliato dell'anatomia del naso di una persona, che i medici definiscono come un organo complesso. Prima di tutto, ci sono 4 pareti, formate da tessuti solidi - ossa e cartilagine. Le conchiglie si trovano sulla parete laterale, tuttavia, solo il lavandino nasale inferiore funge da osso indipendente.

Anche nel naso ci sono tre passaggi. Questa struttura protegge il tratto respiratorio e i polmoni dall'ingresso di aria fredda e da microbi patogeni, poiché l'epitelio ciliato con i villi si trova su tutta la superficie della mucosa. Il passaggio nasale inferiore è limitato al fondo della cavità nasale, sopra - l'osso della conchiglia e altri passaggi sono formati dalla cartilagine.

Questa malattia può verificarsi a causa di complicanze di una rinite esistente.

Lo stato normale dei tessuti nasali contribuisce al normale funzionamento dell'organo. Tuttavia, le violazioni nella forma di crescita della mucosa e del periostio provocano lo sviluppo di varie malattie. L'ipertrofia delle concisioni e dei passaggi nasali è una pericolosa patologia del naso, che può essere eliminata solo chirurgicamente. Le ragioni per questo disturbo i medici emettono tale:

  1. Complicazione della rinite (cronica, catarrale, vasomotoria).
  2. Eccessiva esposizione al farmaco.
  3. Malattie del sistema cardiovascolare e immunitario.
  4. Curvatura del setto nasale.

sintomi

Una persona inesperta non sempre distingue la rinite vasomotoria da ipertrofica. Ma il paziente dovrebbe conoscere la differenza tra queste malattie, perché dipende dalla condotta delle misure terapeutiche.

Con la rinite vasomotoria, il paziente ha una congestione nasale alternata, che si manifesta in posizione supina: girando la testa verso l'altro lato, il moccio scorre nelle vie nasali e difficoltà a respirare in un'altra narice. Inoltre, la secrezione mucosa è caratterizzata da una consistenza liquida senza mescolanza di pus, che indica l'assenza di un'infezione batterica. In questa fase è necessario fare uno sforzo per sbarazzarsi della malattia, altrimenti la malattia peggiorerà e sarà espressa in atrofia o ipertrofia della mucosa. I sintomi dei medici della rinite ipertrofica chiamano il seguente:

Uno dei sintomi della malattia è la congestione nasale costante.

  • costante congestione nasale;
  • scarico abbondante (mucoso e purulento);
  • diminuzione dell'olfatto e dell'udito;
  • mal di testa;
  • voci nasali.

L'anatomia del concha nasale inferiore è tale che un eccessivo accumulo di muco nella sua cavità provoca un disturbo nel normale deflusso delle lacrime. Di conseguenza, i canali lacrimali vengono bloccati e al loro interno si creano le condizioni per il processo infiammatorio.

Un altro sintomo - nasale dopo un raffreddore e durante il suo decorso - appare a causa di una diminuzione del lume nasale. Quando parla, l'aria passa attraverso il naso, acquisendo un timbro caratteristico. Tuttavia, l'iperplasia del tessuto modifica la dimensione del tratto, causando uno spostamento nel suono della voce. A proposito, questo fenomeno è usato negli strumenti musicali a fiato.

L'ipertrofia della mucosa nasale provoca una violazione dell'olfatto. I medici spiegano questo bloccando l'accesso dell'aria alle cellule sensibili. Il disturbo porta problemi alla vita del paziente, perché il senso dell'olfatto come una persona attira l'attenzione su odori piacevoli e avverte del pericolo (gas, benzina, ecc.).

Metodi diagnostici

Prima del trattamento, è necessario stabilire lo stadio e la forma della malattia, altrimenti la terapia non avrà l'effetto desiderato.

I medici otorinolaringoiatri distinguono i seguenti metodi diagnostici:

Per l'analisi primaria del quadro clinico, è indicata la rinopneumonometria, con la quale viene registrato il grado di pervietà dei passaggi nasali. I tassi ultra-bassi indicano una forma diffusa della malattia, a causa della quale è interessata la mucosa dell'intero naso. La rinite ipertrofica cronica in tale situazione richiede un esame dettagliato da parte di un medico e un esame supplementare.

La tomografia computerizzata viene utilizzata per confermare la diagnosi.

L'endoscopia è popolare perché consente di valutare visivamente le condizioni della mucosa. L'ipertrofia del concha nasale inferiore, stabilita in un paziente, si riferisce ad una forma parziale della malattia, se in altre aree dell'organo non ci sono violazioni. Per confermare la diagnosi utilizzando la tomografia computerizzata e la radiografia, tuttavia, tali metodi sono talvolta anche eccessivi.

Metodi per il trattamento dell'ipertrofia nasofaringea

Affrontare questa malattia non è facile. Ma posticipare la terapia è ancora più pericoloso, perché la patologia può diffondersi agli organi vicini e quindi non evitare sinusiti, sinusiti frontali, ecc. Nella medicina ufficiale, il trattamento dell'ipertrofia della mucosa nasale è suddiviso in 2 categorie:

  1. Fisioterapia conservativa.
  2. Intervento chirurgico

fisioterapia

I medici dicono che l'inutilità del trattamento farmacologico per una tale patologia, tuttavia, questo non significa che i farmaci siano esclusi. I metodi di fisioterapia alleviano i sintomi di una esacerbazione della malattia, durante la quale l'insufficienza respiratoria non consente al paziente di condurre una normale attività di vita. I trattamenti medici conservativi sono i seguenti:

Uno dei trattamenti per una malattia è la radiazione ultravioletta.

  • esposizione a campi magnetici ad alta frequenza (procedura UHF);
  • irradiazione ultravioletta (procedura UV);
  • eseguire passaggi nasali massaggianti con sfregamento con idrocortisone (agente antinfiammatorio);
  • trattamento con farmaci antiedematosi (anti-congestionanti).

Una terapia simile viene eseguita con la forma ipertrofica della malattia. Per curare la rinite vasomotoria e altri tipi di malattie non è affatto necessario eseguire le procedure UHF e UV, tuttavia sono ancora prescritti antistaminici e farmaci antinfiammatori. Per i farmaci vasocostrittori devono essere trattati con cautela, perché causano atrofia e ipertrofia della mucosa nasale. L'uso di altri mezzi dovrà anche essere coordinato con l'otorinolaringoiatra.

Intervento chirurgico

Se il risultato del trattamento farmacologico era insoddisfacente, i medici stanno prendendo in considerazione le opzioni per rimuovere il tessuto danneggiato. A volte solo la chirurgia porta alla guarigione nella rinite ipertrofica, quindi questo metodo è chiamato il più efficace. I metodi per la resezione sono i seguenti:

  • tradizionale (taglio del ciclo nasale);
  • esposizione laser;
  • cauterizzazione del concha nasale e ictus di corrente o acido;
  • criochirurgia;
  • esposizione alle onde radio.

Grazie ai metodi odierni di medicina, i medici eseguono la procedura per 5-15 minuti. Quando esposto al freddo non richiede nemmeno l'anestesia, perché le terminazioni nervose si congelano e non reagiscono alla manipolazione. Esistono 2 tipi di chirurgia, il cui scopo dipende dal quadro clinico delle condizioni del paziente:

  1. Rimozione del tessuto (conchotomia).
  2. Dissezione di composti vascolari (vasotomia).

La conchotomia delle concavità nasali e dei passaggi comporta la rimozione del tessuto interessato nelle regioni centrali e inferiori del naso. Tale eliminazione fisica della mucosa dolorosa facilita la respirazione immediatamente dopo l'operazione. La vasotomia del concha nasale è la dissezione delle connessioni vascolari, che riduce il flusso sanguigno ed elimina il gonfiore.

Ma non a tutti è permesso un intervento chirurgico. Se un paziente ha un'infezione progressiva, in primo luogo sarà necessario neutralizzare l'attività vitale dei microrganismi patogeni. Le controindicazioni alla chirurgia includono disturbi del sangue che ostacolano la coagulazione o compromettono la sua composizione fisiologica.

La vasotomia sottomucosa dei turbinati inferiori affronta la malattia e successivamente non vi è alcun motivo per ulteriori manipolazioni. Gli otorinolaringoiatri osservano un risultato positivo stabile e l'assenza di una recidiva della malattia, pertanto, l'operazione di rinite vasomotoria o ipertrofica viene eseguita come metodo di trattamento preferito.

Rinite ipertrofica cronica: come trattare? Cause di

Un naso che cola è quasi una parte integrante della vita di una persona, quindi, è spesso ignorato, con conseguente rinite ipertrofica.

Questa malattia insidiosa può affliggere una persona per anni, privandolo di respirazione libera, sonno e altre abilità banali, ma molto importanti.

Molte persone vivono, continuando a ignorare la loro condizione e soffrono di complicazioni di patologia, il cui sviluppo è difficile per un non iniziato in medicina per associarsi a un raffreddore. Per evitare ciò, vale la pena sapere quali sono i sintomi della rinite ipertrofica cronica e come affrontarla.

Rinite ipertrofica: che cos'è?

Sotto il misterioso e spaventoso termine medico "rinite ipertrofica" si nasconde una malattia otorinolaringoiatrica cronica, per la quale un tipico aumento incontrollato delle dimensioni dei tessuti delle ossa e delle mucose della cavità nasale.

Nella maggior parte dei casi, la lesione è localizzata nel lavandino nasale inferiore, ma a volte può coprire quasi tutte le strutture del naso.

I gusci nasali o nasali sono protuberanze ossee sulle pareti del naso, che sono ricoperte da una membrana mucosa. Normalmente, aiuta a riscaldare, pulire e inumidire l'aria inalata da una persona.

  • Diffusa - la crescita del tessuto è nota in tutte le formazioni strutturali del naso.
  • Limitata (locale) - i cambiamenti patologici sono presenti esclusivamente in alcune parti della cavità nasale.

Inoltre, la malattia può manifestarsi in diverse forme:

  • La forma cavernosa (vascolare) è una proliferazione prevalentemente diffusa di tessuto cavernoso, che è una raccolta di piccole vene e muscoli lisci. Poiché questo è spesso osservato nella rinite acuta o anche in uno stato normale, molti ENT considerano tale forma falsa.
  • La forma fibrosa è un aumento pronunciato del tessuto connettivo. Caratteristici dei cambiamenti della malattia sono presenti nel guscio inferiore o medio, che è accompagnato dalla comparsa di sintomi luminosi.
  • Ipertrofia ossea - un cambiamento nella struttura del tessuto osseo e del periostio. Questo è tipico per i processi infiammatori avanzati gravi.

La patologia ha ricevuto il codice ICD 10 J31.0. Quindi, è classificato come rinite cronica, insieme a atrofico.

Rinite ipertrofica cronica

La malattia è più spesso diagnosticata in uomini di mezza età e anziani, è raramente presente nei bambini (di solito negli studenti delle scuole superiori). Progredisce lentamente dalla sconfitta del guscio inferiore a un cambiamento totale nella struttura delle mucose dell'intera cavità nasale.

Nei casi più avanzati, si osservano cambiamenti non solo negli strati superiori dell'epidermide, ma anche nello stato delle pareti dei vasi, così come nell'apparato ghiandolare. Di conseguenza, l'afflusso di sangue è notevolmente interrotto e la produzione di muco naturale, che idrata le superfici interne del naso, è ridotta.

Tutto ciò porta a un'interruzione significativa dell'organo principale dell'olfatto, compresa la sua funzione principale - la respirazione. Successivamente, l'intero corpo soffre, poiché la mancanza di ossigeno nel sangue influenza negativamente ciascuna delle sue cellule.

Pertanto, la malattia può portare a gravi complicanze. Pertanto, il trattamento della rinite ipertrofica cronica dovrebbe iniziare il prima possibile, sebbene sia associato a grandi difficoltà.

Spesso, la patologia è accompagnata dallo sviluppo di sinusite cronica e dalla formazione di polipi. Questo integra il quadro clinico e amplia la gamma di interventi necessari.
Fonte: nasmorkam.net

Cause della malattia

L'ipertrofia del naso può essere il risultato di molti disturbi, ma spesso si verifica se il paziente ha:

  • rottura endocrina;
  • patologie del sistema cardiovascolare, tra cui aterosclerosi e ipertensione;
  • curvatura del setto nasale congenito o acquisito;
  • rinosinusite vasomotoria o acuta che non è stata trattata adeguatamente, ecc.;
  • tendenza a reazioni allergiche;
  • dipendenza dal fumo.

Anche un eccessivo entusiasmo per i farmaci vasocostrittori può portare allo sviluppo di ipertrofia dei seni nasali. In tali situazioni, a causa di gocce o spruzzi, la circolazione sanguigna nei tessuti viene disturbata e la loro struttura cambia gradualmente.

Inoltre, la causa della violazione può funzionare in condizioni con un alto contenuto di particelle fini (polvere) nell'aria. Molto meno spesso, le origini del problema si trovano in una situazione ambientale sfavorevole.

In un bambino, la malattia può formarsi sullo sfondo di un'immunità indebolita, che è il risultato della malattia, delle caratteristiche legate all'età o di altri fattori.

Sintomi e manifestazioni

Il sintomo principale della patologia è la respirazione nasale progressiva nel tempo. Successivamente, a causa della forte proliferazione dei tessuti, si può formare un'ostruzione completa dei passaggi nasali.

Inoltre, la natura della congestione nasale dipende direttamente dalla forma della malattia:

  • la congestione costante e pronunciata è tipica dell'iperplasia ossea e delle forme fibromatose diffuse;
  • la posa alternata delle narici è solitamente caratteristica della forma cavernosa.

Si osserva spesso un abbondante scarico mucopurulento che, seccandosi, forma una densa crosta. Inoltre, i pazienti possono lamentarsi di:

  • lacrimazione;
  • difficoltà a respirare dentro o fuori, sentire la presenza di un corpo estraneo;
  • mal di testa, compromissione della concentrazione e riduzione delle prestazioni mentali;
  • disturbi nervosi, in particolare irritabilità e insonnia;
  • bocca nasale, russare e secca;
  • ridotto potere olfattivo.

Che tipo di dottore è necessario? Metodi diagnostici

Il trattamento delle malattie del naso è una prerogativa dell'otorinolaringoiatra (ENT). Al fine di diagnosticare i pazienti sono invitati a eseguire:

Sulla base di questi studi, l'ENT può effettuare una diagnosi accurata ed escludere l'ingresso di un oggetto alieno nei passaggi nasali, nonché la possibilità di sviluppare tubercolosi, tumori, sifilide, adenoidite e altre malattie.

Rinite ipertrofica: trattamento farmacologico

Il medico decide come trattare la patologia separatamente per ciascun paziente. Ma l'uso del solo farmaco generalmente non dà i risultati desiderati.

A volte, come parte della terapia complessa o preparazione per il trattamento chirurgico, ai pazienti vengono prescritti corticosteroidi locali, in particolare, Nasonex, Mezaton. Aiutano a ridurre l'intensità del processo infiammatorio, alleviare il gonfiore e facilitare la respirazione.

Se l'ipertrofia della mucosa delle vie nasali non è dovuta all'abuso di agenti vasocostrittori, allora possono essere prescritti in corsi brevi. Grazie a ciò, è possibile eliminare l'edema e espandere i passaggi nasali, il che rende possibile eseguire altre procedure terapeutiche e, per un certo tempo, facilitare la respirazione.

Questi includono:

Se si sospetta una condizione allergica, vengono prescritti antistaminici, ad esempio Claritin, Suprastin, Erius, Cetrin, Loratadin, Zyrtec, L-tset, Tavegil e altri.

Metodi terapeutici conservativi

Il trattamento della rinite ipertrofica inizia spesso con attività volte a fermare la crescita dei tessuti.

Nelle forme più lievi della malattia, la scleroterapia è sufficiente. La sua essenza consiste nell'introduzione di idrocortisone e splenina nella mucosa della zona interessata.

Per ottenere buoni risultati, occorrono da 8 a 10 procedure a giorni alterni. Nei casi più gravi, può essere indicata la cauterizzazione di tessuti modificati con soluzioni chimiche, ad esempio:

  • acido cromico;
  • nitrato d'argento;
  • acido tricloroacetico.

Per aumentare l'efficacia delle attività svolte, ai pazienti vengono prescritte procedure fisioterapiche. Nelle condizioni di uno studio ENT, può essere eseguita l'irradiazione ultravioletta delle cavità nasali e UHF EP.

A casa, il paziente può massaggiare autonomamente le mucose usando gli unguenti o le creme otorinolaringoiatrici raccomandati. Ciò aumenterà il metabolismo nei tessuti e aiuterà a fermare la loro crescita.

Trattamento di rimedi popolari

In presenza di ipertrofia tissutale, le grandi speranze per la medicina tradizionale non valgono la pena. Le sue ricette possono solo aiutare ad eliminare i sintomi spiacevoli della malattia.

E con la natura allergica della violazione, possono alleviare del tutto le condizioni del paziente. Pertanto, prima di iniziare a utilizzare qualsiasi rimedio popolare, si consiglia di consultare un medico.

Per eliminare la sensazione di congestione e naso che cola si applicano:

Lavaggio con brodi e infusi di bacche di rosa selvatica, foglie di menta piperita, fiori di camomilla e radici di lampone. Per cucinare significa che hai bisogno di 1 cucchiaio. l. materiali vegetali selezionati o miscela versare 200 ml di acqua bollente e insistere.

Le bacche di rosa canina devono essere tritate e far bollire per 10 minuti a fuoco basso. È estremamente importante dopo il raffreddamento del filtro per infusione o decotto attraverso piegato in diversi strati di garza, in modo che nessuna particella solida possa danneggiare la superficie interna del naso durante il lavaggio.

Se la condizione peggiora, interrompere immediatamente l'uso del rimedio selezionato e consultare un medico.

Quando è necessario un intervento chirurgico?

Se la terapia conservativa non produce risultati, solo la chirurgia è in grado di aiutare i pazienti a ripristinare la normale respirazione. La natura dell'operazione dipende dalla forma del decorso della malattia e dalla vastità dei cambiamenti, ma in ogni caso il suo scopo è quello di influenzare l'area invasa al fine di ripristinare le funzioni respiratorie e olfattive.

Qualsiasi intervento chirurgico è rischioso. Ma l'attuale livello di sviluppo della medicina, la presenza di attrezzature endoscopiche e nuove tecniche consente di ridurle al minimo e ridurre significativamente il periodo di recupero.

Possibili complicazioni e conseguenze se non trattate

In assenza di un tempestivo intervento medico, la patologia può alla fine provocare il verificarsi di cambiamenti irreversibili nella struttura dei tessuti nasali, la loro forte crescita e la spremitura meccanica delle strutture anatomiche circostanti. È irto di:

  • infiammazione frequente del sacco lacrimale;
  • congiuntivite prolungata;
  • evstahiitom;
  • completa perdita di odore;
  • tonsillite cronica.

Disturbi circolatori, carenza di ossigeno persistente e stress possono successivamente portare allo sviluppo di prestazioni compromesse:

  • organi del sistema cardiovascolare;
  • i reni;
  • organi del tubo digerente, compreso il fegato.

In tali situazioni, può essere abbastanza difficile per i medici stabilire le vere cause dell'insorgenza di malattie e la terapia condotta per lungo tempo potrebbe non produrre risultati o sarà insignificante.

Prevenzione: come minimizzare la manifestazione della malattia

Per ridurre la probabilità di malattia, devi:

  • tempestiva e completa terapia della rinopatologia acuta;
  • non usare gocce e spray vasocostrittori per più di 7 giorni;
  • effettuare regolarmente la pulizia a umido in casa e installare un umidificatore domestico per mantenere l'umidità a un livello del 45-55%;
  • fare regolarmente lunghe passeggiate all'aria aperta;
  • rinunciare a cattive abitudini;
  • quando si lavora in fabbriche con una maggiore formazione di polvere, è assolutamente necessario utilizzare dispositivi di protezione individuale.

Pertanto, è impossibile proteggere completamente te stesso e i tuoi figli dallo sviluppo della rinite ipertrofica. Ma per minimizzare il rischio delle forze di ciascuno.

Per fare questo, è sufficiente curare con cura e attenzione la tua salute, non auto-medicare e cercare immediatamente un aiuto medico.

Rinite cronica

Balashova Julia Vyacheslavovna

Varnel Olga Leonidovna

Dottore di alta categoria

Egorova Margarita Yuryevna

Kapustina Anna Alexandrovna

Ponomareva Larisa Viktorovna

Categoria di qualificazione più alta

Magnifico Dmitry Vladimirovich

Otorinolaringoiatra della più alta categoria di qualificazione

Candidato di scienze mediche

Ramazanova Gunay Alniyaz-Kyzy

Tutti conoscono la spiacevole condizione di un raffreddore quando il naso è costantemente imbottito. Secondo le statistiche, una persona normale dalla nascita alla vecchiaia ha un raffreddore più di 100 volte. È interessante notare che di tutte le malattie in Russia, ogni terzo è dovuto a una malattia respiratoria, e ogni settimo è legato al raffreddore (rinite, sinusite, ecc.).

Il naso che cola (rinite) è una malattia comune delle prime vie respiratorie, trasmessa da goccioline trasportate dall'aria. Uno dei principali fattori nello sviluppo della rinite è l'ipotermia, riduce le difese dell'organismo, provoca la crescita di microbi nelle aree nasali e nasofaringee e porta alla congestione nasale.

Un altro fattore correlato alla rinite è una diminuzione dell'immunità dopo le malattie croniche.

Il quadro clinico della rinite

La rinite può essere parte di un'infezione respiratoria acuta e l'inizio di una reazione allergica.

La malattia inizia con un deterioramento delle condizioni generali del corpo, un mal di testa, un indebolimento dell'olfatto, diventa difficile per una persona respirare attraverso il suo naso. Un naso può anche essere riempito, la microflora patogena inizia a svilupparsi in essa, dapprima trasparente, poi appaiono scariche nasali verdi e marroni.

Se hai la febbre e un naso chiuso, allora può essere la rinite!

I sintomi della rinite:

  • naso fortemente imbottito;
  • secrezione nasale (acquosa, mucosa o mucopurulenta);
  • il muco che scorre nella parte posteriore della gola;
  • disturbo del sonno;
  • russare;
  • mal di testa.

Puoi parlare molto della rinite, ma il compito principale del trattamento della rinite cronica è quello di eliminare le cause che supportano il processo infiammatorio cronico della mucosa nasale.

Perché sta mettendo il naso. motivi:

  • infiammazione cronica dei seni paranasali;
  • curvatura del setto nasale;
  • anomalie della struttura della concha;
  • vegetazione adenoide, ecc.

In questi casi, la normale circolazione dell'aria è disturbata, la scarica anomala drena nella cavità nasale, irrita la mucosa e supporta la rinite cronica.

Rinite acuta

La rinite acuta è una delle malattie più comuni nell'infanzia. Ogni madre conosce i suoi sintomi: il naso di un bambino, il naso che cola, ecc.

La rinite acuta ha una forma infettiva, causata da virus o batteri. La malattia può manifestarsi come una malattia separata di natura virale o batterica, o essere parte di tali malattie infettive come l'influenza, ARVI, scarlattina, meningite, difterite, ecc.

I fattori provocatori per la rinite acuta sono ipotermia, aria inquinata, ridotta immunità umana, allergie, adenoidi, rinite ipertrofica. Pertanto, se il naso è costantemente imbottito, il bambino ha una immunità chiaramente debole, e deve essere sollevato!

I sintomi della rinite acuta:

La malattia procede in 3 fasi:

  • disagio al naso, prurito, starnuti, lacrime, mal di testa, malessere, febbre (entro 1-2 giorni);
  • congestione nasale, diventa difficile per il paziente respirare, voce rauca, secrezione nasale acquosa, riduzione dell'olfatto;
  • la secrezione nasale diventa densa, purulenta, il paziente è preoccupato per una grave congestione nasale.

Rinite cronica

La rinite cronica è un'infiammazione cronica a lungo termine della mucosa nasale, che appare come risultato dell'influenza negativa dei microbi, così come alcuni fattori ambientali (polvere, inquinamento atmosferico) sulla mucosa nasale.

Tipi di rinite cronica

  • allergico (stagionale, allergico alle piante e ai prodotti);
  • infettivo (originato da malattie infettive);
  • rinite non allergica, non infettiva (rinite medicinale, rinite ormonale, rinite degli anziani).

Rinite allergica

Rinite allergica - infiammazione delle mucose del naso, che si basa sulla reazione allergica del corpo a qualsiasi allergene.

  • polvere domestica o libro;
  • acaro della polvere;
  • punture di insetti;
  • piante;
  • prodotti alimentari;
  • farmaci;
  • funghi di muffa e lievito.

Per ulteriori informazioni sulla rinite allergica, puoi leggere qui.

Rinite vasomotoria

La rinite vasomotoria si riferisce alla rinite non allergica e non infettiva. Distinguere tra rinite vasomotoria farmaco, ormonale, riflessa e idiopatica. È caratterizzato da una violazione della respirazione nasale, congestione nasale e restringimento della cavità nasale a seguito di gonfiore e gonfiore dei tessuti molli.

Cause della rinite vasomotoria:

  • bassa temperatura dell'aria;
  • aria umida;
  • mangiare cibi troppo caldi o piccanti;
  • uso frequente di bevande alcoliche;
  • sperimentando lo stress emotivo;
  • inalazione di fumo di tabacco;
  • smog, aria inquinata;
  • odori forti;
  • alterazione ormonale del corpo;
  • l'uso di farmaci vasocostrittori per lungo tempo;
  • uso di anticoncezionali o farmaci per abbassare la pressione;
  • malattia della tiroide, ecc.

Segni e sintomi clinici della rinite vasomotoria

I principali sintomi di rinite di questa forma possono essere considerati difficoltà nella respirazione nasale e scarico acquoso dal naso. Gli attacchi di starnuti sono meno comuni.

Molto spesso la rinite vasomotoria viene confusa con forme atipiche di rinite allergica. Pertanto è necessario condurre un esame approfondito.

Rinite ipertrofica

La malattia della rinite ipertrofica è caratterizzata da un aumento della mucosa delle ghiandole nasali, che causa difficoltà respiratorie a causa della congestione nasale.

Fattori che contribuiscono alla malattia:

  • ipotermia;
  • uso prolungato di farmaci vasocostrittori;
  • infezioni nel rinofaringe;
  • aria inquinata;
  • alcol;
  • il fumo;
  • la presenza di allergie.

La rinite ipertrofica può verificarsi a causa delle seguenti malattie:

  • malattie del sistema endocrino;
  • malattie del cuore e dei vasi sanguigni;
  • curvatura congenita o acquisita del setto nasale;
  • patologia della funzione neuro-riflessa del naso;
  • sotto trattamento di catarrale, vasomotoria e rinite cronica.

Come si manifesta la malattia?

La rinite ipertrofica è caratterizzata da naso chiuso e difficoltà respiratoria e le gocce di vasocostrittore non eliminano questi sintomi. Nella rinite ipertrofica compaiono i seguenti sintomi:

  • non respira il naso;
  • secrezione nasale mucosa e purulenta;
  • mal di testa ricorrenti;
  • bocca secca e rinofaringe;
  • violazioni del gusto e dell'olfatto.

Rinite catarrale cronica

La rinite catarrale cronica è chiamata infiammazione persistente nei tessuti epiteliali del naso, che non porta a cambiamenti nella struttura del naso.

La rinite cronica catarrale di solito si verifica a causa della forma sottotratta di rinite acuta o la sua forma avanzata. Nel caso di una forma trascurata, i patogeni si moltiplicano nella mucosa nasale, provocando un'infiammazione catarrale.

Sintomi della malattia:

  • naso che cola che appare in autunno e in inverno;
  • scarico mucoso o purulento;
  • mancanza di odore (il naso non respira affatto);
  • mal di testa.

diagnostica

Il medico ORL, dopo l'esame, può rilevare bolle, crepe ed eczema nella cavità nasale. Quando la rinoscopia può essere notato muco nella cavità nasale sotto forma di una griglia.

Trattamento della rinite

Cosa fare quando il naso è infarcito?

Tutti capiscono l'inconveniente causato da un naso chiuso. Il trattamento dovrebbe essere completo.

Il trattamento della rinite comprende le seguenti misure:

  • eliminazione di possibili fattori endo - ed esogeni che causano e sostengono la rinite;
  • terapia farmacologica per ogni forma di rinite;
  • intervento chirurgico secondo indicazioni (ad esempio, con una curvatura del setto nasale);
  • fisioterapia e climatoterapia.

Trattamento conservativo della rinite

La terapia conservativa include i seguenti metodi:

  • Inalazione ad ultrasuoni e iniezione di farmaci nella cavità nasale.
  • Lavare il naso e il rinofaringe con sostanze medicinali usando aspiratore.
  • La terapia fotodinamica è un metodo unico di trattamento della rinite, basato sull'impiego di una fotoditazina farmacologica fotosensibile sotto forma di gel, seguita dall'attivazione mediante irradiazione laser della cavità nasale. Il farmaco si accumula nelle cellule "malate", dopo l'irradiazione laser, viene rilasciata una grande quantità di ossigeno, che provoca la morte delle cellule danneggiate, ha un potente effetto antinfettivo e antinfiammatorio. C'è una diminuzione del conchaeva nasale nel volume, la respirazione nasale migliora, gli arresti di scarico. Come risultato della terapia, puoi finalmente sbarazzarti della congestione nasale. La procedura è assolutamente indolore e richiede 1,5-2 ore. Le prestazioni non soffrono. Il corso di solito richiede 2-3 procedure.
  • Applicazione di farmaci sulla mucosa nasale.

Trattamento chirurgico della rinite

A volte è impossibile fare a meno del trattamento chirurgico della rinite. In questo caso, la scelta delle tattiche chirurgiche razionali si basa sul grado di ipertrofia delle secrezioni nasali del conchae e della respirazione nasale. Tutti i metodi utilizzati nella nostra clinica sono i più delicati.

Il trattamento chirurgico della rinite comprende le seguenti manipolazioni:

  • La coagulazione a onde radio del turbinato inferiore è il metodo più delicato di trattamento della rinite vasomotoria e ipertrofica. Dopo l'anestesia della mucosa, un elettrodo con 2 aghi sottili viene inserito nella concha nasale. Sotto l'influenza delle onde radio, la concha nasale è letteralmente "sugli occhi", la respirazione nasale migliora già al momento della manipolazione. La procedura richiede circa 15 minuti. e quasi indolore.
  • Coagulazione laser: contatto con l'esposizione laser sulle zone riflessogene della mucosa nasale o sull'intera superficie del turbinato inferiore. La procedura è efficace, tuttavia, va notato la presenza di un lungo periodo di recupero (circa 1-2 settimane), oltre a un maggior danno alla mucosa rispetto al trattamento con onde radio.
  • Plastiche del concha nasale inferiore.

Se necessario, l'intervento nelle conchiglie nasali in molte cliniche è ancora spesso eseguito un'operazione così distruttiva come la conchotomia, che successivamente porta a gravi disturbi anatomici e funzionali. La chirurgia plastica della concha nasale inferiore è un'alternativa a questa chirurgia paralizzante. Molto spesso viene eseguita una vasotomia sottomucosa, in cui il distacco della membrana mucosa viene eseguito con la distruzione dei plessi vascolari, che causano la congestione nasale. A volte l'operazione è completata dalla deviazione del guscio sul lato, che consente di espandere significativamente i passaggi nasali e ripristinare il normale flusso d'aria nella cavità nasale. È anche possibile rimuovere parzialmente le estremità posteriori della concha nasale inferiore, che viene effettuata con uno strumento speciale, l'ansa nasale, o mediante coagulazione bipolare e chirurgia delle onde radio, in cui vengono ridotte alcune sezioni della membrana mucosa ipertrofica della concha. La scelta di un metodo specifico di intervento è individuale e viene eseguita direttamente dal chirurgo.

Nella clinica multidisciplinare "MediciCity", l'otorinolaringoiatria è una delle aree di lavoro prioritarie! I nostri otorinolaringoiatri sono specialisti di alto livello. Medici, immunologi e altri specialisti in più di 30 direzioni aiuteranno a far fronte alle tue malattie!

Se avete domande, chiamateci per telefono:

+7 (495) 604-12-12

Gli operatori del contact center ti forniranno le informazioni necessarie su tutte le domande che ti interessano.

È inoltre possibile utilizzare i moduli seguenti per porre una domanda al nostro specialista, fissare un appuntamento presso la clinica o ordinare una richiamata. Fai una domanda o indica un problema con il quale desideri contattarci, e ti contatteremo per chiarire le informazioni il prima possibile.

Per Saperne Di Più Mal Di Gola

Perché la gola e il collo fanno male ai lati, alla schiena, su entrambi i lati e può essere pericoloso?

Tosse

Non c'è una sola persona che non abbia mai provato dolore al collo e alla gola. Ma poche persone hanno pensato che questi sintomi non siano sempre innocui.

Metodi di trattamento per Staphylococcus aureus

Mal di gola

La presenza di Staphylococcus aureus in gola è la norma per la maggior parte delle persone. Se l'immunità è a un buon livello, allora questo batterio può tranquillamente coesistere con altri microrganismi nella bocca e nella gola.