Principale / Mal di gola

Trattamento della perdita dell'udito neurosensoriale, le cause della sua insorgenza e prevenzione

Mal di gola

La perdita uditiva sensoriale (o neurosensoriale) si riferisce alla perdita dell'udito a causa di un danno all'orecchio interno o al nervo uditivo. A differenza di altri tipi di perdita dell'udito in questo caso, gli organi riceventi il ​​suono, e non quelli conduttivi, soffrono.

Cos'è questa malattia: le cause della sua insorgenza

Ipoacusia sensonica: descrizione e cause

Le cause di questa malattia possono essere molto diverse. L'ipoacusia neurosensoriale può essere congenita. Ad esempio, ci sono casi di sordità neurosensoriale ereditaria. Gli scienziati hanno concluso che esiste un gene speciale responsabile di questa malattia. I genitori ce l'hanno, è probabile che i bambini soffriranno anche di perdita dell'udito (il gene dominante), o c'è ancora la possibilità di dare alla luce un bambino sano (un gene recessivo).

È necessario parlare di perdita dell'udito, ma non di totale sordità. Le persone che soffrono di questa malattia riconoscono ancora i suoni in un modo o nell'altro.

Quando si acquisisce la perdita dell'udito neurosensoriale è probabile che sia completamente guarito e riacquisti l'udito.

L'ipoacusia neurosensoriale congenita non è sempre ereditata. Può essere il risultato di un disturbo dello sviluppo durante la gravidanza. Come è noto, all'orecchio interno e ai nervi uditivi si formano infine le fasi piuttosto tarde della gravidanza. Se una donna è stata colpita da fattori esterni avversi, sofferenti di rosolia, sifilide, clamidia, alcol abusato, la probabilità di avere una patologia congenita del bambino nell'orecchio interno aumenta significativamente.

Le cause di sordità neurosensoriale acquisite possono essere le seguenti:

  • Malattia infettiva in forma avanzata. La perdita dell'udito può manifestarsi come complicazione se la malattia virale non viene trattata correttamente.
  • Trauma con suoni molto rumorosi e prolungati. Questo si applica ai fan per stare vicino agli altoparlanti nelle discoteche e nei concerti.
  • Esposizione a droghe e prodotti chimici. L'effetto del farmaco sull'udito è sempre indicato nelle istruzioni degli effetti collaterali.
  • Danno meccanico all'orecchio interno.

Trattamento del medico ENT prescritto per la perdita dell'udito neurosensoriale. L'auto-guarigione è pericolosa e in genere inefficace.

Sintomi e varietà

I sintomi della sordità neurosensoriale

I sintomi possono non apparire immediatamente e la malattia verrà rilevata solo se esaminata da un otorinolaringoiatra. Per determinare i sintomi della perdita dell'udito, ad esempio, un neonato non è così facile. Questo è determinato dal pediatra con l'aiuto di test speciali, così come un neurologo e ENT. I bambini prematuri sono a rischio. Prima il termine del lavoro, maggiore è il rischio di problemi di udito.

I sintomi della sordità neurosensoriale:

  • Diminuzione dell'udito. Questo è il sintomo principale che causa ansia nei pazienti e rende necessario consultare un medico.
  • Acufene. Questo sintomo di solito accompagna la perdita dell'udito. Il paziente si sente squillare, tinnito.
  • Altri segni In alcuni casi, possono apparire sintomi che a prima vista non sono correlati all'udito. Quando l'apparato vestibolare è danneggiato, si verificano vertigini, nausea, vomito, incoordinazione.

Il grado di perdita dell'udito può essere diverso. A seconda della gravità della perdita dell'udito, ci sono tre gradi della malattia:

  1. Facile. Con un grado moderato, una persona sente e riconosce la lingua parlata ad una distanza di 4-8 m da se stesso. La perdita dell'udito è trascurabile.
  2. Media. Il paziente sente a una distanza di 1-4 m. La diminuzione dell'udito è significativa e evidente.
  3. Pesante. Il paziente sente una distanza fino a 1 m. Si tratta di una perdita uditiva significativa, che complica la vita e limita la capacità di una persona. Tale perdita uditiva è prossima alla completa sordità.

Ulteriori informazioni sulla perdita dell'udito sono disponibili nel video.

A seconda del sito di lesione specifico, si possono distinguere tre tipi di perdita dell'udito:

  1. Touch. La cosiddetta chiocciola è danneggiata. È un organo dell'orecchio interno a forma di spirale, pieno di fluido e responsabile della percezione delle informazioni.
  2. Neurosensoriale. Come è diventato chiaro dal nome, in questo caso i nervi sono danneggiati, che trasmettono impulsi dall'orecchio interno al cervello.
  3. Centrale. I nervi uditivi responsabili della ricezione di informazioni dall'esterno sono danneggiati.

Esistono anche sordità neurosensoriale cronica e acuta. La forma acuta si presenta all'improvviso, inaspettatamente e, di regola, viene trattata più velocemente e più facilmente di quella cronica. I sintomi si sviluppano letteralmente entro un giorno.

Se il paziente vede immediatamente un medico, il trattamento è rapido e l'udienza ritorna.

La forma cronica dura più a lungo, fino a diversi anni, i sintomi non sono così pronunciati, il che rende difficile fare una diagnosi.

Diagnosi e trattamento della malattia

Diagnosticare e prescrivere il trattamento può solo otorinolaringoiatra. Ispezionerà l'orecchio, effettuerà test audiometrici.

Per determinare la causa esatta della malattia viene eseguita una procedura come impedenziometria. Con l'aiuto di un piccolo dispositivo, viene emesso un segnale acustico all'orecchio che fa vibrare il timpano. Un piccolo microfono registra allo stesso tempo la pressione sonora riflessa da questa membrana.

Le forme non gravi di sordità neurosensoriale sono trattate in regime ambulatoriale, ma con gravi violazioni possono causare un allentamento.

Il trattamento viene effettuato in più direzioni:

  • Con la perdita dell'udito neurosensoriale, è necessario ripristinare e migliorare l'apporto di sangue agli organi dell'orecchio interno e del cervello. A tal fine, il medico prescrive farmaci che migliorano il flusso di sangue agli organi. Questi includono Vinpocetine, Paracetomol. Questi farmaci sono prescritti in un piccolo corso, ma in grandi dosi. Per accelerare il processo di guarigione, il medico può prescrivere un contagocce o iniezioni intramuscolari, così come l'introduzione di questi farmaci direttamente nell'orecchio interno con uno shunt speciale.
  • Si consiglia di astenersi dall'inserire rimedi folcloristici nell'orecchio se il medico non li ha prescritti. Possono danneggiare e causare una perdita uditiva ancora maggiore.
  • Ci sono sintomi come vertigini, nausea, stabilità compromessa, farmaci prescritti che agiscono sull'apparato vestibolare. Questi includono Betaserk, Betagestin, ecc. Questi farmaci agiscono sulle cellule e sui recettori dell'orecchio interno, responsabili della posizione del corpo nello spazio. Di conseguenza, le vertigini scompaiono, l'acufene diminuisce e il processo di recupero dell'udito diventa più veloce. La dose viene scelta individualmente in base alla gravità della malattia.
  • Per alleviare l'infiammazione prescritti ormoni e diuretici. Questi ultimi hanno un effetto diuretico e aiutano ad alleviare il gonfiore nella regione dell'orecchio interno.
  • Come terapia aggiuntiva, prescrivi vitamine del gruppo B, E, microelementi per il rafforzamento generale del corpo.
  • Come uno dei metodi di trattamento viene utilizzata la fisioterapia, che migliora la microcircolazione nella regione dell'orecchio interno.

Complicazioni e prevenzione

Possibili complicazioni e prevenzione della perdita dell'udito

La forma acuta di sordità neurosensoriale, che è stata trattata in tempo e correttamente, nel 70-90% dei casi passa senza complicazioni. L'audizione ritorna completamente.

Tuttavia, in forma cronica, la prognosi non è così rosea. Le probabilità che una persona ascolti allo stesso modo di prima sono piccole, solo il 10-20%. La principale complicazione che si può incontrare è la perdita dell'udito irreversibile.

Nei casi più gravi, il paziente dovrà ricorrere alla chirurgia o all'apparecchio acustico.

È possibile proteggersi dall'udito neurosensoriale acquisito seguendo semplici regole:

  1. Evita di assistere a eventi troppo rumorosi e rumorosi.
  2. Se c'è un maggiore livello di rumore sul posto di lavoro, assicurarsi di proteggere le orecchie con tappi per le orecchie o cuffie speciali.
  3. Tutte le malattie infettive e virali devono essere trattate in tempo e fino alla fine. SARS, influenza, sifilide può portare a varie complicazioni.
  4. Anche le malattie dell'orecchio purulento devono essere trattate e riferite alla laura quando si manifestano i primi sintomi. L'infiammazione degli organi dell'orecchio nelle vicinanze può causare sordità sensoriale.
  5. La futura mamma deve monitorare attentamente la sua salute, non abbandonare l'esame, superare tutti i test necessari nella fase di pianificazione della gravidanza. In questo modo puoi proteggere tuo figlio dai problemi di udito.

Se l'ipoacusia sensoriale viene curata, ciò non significa che non ritorni. Sfortunatamente, con il minimo segno di indebolimento del corpo, stress e infezioni, la malattia attacca di nuovo. Pertanto, dovresti cercare di non esporre il corpo allo stress e rafforzare il sistema immunitario. Assumere vitamine durante i periodi di avitaminosi acuta.

È molto più facile mantenere le orecchie che eliminare le complicazioni. Le misure più semplici aiuteranno ad evitare gravi problemi con l'udito.

Notato un errore? Selezionalo e premi Ctrl + Invio per dircelo.

Trattamento della perdita dell'udito neurosensoriale di vari gradi

Patologia come la perdita dell'udito neurosensoriale è un percorso diretto per completare la perdita dell'udito, se non si inizia a trattare questa malattia in modo tempestivo. L'esatto programma di trattamento dipende dai motivi che hanno provocato il disturbo, nonché dallo stadio e dal tipo di perdita dell'udito. Se il decorso della malattia è moderato, puoi provare a risolvere il problema con i rimedi popolari. Le possibili opzioni di trattamento sono discusse di seguito.

Cause e sintomi

Che cos'è la perdita dell'udito neurosensoriale? Questa è una malattia caratterizzata da una diminuzione dell'udito dovuta al funzionamento anomalo dell'analizzatore conduttivo. In altre parole, i recettori sensoriali muoiono e si verificano anormalità nel funzionamento del nervo uditivo.

  • deficit uditivo;
  • l'apparenza del rumore soggettivo;
  • capogiri (con effetto sull'apparato vestibolare);
  • nausea.

Provoca questa patologia una serie di fattori. Ci sono motivi come:

  • ereditarietà;
  • malformazione congenita;
  • la conseguenza dell'otite;
  • lesioni alla testa e alle orecchie;
  • antibiotici e certi altri gruppi di droghe;
  • esposizione al rumore, suoni forti;
  • cadute di pressione improvvise;
  • cattive condizioni ambientali;
  • avvelenando il corpo con le tossine;
  • specificità dell'attività professionale.

Puoi affrontare una potenziale minaccia per il tuo udito quasi ovunque. Alcune persone provocano la perdita dell'udito, inconsapevoli di ciò.

Per risolvere il problema della perdita dell'udito, molte persone usano rimedi popolari per il trattamento, ma questo non è sempre appropriato, e quindi può solo causare il deterioramento della condizione.

Fasi e tipi

Per capire meglio la situazione, dovresti considerare i principali tipi di sordità neurosensoriale e lo stadio della sua progressione. Ci sono i seguenti tipi:

  • unilaterale - colpisce solo un orecchio (sinistro o destro);
  • bilaterale - influenza il funzionamento di entrambe le orecchie.

Ci sono anche alcune categorie:

  • Improvvisa. Si sta sviluppando rapidamente. Se intraprendi l'azione appropriata nelle prime ore, puoi interrompere il processo.
  • Acuta. L'ipoacusia neurosensoriale acuta si sviluppa in circa un mese. Il suo trattamento mira a eliminare la causa della patologia. Ha una prognosi di successo subordinata alla fornitura di assistenza qualificata.
  • Subacuta. Il corso più lento, può anche essere curato, ma le possibilità di un restauro al cento per cento dell'udito sono notevolmente ridotte.
  • Cronica. La forma cronica di sordità neurosensoriale è caratterizzata da lentezza con un persistente deterioramento delle prestazioni. Ciò significa che ci vorranno da diversi mesi a diversi anni per trasferire la malattia da 1 a 2 gradi, ma è quasi impossibile interrompere questo processo e l'ulteriore progressione della malattia.

Ci sono fasi nello sviluppo della perdita dell'udito, vale a dire:

  • 1 grado. Un leggero cambiamento nelle prestazioni, poche persone notano la perdita dell'udito in questa fase. Discorso e sussurro ben diversi da una distanza di 3-6 metri, la soglia generale dell'udito aumenta a 25-40 dB.
  • 2 gradi. Nella fase successiva, la soglia viene aumentata a 55 dB. Una persona nota che da una distanza lontana non è più in grado di distinguere il discorso dell'interlocutore, ha bisogno di avvicinarsi a 1-4 metri. In questo contesto, la decodifica dei segnali acustici è disturbata, è necessario chiedere nuovamente.
  • 3 gradi. Grave violazione, le deviazioni raggiungono 70 dB, che richiede un'approssimazione massima della sorgente sonora. A una distanza superiore a 1 metro, sarà difficile distinguere anche i discorsi a voce alta e i sospiri cesseranno completamente di essere percepiti.
  • 4 gradi. I valori soglia di circa 90 dB indicano che una persona è quasi completamente sorda. Senza dispositivi speciali, la comunicazione colloquiale diventa impossibile.

Se non agisci nelle fasi iniziali, l'ipoacusia progredirà e porterà alla completa sordità. Questo significa disabilità e perdita della capacità di vivere pienamente.

Trattamento stazionario

Per iniziare il trattamento della perdita dell'udito neurosensoriale, devi prima passare lo stadio della diagnosi complessa. Ciò include una serie di attività volte a identificare le possibili cause di disabilità uditiva, malattie concomitanti, analisi di indicatori biologicamente importanti, ecc.

Per cominciare, il medico esamina il paziente in modo standard e prende il sangue per analisi di laboratorio e biochimiche. Dopo questo è necessario passare un numero di altri esami:

  • Audiometria. Definisce la soglia dell'udito. Questa è la soglia e la diagnostica della soglia tonale. Per i bambini piccoli viene utilizzato lo screening audiologico e la registrazione dei potenziali uditivi.
  • Diapason. Colpire le forche sintonizzazione dà suono e vibrazione, così puoi esplorare non solo l'aria, ma anche la conduzione ossea del suono.
  • Prove vestibulometricheskaya. È esclusa la possibilità di danni all'apparato vestibolare. Questi includono posturografia, cupulometria, test calorici, otolitometria selettiva del tipo indiretto.
  • Ecografia Doppler. Viene studiato lo stato dei vasi sanguigni nel cervello.
  • CT e RM. Dimostrare lo stato dei tessuti molli nell'area di studio, consentire di identificare i tumori che possono causare la perdita dell'udito.
  • Radiografia. Inoltre, è possibile vedere l'area del cranio, dove si trova l'orecchio interno, nonché il collo e il torace, se necessario.

Questa diagnosi consente di specificare la diagnosi, per escludere la presenza di perdite uditive conduttive o centrali. La prossima è una terapia complessa. La maggior parte delle attività si concentrava sulla loro implementazione in ospedale.

La perdita di udito neurosensoriale di grado 1, 2 e 3 può essere trattata con farmaci. Questi includono i seguenti farmaci:

  • nootropici per stimolare i processi neurometabolici;
  • farmaci per migliorare la reologia del sangue;
  • diuretici per rimuovere il gonfiore;
  • farmaci vasoattivi per migliorare la circolazione sanguigna;
  • farmaci anti-infiammatori ormonali;
  • farmaci istamina-simili per le vertigini;
  • dezintoksikatory;
  • vitamine.

Alcuni pazienti sono interessati a sapere se sia possibile trattare la perdita dell'udito sensoriale con un farmaco come la dioxidina. La diossidina è un potente agente antibatterico che elimina perfettamente l'infiammazione. In questo caso, il farmaco può aiutare a eliminare l'otite media dell'orecchio interno. Allo stesso tempo, va tenuto presente che il principio attivo è piuttosto tossico e quindi, se usato senza l'urgenza, la situazione non può che peggiorare.

Tutti i farmaci vengono somministrati prevalentemente mediante il metodo di infusione via IV o per via intramuscolare. Per alleviare l'infiammazione e disinfettare l'orecchio interno, potrebbe essere necessario bypassare il timpano per un ulteriore metodo intra-imperiale (locale) di somministrazione del farmaco.

Inoltre prescritto fisioterapia per ripristinare i processi neurologici. Questi includono:

  • elettrico;
  • UHF;
  • fonoforesi;
  • riflessologia microcorrente.

Per il trattamento dell'ipoacusia neurosensoriale a 3 e 4 gradi, è necessario ricorrere a misure più radicali. Questo include la chirurgia e l'installazione di apparecchi acustici. Gli apparecchi acustici possono essere installati all'esterno, all'interno dell'orecchio o parzialmente impiantati nel cranio. I veicoli aerei convenzionali hanno un altoparlante, un amplificatore e un microfono.

Per eliminare completamente la perdita dell'udito in tenera età, vengono utilizzati gli impianti cocleari. In età avanzata, le probabilità di un recupero uditivo del 100% sono ridotte. L'essenza del metodo consiste nell'impiantare elettrodi nell'orecchio interno, che contribuiscono alla trasmissione degli impulsi sonori lungo il nervo al cervello.

Con una prognosi negativa, quando non è possibile ottenere un miglioramento dell'udito, si può eseguire un'operazione distruttiva per eliminare i sintomi spiacevoli della malattia, in particolare, il rumore fastidioso.

È possibile integrare la terapia principale con i rimedi popolari, se non ci sono controindicazioni alle ricette utilizzate.

Tecniche domestiche

In caso di perdita dell'udito neurosensoriale di 1 grado, il programma di trattamento può essere bilaterale, cioè può includere sia la terapia in condizioni di day hospital che le procedure a casa. Usando vari rimedi popolari, è necessario tenere conto delle specificità della patologia. Tali violazioni non possono essere eliminate solo con erbe e unguenti fatti in casa, specialmente se esiste una forma cronica di perdita dell'udito.

La parte principale delle ricette casalinghe è volta ad eliminare i processi infiammatori nell'orecchio malato e a stimolare l'apporto di sangue. Per il trattamento dell'ipoacusia neurosensoriale vengono spesso utilizzati rimedi popolari come:

  • propoli;
  • succo d'aglio e cipolla;
  • latte con catrame di betulla;
  • viburno con miele;
  • decotto di alloro;
  • tintura spiritosa di melissa;
  • serie di infusione.

Puoi usare questi rimedi popolari se non sei allergico ai componenti. Effettua anche un massaggio di punti attivi per stimolare le neuroprocessi e migliorare la circolazione sanguigna. Tale trattamento di ipoacusia neurosensoriale è applicato nei centri di medicina alternativa.

Al fine di prevenire la progressione della malattia a causa della perdita di tempo, l'ipoacusia deve essere trattata il più presto possibile ed esclusivamente sotto la supervisione di uno specialista. Se tutto è fatto correttamente, l'udienza si riprenderà gradualmente, o almeno il suo ulteriore deterioramento sarà rallentato.

Ipoacusia neurosensoriale

L'ipoacusia neurosensoriale è una perdita uditiva di natura generale che si forma a causa di una serie di malattie dell'orecchio interno, danni al nervo uditivo o una delle aree localizzate nel cervello. Il deterioramento dell'udito è osservato, secondo le statistiche mediche, ogni anno in un numero crescente di pazienti.

Le cifre dicono che tali diagnosi sono già state fatte a più di 450 milioni di persone. Di tutti i casi di ipoacusia neurosensoriale, viene allocato circa il 70%. La categoria dominante di pazienti con questa patologia sono le persone in età lavorativa.

L'aumento dei casi registrati di diagnosi è associato ad un forte aumento delle patologie del sistema cardiovascolare, frequenti malattie dell'influenza e infezioni virali, stress e situazioni di conflitto, nonché lavoro in industrie pericolose.

Cause di patologia

Nella maggior parte dei casi, lo sviluppo della perdita dell'udito neurosensoriale è causato da una lesione dell'epitelio sensoriale, cioè delle cellule ciliate, che rivestono la coclea dell'orecchio interno, chiamato organo elicoidale (Corti). I casi di malattia dovuti a danni al nervo cranico o ai centri cerebrali uditivi non sono frequenti, in casi eccezionali i medici sono costretti a dichiarare danni all'analizzatore uditivo centrale.

La sordità sensoriale può essere congenita o acquisita e molti fattori giocano un ruolo nello sviluppo della malattia - queste sono cause esterne (traumi acustici, infezioni pregresse) e anomalie interne, come i geni difettosi, che portano alla sordità.

Se la perdita dell'udito è accompagnata da danni alle parti centrali dell'analizzatore uditivo, può essere causata da un prolungato ascolto della musica, frequenti soggiorni in una stanza rumorosa o lavori in produzione pericolosa.

Fattori congeniti della malattia

Le cause di perdita dell'udito congenita si trovano nello sviluppo anormale del feto durante la gestazione:

  • sottosviluppo della coclea dell'orecchio interno;
  • perdita dell'udito, accompagnata da altri sintomi patologici, compresi i difetti cromosomici;
  • iperplasia dell'epitelio squamoso del padiglione auricolare medio - manifestata da un processo tumorale, con trattamento prematuro del quale si verifica la distruzione della struttura del tessuto uditivo;
  • Sindrome alcolica - manifestata nei neonati le cui madri hanno abusato di alcol durante la gravidanza (a causa di effetti ototossici dell'alcol etilico e insufficiente assunzione di vitamine e microelementi attraverso la placenta);
  • consegna pretermine;
  • infezione da clamidia trasmessa al feto attraverso la placenta;
  • la sifilide;
  • Sindrome di rosolia di tipo congenito - combina sordità neurosensoriale, malattie cardiache e danni agli occhi.

Inoltre, scienziati e medici, nel corso di numerosi studi, hanno dimostrato che l'ipoacusia neurosensoriale e la sordità possono essere ereditarie. Se uno dei genitori ha un gene autosomico, la probabilità di sviluppare la patologia dell'udito nella prole raggiunge il 50%.

Eziologia acquisita

La sindrome da sordità neurosensoriale può anche essere acquisita durante la vita e causata da varie lesioni, malattie e effetti avversi dei farmaci, l'ambiente nell'ambiente di vita e di lavoro. I principali fattori che contribuiscono allo sviluppo della perdita uditiva neurosensoriale acquisita:

  • Lesioni acustiche e meccaniche. Il danno acustico all'apparecchio acustico è provocato dall'esposizione a musica o rumore troppo forti, il cui livello supera i 90 dB, danni meccanici durante lo shock, fratture craniche e altri incidenti.
  • Effetto ototossico dei farmaci. I più pericolosi sono i farmaci del gruppo di antibiotici aminoglicosidici, ad esempio la gentamicina. Disturbi reversibili causano diuretici, farmaci anti-infiammatori non steroidei, antibiotici macrolidici, così come salicilati (Aspirina).
  • Infezioni virali. L'ipoacusia neurosensoriale acuta può essere scatenata da un grave decorso di morbillo, rosolia, herpes, influenza, parotite. I pazienti con diagnosi di HIV o AIDS spesso soffrono di grave disabilità uditiva, poiché queste infezioni influenzano direttamente la coclea e l'analizzatore uditivo centrale.
  • Infezioni e malattie batteriche Questi includono l'infiammazione dell'orecchio interno (labirintite in forma purulenta), le crescite adenoide che diminuiscono la pervietà del tubo uditivo e la meningite (infiammazione delle meningi).
  • Malattie immunitarie e allergiche. Uno dei motivi per lo sviluppo della perdita dell'udito può essere la rinite allergica cronica, che provoca frequenti otiti. Tra le patologie autoimmuni che causano alterazioni patologiche nella struttura della coclea, è compresa la granulomatosi di Wegener (infiammazione dei vasi situati all'interno degli organi ENT).
  • Neoplasie patologiche. I tumori localizzati nella regione dei nervi precoce-cocleare e facciale, il neuroma del nervo uditivo e il meningioma (tumore del rivestimento del cervello) sono le cause dirette dello sviluppo dell'ipoacusia neurosensoriale in un paziente.
  • Otosclerosi. Quando si verifica questa malattia, la crescita del tessuto osseo intorno alla staffa - l'osso, che si trova nella cavità dell'orecchio medio e lo sviluppo della sua immobilità, che comporta la perdita dell'udito neurosensoriale.

Forme della malattia

Come già accennato, l'ipoacusia neurosensoriale può essere acquisita e congenita. La forma congenita della malattia è divisa in due varietà. Tipo non sindromico: la patologia procede in isolamento, senza essere accompagnata da alcun sintomo o patologia associata e ereditata. La maggior parte dei casi di perdita dell'udito (75-80%) sono attribuiti a questo tipo di malattia.

Tipo sindromico: la perdita dell'udito è accompagnata da altri segni e patologie, ad esempio la sindrome di Pendred (include deficit uditivo e disfunzione tiroidea). Questa varietà rappresenta il restante 25-30% di tutti i casi segnalati della malattia.

Inoltre, la malattia viene solitamente classificata in base alle opzioni per lo sviluppo e la localizzazione. Se si rileva una perdita dell'udito solo sul lato destro, viene effettuata una perdita dell'udito neurosensoriale destra, mentre la lesione si trova sul lato opposto, viene diagnosticata la patologia del lato sinistro.

La forma improvvisa della malattia si manifesta come un aumento dei segni del processo patologico entro 12 ore - un tale sviluppo di eventi può portare a una perdita parziale o completa della funzione uditiva. Tuttavia, se il problema viene diagnosticato in tempo, la previsione per la perdita dell'udito è considerata favorevole.

La forma acuta di sordità neurosensoriale differisce da quella improvvisa in quanto il suo sviluppo non avviene così rapidamente - i sintomi diventano pronunciati per 10 giorni. Allo stesso tempo, il paziente prima nota un dolore all'interno dell'orecchio, una sensazione di congestione, che appare periodicamente, quindi il rumore nell'auricola si unisce ai segni, portando a una perdita dell'udito persistente.

Questa forma della malattia è insidiosa e pericolosa in quanto molti pazienti cercano di ritardare una visita dal medico il più a lungo possibile e anche se la malattia è bilaterale, si riferiscono all'accumulo di cerume o altri fattori non pericolosi. Tali azioni spesso portano ad un risultato deplorevole, dal momento che il successo del trattamento dell'ipoacusia neurosensoriale dipende direttamente dalla diagnosi tempestiva della patologia.

La forma cronica della malattia può svilupparsi nel corso degli anni, con il paziente che avverte periodicamente l'acufene e annota la perdita dell'udito inespressa. Aumentare gradualmente i sintomi tormenta il paziente, diventando permanente, e infine fargli chiedere assistenza medica.

Grado di perdita dell'udito

La patologia ha quattro gradi:

  • Ipoacusia sensonica 1 grado - è considerata la forma più delicata e facilmente curabile. Il primo grado è caratterizzato da una soglia uditiva di 26-40 dB, una persona può chiaramente sentire un discorso conversazionale, se la sorgente sonora si trova a meno di 6 metri da esso. Le parole pronunciate in un sussurro, il paziente sente da una distanza di 3 metri. Se, oltre al linguaggio umano, ci sono altre fonti di suono, allora il processo di percezione può essere notevolmente degradato.
  • Ipoacusia sensonica 2 gradi - diagnosticata in pazienti che possono smontare il discorso, trovandosi a una distanza di 4 metri dalla sorgente sonora e un sussurro - da 1 metro. La soglia di percezione in questo caso è 41-55 dB, e i problemi con la percezione del suono in un paziente possono anche presentarsi in condizioni di normali condizioni di rumore. Il secondo stadio della malattia viene diagnosticato in persone che richiedono costantemente alcune frasi che difficilmente possono distinguere a orecchio.
  • Ipoacusia neurosensoriale 3 gradi - caratterizzata dalla capacità del paziente di disassemblare il discorso indirizzato a lui, solo se l'avversario si trova a 1 metro di distanza da lui, e il sussurro non viene percepito affatto. La soglia di percezione del terzo grado della malattia è impostata a 56-70 dB, ed è essa stessa considerata difficile perché crea grandi difficoltà nel comunicare il paziente con altre persone.
  • Ipoacusia neurosensoriale 4 gradi - la funzione uditiva è quasi completamente persa, portando al fatto che il paziente non può distinguere i suoni senza avvicinarsi alla sorgente a meno di 25 centimetri. La soglia di percezione del quarto grado è di 71-90 dB, che è praticamente considerata come completa sordità.

Come potete vedere, il quarto grado di perdita dell'udito è il più grave degli stadi di questa malattia. Per prevenire la transizione della patologia a un livello così avanzato, è necessario affrontare la questione di un possibile trattamento in modo tempestivo.

Sintomi e diagnosi

Al fine di prevenire le disastrose conseguenze della sordità neurosensoriale acquisita, è necessario conoscere i suoi sintomi principali, avendo notato che si deve contattare immediatamente un medico ENT: perdita dell'udito su uno o entrambi i lati, che aumenta gradualmente o si sviluppa improvvisamente, tinnito, vertigini, nausea, fino al riflesso del vomito, alterata coordinazione e orientamento nello spazio.

Una visita urgente all'ospedale è raccomandata per quei pazienti che soffrono di episodi frequenti di acufene, notano da soli che spesso chiedono al loro interlocutore, che pensano che il discorso delle persone intorno a loro sia illeggibile e silenzioso, e guardino la TV o ascoltino musica ad un volume maggiore. La situazione è esacerbata se la persona sta osservando la scarica dal condotto uditivo esterno o prendendo farmaci che hanno un effetto tossico sull'apparecchio acustico.

Quando si riferisce a un otorinolaringoiatra, il medico inizia un'indagine con un'indagine dettagliata del paziente, verifica la natura delle violazioni, se ci sono acufeni, dolore, vomito, vertigini. Il medico quindi scopre se il paziente ha sofferto nel periodo recente di eventuali patologie infettive, ha assunto droghe tossiche, ha subito un trauma all'orecchio. Tutti questi dati possono stabilire con maggiore precisione un quadro clinico preliminare.

Quindi, viene eseguito un esame primario, che potrebbe non rilevare eventuali cambiamenti visibili nella membrana o nel canale uditivo. Per una diagnostica più accurata, viene eseguita l'audiometria (può essere parlato, computer, tono), un diapason, la risonanza magnetica mediante un agente di contrasto, uno studio dei vasi cerebrali e del collo. Altri metodi di esame sono indicati secondo le indicazioni.

Trattamento farmacologico

L'ipoacusia sensoriale, che si manifesta in forma acuta, richiede l'immediata ospedalizzazione del paziente e la rapida selezione delle tattiche terapeutiche appropriate. Durante la terapia, vengono utilizzati i seguenti gruppi di farmaci:

  • ridurre la pressione nell'orecchio interno;
  • migliora la circolazione sanguigna;
  • eliminando la stasi venosa;
  • migliorare i processi metabolici nelle cellule nervose.

Il secondo stadio della terapia prevede l'uso di farmaci che migliorano la circolazione del sangue nei tessuti, agenti del gruppo vascolare, stimolanti metabolici e complessi vitaminici. Inoltre, al paziente vengono mostrate le procedure fisioterapiche.

Se il trattamento farmacologico della sordità neurosensoriale dà risultati positivi e i miglioramenti dinamici sono confermati dalla ricerca dell'hardware, il medico prescrive un trattamento completo progettato per prevenire la recidiva e la progressione della malattia.

Inoltre, si consiglia al paziente di evitare fattori che possono provocare una recidiva esacerbazione della malattia - questo è un rifiuto delle droghe tossiche, la prevenzione delle infezioni, il trattamento tempestivo delle patologie croniche. La terapia di supporto per i pazienti dopo il trattamento è prescritta ogni sei mesi, consiste nel seguire corsi di fisioterapia, agopuntura e trattamento farmacologico preventivo.

Apparecchi acustici

L'uso di apparecchi acustici o altri dispositivi che facilitano la percezione del suono da parte del paziente, viene utilizzato in caso di perdita dell'udito neurosensoriale, che non è suscettibile di trattamento con metodi conservativi (medici) di terapia.

Controindicazioni per gli apparecchi acustici sono disturbi dell'apparato vestibolare, processi infiammatori acuti che si verificano in una qualsiasi delle sezioni dell'orecchio, così come il periodo di riabilitazione dopo la meningite sofferente o intervento chirurgico di miglioramento dell'udito.

Un apparecchio acustico è un dispositivo elettroacustico portatile che amplifica il segnale audio ricevuto e convertito e consta di diverse parti. Questo è un microfono che riceve e converte il suono, un amplificatore elettronico, un alimentatore e un telefono.

Quest'ultima può essere ossea, cioè per trasmettere informazioni sonore attraverso le ossa del cranio direttamente nell'orecchio e nell'aria interna - per trasmettere un segnale attraverso il canale uditivo esterno. La scelta del modello dipende dalla testimonianza e dalle preferenze del paziente - il dispositivo può essere intra-orecchio, orecchio e tasca.

Impianto cocleare

Un impianto cocleare è un dispositivo speciale per scopi medici, che consente di compensare la completa perdita della funzione uditiva in pazienti con sordità neurosensoriale grave. L'indicazione principale per l'installazione dell'impianto è considerata sordità neurosensoriale bilaterale, accompagnata dall'impossibilità di riconoscere il discorso indirizzato, anche in presenza di apparecchi acustici selezionati.

L'impianto cocleare non sarà efficace se la perdita dell'udito non è dovuta alla morte delle cellule ciliate cocleari, ma a causa di un danno al nervo uditivo o all'analizzatore situato nel tronco e nella regione temporale del cervello. Inoltre, l'impianto sarà inutile se si verifica una deposizione di sali sulla coclea o si verifica la germinazione ossea.

I casi più efficaci di installazione di un impianto cocleare in quei pazienti che avevano precedentemente utilizzato attivamente un apparecchio acustico, hanno l'opportunità di parlare e sono relativamente socialmente adattati.

Ricette della medicina tradizionale

Va notato che il trattamento con i rimedi popolari non può essere percepito come l'unico modo corretto ed efficace per sbarazzarsi della perdita dell'udito. Ma per la prevenzione e durante i periodi di remissione stabile della malattia, è possibile utilizzare correttamente le seguenti ricette:

  • La tintura di propoli deve essere miscelata con olio vegetale (una parte della tintura in tre parti di olio), quindi la garza turunda viene inumidita nella composizione risultante, che viene posta nell'orecchio per 10 ore. Il corso dovrebbe consistere di 15 procedure.
  • Inumidisci la turunda nel succo appena spremuto dal frutto di viburno o cenere di montagna, mettila nell'orecchio dolorante e mantieni almeno 6 ore di fila (puoi farlo durante la notte). Il corso non è inferiore a 15 procedure.
  • Turunda imbevuta di succo di barbabietola appena spremuto dovrebbe essere posta nell'orecchio per 4 ore, 15-20 tali procedure saranno necessarie per migliorare l'udito.
  • Mescolare in parti uguali di olio di noci e mandorle. La garza turunda immersa nella composizione viene posta nel meato uditivo esterno per almeno 6 ore o per tutta la notte. Per trattare la perdita dell'udito in questo modo è necessario almeno un mese.
  • Mettere una foglia di origano, melissa o menta nell'orecchio, precedentemente leggermente schiacciato allo stato in cui il succo inizia a risaltare. Dopo che il foglio si è asciugato, deve essere rimosso e sostituito con uno nuovo. Il corso della terapia dura almeno 14 giorni.

Il successo di tale terapia dipende direttamente dal grado di danno agli organi dell'udito e dalla natura del suo sviluppo - è improbabile che anche i rimedi popolari più efficaci possano contribuire a eliminare la sordità bilaterale quasi completa.

Le principali misure per prevenire lo sviluppo di sordità neurosensoriale sono il mantenimento di uno stile di vita sano (frequenti passeggiate, riposo adeguato, smettere di fumare e alcol), evitando i fattori di rischio che possono scatenare l'insorgenza della malattia e un attento atteggiamento nei confronti dell'apparato uditivo.

Va ricordato che la malattia acquisita è nella maggior parte dei casi provocata dal paziente stesso - con l'ascolto a lungo termine di musica ad alto volume, stress frequenti e patologie catarrali, assunzione di farmaci ototossici.

Anche se una persona non ha problemi con l'udito, si raccomanda di sottoporsi a un regolare esame da un otorinolaringoiatra - specialmente per i lavoratori in laboratori rumorosi di produzione, pazienti con frequenti recidive di influenza o la presenza di malattie croniche degli organi ENT.

Trattamento della perdita dell'udito neurosensoriale (neurosensoriale)

Indicazioni per il ricovero in ospedale

Un'indicazione per l'ospedalizzazione di emergenza è la sordità neurosensoriale acuta, indipendentemente dal fattore eziologico, così come in alcuni casi, NBT progressivo.

Obiettivi per il trattamento della sordità neurosensoriale

Nella perdita dell'udito neurosensoriale acuta, l'obiettivo più importante è ripristinare la funzione uditiva. Raggiungere questo obiettivo è possibile solo con il trattamento iniziato nel più breve tempo possibile. Nell'udito cronico, l'obiettivo del trattamento è di stabilizzare l'udito ridotto. Inoltre, la riabilitazione sociale delle persone occupa il primo posto nella sordità neurosensoriale cronica. Un approccio individuale è molto importante nel trattamento della perdita dell'udito neurosensoriale (stato mentale, età e presenza di malattie concomitanti, ecc.).

Trattamento non farmacologico della perdita dell'udito neurosensoriale

Quando sordità neurosensoriale descrive l'effetto della terapia di stimolazione nella forma di agopuntura elektropunktury, strutture zlektrostimulyatsii dell'orecchio interno, endaural farmaci fono elettroforesi possono penetrare attraverso gematolabirintny laseropuncture barriera (10 sessioni immediatamente dopo il completamento della terapia infusione) e ossigeno iperbarico.

Il trattamento non farmacologico dovrebbe essere finalizzato alla riabilitazione della funzione uditiva. La riabilitazione della funzione uditiva in caso di ipoacusia neurosensoriale mira a ripristinare l'attività sociale e la qualità della vita del paziente e consiste nel condurre gli apparecchi acustici e l'impianto cocleare.

Quando la perdita uditiva è superiore a 40 dB, la comunicazione vocale è solitamente difficile e una persona ha bisogno di una correzione uditiva. In altre parole, con la perdita dell'udito, un apparecchio acustico viene mostrato a frequenze vocali vocaliche (500-4000 Hz) di 40 dB o più. Nella pratica straniera, il paziente è raccomandato per un apparecchio acustico, se la perdita uditiva su entrambi i lati è di 30 dB o più. La volontà di indossare un apparecchio acustico è in gran parte determinata dall'attività sociale del paziente e aumenta con il grado di perdita dell'udito. Nei bambini, specialmente nei primi anni di vita, le indicazioni per gli apparecchi acustici si sono notevolmente ampliate. È dimostrato che una perdita dell'udito superiore a 25 dB nell'intervallo di 1000-4000 Hz porta all'interruzione della formazione del discorso del bambino,

Nel condurre apparecchio acustico dovrebbe tener conto del fatto che ipoacusia neurosensoriale è una violazione completa di adattamento sociale. Oltre al deterioramento delle soglie uditive nella gamma di frequenze che sono importanti per la comprensione della parola, c'è una violazione della nostra audizione finale. Nonostante la varietà delle cause di perdita dell'udito neurosensoriale nella maggior parte dei casi, le cellule ciliate esterne sono interessate. Sono completamente o parzialmente distrutti nella coclea. Senza cellule ciliate esterne normalmente funzionanti, le cellule ciliate interne rispondono solo al suono che supera la soglia normale dell'udito di 40 -60 dB. Se il paziente ha una curva audiometrica discendente tipica per la perdita dell'udito neurosensoriale, l'area di percezione delle componenti di alta frequenza della parola importante per la comprensione delle consonanti è persa. Le vocali soffrono meno. L'energia acustica principale della parola è localizzata precisamente nella zona della vocale, cioè nella gamma delle basse frequenze. Questo spiega Fang che la perdita di perdita dell'udito ad alta frequenza il paziente non percepisce più tranquilla, a causa della percezione limitata di consonanti, diventa per lui "solo" vaghe, difficile da capire. Considerando che in base alla lingua russa più che le vocali, le consonanti sono molto più importanti per la comprensione del parlato che significa che le vocali, sensazione di ridurre il volume discorso appare solo quando la perdita dell'udito nella banda a bassa frequenza. Oltre a ridurre le soglie uditive, cioè il confine tra ciò che è sentito, e che non è udibile, perdita di esterne cellule ciliate cause di perdita dell'udito nella zona dell'orecchio del sopra-soglia, fenomeno accelerazione appare aumento di volume, restringendo il campo uditivo dinamica. Dato percezione che l'ipoacusia neurosensoriale è in gran parte perduta di suoni ad alta frequenza alla conservazione a bassa frequenza richiede il maggior guadagno nella regione ad alta frequenza, che richiede regolazione del guadagno più canali nella protesi acustica per il suono adeguato. La vicinanza del microfono e del telefono nell'apparecchio acustico a causa della loro dimensione miniaturizzata può portare alla comparsa di feedback acustico, che si verifica quando il suono amplificato dal dispositivo colpisce ancora il microfono. Uno dei problemi derivanti dagli apparecchi acustici è l'effetto di "occlusione". Si verifica quando il caso dell'apparato intraoriginale o dell'apparecchio acustico dell'orecchio blocca il canale uditivo esterno, mentre è presente un'eccessiva amplificazione delle basse frequenze che non è confortevole per il paziente.

Considerato tutto ciò, per un comodo apparecchio acustico, un apparecchio acustico deve:

  • compensare in modo selettivo la percezione del volume e della frequenza dei suoni;
  • per garantire un'elevata intelligibilità e naturalezza della percezione del parlato (e silenzio, in ambienti rumorosi, con conversazioni di gruppo):
  • mantenere automaticamente un livello di volume confortevole:
  • adattarsi a diverse situazioni acustiche:
  • garantire l'assenza di collegamento acustico di feedback ("fischio"). I moderni dispositivi digitali multicanale con compressione in un'ampia gamma di frequenze soddisfano di più tali requisiti. Inoltre, recentemente sono comparsi apparecchi acustici digitali per protesi aperte che, inoltre, assicurano l'assenza di un effetto di "occlusione".

Il metodo di elaborazione del segnale nell'amplificatore distingue tra apparecchi acustici analogici e digitali. In analogico, il segnale sonoro viene elaborato utilizzando amplificatori elettronici analogici, convertendo lo stimolo con la conservazione completa della forma d'onda. In un apparecchio acustico digitale, i segnali in ingresso vengono convertiti in codice binario e elaborati con grande velocità nel processore.

Gli apparecchi acustici possono essere monoaurali, quando uno è protesico, di regola, è meglio ascoltare l'orecchio, e biauricolare, quando entrambe le orecchie sono protesiche da due apparecchi acustici. Le protesi binaurali hanno i seguenti vantaggi principali:

  • L'udito binaurale ha un volume inferiore (di 4-7 dB, che porta ad un aumento della gamma dinamica utile;
  • la localizzazione della sorgente sonora è vicina alla norma fisiologica, che rende molto più facile concentrarsi su un determinato interlocutore.

Il luogo di indossare distingue i seguenti tipi di apparecchi acustici:

  • Gli apparecchi acustici BTE sono posizionati dietro l'orecchio e devono essere integrati con un rivestimento intra-auricolare prodotto individualmente. I moderni apparecchi acustici retroauricolari si distinguono per il loro grande potenziale in protesi, alta affidabilità e miniaturizzazione. Recentemente sono apparsi degli apparecchi acustici BTE miniaturizzati per protesi aperte che consentono al paziente di regolare comodamente la perdita dell'udito neurosensoriale ad alta frequenza.
  • Gli apparecchi acustici interni sono collocati nel condotto uditivo e sono realizzati individualmente in base alla forma del condotto uditivo del paziente, la miniatura del dispositivo dipende anche dal grado di perdita dell'udito. Con le stesse capacità del BTE, sono meno evidenti, offrono maggiore comfort e un suono più naturale. Tuttavia, i dispositivi intrauricolari presentano alcuni svantaggi: non consentono la perdita dell'udito protesico, che è più costoso da gestire e mantenere.
  • Gli apparecchi acustici tascabili trovano sempre meno uso e possono essere raccomandati per i pazienti con capacità motorie manuali limitate. Con un dispositivo tascabile, è possibile compensare una significativa perdita dell'udito, poiché la notevole distanza tra l'un l'altro del telefono e del microfono consente di evitare la comparsa di feedback acustico.

Oggi, le capacità tecniche dei moderni apparecchi acustici rendono possibile nella maggior parte dei casi correggere anche forme complesse di sordità neurosensoriale. L'efficacia degli apparecchi acustici dipende da quanto bene le caratteristiche individuali del paziente del paziente corrispondono alle capacità tecniche dell'apparecchio acustico e delle impostazioni. Gli apparecchi acustici correttamente selezionati possono migliorare la comunicazione per il 90% delle persone con problemi di udito.

Attualmente, vi è una reale opportunità di fornire un'assistenza efficace ai pazienti con completa perdita della funzione uditiva nei casi in cui la sordità è dovuta alla distruzione dell'organo a spirale con la funzione conservata del nervo uditivo. La riabilitazione dell'udito utilizzando il metodo di impianto cocleare degli elettrodi nella coclea per stimolare le fibre del nervo uditivo sta diventando più comune. Inoltre, attualmente il sistema di impianto cocleare si sta sviluppando attivamente in caso di lesione bilaterale del nervo uditivo (ad esempio, nelle malattie neoplastiche del nervo uditivo). Una tonnellata di condizioni importanti per un impianto cocleare di successo è la selezione rigorosa di candidati per questa operazione. A tal fine, viene condotto uno studio completo dello stato della funzione uditiva del paziente, utilizzando i dati dell'audiometria soggettiva e oggettiva, test del promontorio. Maggiori dettagli sull'impianto cocleare sono discussi nella sezione appropriata.

I pazienti che hanno una perdita uditiva neurosensoriale associata a una violazione del sistema vestibolare necessitano di riabilitazione della funzione vestibolare mediante un adeguato sistema di esercizio vestibolare.

Trattamento farmacologico della sordità neurosensoriale

È importante ricordare che l'esito dell'udito neurosensoriale acuto dipende direttamente dalla rapidità con cui viene iniziato il trattamento. Più tardi inizia il trattamento, meno speranza per il ripristino dell'udito.

L'approccio alla scelta delle tattiche di trattamento dovrebbe essere basato sull'analisi dei dati clinici, di laboratorio e strumentali ottenuti prima dell'inizio del trattamento. nel processo di esso, così come dopo il completamento del corso delle misure terapeutiche. Il piano di trattamento è individuale per ogni paziente, determinato in base all'eziologia, patogenesi e durata della malattia, alla presenza di comorbilità, intossicazione e allergie nel paziente. Tuttavia, ci sono regole generali che devono essere sempre osservate rigorosamente:

  • eseguire nel più breve tempo possibile l'ispezione multidimensionale del paziente;
  • trattamento del paziente con ipoacusia neurosensoriale in un ospedale specializzato;
  • inizio immediato del trattamento dopo la diagnosi di sordità neurosensoriale;
  • rispetto di un regime protettivo e una dieta moderata.

Tenendo conto delle peculiarità della malattia, i mezzi sono utilizzati per dirigere la circolazione sanguigna, migliorare i parametri reologici del sangue, normalizzare la pressione sanguigna, migliorare gli impulsi nervosi e normalizzare la microcircolazione. Vengono utilizzati farmaci di disinfezione, farmaci con proprietà angioprotettive e neuroprotettive. Secondo studi randomizzati, la nomina di glucocorticoidi è efficace in caso di perdita uditiva improvvisa (fino a 15 ore). Viene prescritto un corso abbreviato per 6-8 giorni, iniziando con una dose di carico, e quindi con la sua diminuzione graduale. In particolare, esiste un programma per l'uso di prednisone alla dose di 30 mg / die con una diminuzione consistente a 5 mg per 8 giorni.

Numerosi studi scientifici ed esperienza clinica dimostrano la fattibilità di eseguire una terapia infusionale con agenti vasoattivi e disintossicanti sin dal primo giorno di ospedalizzazione di un paziente affetto da ipoacusia neurosensoriale acuta. Tali farmaci come vinpocetina, pentossifillina, cerebrolysin, piracetam, etilmetilidrossipiridina succinato (mexidol), vengono utilizzati per i primi 14 giorni per via parenterale (flebo endovenoso). Nel trasferimento successivo a uso intramuscolare e orale di farmaci. Inoltre, nel trattamento complesso, vengono utilizzati farmaci stimolanti per la venotonica e la neuroplasticità, in particolare l'estratto di foglie di ginkgo bilobato viene utilizzato in una dose di 40 mg tre volte al giorno. Il farmaco, inoltre, contribuisce alla regolazione dello scambio ionico nelle cellule danneggiate, un aumento del flusso ematico centrale e un miglioramento della perfusione nel campo dell'ischemia.

Viene descritto un effetto positivo sullo stato della funzione uditiva con l'introduzione di farmaci che utilizzano il metodo della fonoelettroforesi (uso complesso di ultrasuoni con elettroforesi). Può essere usato farmaci che migliorano la microcircolazione e il metabolismo dei tessuti.

Per il trattamento della perdita dell'udito neurosensoriale di varie eziologie, accompagnata da vertigini, vengono utilizzati farmaci istamina-simili con un effetto specifico sulla microcircolazione dell'orecchio interno, in particolare, la betaistina è utilizzata in un dosaggio di 16-24 mg tre volte al giorno. Prendere il farmaco deve essere durante o dopo un pasto per prevenire possibili effetti avversi sulla mucosa gastrica.

Va sottolineato che anche una terapia adeguatamente selezionata di un paziente con sordità neurosensoriale non esclude la probabilità di recidiva della malattia sotto l'influenza di una situazione stressante, esacerbazione di patologia cardiovascolare (ad esempio, crisi ipertensiva), infezione virale respiratoria acuta o trauma acustico.

In caso di ipoacusia progressiva cronica, è necessario condurre corsi di terapia farmacologica per stabilizzare la funzione uditiva. Il complesso farmacologico dovrebbe mirare a migliorare la plasticità neuronale e la micropircolazione nella regione dell'orecchio interno.

Trattamento chirurgico della perdita dell'udito neurosensoriale

Recentemente sono apparsi numerosi studi randomizzati che dimostrano il miglioramento dell'udito nella somministrazione transtimpanale di glucocorticosteroidi (desametasone) nella cavità timpanica in pazienti con sordità neurosensoriale in assenza di effetto da terapia conservativa. La liquefazione chirurgica della sordità neurosensoriale è necessaria per le neoplasie nella fossa cranica posteriore, malattia di Meniere, durante l'impianto cocleare. Inoltre, il trattamento chirurgico come eccezione può essere utilizzato per il rumore dell'orecchio doloroso (resezione del plesso timpanico, rimozione del ganglio stellato, ganglio simpatico superiore del collo dell'utero). Le operazioni distruttive sulla coclea e sul nervo pre-cocleare vengono eseguite raramente e solo nei casi di ipoacusia neurosensoriale del quarto grado o completa sordità.

Per Saperne Di Più Mal Di Gola

Quali antibiotici da assumere per il trattamento dell'angina

Laringite

Molti non vogliono bere i farmaci antibatterici, perché credono che siano molto più dannosi che buoni. Nel caso dell'angina, questo approccio non è assolutamente vero.

Antibiotico per la bronchite negli adulti

Rinite

Tosse lunga, forte e dolorosa, respirazione, come se attraverso diversi strati di tessuto, febbre - tutto questo indica che si hanno sintomi di bronchite. Un bisogno urgente di chiamare un dottore.