Principale / Tosse

Ipertrofia della tonsilla 2 gradi nei bambini

Tosse

Le tonsille palatali, come altre formazioni linfoidi dell'anello faringeo, appartengono alle strutture immunitarie. Assorbono l'attacco dell'infezione mentre tenta di entrare nel corpo. Per combattere i microrganismi patogeni, il tessuto linfoide può aumentare leggermente, tuttavia, dopo una vittoria ritorna alle dimensioni precedenti.

Quindi, l'ipertrofia temporanea delle tonsille di primo grado è una variante della norma per il periodo acuto di una malattia infettiva. Un aumento delle tonsille di grado 2 e 3 porta a sintomi della malattia e richiede un trattamento. Spesso la patologia si verifica tra i bambini.

Ipertrofia delle ghiandole può svilupparsi in parallelo con un aumento della tonsilla faringea o linguale. Spesso, una ghiandola ingrandita viene diagnosticata sullo sfondo delle adenoidi e viceversa.

Le tonsille, a seconda delle dimensioni, possono essere classificate come segue:

  • Stadio 1 - caratterizzato da una diminuzione del lume della gola di un terzo;
  • al secondo grado - il diametro si restringe di 2/3;
  • il terzo grado è caratterizzato da una combinazione delle superfici delle tonsille, che copre completamente il lume della gola.

Cause di ipertrofia

Non è possibile dire esattamente perché la ghiandola diventa ipertrofica. Tuttavia, è sicuro dire che questa è una reazione protettiva del corpo all'azione di un fattore avverso.

Nei bambini, a causa del sottosviluppo del sistema immunitario, il tessuto linfoide è molto variabile, quindi la sua iperplasia non richiede un'azione duratura del fattore dannoso.

I fattori predisponenti che causano la proliferazione del tessuto linfoide, che causa l'ipertrofia delle tonsille nei bambini, includono:

  • diminuzione della difesa immunitaria;
  • esacerbazione della patologia cronica;
  • dieta malsana;
  • infezioni frequenti (ARVI, influenza);
  • la presenza di infezione nella gola (faringite) o nasofaringe (sinusite);
  • tonsillite cronica, quando i microbi si accumulano nelle pieghe della mucosa, sostenendo la risposta infiammatoria;
  • carichi fisici pesanti;
  • aria secca inquinata;
  • rischi professionali.

Si noti che i bambini che hanno genitori affetti da adenoidi o hanno avuto le tonsille, cioè con l'ereditarietà gravata, soffrono più spesso.

Come si manifesta?

Quando si fa riferimento ad un otorinolaringoiatra nella maggior parte dei casi, viene diagnosticata la crescita del tessuto linfoide, non solo le ghiandole, ma anche la tonsilla faringea. La gravità dei sintomi clinici dipende dal grado di ipertrofia delle tonsille e dalla sovrapposizione del lume laringeo.

Quando provi a ispezionare le tonsille nello specchio da solo, solo con il secondo e il terzo grado puoi notare il loro aumento. La crescita di 1 grado non è così evidente, quindi una persona non presta attenzione ai sintomi. A poco a poco, quando si sviluppa l'ipertrofia di grado 2, iniziano a comparire segni che indicano una malattia. Man mano che le ghiandole aumentano, diventano saldate tra loro e l'ugola.

Sulla consistenza delle tonsille si compatta con iperemia (con infiammazione) o colore giallo pallido. Clinicamente notare la vista ipertrofica delle ghiandole può essere sui seguenti motivi:

  1. il bambino inizia a respirare pesantemente, questo è particolarmente evidente quando gioca a giochi all'aperto;
  2. difficoltà a deglutire;
  3. c'è un elemento estraneo nella gola;
  4. la voce cambia, diventa nasale. A volte non è possibile capire dal primo cosa dice il bambino, perché alcuni suoni sono distorti;
  5. a volte si notano russare e tosse.

Con l'ulteriore proliferazione del tessuto linfoide, il passaggio del cibo solido viene ostacolato. Quando l'infiammazione delle tonsille sviluppa angina. È tipico per lei:

  • insorgenza acuta;
  • rapido deterioramento;
  • ipertermia febbrile;
  • placca purulenta sulle tonsille, suppurazione dei follicoli, pus nelle lacune.

Esame diagnostico

Per fare una diagnosi accurata, è necessario consultare un medico:

  1. Al primo stadio, il medico interroga i reclami, esamina le caratteristiche del loro aspetto e analizza anche la storia della vita (condizioni di vita, malattie passate e presenti). Inoltre, i linfonodi regionali sono palpati per l'infiammazione;
  2. Al secondo stadio viene eseguita la faringoscopia, che consente di ispezionare la condizione delle tonsille, valutare l'entità del processo e determinare l'estensione della crescita del tessuto linfoide. Anche la rinoscopia è raccomandata;
  3. la terza fase riguarda la conduzione della diagnostica di laboratorio. Per questo, il paziente viene inviato per microscopia e cultura. Il materiale dell'esame è un tampone di tonsilla.

Le analisi forniscono l'opportunità di confermare o escludere una lesione infettiva delle ghiandole e anche di stabilire la sensibilità dei microbi agli antibiotici.

L'otoscopia, l'endoscopia rigida, la fibroendoscopia e l'esame ecografico vengono eseguiti per identificare le complicanze. Nel processo di diagnosi, l'ipertrofia deve essere differenziata da tonsillite cronica, oncopatologia e ascesso.

Trattamento conservativo

Prima di decidere cosa usare per il trattamento, è necessario analizzare i risultati della diagnosi. Particolarmente necessario considerare il grado di crescita del tessuto linfoide, la presenza di infezioni e infiammazioni.

Per le azioni di sistema possono essere assegnati:

  • agenti antibatterici (Augmentin, Zinnat);
  • farmaci antivirali (Nazoferon, Aflubin);
  • farmaci antistaminici che riducono il gonfiore dei tessuti (Diazolin, Tavegil, Erius);
  • terapia vitaminica

Per l'esposizione locale, è indicato il risciacquo della faringe con soluzioni con effetti antisettici e antinfiammatori. Per la procedura è adatto Furacilin, clorexidina, Givalseks e Miramistin. Anche permesso di risciacquare con un decotto di erbe (camomilla, achillea, salvia).

Se necessario, lubrificazione prescritta delle soluzioni tonsille con effetto antisettico, essiccante e idratante. Per valutare adeguatamente l'efficacia della terapia farmacologica, è necessario visitare regolarmente il medico e sottoporsi a una diagnosi. Un buon risultato può essere raggiunto rafforzando contemporaneamente la difesa immunitaria.

Intervento chirurgico

L'ipertrofia delle tonsille di grado 3 nei bambini deve essere trattata chirurgicamente. Con un tale aumento delle ghiandole, non solo i sintomi della malattia sono interessati, ma compaiono anche complicazioni. L'insufficienza respiratoria è irto di ipossia, da cui il bambino è sonnolento, sconsiderato e cattivo.

La rimozione delle tonsille, o tonsillectomia, dura non più di 50 minuti.

Per preparare l'operazione, è necessario sottoporsi a un esame completo per identificare le controindicazioni.

L'intervento chirurgico può essere tollerato da:

  • malattia infettiva acuta;
  • esacerbazione della patologia cronica;
  • coagulopatia;
  • malattie incontrollate del sistema nervoso (epilessia);
  • grave asma bronchiale.

In consultazione con un otorinolaringoiatra, può essere considerata la questione della rimozione delle adenoidi insieme alle ghiandole durante la loro ipertrofia. Prima dell'intervento chirurgico, è necessario determinare la presenza di reazioni allergiche agli anestetici locali (Novocaina, lidocaina).

La chirurgia può essere eseguita in anestesia locale o in anestesia generale. Questo è determinato dall'anestesista durante l'intervista e dai risultati della diagnosi.

Di solito, la tonsillectomia viene eseguita secondo il piano, in modo da poter esaminare completamente il bambino, evitando in tal modo complicazioni e alleviare il periodo postoperatorio.

Il ricovero per la chirurgia viene eseguito quando il bambino ha:

  • mancanza di respiro;
  • russare;
  • la parola è cambiata;
  • ipertrofia delle tonsille del 3 ° grado.

Nel periodo postoperatorio, così come prima dell'intervento, i genitori dovrebbero essere vicini al bambino. Questo lo rassicurerà un po 'e faciliterà il lavoro dei chirurghi. Se il bambino è emotivamente labili, per evitare che venga estratto dalle mani dello staff medico durante l'operazione, viene scelta l'anestesia generale.

Immediatamente dopo l'intervento, è vietato tossire e parlare per non ferire i vasi sanguigni e non causare sanguinamento.

Non temere se il bambino libererà la saliva mescolata con il sangue. Dopo aver consultato il medico, dopo poche ore puoi bere acqua, preferibilmente attraverso una cannuccia.

A partire dal secondo giorno, sono consentiti cibi liquidi, come yogurt, kefir o brodo. Spazzolare i denti dovrebbe essere posticipato per diversi giorni. Sottolineiamo che dopo l'operazione è possibile:

  • C'è dolore durante la deglutizione, come risposta alle lesioni tissutali. Gli analgesici sono prescritti per ridurre il dolore;
  • ipertermia di basso grado;
  • linfadenite regionale;
  • croste alla gola;
  • sangue nella saliva.

L'estratto è possibile dopo 10 giorni, tuttavia ciò non significa che è possibile tornare alla vita normale. È inoltre vietato l'uso di cibi solidi, bevande calde e carichi fisici pesanti. È necessario ricordare di risparmiare la modalità vocale.

Con un piccolo aumento delle tonsille, è necessaria l'osservazione dinamica dei bambini da parte di un medico, perché possono normalizzare le dimensioni delle tonsille. Le complicazioni dell'operazione sono estremamente rare, quindi è considerata semplice per l'otorinolaringoiatria.

Misure preventive

Per proteggere il bambino dalla chirurgia, è sufficiente aderire alle seguenti raccomandazioni:

  • visita regolarmente il dentista per un esame di routine, perché la carie è un'infezione cronica;
  • trattare tempestivamente le infiammazioni e le infezioni della gola (tonsillite) e nasofaringe (sinusite);
  • prevenire le malattie croniche degli organi interni;
  • mangiare bene;
  • dare il sonno e riposare abbastanza tempo;
  • spesso camminare all'aria aperta;
  • ventilare regolarmente la stanza, pulire con acqua e umidificare l'aria;
  • praticare sport (nuoto, ciclismo);
  • evitare il contatto con allergeni;
  • contatto minimo con persone con malattie infettive;
  • non visitare luoghi con una congestione di massa di persone durante un'epidemia di influenza;
  • indurire;
  • per guarire l'organismo nei sanatori in riva al mare, nella zona della foresta o negli altopiani.

L'ipertrofia delle tonsille nei bambini è una patologia abbastanza comune, ma ciò non significa che non possa essere evitata. L'attenzione alla salute del bambino deve essere pagata fin dalla nascita per creare una solida base per la vita.

La proliferazione del tessuto ghiandolare delle ghiandole palatine si verifica durante l'infanzia. Nel periodo da 2 anni fino alla pubertà, ai bambini viene diagnosticata una tonsilla ingrossata. Le cause del processo patologico si trovano negli organi sottosviluppati del sistema linfoide situato nella gola.

Come si manifesta la patologia nei bambini?

Il tessuto delle tonsille cresce, occupano un volume maggiore nella gola, ma non c'è alcun processo infiammatorio. Il colore e la consistenza dell'organo non cambia. L'ipertrofia delle tonsille nei bambini si verifica regolarmente, ragazze e ragazzi sono ugualmente sensibili a questo processo. Il trattamento dipende dal grado di crescita del tessuto.

Il medico al primo esame stabilirà quali tonsille sono colpite:

  1. Ghiandole palatali e tubali (accoppiate). I primi si trovano ai lati dell'ingresso della faringe, il secondo negli organi dell'udito.
  2. Ghiandole faringee e linguali (non abbinate). Il primo si trova sul retro della faringe, il secondo sotto la lingua.

Gli organi del sistema linfatico proteggono il corpo da infezioni, polvere e virus. In un bambino, non possono svolgere pienamente le loro funzioni, dal momento che non sono ancora sufficientemente sviluppati.

Infine, la formazione termina all'età di 12 anni, quindi si prevede che l'ipertrofia delle tonsille diminuirà. Il trattamento obbligatorio non è richiesto per tutti i bambini.

Cause della crescita delle tonsille

Il processo coinvolge le ghiandole palatine e faringee. La crescita eccessiva provoca ripetuti mal di gola. Il processo infiammatorio cronico interessa principalmente la tonsilla faringea, quindi i genitori ascoltano la diagnosi di adenoidite.

Il trattamento nella fase iniziale ha lo scopo di alleviare l'infiammazione e ridurre il volume della ghiandola. Nei casi gravi in ​​cui l'ipertrofia delle ghiandole colpisce la respirazione, peggiora il sonno e interferisce con l'alimentazione normale, è indicata la rimozione chirurgica (totale o parziale).

Nel processo infiammatorio si verifica un aumento del volume delle ghiandole, in esse aumenta il numero di linfociti che proteggono il corpo dall'invasione di agenti patogeni. Con le infezioni ripetute, l'immunità debole, le tonsille non hanno il tempo di riprendersi dopo l'infiammazione e di prendere le dimensioni normali. Stare in uno stato ingrandito diventa cronico, che diventa una patologia.

I fattori per l'ipertrofia degli organi linfatici sono molto più: la faringoscopia aiuta a stabilire la vera causa:

  • esposizione alle allergie;
  • clima inadatto;
  • carie, stomatiti, mughetto;
  • caratteristiche della struttura dell'apparato maxillo-facciale;
  • malattia delle ghiandole surrenali.

Sintomi di ipertrofia della ghiandola in un bambino

I genitori tendono ad attribuire cambiamenti nel corpo del bambino al processo infiammatorio durante il raffreddore. Tuttavia, quando l'infezione è guarita, e la respirazione è difficile e il bambino nasale, questa è un'occasione per consultare un medico.

Il motivo per la visita dal medico sono i seguenti stati:

  • di notte, il respiro del bambino non è uniforme, a volte con sforzo;
  • prevale la respirazione orale;
  • il bambino è rallentato, parla male, sente;
  • dice "nel naso";
  • difficoltà a pronunciare le consonanti;
  • pelle pallida;
  • sensazione di congestione nasale.

Il bambino è letargico, si stanca rapidamente, può lamentare un mal di testa.

Forme di ipertrofia

Per selezionare un trattamento, determinare il grado di aumento della ghiandola. Per fare questo, il medico esamina la cavità orale e le ghiandole palatine, che sono visibili senza l'uso di strumenti speciali.

Nei bambini, è consuetudine distinguere tra i 3 gradi di ipertrofia delle tonsille:

  1. Visivamente, le ghiandole palatine sono ingrandite, occupando una terza parte dell'altezza dalla lingua all'arco del cielo.
  2. Le ghiandole linfatiche in altezza superano la linea mediana della faringe.
  3. Le ghiandole coprono il lume della faringe, strettamente in contatto o si sovrappongono.

Ipertrofia delle tonsille 1 e 2 gradi nei bambini richiede igiene, pulizia della bocca, risciacquo con acqua e soluzioni antisettiche. Con i 3 gradi di crescita stabiliti delle ghiandole palatine, prendere in considerazione la rimozione parziale o completa dei tessuti della ghiandola.

Cos'è un processo unilaterale pericoloso?

Quando vengono ingerite infezioni della ghiandola, entrambe sono "attivate". Quando il processo è in ordine cronologico, crescono simultaneamente. Ma, in rari casi, viene diagnosticata l'ipertrofia unilaterale delle tonsille, che è considerata un sintomo pericoloso.

In questo caso, un urgente bisogno di visitare un medico per determinare la causa della patologia. Il bambino è mostrato a un oncologo, un phthisiologist e un venereologist. La causa della crescita della ghiandola è una malattia polmonare (tubercolosi), la sifilide, un processo tumorale. La diagnostica aiuta a stabilire la diagnosi: sangue, strisci, esame strumentale.

La proliferazione unilaterale della tonsilla si verifica a causa delle caratteristiche anatomiche della struttura degli organi della faringe. In questo caso, la terapia non è richiesta.

Trattamento delle tonsille durante la crescita

Nelle fasi iniziali, sono gestiti con metodi conservativi:

  • risciacquo;
  • fisioterapia;
  • inalazione;
  • igiene della bocca

Ripristina le tonsille o ostacola la loro ulteriore crescita.

  • viaggi al mare;
  • indurimento e bagni d'aria;
  • rafforzare l'immunità;
  • dieta variata.

Se l'allargamento patologico della ghiandola complica la vita di un piccolo paziente, viene eseguita un'operazione per rimuovere o parzialmente asportare il tessuto linfatico.

Quando la patologia delle tonsille mostra l'osservazione di un piccolo paziente e l'osservanza delle istruzioni del medico. È molto probabile che le ghiandole linfatiche assumano dimensioni normali ed eseguano i loro compiti funzionali.

Nel trattamento di qualsiasi malattia, l'obiettivo principale delle attività, per ottenere un risultato positivo, è quello di eliminare le cause della malattia e stimolare il sistema immunitario.

Se la malattia in questione risulta di gravità lieve o moderata, il trattamento dell'ipertrofia delle tonsille nei bambini è prevalentemente medicamentoso. I composti medici leganti e cauterizzanti sono usati per trattare l'area di deformazione.

Tannino. Questa soluzione medicinale (nelle proporzioni 1: 1000) svolge il risciacquo e la lubrificazione della faringe e delle tonsille. Controindicazioni questo farmaco non ha, fatta eccezione per l'ipersensibilità ai componenti di un dispositivo medico.

Antiforminum (Antiforminum) (antisettico). Questo farmaco è usato come un risciacquo per disinfettare la cavità orale e l'area delle tonsille e della gola. Il risciacquo consuma il 2-5% di soluzione del farmaco.

Nitrato d'argento (Argentnitras). Per eliminare i processi infiammatori e l'utilizzo di una proprietà della maglia, una soluzione di 0,25-2% del farmaco lubrifica la mucosa delle tonsille, se è necessario cauterizzare, la percentuale di nitrato d'argento nella soluzione viene aumentata dal 2 al 10%. Allo stesso tempo, non si può superare un singolo dosaggio per gli adulti di più di 0,03 ge una dose giornaliera superiore a 0,1 g Non ci sono controindicazioni per questo rimedio.

Vengono anche attribuiti farmaci linfotropici, farmaci che possiedono effetti antimicrobici e antivirali. Ad esempio, ad esempio:

Umckalor. Questo farmaco deve essere consumato mezz'ora prima dei pasti con una piccola quantità di acqua.

Il dosaggio per i bambini da un anno a sei anni è di 10 gocce. La ricezione viene effettuata tre volte al giorno.

Per i bambini dai sei ai dodici anni, la dose singola non deve superare le 20 gocce. Ricevimento tre volte al giorno.

Bambini di età pari o superiore a 12 anni Umkalor attribuiti in un dosaggio di 20-30 gocce.

Più spesso, la durata del corso è di dieci giorni. Il farmaco viene continuato per diversi giorni dopo la scomparsa dei sintomi della malattia. Se la recidiva della malattia si verifica periodicamente, il ciclo di trattamento prosegue, ma con un dosaggio inferiore.

Limfomiozot. Questo farmaco è attribuito al bambino in un dosaggio di 10 gocce con la ricezione tre volte al giorno. Il corso del trattamento è prescritto dal medico osservando il bambino, sulla base del quadro clinico della malattia e della gravità delle sue manifestazioni. Sono stati identificati effetti collaterali e controindicazioni, tranne che per una maggiore sensibilità ai componenti del farmaco.

Tonzilgon. Questo è un farmaco combinato, che si basa su ingredienti a base di erbe. La forma del farmaco: compresse e acqua-alcool estratto nuvoloso giallo-marrone. È usato per l'inalazione. Questo farmaco non ha controindicazioni specifiche, fatta eccezione per l'intolleranza individuale dei componenti del farmaco.

Tonsilotren. Le compresse del farmaco vengono assorbite in bocca. Se il decorso della malattia è indicato da manifestazioni acute, il medico curante attribuisce tale protocollo di ammissione: per due o tre giorni, dopo ogni due ore, il piccolo paziente deve sciogliere due compresse. La durata del corso è fino a cinque giorni.

Se la malattia non appare così acutamente, il farmaco viene attribuito ai bambini di età compresa tra dieci e 14 anni, due compresse ogni volta due volte. I bambini fino a dieci anni non è raccomandato per assumere questo farmaco. Se i sintomi della malattia scompaiono per tre giorni - il farmaco viene cancellato, altrimenti il ​​trattamento può essere esteso a cinque giorni. In caso di recidiva, la durata del trattamento può essere ridotta a due o tre settimane, dividendosi in diversi corsi.

Non è raccomandato attribuire questo farmaco a bambini fino a dieci anni, donne in gravidanza e donne durante l'allattamento, così come a pazienti con insufficienza epatica e renale. E 'sufficiente prenderlo attentamente dovrebbe essere anziano e malato con una grave forma di malattia del tratto gastrointestinale o tiroide.

In questa malattia, i metodi non farmacologici sono spesso usati a scopo terapeutico:

  • L'uso dell'ozono terapia. Kid dosato tempo respirando ozono.
  • Trattamento termale I ricoveri climatici e di fango balneare sono attribuiti a tali pazienti.
  • La terapia ad ultrasuoni fornisce un trattamento applicando l'ecografia alle tonsille.
  • Idroterapia sottovuoto Risciacquo e trattamento delle tonsille con acqua minerale e marina.
  • Effettuare inalazioni con decotti e oli di piante con azione antisettica (salvia, camomilla...), acqua minerale e soluzioni di fango.
  • Peloidotherapy. La sovrapposizione di fanghi si comprime nella regione sottomandibolare.
  • Elettroforesi con fango.
  • Cocktail di ossigeno
  • UHF e microonde. Irradiazione della regione sottomandibolare con linfonodi.

Se non è possibile ripristinare la dimensione originale delle tonsille con metodi di droga e non farmaceutici e il processo rischia di entrare nella fase della malattia cronica, l'otorinolaringoiatra deve fermarsi alla tonsillotomia. Questo è un intervento chirurgico in cui viene rimossa una parte del tessuto linfoide alterato. Tale operazione viene eseguita in anestesia generale. Il bambino viene eutanasia, tenendo la lingua con una spatola e una parte della tonsilla viene resecata, che rappresenta le dimensioni accettate.

Se necessario, condurre la tonsillectomia: la resezione delle tonsille viene eseguita completamente. Non molto tempo fa, tale chirurgia era la norma. Ad oggi, questa operazione è prescritta piuttosto raramente (per ascessi peritonsillari cronici), poiché con la rimozione completa delle tonsille, l'anello Valdeyera si rompe e la linea di difesa sul percorso di infezione collassa.

La medicina tradizionale è anche pronta ad offrire diverse ricette che aiutano l'ipertrofia delle tonsille nei bambini.

  • È necessario insegnare al bambino a sciacquarsi la bocca dopo ogni pasto. Una procedura così semplice non solo eliminerà la bocca dai detriti alimentari (batteri), ma introdurrà anche un elemento di indurimento. Inoltre, i problemi con un bambino non dovrebbero sorgere, dal momento che i bambini giocano con l'acqua con piacere. È possibile sciacquare la solita acqua e si può decotto di erbe (salvia, calendula, corteccia di quercia, menta, camomilla).
  • Puoi praticare l'unguento: il succo di aloe e il miele si mescolano in un rapporto di 1: 3. Lubrificare questo unguento tonsilla. È possibile applicare e solo un succo di aloe.
  • Efficace e risciacquo con una soluzione di sale marino (acqua di mare). In un bicchiere di soda, o un po 'più in alto, metti uno o due cucchiaini di sale in temperatura.
  • Ottimo da risciacquare con un decotto di foglie di noce, ricco di iodio.
  • Lubrificare efficacemente le tonsille con olio di propoli, che viene fatto semplicemente a casa. In tre parti di olio vegetale introduciamo una parte di propoli. Entro 45 minuti per scaldare nel forno o in un bagno d'acqua, mescolando. Lascia un po 'di tempo e fatica. Questa composizione è conservata a lungo in un luogo fresco.
  • Puoi anche lubrificare le tonsille con oli di albicocca, mandorla e olivello spinoso.

La prima barriera che si verifica nel modo di qualsiasi infezione che vuole entrare nel corpo umano attraverso gli organi respiratori e la cavità orale è le tonsille. Sono costituiti da tessuto linfatico, sono di forma ovale e in uno stato di salute sono di dimensioni molto compatte. Tuttavia, a volte aumentano di dimensioni a causa dello sviluppo di un processo infiammatorio nei loro tessuti.

Lo sviluppo dell'ipertrofia delle tonsille nei bambini

Le tonsille palatali si trovano tra la lingua e il palato molle, oltre a queste, rinofaringeo, linguale e due tonsille tubolari sono anche distinti. Tutti creano un anello linfatico e faringeo, la cui funzione principale è quella di proteggere il rinofaringe, il tratto respiratorio, i bronchi e i polmoni, nonché il tratto digestivo dagli attacchi di varie infezioni.

A volte le tonsille palatine (ghiandole) iniziano a crescere di dimensioni in completa assenza del processo infiammatorio in esse. Questa ipertrofia delle tonsille o tonsillite ipertrofica, che è molto comune nei bambini.

Questa condizione nei bambini si verifica più spesso sotto l'influenza di fattori ambientali dannosi. Immediatamente dopo la nascita, il tessuto linfatico delle ghiandole è immaturo, ma nel processo di maturazione, le cellule di questo organo subiscono differenziazione e matura. Quando i fattori esogeni agiscono sulle tonsille palatine durante questo periodo, si verifica una risposta inadeguata dei tessuti di questo organo e del loro aumento.

Come accennato in precedenza, lo sviluppo dell'ipertrofia delle tonsille nei bambini è la risposta del sistema immunitario a vari fattori avversi e condizioni ambientali. Di norma, a 3-5 anni, i bambini si uniscono al gruppo e iniziano a comunicare attivamente tra loro. Oltre alla gioia della comunicazione, questi incontri portano un aumento del carico sul sistema immunitario ancora acerbo.

I molti virus, sostanze inorganiche e batteri che un bambino inala insieme all'aria contribuiscono ad aumentare il tessuto ghiandolare.

L'ipertrofia delle tonsille, la cui fotografia può essere vista sotto, è una sorta di adattamento del corpo:

Inoltre, la malnutrizione, i raffreddori frequenti e l'ipotermia possono contribuire a un aumento delle tonsille. Tuttavia, le ragioni per lo sviluppo di tale ipertrofia in ciascun caso sono molto individuali, qui le caratteristiche costituzionali del bambino e l'ereditarietà giocano un ruolo importante.

I sintomi di ipertrofia delle tonsille

Di regola, piccoli cambiamenti nelle dimensioni di questo corpo e in nessun modo disturbano i bambini. Ma con il progredire del processo, un aumento delle dimensioni delle ghiandole può causare lo sviluppo dei seguenti sintomi negativi:

  1. cambio di voce - il bambino parla nel naso, come se avesse sviluppato una rinite con congestione nasale. Anche la parola è deformata, diventa scarsamente leggibile, "sfocata";
  2. la respirazione nasale è disturbata - il bambino è costretto a respirare attraverso la bocca, poi attraverso il naso. Allo stesso tempo, c'è un disturbo del sonno (diventa irrequieto e di breve durata), peggioramento dell'umore e aumento dell'irritabilità;
  3. il russamento si verifica durante il sonno di una notte - questo può portare a tratti di respiro.

Tali sintomi di ipertrofia tonsillare sono un motivo assoluto e immediato per visitare un medico.

Il grado di sviluppo dell'ipertrofia delle tonsille

È consuetudine distinguere tra tre gradi di ipertrofia delle tonsille, a seconda del livello di sviluppo del processo e dell'aumento delle tonsille. Determinare la dimensione e il grado della loro ipertrofia può solo medico ENT durante l'esame della gola. Il grado di sviluppo della malattia dipende dalla dimensione delle ghiandole e più precisamente da quanto spazio rimane tra il bordo dell'arco palatale anteriore e la linea mediana della faringe.

L'ipertrofia delle tonsille di primo grado è diagnosticata nel caso in cui 1/3 dello spazio è occupato. Tali cambiamenti sono spesso rilevati per caso, poiché non causano ancora alcun disagio al bambino.

Quando c'è un ipertrofia delle tonsille di grado 2, gli organi infiammati occupano già 2/3 dell'intero spazio e provocano i primi segni della malattia (cambiamento di voce, difficoltà di respirazione).

Nell'ipertrofia delle tonsille del terzo grado, gli organi infiammati occupano quasi tutto lo spazio e possono persino entrare in contatto l'uno con l'altro.

Di norma, l'ipertrofia delle adenoidi e delle tonsille palatine è un processo reversibile che, in assenza di fattori provocatori e aggravanti, può gradualmente scomparire nell'adolescenza.

Metodi di trattamento dell'ipertrofia delle tonsille nei bambini

Nel trattamento dell'ipertrofia delle tonsille non è necessario solo nel caso in cui sia 1 grado della malattia, e i processi infiammatori nel rinofaringe si verificano molto raramente. Nella fase iniziale dello sviluppo della malattia, è necessario fare i gargarismi con una soluzione tiepida di bicarbonato di sodio o di furatsilina, salvia e brodo di camomilla una volta ogni 7-10 giorni. È anche importante assicurarsi che il respiro del bambino sia solo nasale, altrimenti è possibile l'infezione e l'ipotermia delle tonsille. In modo positivo, la loro condizione è influenzata dall'inalazione della fresca aria di montagna e di mare.

Il trattamento dell'ipertrofia delle tonsille del 2 ° grado nei bambini comprende gargarismi più frequenti con soluzioni antisettiche, così come la lubrificazione delle tonsille con agenti astringenti e cauterizzanti, ad esempio, con una soluzione al 3% di collagene, un ciclo di 2-3 settimane e una pausa di un mese. Un altro metodo di trattamento è la lubrificazione quotidiana (al momento di coricarsi) della mucosa nasofaringea con carotolina, che la nutre efficacemente e previene l'infiammazione.

Con grave ipertrofia di grado 3, che causa difficoltà a deglutire il cibo e rende difficile respirare, può essere necessario un intervento chirurgico - tonsillotomia. Durante la sua detenzione, una parte della tonsilla viene interrotta e un'operazione viene eseguita in anestesia locale.

Se ha domande da porre al medico, si prega di chiedere loro nella pagina di consultazione. Per fare ciò, fare clic sul pulsante:

Primo medico

Tonsil tonsil treatment

La prima barriera che si verifica nel modo di qualsiasi infezione che vuole entrare nel corpo umano attraverso gli organi respiratori e la cavità orale è le tonsille. Sono costituiti da tessuto linfatico, sono di forma ovale e in uno stato di salute sono di dimensioni molto compatte. Tuttavia, a volte aumentano di dimensioni a causa dello sviluppo di un processo infiammatorio nei loro tessuti.

Lo sviluppo dell'ipertrofia delle tonsille nei bambini

Le tonsille palatali si trovano tra la lingua e il palato molle, oltre a queste, rinofaringeo, linguale e due tonsille tubolari sono anche distinti. Tutti creano un anello linfatico e faringeo, la cui funzione principale è quella di proteggere il rinofaringe, il tratto respiratorio, i bronchi e i polmoni, nonché il tratto digestivo dagli attacchi di varie infezioni.

A volte le tonsille palatine (ghiandole) iniziano a crescere di dimensioni in completa assenza del processo infiammatorio in esse. Questa ipertrofia delle tonsille o tonsillite ipertrofica, che è molto comune nei bambini.

Questa condizione nei bambini si verifica più spesso sotto l'influenza di fattori ambientali dannosi. Immediatamente dopo la nascita, il tessuto linfatico delle ghiandole è immaturo, ma nel processo di maturazione, le cellule di questo organo subiscono differenziazione e matura. Quando i fattori esogeni agiscono sulle tonsille palatine durante questo periodo, si verifica una risposta inadeguata dei tessuti di questo organo e del loro aumento.

Come accennato in precedenza, lo sviluppo dell'ipertrofia delle tonsille nei bambini è la risposta del sistema immunitario a vari fattori avversi e condizioni ambientali. Di norma, a 3-5 anni, i bambini si uniscono al gruppo e iniziano a comunicare attivamente tra loro. Oltre alla gioia della comunicazione, questi incontri portano un aumento del carico sul sistema immunitario ancora acerbo.

I molti virus, sostanze inorganiche e batteri che un bambino inala insieme all'aria contribuiscono ad aumentare il tessuto ghiandolare.

L'ipertrofia delle tonsille, la cui fotografia può essere vista sotto, è una sorta di adattamento del corpo:

Inoltre, la malnutrizione, i raffreddori frequenti e l'ipotermia possono contribuire a un aumento delle tonsille. Tuttavia, le ragioni per lo sviluppo di tale ipertrofia in ciascun caso sono molto individuali, qui le caratteristiche costituzionali del bambino e l'ereditarietà giocano un ruolo importante.

I sintomi di ipertrofia delle tonsille

Di regola, piccoli cambiamenti nelle dimensioni di questo corpo e in nessun modo disturbano i bambini. Ma con il progredire del processo, un aumento delle dimensioni delle ghiandole può causare lo sviluppo dei seguenti sintomi negativi:

cambio di voce - il bambino parla nel naso, come se avesse sviluppato una rinite con congestione nasale. Anche la parola è deformata, diventa scarsamente leggibile, "sfocata"; la respirazione nasale è disturbata - il bambino è costretto a respirare attraverso la bocca, poi attraverso il naso. Allo stesso tempo, c'è un disturbo del sonno (diventa irrequieto e di breve durata), peggioramento dell'umore e aumento dell'irritabilità; il russamento si verifica durante il sonno di una notte - questo può portare a tratti di respiro.

Tali sintomi di ipertrofia tonsillare sono un motivo assoluto e immediato per visitare un medico.

Il grado di sviluppo dell'ipertrofia delle tonsille

È consuetudine distinguere tra tre gradi di ipertrofia delle tonsille, a seconda del livello di sviluppo del processo e dell'aumento delle tonsille. Determinare la dimensione e il grado della loro ipertrofia può solo medico ENT durante l'esame della gola. Il grado di sviluppo della malattia dipende dalla dimensione delle ghiandole e più precisamente da quanto spazio rimane tra il bordo dell'arco palatale anteriore e la linea mediana della faringe.

L'ipertrofia delle tonsille di primo grado è diagnosticata nel caso in cui 1/3 dello spazio è occupato. Tali cambiamenti sono spesso rilevati per caso, poiché non causano ancora alcun disagio al bambino.

Quando c'è un ipertrofia delle tonsille di grado 2, gli organi infiammati occupano già 2/3 dell'intero spazio e provocano i primi segni della malattia (cambiamento di voce, difficoltà di respirazione).

Nell'ipertrofia delle tonsille del terzo grado, gli organi infiammati occupano quasi tutto lo spazio e possono persino entrare in contatto l'uno con l'altro.

Di norma, l'ipertrofia delle adenoidi e delle tonsille palatine è un processo reversibile che, in assenza di fattori provocatori e aggravanti, può gradualmente scomparire nell'adolescenza.

Metodi di trattamento dell'ipertrofia delle tonsille nei bambini

Nel trattamento dell'ipertrofia delle tonsille non è necessario solo nel caso in cui sia 1 grado della malattia, e i processi infiammatori nel rinofaringe si verificano molto raramente. Nella fase iniziale dello sviluppo della malattia, è necessario fare i gargarismi con una soluzione tiepida di bicarbonato di sodio o di furatsilina, salvia e brodo di camomilla una volta ogni 7-10 giorni. È anche importante assicurarsi che il respiro del bambino sia solo nasale, altrimenti è possibile l'infezione e l'ipotermia delle tonsille. In modo positivo, la loro condizione è influenzata dall'inalazione della fresca aria di montagna e di mare.

Il trattamento dell'ipertrofia delle tonsille del 2 ° grado nei bambini comprende gargarismi più frequenti con soluzioni antisettiche, così come la lubrificazione delle tonsille con agenti astringenti e cauterizzanti, ad esempio, con una soluzione al 3% di collagene, un ciclo di 2-3 settimane e una pausa di un mese. Un altro metodo di trattamento è la lubrificazione quotidiana (al momento di coricarsi) della mucosa nasofaringea con carotolina, che la nutre efficacemente e previene l'infiammazione.

Con grave ipertrofia di grado 3, che causa difficoltà a deglutire il cibo e rende difficile respirare, può essere necessario un intervento chirurgico - tonsillotomia. Durante la sua detenzione, una parte della tonsilla viene interrotta e un'operazione viene eseguita in anestesia locale.

Se ha domande da porre al medico, si prega di chiedere loro nella pagina di consultazione. Per fare ciò, fare clic sul pulsante:

Fai una domanda

Le tonsille palatali, come altre formazioni linfoidi dell'anello faringeo, appartengono alle strutture immunitarie. Assorbono l'attacco dell'infezione mentre tenta di entrare nel corpo. Per combattere i microrganismi patogeni, il tessuto linfoide può aumentare leggermente, tuttavia, dopo una vittoria ritorna alle dimensioni precedenti.

Quindi, l'ipertrofia temporanea delle tonsille di primo grado è una variante della norma per il periodo acuto di una malattia infettiva. Un aumento delle tonsille di grado 2 e 3 porta a sintomi della malattia e richiede un trattamento. Spesso la patologia si verifica tra i bambini.

Ipertrofia delle ghiandole può svilupparsi in parallelo con un aumento della tonsilla faringea o linguale. Spesso, una ghiandola ingrandita viene diagnosticata sullo sfondo delle adenoidi e viceversa.

Le tonsille, a seconda delle dimensioni, possono essere classificate come segue:

Stadio 1 - caratterizzato da una diminuzione del lume della gola di un terzo; al secondo grado - il diametro si restringe di 2/3; il terzo grado è caratterizzato da una combinazione delle superfici delle tonsille, che copre completamente il lume della gola.

Cause di ipertrofia

Non è possibile dire esattamente perché la ghiandola diventa ipertrofica. Tuttavia, è sicuro dire che questa è una reazione protettiva del corpo all'azione di un fattore avverso.

Nei bambini, a causa del sottosviluppo del sistema immunitario, il tessuto linfoide è molto variabile, quindi la sua iperplasia non richiede un'azione duratura del fattore dannoso.

I fattori predisponenti che causano la proliferazione del tessuto linfoide, che causa l'ipertrofia delle tonsille nei bambini, includono:

diminuzione della difesa immunitaria; esacerbazione della patologia cronica; dieta malsana; infezioni frequenti (ARVI, influenza); la presenza di infezione nella gola (faringite) o nasofaringe (sinusite); tonsillite cronica, quando i microbi si accumulano nelle pieghe della mucosa, sostenendo la risposta infiammatoria; carichi fisici pesanti; aria secca inquinata; rischi professionali.

Si noti che i bambini che hanno genitori affetti da adenoidi o hanno avuto le tonsille, cioè con l'ereditarietà gravata, soffrono più spesso.

Come si manifesta?

Quando si fa riferimento ad un otorinolaringoiatra nella maggior parte dei casi, viene diagnosticata la crescita del tessuto linfoide, non solo le ghiandole, ma anche la tonsilla faringea. La gravità dei sintomi clinici dipende dal grado di ipertrofia delle tonsille e dalla sovrapposizione del lume laringeo.

Quando provi a ispezionare le tonsille nello specchio da solo, solo con il secondo e il terzo grado puoi notare il loro aumento. La crescita di 1 grado non è così evidente, quindi una persona non presta attenzione ai sintomi. A poco a poco, quando si sviluppa l'ipertrofia di grado 2, iniziano a comparire segni che indicano una malattia. Man mano che le ghiandole aumentano, diventano saldate tra loro e l'ugola.

Sulla consistenza delle tonsille si compatta con iperemia (con infiammazione) o colore giallo pallido. Clinicamente notare la vista ipertrofica delle ghiandole può essere sui seguenti motivi:

il bambino inizia a respirare pesantemente, questo è particolarmente evidente quando gioca a giochi all'aperto; difficoltà a deglutire; c'è un elemento estraneo nella gola; la voce cambia, diventa nasale. A volte non è possibile capire dal primo cosa dice il bambino, perché alcuni suoni sono distorti; a volte si notano russare e tosse.

Con l'ulteriore proliferazione del tessuto linfoide, il passaggio del cibo solido viene ostacolato. Quando l'infiammazione delle tonsille sviluppa angina. È tipico per lei:

insorgenza acuta; rapido deterioramento; ipertermia febbrile; placca purulenta sulle tonsille, suppurazione dei follicoli, pus nelle lacune.

Esame diagnostico

Per fare una diagnosi accurata, è necessario consultare un medico:

Al primo stadio, il medico interroga i reclami, esamina le caratteristiche del loro aspetto e analizza anche la storia della vita (condizioni di vita, malattie passate e presenti). Inoltre, i linfonodi regionali sono palpati per l'infiammazione; Al secondo stadio viene eseguita la faringoscopia, che consente di ispezionare la condizione delle tonsille, valutare l'entità del processo e determinare l'estensione della crescita del tessuto linfoide. Anche la rinoscopia è raccomandata; la terza fase riguarda la conduzione della diagnostica di laboratorio. Per questo, il paziente viene inviato per microscopia e cultura. Il materiale dell'esame è un tampone di tonsilla.

Le analisi forniscono l'opportunità di confermare o escludere una lesione infettiva delle ghiandole e anche di stabilire la sensibilità dei microbi agli antibiotici.

L'otoscopia, l'endoscopia rigida, la fibroendoscopia e l'esame ecografico vengono eseguiti per identificare le complicanze. Nel processo di diagnosi, l'ipertrofia deve essere differenziata da tonsillite cronica, oncopatologia e ascesso.

Trattamento conservativo

Prima di decidere cosa usare per il trattamento, è necessario analizzare i risultati della diagnosi. Particolarmente necessario considerare il grado di crescita del tessuto linfoide, la presenza di infezioni e infiammazioni.

Per le azioni di sistema possono essere assegnati:

agenti antibatterici (Augmentin, Zinnat); farmaci antivirali (Nazoferon, Aflubin); farmaci antistaminici che riducono il gonfiore dei tessuti (Diazolin, Tavegil, Erius); terapia vitaminica

Per l'esposizione locale, è indicato il risciacquo della faringe con soluzioni con effetti antisettici e antinfiammatori. Per la procedura è adatto Furacilin, clorexidina, Givalseks e Miramistin. Anche permesso di risciacquare con un decotto di erbe (camomilla, achillea, salvia).

Se necessario, lubrificazione prescritta delle soluzioni tonsille con effetto antisettico, essiccante e idratante. Per valutare adeguatamente l'efficacia della terapia farmacologica, è necessario visitare regolarmente il medico e sottoporsi a una diagnosi. Un buon risultato può essere raggiunto rafforzando contemporaneamente la difesa immunitaria.

Intervento chirurgico

L'ipertrofia delle tonsille di grado 3 nei bambini deve essere trattata chirurgicamente. Con un tale aumento delle ghiandole, non solo i sintomi della malattia sono interessati, ma compaiono anche complicazioni. L'insufficienza respiratoria è irto di ipossia, da cui il bambino è sonnolento, sconsiderato e cattivo.

La rimozione delle tonsille, o tonsillectomia, dura non più di 50 minuti.

Per preparare l'operazione, è necessario sottoporsi a un esame completo per identificare le controindicazioni.

L'intervento chirurgico può essere tollerato da:

malattia infettiva acuta; esacerbazione della patologia cronica; coagulopatia; malattie incontrollate del sistema nervoso (epilessia); grave asma bronchiale.

In consultazione con un otorinolaringoiatra, può essere considerata la questione della rimozione delle adenoidi insieme alle ghiandole durante la loro ipertrofia. Prima dell'intervento chirurgico, è necessario determinare la presenza di reazioni allergiche agli anestetici locali (Novocaina, lidocaina).

La chirurgia può essere eseguita in anestesia locale o in anestesia generale. Questo è determinato dall'anestesista durante l'intervista e dai risultati della diagnosi.

Di solito, la tonsillectomia viene eseguita secondo il piano, in modo da poter esaminare completamente il bambino, evitando in tal modo complicazioni e alleviare il periodo postoperatorio.

Il ricovero per la chirurgia viene eseguito quando il bambino ha:

mancanza di respiro; russare; la parola è cambiata; ipertrofia delle tonsille del 3 ° grado.

Nel periodo postoperatorio, così come prima dell'intervento, i genitori dovrebbero essere vicini al bambino. Questo lo rassicurerà un po 'e faciliterà il lavoro dei chirurghi. Se il bambino è emotivamente labili, per evitare che venga estratto dalle mani dello staff medico durante l'operazione, viene scelta l'anestesia generale.

Immediatamente dopo l'intervento, è vietato tossire e parlare per non ferire i vasi sanguigni e non causare sanguinamento.

Non temere se il bambino libererà la saliva mescolata con il sangue. Dopo aver consultato il medico, dopo poche ore puoi bere acqua, preferibilmente attraverso una cannuccia.

A partire dal secondo giorno, sono consentiti cibi liquidi, come yogurt, kefir o brodo. Spazzolare i denti dovrebbe essere posticipato per diversi giorni. Sottolineiamo che dopo l'operazione è possibile:

C'è dolore durante la deglutizione, come risposta alle lesioni tissutali. Gli analgesici sono prescritti per ridurre il dolore; ipertermia di basso grado; linfadenite regionale; croste alla gola; sangue nella saliva.

L'estratto è possibile dopo 10 giorni, tuttavia ciò non significa che è possibile tornare alla vita normale. È inoltre vietato l'uso di cibi solidi, bevande calde e carichi fisici pesanti. È necessario ricordare di risparmiare la modalità vocale.

Con un piccolo aumento delle tonsille, è necessaria l'osservazione dinamica dei bambini da parte di un medico, perché possono normalizzare le dimensioni delle tonsille. Le complicazioni dell'operazione sono estremamente rare, quindi è considerata semplice per l'otorinolaringoiatria.

Misure preventive

Per proteggere il bambino dalla chirurgia, è sufficiente aderire alle seguenti raccomandazioni:

visita regolarmente il dentista per un esame di routine, perché la carie è un'infezione cronica; trattare tempestivamente le infiammazioni e le infezioni della gola (tonsillite) e nasofaringe (sinusite); prevenire le malattie croniche degli organi interni; mangiare bene; dare il sonno e riposare abbastanza tempo; spesso camminare all'aria aperta; ventilare regolarmente la stanza, pulire con acqua e umidificare l'aria; praticare sport (nuoto, ciclismo); evitare il contatto con allergeni; contatto minimo con persone con malattie infettive; non visitare luoghi con una congestione di massa di persone durante un'epidemia di influenza; indurire; per guarire l'organismo nei sanatori in riva al mare, nella zona della foresta o negli altopiani.

L'ipertrofia delle tonsille nei bambini è una patologia abbastanza comune, ma ciò non significa che non possa essere evitata. L'attenzione alla salute del bambino deve essere pagata fin dalla nascita per creare una solida base per la vita.

La proliferazione del tessuto ghiandolare delle ghiandole palatine si verifica durante l'infanzia. Nel periodo da 2 anni fino alla pubertà, ai bambini viene diagnosticata una tonsilla ingrossata. Le cause del processo patologico si trovano negli organi sottosviluppati del sistema linfoide situato nella gola.

Come si manifesta la patologia nei bambini?

Il tessuto delle tonsille cresce, occupano un volume maggiore nella gola, ma non c'è alcun processo infiammatorio. Il colore e la consistenza dell'organo non cambia. L'ipertrofia delle tonsille nei bambini si verifica regolarmente, ragazze e ragazzi sono ugualmente sensibili a questo processo. Il trattamento dipende dal grado di crescita del tessuto.

Il medico al primo esame stabilirà quali tonsille sono colpite:

Ghiandole palatali e tubali (accoppiate). I primi si trovano ai lati dell'ingresso della faringe, il secondo negli organi dell'udito. Ghiandole faringee e linguali (non abbinate). Il primo si trova sul retro della faringe, il secondo sotto la lingua.

Gli organi del sistema linfatico proteggono il corpo da infezioni, polvere e virus. In un bambino, non possono svolgere pienamente le loro funzioni, dal momento che non sono ancora sufficientemente sviluppati.

Infine, la formazione termina all'età di 12 anni, quindi si prevede che l'ipertrofia delle tonsille diminuirà. Il trattamento obbligatorio non è richiesto per tutti i bambini.

Cause della crescita delle tonsille

Il processo coinvolge le ghiandole palatine e faringee. La crescita eccessiva provoca ripetuti mal di gola. Il processo infiammatorio cronico interessa principalmente la tonsilla faringea, quindi i genitori ascoltano la diagnosi di adenoidite.

Il trattamento nella fase iniziale ha lo scopo di alleviare l'infiammazione e ridurre il volume della ghiandola. Nei casi gravi in ​​cui l'ipertrofia delle ghiandole colpisce la respirazione, peggiora il sonno e interferisce con l'alimentazione normale, è indicata la rimozione chirurgica (totale o parziale).

Nel processo infiammatorio si verifica un aumento del volume delle ghiandole, in esse aumenta il numero di linfociti che proteggono il corpo dall'invasione di agenti patogeni. Con le infezioni ripetute, l'immunità debole, le tonsille non hanno il tempo di riprendersi dopo l'infiammazione e di prendere le dimensioni normali. Stare in uno stato ingrandito diventa cronico, che diventa una patologia.

I fattori per l'ipertrofia degli organi linfatici sono molto più: la faringoscopia aiuta a stabilire la vera causa:

esposizione alle allergie; clima inadatto; carie, stomatiti, mughetto; caratteristiche della struttura dell'apparato maxillo-facciale; malattia delle ghiandole surrenali.

Sintomi di ipertrofia della ghiandola in un bambino

I genitori tendono ad attribuire cambiamenti nel corpo del bambino al processo infiammatorio durante il raffreddore. Tuttavia, quando l'infezione è guarita, e la respirazione è difficile e il bambino nasale, questa è un'occasione per consultare un medico.

Il motivo per la visita dal medico sono i seguenti stati:

di notte, il respiro del bambino non è uniforme, a volte con sforzo; prevale la respirazione orale; il bambino è rallentato, parla male, sente; dice "nel naso"; difficoltà a pronunciare le consonanti; pelle pallida; sensazione di congestione nasale.

Il bambino è letargico, si stanca rapidamente, può lamentare un mal di testa.

Forme di ipertrofia

Per selezionare un trattamento, determinare il grado di aumento della ghiandola. Per fare questo, il medico esamina la cavità orale e le ghiandole palatine, che sono visibili senza l'uso di strumenti speciali.

Nei bambini, è consuetudine distinguere tra i 3 gradi di ipertrofia delle tonsille:

Visivamente, le ghiandole palatine sono ingrandite, occupando una terza parte dell'altezza dalla lingua all'arco del cielo. Le ghiandole linfatiche in altezza superano la linea mediana della faringe. Le ghiandole coprono il lume della faringe, strettamente in contatto o si sovrappongono.

Ipertrofia delle tonsille 1 e 2 gradi nei bambini richiede igiene, pulizia della bocca, risciacquo con acqua e soluzioni antisettiche. Con i 3 gradi di crescita stabiliti delle ghiandole palatine, prendere in considerazione la rimozione parziale o completa dei tessuti della ghiandola.

Cos'è un processo unilaterale pericoloso?

Quando vengono ingerite infezioni della ghiandola, entrambe sono "attivate". Quando il processo è in ordine cronologico, crescono simultaneamente. Ma, in rari casi, viene diagnosticata l'ipertrofia unilaterale delle tonsille, che è considerata un sintomo pericoloso.

In questo caso, un urgente bisogno di visitare un medico per determinare la causa della patologia. Il bambino è mostrato a un oncologo, un phthisiologist e un venereologist. La causa della crescita della ghiandola è una malattia polmonare (tubercolosi), la sifilide, un processo tumorale. La diagnostica aiuta a stabilire la diagnosi: sangue, strisci, esame strumentale.

La proliferazione unilaterale della tonsilla si verifica a causa delle caratteristiche anatomiche della struttura degli organi della faringe. In questo caso, la terapia non è richiesta.

Trattamento delle tonsille durante la crescita

Nelle fasi iniziali, sono gestiti con metodi conservativi:

risciacquo; fisioterapia; inalazione; igiene della bocca

Ripristina le tonsille o ostacola la loro ulteriore crescita.

viaggi al mare; indurimento e bagni d'aria; rafforzare l'immunità; dieta variata.

Se l'allargamento patologico della ghiandola complica la vita di un piccolo paziente, viene eseguita un'operazione per rimuovere o parzialmente asportare il tessuto linfatico.

Quando la patologia delle tonsille mostra l'osservazione di un piccolo paziente e l'osservanza delle istruzioni del medico. È molto probabile che le ghiandole linfatiche assumano dimensioni normali ed eseguano i loro compiti funzionali.

Per Saperne Di Più Mal Di Gola

Tubo-otite negli adulti e nei bambini: cause, sintomi, trattamento

Naso che cola

La tubotite (dal latino tuba - pipe, otus - ear) è un tipo di malattie otorinolaringoiatriche che gli adulti, e in particolare i bambini, spesso soffrono.

0P3.RU

Rinite

trattamento di raffreddori Malattie respiratorie Comune raffreddore SARS e ARI influenza tosse polmonite bronchite Malattie ORL Naso che cola antrite tonsillite Mal di gola otiteIl mal di gola non passa durante la deglutizioneLunga mal di gola e non passa: cosa fare, come trattare il doloreIn genere, la velocità di recupero di un'infezione da virus freddo o virale dipende dallo stato del sistema immunitario del paziente.