Principale / Tosse

Modi per ridurre le tonsille

Tosse

I bambini piccoli spesso soffrono di malattie virali, respiratorie, che portano a problemi con le tonsille. Sono i difensori del corpo di tutti i tipi di microbi, quindi anche con il raffreddore le tonsille sono infiammate. L'amigdala è tessuto linfoide che si trova su entrambi i lati del collo. Un organo si infiamma quando l'immunità si indebolisce quando batteri patogeni e microrganismi entrano nel corpo. Per ridurre le tonsille, è necessario visitare un medico in tempo e iniziare un trattamento tempestivo.

Perché le loro dimensioni cambiano? A causa del fatto che con l'immunità indebolita spesso i batteri, i microbi invadono il corpo del bambino, e l'amigdala non resiste più, incapace di subire un colpo. Le tonsille infiammate aumentano di dimensioni.

Quando si riduce la tonsilla faringea, essa non blocca la laringe, mentre l'infiammata è in grado di bloccare l'apertura.

La tonsillite acuta con un tocco di tonsille è un sintomo di mal di gola. Malattia infettiva acuta (contagiosa), che è caratterizzata da infiammazione del tessuto linfoide dell'anello faringeo, il più delle volte le tonsille.

Motivi per l'aumento

Se un bambino ha febbre, debolezza, mal di gola, difficoltà di respirazione, sapore sgradevole in bocca e continue lamentele di dolore nell'area dell'orecchio, dovresti immediatamente andare dal medico. Nel periodo acuto della malattia, gli viene mostrato riposo a letto e bevute frequenti e abbondanti.

Il trattamento deve essere completo, mirato non solo a distruggere il virus, ma anche a ripristinare l'organo interessato, aumentando l'immunità. Solo con questo approccio, la malattia può essere curata qualitativamente.

Il laringoiatra deve esaminare il paziente e prescrivere un trattamento completo e mirato per ridurre le adenoidi e aumentare l'immunità (indipendentemente dal fatto che una delle parti sia colpita o entrambe).

Quando un bambino ha sistematicamente allargato le tonsille, si verificano frequenti recidive.

Come ridurre?

Al fine di ridurre le tonsille infiammate, è necessario iniziare il trattamento in tempo. In questo numero aiuterà i farmaci e i metodi tradizionali di trattamento. Considera tutti i metodi di terapia.

gargarismi

Per ridurre il corpo in primo luogo si dovrebbe applicare un risciacquo antisettico del collo, che contribuirà ad alleviare le tonsille dalla placca e ridurrà le dimensioni delle tonsille.

  • Risciacquare con soluzione di calendula 4-5 volte al giorno (1 -2 cucchiaino per 200 ml di acqua). All'inizio si usa acqua calda, abbassando gradualmente la temperatura a freddo assoluto. Così indurisci le adenoidi.
  • Soluzione di perossido di idrogeno 3% (un cucchiaino di perossido in un bicchiere d'acqua).
  • Infuso di propoli (40 gocce di tintura per 200 ml di acqua tiepida).
  • Soluzione di Furatsilina (2 compresse per 200 ml di acqua tiepida).
  • Lavare efficacemente i follicoli con la soluzione di penicillina (a giorni alterni, un ciclo di 10-15 giorni).
Torna al sommario

Terapia antibiotica

Vengono utilizzati tali tipi di trattamento, come il riempimento di paste follicolari, la terapia antibiotica. Il mercato della farmacia offre molti antibiotici che aiuteranno a trattare in modo rapido ed efficiente la malattia. Di regola vengono prescritti antibiotici macrolidi. Tuttavia, ricorda che gli antibiotici non solo possono "sopprimere" la malattia, ma anche danneggiare il corpo, specialmente il bambino inferme. Pertanto, in nessun caso non può impegnarsi in se stessi. Inoltre, la terapia antibiotica deve essere accompagnata dal ricevimento di bifidobatteri e lattobacilli, in grado di sostenere la microflora intestinale delle briciole.

Ricorda: un farmaco antibatterico è prescritto solo da un medico, tenendo conto delle caratteristiche individuali dell'organismo. Il corso del trattamento deve durare fino a quando il medico prescrive, interrompere la somministrazione di farmaci o prolungare se stessi è severamente vietato!

Metodi fisioterapeutici

Metodi fisioterapeutici per il trattamento delle tonsille. Questi includono:

Lavare le ghiandole ti permette di rimuovere i batteri morti.

  1. Terapia UHF - elimina gonfiore, in particolare dei linfonodi.
  2. L'ultrasuono è un'azione produttiva delle onde ultrasoniche volte ad eliminare i focolai di una malattia infettiva. Le onde ultrasoniche eliminano efficacemente la placca sulle ghiandole, dopo di che gli organi sono di dimensioni ridotte.
  3. L'irradiazione ultravioletta, insieme alla riabilitazione, consente di eliminare l'infezione, in modo che la ghiandola faringea diminuisca e ritorni al suo valore originale.
  4. Terapia laser Quando l'irradiazione laser diminuisce il gonfiore. Questo metodo non ha controindicazioni. Non solo l'infiammazione diminuirà, ma anche il volume del tessuto linfoide.
Torna al sommario

Kit di primo soccorso popolare

Ci sono molti rimedi popolari che aiutano a ridurre le tonsille. Per un trattamento efficace della tonsillite, prendi 1 bicchiere di succo di barbabietola, mescola con 1 cucchiaio di aceto, disegna e poi lava la bocca, la gola.

Per inalazione, è possibile utilizzare le patate (con l'aggiunta di soda e 2 compresse di validolo). Le patate devono essere lavate accuratamente e messe sul fuoco. Quando è cotto, deve essere allentato e, dopo averlo coperto con la testa, inalare il vapore per 10-15 minuti.

Per ridurre i linfonodi, si consiglia di mettere sul collo una benda di riscaldamento sotto forma di una sciarpa di lana.

Trattamento chirurgico

Se il bambino è costantemente malato di angina, tonsillite, sullo sfondo del quale cambia l'amigdala, i medici possono raccomandare un intervento chirurgico per rimuoverli.

Fasi di tonsillectomia: a - incisione con amigdala disegnato medialmente; b - separazione delle tonsille; in - imporre un ciclo sull'amigdala.

La tonsillectomia è la rimozione di un organo. L'essenza dell'operazione è di strappare la tonsilla ingrossata ingrossata. È impossibile strappare completamente la tonsilla faringale, c'è sempre la possibilità che le adenoidi si manifestino di nuovo.

Se le grandi tonsille palatine non causano a un bambino un serio disagio, non violare la respirazione durante il sonno, i medici consigliano ai genitori di guardarlo. Se la condizione del paziente peggiora nel tempo, il medico è obbligato a eseguire una tonsillectomia.

Misure preventive

È stato osservato che con l'età, l'organo cambia, inizia a svilupparsi nella direzione opposta e può scomparire del tutto. Pertanto, non affrettatevi ad accettare di fare l'operazione (a meno che, ovviamente, la situazione non sia critica). È meglio prestare particolare attenzione alla prevenzione.

Al fine di evitare le tonsille dilatate, ridurre al minimo il numero di malattie, è necessario aderire alle misure preventive. Prima di tutto, si consiglia di temperare il bambino, le sue tonsille. Per fare questo, è necessario insegnare al bambino a raffreddare l'acqua - non solo per inzupparlo, ma anche per bere. Questo non significa che dovresti bagnare immediatamente il bambino o bere acqua ghiacciata. Tutto dovrebbe succedere gradualmente, la temperatura diminuisce col tempo, l'unico modo per raggiungere la norma.

Per migliorare l'immunità, usano le vitamine dei gruppi B, PP, acido ascorbico, olio di pesce.

Non dimenticare i benefici del camminare all'aria aperta, spesso cammina con il bambino per strada, non solo ripristinerà la sua forza, ma diventerà anche una garanzia di un sano sonno sano.

Tonsille ingrossate senza febbre

L'ipertrofia delle tonsille non è una diagnosi indipendente, ma un sintomo che indica la presenza di processi infiammatori nel corpo. Cosa devo fare se le mie tonsille sono ingrandite?

I principi della terapia dipendono dai fattori eziologici che provocano cambiamenti patologici nei tessuti linfadenoidi.

Secondo il pediatra E. O. Komarovsky, l'allentamento e l'aumento delle tonsille palatine e faringee nei bambini sono spesso associate allo sviluppo di malattie infettive. Ridurre la reattività del corpo del bambino stimola la riproduzione di virus e batteri patogeni. Di conseguenza, i componenti dell'anello faringale del lemfadenoide, che svolgono una funzione protettiva, si infiammano, il che porta ad un aumento delle dimensioni delle ghiandole e della tonsilla faringea.

Le tonsille sono piccole formazioni di forma ovale che si trovano nella regione della bocca e nasofaringe. Sono costituiti da tessuti linfadenoidi coinvolti nella sintesi di sangue e cellule immunocompetenti. Le tonsille faringee, linguali, tubariche e palatali sono i componenti principali dell'anello faringeo, che protegge gli organi respiratori dalla penetrazione di agenti patogeni.

In assenza di compromissione funzionale nel lavoro delle ghiandole, non è richiesto l'intervento medico e chirurgico.

L'ipertrofia dei tessuti linfoidi è più comune nei bambini e colpisce principalmente le tonsille faringee e le tonsille (tonsille palatali). Nel caso dell'infiammazione degli organi, il trattamento inizia con l'uso di un mezzo di terapia conservativa. Con l'inefficacia del trattamento farmacologico può richiedere un intervento chirurgico, che comporta la rimozione parziale (tonsillotomia) o completa (tonsillectomia) di accumuli linfoidi.

Perché si verifica l'ipertrofia delle tonsille? L'aumento dei tessuti linfoidi in alcuni casi è associato all'intensificazione della sintesi di cellule immunocompetenti. Il trattamento terapeutico è prescritto solo in caso di infiammazione catarrale o purulenta di organi. I meccanismi protettivi del corpo di un bambino non sono completamente regolati, quindi i bambini in età prescolare sono più sensibili alle malattie infettive rispetto agli adulti.

Gli agenti causali dei processi patologici nelle tonsille possono essere:

adenovirus; rinovirus; virus dell'herpes; virus influenzale; coronavirus; stafilococchi; meningococco; streptococchi; bastoncino di difterite; micoplasma; funghi; spirochete.

L'infiammazione settica degli accumuli linfoidi porta a gonfiore, iperemia e fusione dei tessuti. Un aumento critico delle dimensioni delle tonsille rende difficile la respirazione, che può causare ipossia acuta in un bambino.

EO Komarovsky sostiene che il passaggio prematuro della terapia farmacologica può portare alla cronizzazione dei processi patologici. Pertanto, quando si individuano i primi segni di infiammazione della gola, è necessario rivolgersi ad uno specialista. Malattie come adenoidite, tonsillite purulenta, difterite e tonsillite cronica rappresentano una particolare minaccia per i bambini.

Indicazioni dirette per il riferimento a un pediatra sono i seguenti segni della malattia:

gola rossa; ipertrofia delle tonsille; difficoltà a deglutire; febbre alta; fioritura bianca e punti sulle ghiandole; linfonodi ingrossati.

L'adenoidite nei bambini sotto i 3 anni causa l'ipossia, che influisce negativamente sullo sviluppo fisico e mentale del bambino.

In caso di infezione batterica, c'è una forte intossicazione del corpo con i metaboliti dei patogeni. I sintomi di avvelenare il corpo di sostanze tossiche di batteri patogeni sono mialgia, mal di testa, febbre, debolezza e mancanza di appetito.

Quale dovrebbe essere il trattamento dell'ipertrofia delle tonsille nei bambini? L'infiammazione dei tessuti linfoadenoidi richiede un trattamento medico immediato, che comprende un'intera gamma di interventi terapeutici. Lo schema ei principi del trattamento possono essere determinati da uno specialista solo dopo aver esaminato il bambino e aver identificato l'agente infettivo.

Per prevenire lo sviluppo di complicazioni sistemiche e locali consente l'attuazione di diverse raccomandazioni importanti:

osservanza del riposo a letto; prevenzione dell'ipotermia infantile; aerazione regolare della stanza; bere abbastanza bevande calde; esclusione dalla dieta del cibo solido, gola traumatica.

Sovraccarico fisico aiuta ad accelerare la circolazione del sangue nei tessuti, che contribuisce solo alla progressione dell'infezione e alla diffusione delle lesioni.

Ecco perché nel periodo di infiammazione acuta della gola e delle ghiandole, è opportuno osservare rigorosamente il riposo a letto.

A sua volta, l'uso di grandi quantità di bevande stimola il processo di eliminazione delle sostanze tossiche dal corpo, che aiuta ad eliminare i sintomi comuni di intossicazione.

L'ipertrofia delle tonsille nei bambini è la causa di una serie di disturbi nel corpo. La costante mancanza di ossigeno (ipossia), dovuta alla sovrapposizione delle tonsille ipertrofiche del tratto respiratorio, porta al ritardo dei bambini nello sviluppo fisico. Circa il 25% dei pazienti con ghiandole ingrossate sviluppa enuresi e anormalità mentali associate.

Come trattare le tonsille allargate in un bambino? Komarovsky sostiene che l'ipertrofia del tessuto linfoadenoide senza intervento chirurgico è possibile solo nel caso del passaggio di una terapia complessa. Di norma, il piano di trattamento per le malattie otorinolaringoiatriche nei bambini è il seguente:

pulizia delle lacune e dei follicoli delle tonsille da muco patologico e agenti patogeni infettivi con antisettici in soluzione; l'eliminazione di manifestazioni allergiche e gonfiore con antistaminici; aumento dell'immunità generale e locale con complessi vitaminico-minerali e immunostimolanti; uccidere gli agenti patogeni con farmaci etiotropici - antibiotici, agenti antifungini e antivirali; accelerazione dei processi di cicatrizzazione dei tessuti con l'aiuto di procedure fisioterapiche.

I metodi fisioterapeutici di trattamento sono usati solo nella fase di risoluzione dei processi infiammatori nei tessuti linfadenoidi.

Cosa significa trattare l'infiammazione delle tonsille? Di norma, l'ipertrofia degli accumuli linfoadenoidi è causata dallo sviluppo di un'infezione batterica, meno comunemente virale. Eliminare i patogeni delle malattie otorinolaringoiatriche usando l'azione etiotropica della droga. Gli antibiotici sistemici e i farmaci antivirali inibiscono lo sviluppo della flora patogena, che contribuisce alla regressione dell'infiammazione e dell'epitelizzazione dei tessuti colpiti.

È possibile eliminare le manifestazioni di infiammazione batterica con l'aiuto di agenti antimicrobici ad ampio spettro. I farmaci più efficaci includono:

"Panklav" è un antibiotico penicillinico semi-sintetico che distrugge la maggior parte dei microbi gram-positivi che sintetizzano la beta-lattamasi; utilizzato nel trattamento della tonsillite follicolare e lacunare, faringite, flemmone, sinusite, ecc.; "Augmentin" è un farmaco batteriolitico che impedisce lo sviluppo della maggior parte dei ceppi di batteri aerobici; utilizzato per eliminare i processi purulento-infettivi negli organi respiratori; "Zi-factor" è un antibiotico macrolide di azione batteriostatica e anti-infiammatoria, che viene utilizzato per eliminare i processi purulenta negli organi ENT di qualsiasi localizzazione; "Claritromicina" - un farmaco appartenente al gruppo dei macrolidi, che inibisce l'attività riproduttiva dei microbi; utilizzato nel trattamento dell'infiammazione infettiva nelle vie respiratorie inferiori e superiori.

Se non ci sono depositi bianchi e tappi purulenti sulle tonsille, l'infiammazione è molto probabilmente causata da agenti patogeni virali. In questo caso, il trattamento viene effettuato con l'aiuto di preparazioni antivirali e immunostimolanti. I seguenti farmaci permettono di fermare l'infiammazione catarrale nei tessuti linfoidi:

"Orvirem" - un agente antivirale che interferisce con la replicazione degli agenti patogeni dell'RNA, che porta all'eliminazione della flora patogena nelle lesioni; "Relenza" è un farmaco selettivo che inibisce la biosintesi della neuraminidasi da virus patogeni, che accelera la regressione dell'infiammazione; "Viferon" - un inibitore di interferone con azione antiproliferativa e immunostimolante; aumenta l'attività delle cellule immunitarie, che accelera il processo di distruzione degli agenti patogeni; "Kagocel" è una medicina combinata con effetti antimicrobici, fungistatici e antivirali.

Gli induttori di interferone non possono essere utilizzati per il trattamento di bambini di età inferiore ai 6-7 anni.

La distruzione della flora patogena impedisce la progressione dei processi patologici. Un graduale aumento dell'immunità locale contribuisce alla rigenerazione dei tessuti danneggiati, al riassorbimento degli infiltrati nelle mucose e all'eliminazione dell'ipertrofia della ghiandola.

Il trattamento sintomatico aiuta ad alleviare il decorso della malattia, eliminare il disagio alla gola, mialgia, mal di testa, ecc. Nello schema della terapia del bambino di solito includono losanghe, soluzioni per il risciacquo dell'orofaringe, spray per calmare la gola e complessi vitaminico-minerali per rafforzare il sistema immunitario.

Eliminare i segni di ipertrofia dei tessuti linfoidi e i sintomi generali di intossicazione utilizzando i seguenti farmaci:

"Loratadin" - farmaco antiallergico che aiuta ad eliminare gonfiore e iperemia tissutale; "Kameton" è uno spray per l'irrigazione dell'orofaringe, che ha un'azione antisettica, cicatrizzante e anestetica locale; "Stopangin" - losanghe, che inibiscono lo sviluppo della flora patogena nelle tonsille colpite; "Chlorophyllipt" - soluzione per il risciacquo delle azioni disinfettanti, antiedematose e cicatrizzanti; "Imunorix" - un immunostimolatore che promuove la sintesi di interferone nel corpo, partecipando al processo di distruzione dei virus; "Centrum" è un complesso vitaminico-minerale che normalizza il metabolismo cellulare e i processi di rigenerazione nei tessuti; "L'ibuprofene" è un'azione antinfiammatoria antipiretica che interferisce con la sintesi dei mediatori dell'infiammazione.

In caso di fallimento della terapia conservativa e di un ulteriore aumento delle tonsille, viene prescritto un trattamento chirurgico che prevede la rimozione parziale o completa delle formazioni linfoidi.

Il trattamento di fisioterapia mira a ripristinare le funzioni delle tonsille ipertrofiche. L'esposizione del tessuto alla luce ultravioletta, i campi magnetici, la corrente alternata e gli ultrasuoni stimolano la circolazione sanguigna nei tessuti. L'eliminazione dei processi stagnanti aiuta a ripristinare la funzione drenante delle ghiandole e, di conseguenza, a ridurne le dimensioni.

Per il trattamento dell'angina acuta, della tonsillite cronica e di altre malattie otorinolaringoiatriche nei bambini possono essere utilizzati i seguenti metodi di fisioterapia:

irradiazione ultravioletta - distrugge i batteri patogeni, allevia il gonfiore e l'infiammazione dalle formazioni di linfadenoidi; Terapia UHF - normalizza la microcircolazione sanguigna nei tessuti, che contribuisce alla rigenerazione delle tonsille colpite; ultrasuonoterapia: pulisce le lacune e i follicoli dal contenuto purulento, a seguito del quale viene ripristinata la funzione di drenaggio degli organi; terapia laser - distrugge gli agenti patogeni e purifica i tessuti linfoidi dall'essudato patologico.

Per eliminare l'infiammazione cronica e l'ipertrofia delle tonsille, è necessario completare almeno 7-10 cicli di fisioterapia.

Durante il trattamento, è indesiderabile rifiutare di prendere farmaci anti-infiammatori e azione antimicrobica.

Molti genitori hanno familiarità con il problema dell'infiammazione delle tonsille in un bambino. Un organo ingrossato non può essere una malattia indipendente. Questa è solo una manifestazione di una patologia più grave nel corpo. Il sintomo principale di un problema può essere un cambiamento nel comportamento del bambino.

Le tonsille in un bambino sono infiammate più spesso che negli adulti a causa di un sistema immunitario debole.

Le tonsille o le tonsille svolgono una funzione protettiva nel corpo umano. L'organo si trova all'intersezione dei canali nasali e della faringe, alla base della lingua (uno su ciascun lato). Le tonsille sono palpate dalla parte esterna del collo (sotto la mascella), specialmente se è notevolmente aumentata. La loro funzione principale consiste nel prevenire l'ingresso di infezioni, batteri nocivi e microrganismi con cibo, acqua e aria.

Quando un numero eccessivo di patogeni tessuto linfoide non riesce a far fronte alla sua funzione, diventa infiammato e diventa un agente patogeno indipendente del processo patologico, che porta ad un aumento delle tonsille. Quando le tonsille sono ingrandite in un bambino, la malattia è chiamata tonsillite cronica o la sua forma acuta, in altre parole, tonsillite.

Le tonsille dilatate in un bambino sono un segno di un'immunità indebolita, una disfunzione dell'organo filtrante che accumula agenti patogeni e gradualmente si infiamma.

Ci sono quattro fasi di infiammazione:

Il primo stadio è caratterizzato da un aumento delle tonsille in 1/3 dello spazio situato ai margini dell'arco anteriore del palato e del vomere (metà della faringe). I sintomi di questo stadio non sono fortemente sviluppati. Durante il giorno, il bambino respira normalmente, e di notte si notano alcuni disturbi: russamento e respirazione attraverso la bocca aperta Il secondo grado di infiammazione è caratterizzato dalla sovrapposizione di ½ del dispositivo di apertura con tonsille dilatate. La disfunzione respiratoria diventa più visibile e nella terza fase il vomere è quasi completamente chiuso dall'amigdala. Il bambino si lamenta del disagio durante la deglutizione. Cattiva respirazione L'ultimo quarto grado caratterizza la completa sovrapposizione della faringe, quando le tonsille si ingrandiscono notevolmente.

Ogni fase è pericolosa. In primo luogo, le ghiandole aumentano rapidamente con una fonte costante di infezione. In secondo luogo, l'infiammazione si sviluppa rapidamente e può andare agli organi vicini, entrare nel sangue, che diffonderà l'infezione in tutto il corpo in breve tempo. Pertanto, è meglio iniziare il trattamento in una fase iniziale. Altrimenti, si verificheranno cambiamenti irreversibili nello scheletro facciale non ancora sviluppato del bambino e dei sistemi corporei:

morso improprio della mascella, sottosviluppo del torace, anemia, ritardo mentale.

Le caratteristiche caratteristiche delle tonsille dilatate sono:

cambiamenti nella dimensione della ghiandola linfoide, che viene rilevata durante la palpazione esterna, dolore nel rinofaringe, difficoltà a deglutire il cibo, disfunzione nel sistema respiratorio, problemi di sonno, gola irritata rossa, febbre.

La condizione generale del bambino si sta deteriorando. È costantemente debole, ma l'apatia improvvisamente lascia il posto all'irritabilità. Diventa difficile per un bambino respirare non solo attraverso il naso, ma anche attraverso la bocca. Spesso ci sono attacchi di paura inspiegabile. È pigro e inattivo, non vuole giocare, è cattivo e mangia poco.

L'infiammazione delle tonsille non è raramente accompagnata da un odore specifico dalla bocca.

L'edema delle tonsille è spesso accompagnato da un cambiamento nel volume di un ampio lato degli organi vicini: linfonodi, adenoidi. Tale risultato di infiammazione può essere identificato da una forte scarica di un colore grigio-verdastro dal naso, un rivestimento solido o giallastro biancastro o isolotto sulle tonsille e sulla lingua e un odore specifico nella cavità orale. La temperatura corporea allo stesso tempo può aumentare drasticamente (fino a 40 ° C) o gradualmente (fino a valori subfebrillari).

È importante fornire assistenza tempestiva al bambino e non auto-medicare. Le droghe e le modalità per risolvere un problema scarsamente scelti possono portare al suo peggioramento e a gravi complicazioni.

Un medico durante l'esame e i risultati della faringoscopia determineranno accuratamente il grado di infiammazione delle ghiandole, identificheranno le cause e prescriveranno il trattamento corretto. Frequenti fonti del problema delle tonsille dilatate sono i batteri streptococcici e stafilococchi. Esacerbano la tonsillite cronica o causano angina acuta, provocando l'insorgere di un numero di sintomi caratteristici facilmente osservabili. A volte solo una tonsilla può infiammarsi.

La terapia delle ghiandole allargate nei bambini differisce da quella usata in relazione al corpo adulto. Al bambino vengono prescritti antibiotici specifici, in prevalenza macrolidi, poiché una reazione allergica si manifesta spesso nella serie delle penicilline nel corpo dei bambini. Le dosi vengono selezionate dal medico individualmente, come un ciclo di trattamento, che non deve essere interrotto immediatamente dopo l'inizio della remissione.

Insieme con gli antibiotici, è necessario fare risciacquo e inalazione con decotti di erbe o infusi, irrigare il tessuto malato con antisettici dei bambini - per trattare non un metodo.

La terapia scelta correttamente conduce al pieno recupero dalla forma acuta del processo infiammatorio.

In caso di forma cronica, in particolare in caso di ipertrofia delle tonsille, i bambini sono registrati. Nel periodo delle infezioni virali respiratorie acute acute (primavera, autunno), la terapia profilattica viene necessariamente eseguita secondo un programma selezionato individualmente. Per regolare le dimensioni della ghiandola linfoide sono stati usati metodi di esposizione al tessuto.

Se si verifica un deterioramento del sistema immunitario, si sviluppano reumatismi e malattie cardiache, il sistema vascolare è disturbato e i metodi standard di terapia non aiutano, il medico consiglia di eseguire l'operazione. Sono necessarie misure per impedire a un bambino di rallentare lo sviluppo, ridurre le sue capacità mentali e l'eccessivo lavoro eccessivo del corpo.

Il complesso di misure terapeutiche tradizionali includeva:

metodi antibatterici basati sull'assunzione di farmaci immunostimolanti, risciacquo e lubrificazione delle tonsille dilatate con antisettici, procedure di fisioterapia con ultrasuoni, laser o esposizione ad altre fonti di energia, terapia vitaminica.

Le condizioni per la terapia di successo sono:

riposo a letto, bevanda alcalina calda, una dieta parsimoniosa di cibi a caldo, assicurando calore secco avvolgendo il collo con una sciarpa a maglia.

Modi efficaci per risciacquare le aree infiammate:

camomilla, salvia o menta: una manciata di erba viene versata con due tazze di acqua bollente, una soluzione di sale e soda in un rapporto di 1: 1: 30, rispettivamente, il 3% di perossido di idrogeno: 1 cucchiaino. concentrato di perossido in 250 ml di acqua, infusione di propoli: 40 gocce di una soluzione alcolica in 200 ml di acqua calda depurata, soluzione di furatsilina: macinare 2 compresse e diluire in 200 ml di acqua.

La procedura deve essere eseguita fino a cinque volte al giorno prima e dopo i pasti, prima di applicare gli spray per il trattamento e gli unguenti. Lavaggio per pulire le tonsille da batteri, pus e placca. Antibiotici come azitromicina, eritromicina, sumamed sono raccomandati per i bambini. I farmaci vengono selezionati individualmente in base ai risultati dei test sulla tolleranza del corpo di un bambino e alla resistenza di un ceppo batterico a determinati tipi. Dovrebbero essere fornite le misure accessorie del bambino:

un sacco di bere caldo: tè leggero con limone, composta di frutta secca, succhi naturali diluiti, pasti frazionari: brodi leggeri, zuppe purè, porridge liquido.

Cibo e bevande non dovrebbero essere freddi, non caldi, ma caldi, non fastidiosi. Con una dieta moderata, è vivamente consigliato un corso multivitaminico. In assenza dell'effetto della terapia, specialmente con il progredire della malattia, le tonsille devono essere rimosse. Questo proteggerà il corpo dei bambini da ulteriori infezioni.

Sulla questione del perché sia ​​necessario rimuovere le tonsille, solo il medico risponde sulla base dei risultati della terapia e dell'esame generale del bambino. Poiché le tonsille sono un potente filtro e protettore del corpo, la loro rimozione può influire negativamente sulla salute del bambino. Pertanto, un medico qualificato proverà a curare l'organo malato e, in assenza di risultati, deciderà sulla terapia chirurgica.

Un'operazione viene assegnata se:

la frequenza delle esacerbazioni della forma cronica supera 4 volte durante l'anno, la presenza di complicanze: pielonefrite, poliartrite, malattie del muscolo cardiaco, ecc.

In altri casi, una maggiore istruzione all'età di 5-6 anni è la norma, in base alle condizioni dell'attuale situazione ambientale. Di norma, nel normale funzionamento del corpo del bambino all'età di dieci anni, la dimensione delle ghiandole dovrebbe tornare alla normalità. La decisione sull'operazione viene presa solo in base al loro malfunzionamento.

La rimozione completa o parziale della ghiandola viene eseguita in anestesia locale o generale. La seconda opzione è raccomandata, in quanto è meno traumatica per la psiche del bambino. I metodi di intervento chirurgico si distinguono per la dimensione del tessuto rimosso, la quantità di perdita di sangue e le possibili conseguenze. Per la rimozione delle tonsille, i bambini usano quattro metodi:

onde radio, distruzione laser (per bambini sopra i 10 anni), crio-congelamento, ecografia.

È possibile prevenire il ripetersi della malattia mantenendo il sistema immunitario del bambino, scegliendo il regime giusto, la tempra ragionevole, il trattamento termale regolare. È importante eliminare possibili fonti di infezione, come carie, adenoidi e altre gravi malattie otorinolaringoiatriche.

La maggior parte dei genitori ritiene che le tonsille dilatate in un bambino siano un sintomo completamente innocuo di una malattia respiratoria acuta. Un mal di gola può, infatti, essere una delle manifestazioni di un raffreddore, ma spesso diventa una fonte di infezione cronica e causa di gravi patologie. Se un bambino ha spesso tonsille infiammate, è necessaria una visita all'otorinolaringoiatra.

Le principali cause di tonsille dilatate in un bambino sono infezioni acute con terapia inadeguata o incompleta. Tra i patogeni più comuni ci sono:

streptococchi e stafilococchi; pneumococchi; bacillo di hemophilus; virus influenzale; herpes; enterovirus; adenovirus; clamidia; micoplasma.

Dopo la scomparsa dei sintomi di una malattia acuta, che viene scambiata per un completo recupero, batteri, virus e parassiti non vengono completamente rimossi dal corpo, ma continuano a vivere in lacune. La riproduzione di agenti patogeni provoca un'infiammazione pigra, in risposta alla quale cresce il tessuto linfoide.

Di conseguenza, le tonsille aumentano gradualmente di dimensioni, portando a difficoltà nella deglutizione e nella respirazione. Sullo sfondo di un processo patologico costante, qualsiasi fattore scatenante come stress o ipotermia può causare aggravamento.

Tuttavia, non solo le infezioni causano le tonsille ipertrofiche. Carenza di vitamina C, malattie del sangue, tra cui il cancro e una serie di altre malattie possono anche contribuire alla crescita del tessuto linfoide.

Le tonsille sono organi importanti del sistema immunitario, che si trovano sul bordo del tratto respiratorio e digerente. Svolgono un ruolo importante nelle reazioni protettive e adattative del corpo, partecipando alla formazione dell'immunità cellulare e umorale.

Ma con la tonsillite, quando un gran numero di batteri si annidano nelle lacune (fessure profonde delle tonsille) nidificano (principalmente streptococco beta-emolitico di tipo A), perdono la loro funzione protettiva e costituiscono un focolaio infettivo che causa complicazioni così gravi, come i reumatismi, nefrite e poliartrite. La consultazione di un otorinolaringoiatra è necessaria per fare una diagnosi corretta.

La struttura delle tonsille è simile ai linfonodi, in cui la membrana esterna non è cutanea, ma mucosa. Sulla sua superficie ci sono molte escrescenze che formano delle rientranze: lacune. I linfociti maturano nei tessuti del corpo - le cellule immunitarie responsabili della produzione di anticorpi contro i microrganismi patologici. All'interno dei vasi linfatici adiacenti dell'amigdala, una mucosa sana blocca sulla via del linfonodo.

La lotta dei linfociti con agenti patogeni è localizzata sulla superficie o nello spessore dello strato mucoso delle tonsille. Per liberarsi dei microbi e prevenirne l'introduzione, nell'epitelio si sviluppa una reazione infiammatoria con desquamazione attiva delle cellule. Esternamente, questo processo si manifesta allentando le tonsille: la loro superficie appare irregolare e opaca, e nelle aree di morte cellulare intensa, le pareti del linfonodo sono esposte. In questo contesto, i batteri riescono a penetrare all'interno e creare un nodoso di infiammazione cronica.

Come sapete, uno dei fattori stimolanti per lo sviluppo di malattie delle tonsille è l'ipotermia del corpo del bambino o il raffreddamento diretto delle tonsille stesse con aria fredda, acqua o gelato, che provoca angina acuta, che in casi ripetuti si trasforma spesso in tonsillite cronica. Un ruolo importante nello sviluppo di quest'ultimo è giocato da denti cariati, malattia parodontale, antritis e altri processi infiammatori cronici. Con tonsillite, che si verifica tra i bambini nel 12-15%, i pazienti si lamentano di mal di gola, difficoltà a deglutire, tosse e mal di testa.

Abbastanza spesso nei bambini di età compresa tra 5-13 anni, si osservano adenoidi - una proliferazione patologica del tessuto della tonsilla faringea. La principale causa dello sviluppo di adenoidi è di nuovo considerata come un fattore ambientale avverso che causa infiammazione del tratto respiratorio superiore, che influisce negativamente sulla condizione del tessuto linfoide della gola. Le adenoidi causano la chiusura del joan, che porta a una violazione della respirazione nasale. Questo è più spesso manifestato quando il bambino sta dormendo.

I bambini malati dormono irrequieti, spesso si svegliano, russano, dopo aver dormito - stanchi. Nei bambini con adenoidi, l'udito è ridotto, la parola diventa nasale, hanno un'espressione tipica con una bocca semiaperta. Questi bambini hanno frequenti mal di testa, stanchezza, pelle pallida. In classe i bambini sono sparsi, disattenti, in ritardo nella scuola.

La scala dell'ipertrofia delle tonsille è divisa in gradi, ce ne sono quattro:

Nella fase iniziale, il tessuto ipertrofico chiude fino al 30% del lume tra il cielo e il centro della faringe. I sintomi sono ancora lievi, soprattutto di notte, quando il bambino ha il russare e la respirazione attraverso la bocca. Con il secondo grado di aumento, circa la metà dell'apertore viene bloccata e le difficoltà respiratorie diventano evidenti durante il giorno. Il terzo stadio è caratterizzato da disfunzione respiratoria e problemi con la deglutizione - lo spazio faringeo è significativamente riempito con tessuto troppo cresciuto. All'ultimo stadio, le tonsille sono così allargate nel bambino che la faringe è quasi completamente bloccata.

Nell'infiammazione permanente, la transizione da uno stadio all'altro avviene abbastanza rapidamente e l'infezione può diffondersi attraverso il sistema linfatico e i vasi sanguigni in tutto il corpo, influenzando non solo gli organi vicini, ma anche quelli distanti. In un bambino che sta crescendo attivamente, le tonsille dilatate possono portare a un ritardo nello sviluppo fisico e mentale, causando disturbi dello scheletro facciale, come un overbite.

L'ipertrofia delle tonsille non è una malattia indipendente, ma un sintomo associato alla diagnosi principale. A seconda delle cause della crescita dei tessuti, le manifestazioni cliniche possono variare:

Se le tonsille sono ingrandite nel bambino e la temperatura, congestione nasale, tosse, mal di gola, malessere generale, è una malattia respiratoria acuta. Ulcere, placca purulenta sulla superficie delle tonsille sullo sfondo della gola rossa e linfonodi ingrossati senza manifestazioni catarrali sono caratteristiche della tonsillite. Densi film bianchi sulle ghiandole e gonfiori del collo sono veri segni di difterite faringea. Un aumento di una tonsilla può indicare un virus dell'herpes simplex, la sifilide o la tularemia. Il processo necrotico in entrambe le tonsille è un motivo per sospettare un corso di anemia maligno. La congestione persistente delle orecchie e l'otite media cronica con esacerbazioni frequenti possono essere associate a un aumento delle tonsille tubulari. La respirazione nasale difficile, a causa della quale la bocca del bambino è costantemente aperta, è il sintomo principale delle adenoidi, le tonsille faringee ricoperte di vegetazione. Questa condizione è caratterizzata da problemi con il sonno, il russamento e la malattia quotidiana causata da loro, i capricci e la rapida stanchezza. Con una malattia a lungo termine, un bambino inizia ad avere un ritardo nello sviluppo, problemi con la memoria e l'apprendimento. Nei casi più gravi si sviluppano convulsioni per tipo di epilessia, attacchi bronchiali, enuresi. Difficoltà con la deglutizione, una tosse non produttiva riflessa e la sensazione di un oggetto estraneo nella gola indicano ipertrofia della tonsilla linguale.

Per quanto riguarda i sintomi generali inerenti alle ghiandole e agli adenoidi allargati nei bambini, il più delle volte questi sono:

disagio alla gola; respirazione nasale difficile a vari livelli: voci nasali; ghiandole visivamente grandi, sciolte e pallide che sovrastano la laringe; odore particolare dalla bocca; linfonodi ingrossati e morbidi alla palpazione; sonno agitato, russare; raffreddori frequenti complicati da otite, sinusite, ecc.

Se un bambino è regolarmente preoccupato per tali segni, deve essere mostrato all'otorinolaringoiatra. Quando vengono rilevati processi infiammatori cronici, un piccolo paziente viene inserito nell'account ENT.

Per normalizzare la dimensione delle tonsille, è necessario eliminare la causa dell'ipertrofia. Di norma, a seguito del trattamento della malattia di base, si verifica una diminuzione del tessuto linfatico. Tuttavia, la prima cosa da fare è rimuovere gli agenti patogeni dalle lacune e fermare il processo infiammatorio.

Su base ambulatoriale, il bambino viene lavato in modo antisettico con una siringa o un apparecchio. Pertanto, le lacune vengono eliminate dall'accumulo di microbi, pus e epitelio desquamato. Quindi le ghiandole vengono trattate con una soluzione di Lugol, Protargol - per distruggere i patogeni. Il corso di tale terapia è di 10 giorni e si svolge ogni 3-6 mesi. Con adenoidi, è necessario ripristinare la pervietà dei passaggi nasali. A tal fine, si utilizzano lavaggi con soluzioni saline, fisioterapia (riscaldamento UV), esercizi di respirazione.

Se necessario, la terapia antibatterica è effettuata, in aggiunta - mezzi e procedure locali. È assolutamente necessario osservare un regime delicato per il corpo del bambino nel suo insieme e direttamente per il rinofaringe stesso. Parallelamente, vengono prese misure per rafforzare l'immunità locale e generale. Se i metodi conservativi non danno risultati soddisfacenti, può essere presa una decisione sul trattamento chirurgico. Il tessuto tonsillare ipertrofico, come fonte di infezione permanente, deve essere rimosso.

Foto: polvere per sospensione di Amoxiclav

Il trattamento delle tonsille dilatate viene eseguito da un pediatra, se il bambino ha una comune malattia respiratoria acuta e se sospetta adenoidi, tonsillite e altri problemi del profilo ORL, è un otorinolaringoiatra. Prima di tutto, il bambino è stato prescritto:

riposo a letto; un menu di piatti caldi omogeneizzati (purè, purè); bere alcalino ad una temperatura confortevole; calore secco sul collo (sciarpa o scialle).

Se sono richiesti antibiotici, la scelta di un particolare farmaco e dosaggio è lasciata alla discrezione del medico, tenendo conto delle condizioni e dell'età del piccolo paziente. Le più comunemente prescritte sono:

Tonsille ingrandite in un bambino Komarovsky

L'ipertrofia delle tonsille non è una diagnosi indipendente, ma un sintomo che indica la presenza di processi infiammatori nel corpo. Cosa devo fare se le mie tonsille sono ingrandite?

I principi della terapia dipendono dai fattori eziologici che provocano cambiamenti patologici nei tessuti linfadenoidi.

Secondo il pediatra E. O. Komarovsky, l'allentamento e l'aumento delle tonsille palatine e faringee nei bambini sono spesso associate allo sviluppo di malattie infettive. Ridurre la reattività del corpo del bambino stimola la riproduzione di virus e batteri patogeni. Di conseguenza, i componenti dell'anello faringale del lemfadenoide, che svolgono una funzione protettiva, si infiammano, il che porta ad un aumento delle dimensioni delle ghiandole e della tonsilla faringea.

Tonsille: che cos'è?

Le tonsille sono piccole formazioni di forma ovale che si trovano nella regione della bocca e nasofaringe. Sono costituiti da tessuti linfadenoidi coinvolti nella sintesi di sangue e cellule immunocompetenti. Le tonsille faringee, linguali, tubariche e palatali sono i componenti principali dell'anello faringeo, che protegge gli organi respiratori dalla penetrazione di agenti patogeni.

In assenza di compromissione funzionale nel lavoro delle ghiandole, non è richiesto l'intervento medico e chirurgico.

L'ipertrofia dei tessuti linfoidi è più comune nei bambini e colpisce principalmente le tonsille faringee e le tonsille (tonsille palatali). Nel caso dell'infiammazione degli organi, il trattamento inizia con l'uso di un mezzo di terapia conservativa. Con l'inefficacia del trattamento farmacologico può richiedere un intervento chirurgico, che comporta la rimozione parziale (tonsillotomia) o completa (tonsillectomia) di accumuli linfoidi.

Cause di infiammazione

Perché si verifica l'ipertrofia delle tonsille? L'aumento dei tessuti linfoidi in alcuni casi è associato all'intensificazione della sintesi di cellule immunocompetenti. Il trattamento terapeutico è prescritto solo in caso di infiammazione catarrale o purulenta di organi. I meccanismi protettivi del corpo di un bambino non sono completamente regolati, quindi i bambini in età prescolare sono più sensibili alle malattie infettive rispetto agli adulti.

Gli agenti causali dei processi patologici nelle tonsille possono essere:

adenovirus; rinovirus; virus dell'herpes; virus influenzale; coronavirus; stafilococchi; meningococco; streptococchi; bastoncino di difterite; micoplasma; funghi; spirochete.

L'infiammazione settica degli accumuli linfoidi porta a gonfiore, iperemia e fusione dei tessuti. Un aumento critico delle dimensioni delle tonsille rende difficile la respirazione, che può causare ipossia acuta in un bambino.

Quando andare dal dottore?

EO Komarovsky sostiene che il passaggio prematuro della terapia farmacologica può portare alla cronizzazione dei processi patologici. Pertanto, quando si individuano i primi segni di infiammazione della gola, è necessario rivolgersi ad uno specialista. Malattie come adenoidite, tonsillite purulenta, difterite e tonsillite cronica rappresentano una particolare minaccia per i bambini.

Indicazioni dirette per il riferimento a un pediatra sono i seguenti segni della malattia:

gola rossa; ipertrofia delle tonsille; difficoltà a deglutire; febbre alta; fioritura bianca e punti sulle ghiandole; linfonodi ingrossati.

L'adenoidite nei bambini sotto i 3 anni causa l'ipossia, che influisce negativamente sullo sviluppo fisico e mentale del bambino.

In caso di infezione batterica, c'è una forte intossicazione del corpo con i metaboliti dei patogeni. I sintomi di avvelenare il corpo di sostanze tossiche di batteri patogeni sono mialgia, mal di testa, febbre, debolezza e mancanza di appetito.

Raccomandazioni E. A proposito di Komarovsky

Quale dovrebbe essere il trattamento dell'ipertrofia delle tonsille nei bambini? L'infiammazione dei tessuti linfoadenoidi richiede un trattamento medico immediato, che comprende un'intera gamma di interventi terapeutici. Lo schema ei principi del trattamento possono essere determinati da uno specialista solo dopo aver esaminato il bambino e aver identificato l'agente infettivo.

Per prevenire lo sviluppo di complicazioni sistemiche e locali consente l'attuazione di diverse raccomandazioni importanti:

osservanza del riposo a letto; prevenzione dell'ipotermia infantile; aerazione regolare della stanza; bere abbastanza bevande calde; esclusione dalla dieta del cibo solido, gola traumatica.

Sovraccarico fisico aiuta ad accelerare la circolazione del sangue nei tessuti, che contribuisce solo alla progressione dell'infezione e alla diffusione delle lesioni.

Ecco perché nel periodo di infiammazione acuta della gola e delle ghiandole, è opportuno osservare rigorosamente il riposo a letto.

A sua volta, l'uso di grandi quantità di bevande stimola il processo di eliminazione delle sostanze tossiche dal corpo, che aiuta ad eliminare i sintomi comuni di intossicazione.

Principi di trattamento

L'ipertrofia delle tonsille nei bambini è la causa di una serie di disturbi nel corpo. La costante mancanza di ossigeno (ipossia), dovuta alla sovrapposizione delle tonsille ipertrofiche del tratto respiratorio, porta al ritardo dei bambini nello sviluppo fisico. Circa il 25% dei pazienti con ghiandole ingrossate sviluppa enuresi e anormalità mentali associate.

Come trattare le tonsille allargate in un bambino? Komarovsky sostiene che l'ipertrofia del tessuto linfoadenoide senza intervento chirurgico è possibile solo nel caso del passaggio di una terapia complessa. Di norma, il piano di trattamento per le malattie otorinolaringoiatriche nei bambini è il seguente:

pulizia delle lacune e dei follicoli delle tonsille da muco patologico e agenti patogeni infettivi con antisettici in soluzione; l'eliminazione di manifestazioni allergiche e gonfiore con antistaminici; aumento dell'immunità generale e locale con complessi vitaminico-minerali e immunostimolanti; uccidere gli agenti patogeni con farmaci etiotropici - antibiotici, agenti antifungini e antivirali; accelerazione dei processi di cicatrizzazione dei tessuti con l'aiuto di procedure fisioterapiche.

I metodi fisioterapeutici di trattamento sono usati solo nella fase di risoluzione dei processi infiammatori nei tessuti linfadenoidi.

Terapia etiotropica

Cosa significa trattare l'infiammazione delle tonsille? Di norma, l'ipertrofia degli accumuli linfoadenoidi è causata dallo sviluppo di un'infezione batterica, meno comunemente virale. Eliminare i patogeni delle malattie otorinolaringoiatriche usando l'azione etiotropica della droga. Gli antibiotici sistemici e i farmaci antivirali inibiscono lo sviluppo della flora patogena, che contribuisce alla regressione dell'infiammazione e dell'epitelizzazione dei tessuti colpiti.

È possibile eliminare le manifestazioni di infiammazione batterica con l'aiuto di agenti antimicrobici ad ampio spettro. I farmaci più efficaci includono:

"Panklav" è un antibiotico penicillinico semi-sintetico che distrugge la maggior parte dei microbi gram-positivi che sintetizzano la beta-lattamasi; utilizzato nel trattamento della tonsillite follicolare e lacunare, faringite, flemmone, sinusite, ecc.; "Augmentin" è un farmaco batteriolitico che impedisce lo sviluppo della maggior parte dei ceppi di batteri aerobici; utilizzato per eliminare i processi purulento-infettivi negli organi respiratori; "Zi-factor" è un antibiotico macrolide di azione batteriostatica e anti-infiammatoria, che viene utilizzato per eliminare i processi purulenta negli organi ENT di qualsiasi localizzazione; "Claritromicina" - un farmaco appartenente al gruppo dei macrolidi, che inibisce l'attività riproduttiva dei microbi; utilizzato nel trattamento dell'infiammazione infettiva nelle vie respiratorie inferiori e superiori.

Se non ci sono depositi bianchi e tappi purulenti sulle tonsille, l'infiammazione è molto probabilmente causata da agenti patogeni virali. In questo caso, il trattamento viene effettuato con l'aiuto di preparazioni antivirali e immunostimolanti. I seguenti farmaci permettono di fermare l'infiammazione catarrale nei tessuti linfoidi:

"Orvirem" - un agente antivirale che interferisce con la replicazione degli agenti patogeni dell'RNA, che porta all'eliminazione della flora patogena nelle lesioni; "Relenza" è un farmaco selettivo che inibisce la biosintesi della neuraminidasi da virus patogeni, che accelera la regressione dell'infiammazione; "Viferon" - un inibitore di interferone con azione antiproliferativa e immunostimolante; aumenta l'attività delle cellule immunitarie, che accelera il processo di distruzione degli agenti patogeni; "Kagocel" è una medicina combinata con effetti antimicrobici, fungistatici e antivirali.

Gli induttori di interferone non possono essere utilizzati per il trattamento di bambini di età inferiore ai 6-7 anni.

La distruzione della flora patogena impedisce la progressione dei processi patologici. Un graduale aumento dell'immunità locale contribuisce alla rigenerazione dei tessuti danneggiati, al riassorbimento degli infiltrati nelle mucose e all'eliminazione dell'ipertrofia della ghiandola.

Terapia sintomatica

Il trattamento sintomatico aiuta ad alleviare il decorso della malattia, eliminare il disagio alla gola, mialgia, mal di testa, ecc. Nello schema della terapia del bambino di solito includono losanghe, soluzioni per il risciacquo dell'orofaringe, spray per calmare la gola e complessi vitaminico-minerali per rafforzare il sistema immunitario.

Eliminare i segni di ipertrofia dei tessuti linfoidi e i sintomi generali di intossicazione utilizzando i seguenti farmaci:

"Loratadin" - farmaco antiallergico che aiuta ad eliminare gonfiore e iperemia tissutale; "Kameton" è uno spray per l'irrigazione dell'orofaringe, che ha un'azione antisettica, cicatrizzante e anestetica locale; "Stopangin" - losanghe, che inibiscono lo sviluppo della flora patogena nelle tonsille colpite; "Chlorophyllipt" - soluzione per il risciacquo delle azioni disinfettanti, antiedematose e cicatrizzanti; "Imunorix" - un immunostimolatore che promuove la sintesi di interferone nel corpo, partecipando al processo di distruzione dei virus; "Centrum" è un complesso vitaminico-minerale che normalizza il metabolismo cellulare e i processi di rigenerazione nei tessuti; "L'ibuprofene" è un'azione antinfiammatoria antipiretica che interferisce con la sintesi dei mediatori dell'infiammazione.

In caso di fallimento della terapia conservativa e di un ulteriore aumento delle tonsille, viene prescritto un trattamento chirurgico che prevede la rimozione parziale o completa delle formazioni linfoidi.

fisioterapia

Il trattamento di fisioterapia mira a ripristinare le funzioni delle tonsille ipertrofiche. L'esposizione del tessuto alla luce ultravioletta, i campi magnetici, la corrente alternata e gli ultrasuoni stimolano la circolazione sanguigna nei tessuti. L'eliminazione dei processi stagnanti aiuta a ripristinare la funzione drenante delle ghiandole e, di conseguenza, a ridurne le dimensioni.

Per il trattamento dell'angina acuta, della tonsillite cronica e di altre malattie otorinolaringoiatriche nei bambini possono essere utilizzati i seguenti metodi di fisioterapia:

irradiazione ultravioletta - distrugge i batteri patogeni, allevia il gonfiore e l'infiammazione dalle formazioni di linfadenoidi; Terapia UHF - normalizza la microcircolazione sanguigna nei tessuti, che contribuisce alla rigenerazione delle tonsille colpite; ultrasuonoterapia: pulisce le lacune e i follicoli dal contenuto purulento, a seguito del quale viene ripristinata la funzione di drenaggio degli organi; terapia laser - distrugge gli agenti patogeni e purifica i tessuti linfoidi dall'essudato patologico.

Per eliminare l'infiammazione cronica e l'ipertrofia delle tonsille, è necessario completare almeno 7-10 cicli di fisioterapia.

Durante il trattamento, è indesiderabile rifiutare di prendere farmaci anti-infiammatori e azione antimicrobica.

La maggior parte dei genitori ritiene che le tonsille dilatate in un bambino siano un sintomo completamente innocuo di una malattia respiratoria acuta. Un mal di gola può, infatti, essere una delle manifestazioni di un raffreddore, ma spesso diventa una fonte di infezione cronica e causa di gravi patologie. Se un bambino ha spesso tonsille infiammate, è necessaria una visita all'otorinolaringoiatra.

Tonsille ingrandite in un bambino - le ragioni principali

Le principali cause di tonsille dilatate in un bambino sono infezioni acute con terapia inadeguata o incompleta. Tra i patogeni più comuni ci sono:

streptococchi e stafilococchi; pneumococchi; bacillo di hemophilus; virus influenzale; herpes; enterovirus; adenovirus; clamidia; micoplasma.

Dopo la scomparsa dei sintomi di una malattia acuta, che viene scambiata per un completo recupero, batteri, virus e parassiti non vengono completamente rimossi dal corpo, ma continuano a vivere in lacune. La riproduzione di agenti patogeni provoca un'infiammazione pigra, in risposta alla quale cresce il tessuto linfoide.

Di conseguenza, le tonsille aumentano gradualmente di dimensioni, portando a difficoltà nella deglutizione e nella respirazione. Sullo sfondo di un processo patologico costante, qualsiasi fattore scatenante come stress o ipotermia può causare aggravamento.

Tuttavia, non solo le infezioni causano le tonsille ipertrofiche. Carenza di vitamina C, malattie del sangue, tra cui il cancro e una serie di altre malattie possono anche contribuire alla crescita del tessuto linfoide.

Funzioni e struttura delle tonsille

Le tonsille sono organi importanti del sistema immunitario, che si trovano sul bordo del tratto respiratorio e digerente. Svolgono un ruolo importante nelle reazioni protettive e adattative del corpo, partecipando alla formazione dell'immunità cellulare e umorale.

Ma con la tonsillite, quando un gran numero di batteri si annidano nelle lacune (fessure profonde delle tonsille) nidificano (principalmente streptococco beta-emolitico di tipo A), perdono la loro funzione protettiva e costituiscono un focolaio infettivo che causa complicazioni così gravi, come i reumatismi, nefrite e poliartrite. La consultazione di un otorinolaringoiatra è necessaria per fare una diagnosi corretta.

La struttura delle tonsille è simile ai linfonodi, in cui la membrana esterna non è cutanea, ma mucosa. Sulla sua superficie ci sono molte escrescenze che formano delle rientranze: lacune. I linfociti maturano nei tessuti del corpo - le cellule immunitarie responsabili della produzione di anticorpi contro i microrganismi patologici. All'interno dei vasi linfatici adiacenti dell'amigdala, una mucosa sana blocca sulla via del linfonodo.

La lotta dei linfociti con agenti patogeni è localizzata sulla superficie o nello spessore dello strato mucoso delle tonsille. Per liberarsi dei microbi e prevenirne l'introduzione, nell'epitelio si sviluppa una reazione infiammatoria con desquamazione attiva delle cellule. Esternamente, questo processo si manifesta allentando le tonsille: la loro superficie appare irregolare e opaca, e nelle aree di morte cellulare intensa, le pareti del linfonodo sono esposte. In questo contesto, i batteri riescono a penetrare all'interno e creare un nodoso di infiammazione cronica.

Fattori che causano un aumento delle ghiandole

Come sapete, uno dei fattori stimolanti per lo sviluppo di malattie delle tonsille è l'ipotermia del corpo del bambino o il raffreddamento diretto delle tonsille stesse con aria fredda, acqua o gelato, che provoca angina acuta, che in casi ripetuti si trasforma spesso in tonsillite cronica. Un ruolo importante nello sviluppo di quest'ultimo è giocato da denti cariati, malattia parodontale, antritis e altri processi infiammatori cronici. Con tonsillite, che si verifica tra i bambini nel 12-15%, i pazienti si lamentano di mal di gola, difficoltà a deglutire, tosse e mal di testa.

Abbastanza spesso nei bambini di età compresa tra 5-13 anni, si osservano adenoidi - una proliferazione patologica del tessuto della tonsilla faringea. La principale causa dello sviluppo di adenoidi è di nuovo considerata come un fattore ambientale avverso che causa infiammazione del tratto respiratorio superiore, che influisce negativamente sulla condizione del tessuto linfoide della gola. Le adenoidi causano la chiusura del joan, che porta a una violazione della respirazione nasale. Questo è più spesso manifestato quando il bambino sta dormendo.

I bambini malati dormono irrequieti, spesso si svegliano, russano, dopo aver dormito - stanchi. Nei bambini con adenoidi, l'udito è ridotto, la parola diventa nasale, hanno un'espressione tipica con una bocca semiaperta. Questi bambini hanno frequenti mal di testa, stanchezza, pelle pallida. In classe i bambini sono sparsi, disattenti, in ritardo nella scuola.

Gradi di tonsille allargate

La scala dell'ipertrofia delle tonsille è divisa in gradi, ce ne sono quattro:

Nella fase iniziale, il tessuto ipertrofico chiude fino al 30% del lume tra il cielo e il centro della faringe. I sintomi sono ancora lievi, soprattutto di notte, quando il bambino ha il russare e la respirazione attraverso la bocca. Con il secondo grado di aumento, circa la metà dell'apertore viene bloccata e le difficoltà respiratorie diventano evidenti durante il giorno. Il terzo stadio è caratterizzato da disfunzione respiratoria e problemi con la deglutizione - lo spazio faringeo è significativamente riempito con tessuto troppo cresciuto. All'ultimo stadio, le tonsille sono così allargate nel bambino che la faringe è quasi completamente bloccata.

Nell'infiammazione permanente, la transizione da uno stadio all'altro avviene abbastanza rapidamente e l'infezione può diffondersi attraverso il sistema linfatico e i vasi sanguigni in tutto il corpo, influenzando non solo gli organi vicini, ma anche quelli distanti. In un bambino che sta crescendo attivamente, le tonsille dilatate possono portare a un ritardo nello sviluppo fisico e mentale, causando disturbi dello scheletro facciale, come un overbite.

sintomi

L'ipertrofia delle tonsille non è una malattia indipendente, ma un sintomo associato alla diagnosi principale. A seconda delle cause della crescita dei tessuti, le manifestazioni cliniche possono variare:

Se le tonsille sono ingrandite nel bambino e la temperatura, congestione nasale, tosse, mal di gola, malessere generale, è una malattia respiratoria acuta. Ulcere, placca purulenta sulla superficie delle tonsille sullo sfondo della gola rossa e linfonodi ingrossati senza manifestazioni catarrali sono caratteristiche della tonsillite. Densi film bianchi sulle ghiandole e gonfiori del collo sono veri segni di difterite faringea. Un aumento di una tonsilla può indicare un virus dell'herpes simplex, la sifilide o la tularemia. Il processo necrotico in entrambe le tonsille è un motivo per sospettare un corso di anemia maligno. La congestione persistente delle orecchie e l'otite media cronica con esacerbazioni frequenti possono essere associate a un aumento delle tonsille tubulari. La respirazione nasale difficile, a causa della quale la bocca del bambino è costantemente aperta, è il sintomo principale delle adenoidi, le tonsille faringee ricoperte di vegetazione. Questa condizione è caratterizzata da problemi con il sonno, il russamento e la malattia quotidiana causata da loro, i capricci e la rapida stanchezza. Con una malattia a lungo termine, un bambino inizia ad avere un ritardo nello sviluppo, problemi con la memoria e l'apprendimento. Nei casi più gravi si sviluppano convulsioni per tipo di epilessia, attacchi bronchiali, enuresi. Difficoltà con la deglutizione, una tosse non produttiva riflessa e la sensazione di un oggetto estraneo nella gola indicano ipertrofia della tonsilla linguale.

Per quanto riguarda i sintomi generali inerenti alle ghiandole e agli adenoidi allargati nei bambini, il più delle volte questi sono:

disagio alla gola; respirazione nasale difficile a vari livelli: voci nasali; ghiandole visivamente grandi, sciolte e pallide che sovrastano la laringe; odore particolare dalla bocca; linfonodi ingrossati e morbidi alla palpazione; sonno agitato, russare; raffreddori frequenti complicati da otite, sinusite, ecc.

Se un bambino è regolarmente preoccupato per tali segni, deve essere mostrato all'otorinolaringoiatra. Quando vengono rilevati processi infiammatori cronici, un piccolo paziente viene inserito nell'account ENT.

Come trattare le tonsille allargate

Per normalizzare la dimensione delle tonsille, è necessario eliminare la causa dell'ipertrofia. Di norma, a seguito del trattamento della malattia di base, si verifica una diminuzione del tessuto linfatico. Tuttavia, la prima cosa da fare è rimuovere gli agenti patogeni dalle lacune e fermare il processo infiammatorio.

Su base ambulatoriale, il bambino viene lavato in modo antisettico con una siringa o un apparecchio. Pertanto, le lacune vengono eliminate dall'accumulo di microbi, pus e epitelio desquamato. Quindi le ghiandole vengono trattate con una soluzione di Lugol, Protargol - per distruggere i patogeni. Il corso di tale terapia è di 10 giorni e si svolge ogni 3-6 mesi. Con adenoidi, è necessario ripristinare la pervietà dei passaggi nasali. A tal fine, si utilizzano lavaggi con soluzioni saline, fisioterapia (riscaldamento UV), esercizi di respirazione.

Se necessario, la terapia antibatterica è effettuata, in aggiunta - mezzi e procedure locali. È assolutamente necessario osservare un regime delicato per il corpo del bambino nel suo insieme e direttamente per il rinofaringe stesso. Parallelamente, vengono prese misure per rafforzare l'immunità locale e generale. Se i metodi conservativi non danno risultati soddisfacenti, può essere presa una decisione sul trattamento chirurgico. Il tessuto tonsillare ipertrofico, come fonte di infezione permanente, deve essere rimosso.

Terapia conservativa

Foto: polvere per sospensione di Amoxiclav

Il trattamento delle tonsille dilatate viene eseguito da un pediatra, se il bambino ha una comune malattia respiratoria acuta e se sospetta adenoidi, tonsillite e altri problemi del profilo ORL, è un otorinolaringoiatra. Prima di tutto, il bambino è stato prescritto:

riposo a letto; un menu di piatti caldi omogeneizzati (purè, purè); bere alcalino ad una temperatura confortevole; calore secco sul collo (sciarpa o scialle).

Se sono richiesti antibiotici, la scelta di un particolare farmaco e dosaggio è lasciata alla discrezione del medico, tenendo conto delle condizioni e dell'età del piccolo paziente. Le più comunemente prescritte sono:

Per Saperne Di Più Mal Di Gola

Compressione di vodka sul collo con dolore

Laringite

Comprimi la vodka. Quando e come applicareI raffreddori ci affliggono per tutta la vita. Tosse secca, naso chiuso, pesantezza alla testa, starnuti, brividi - tutto questo è accompagnato da un raffreddore.

5 migliori rimedi per il mal di gola

Faringite

Quando arriva un mal di gola, tutto il resto va via. Il benessere e la vitalità scompaiono all'ombra della malattia e le previsioni per il prossimo futuro sono deludenti: riposo a letto, gargarismi senza fine e paura di possibili complicazioni.