Principale / Rinite

Ipertrofia dei turbinati - una malattia pericolosa e il suo trattamento

Rinite

L'ipertrofia della concha nasale può essere una delle ragioni della costante congestione nasale e di un lungo naso persistente che cola: i sintomi di questa malattia sono facilmente confusi dal paziente con rinite cronica o allergica. Nel frattempo, per una respirazione corretta e libera, lo sviluppo simmetrico delle due metà del naso e la corretta posizione del setto nasale sono molto importanti.

Cos'è l'ipertrofia

Le fasi nasali sono tre coppie di cosiddette "escrescenze ossee", che si trovano nella cavità nasale sulla parete laterale. Sono divisi in inferiore, medio e superiore e svolgono varie funzioni, una delle quali è la direzione e la regolazione del flusso d'aria nei passaggi nasali. I gusci più bassi sono particolarmente importanti in questo processo e richiedono una mucosa ben sviluppata e intatta.

Nel corso di varie malattie allergiche, di origine virale e di lesioni meccaniche, si può verificare asimmetria nello sviluppo sia della concha che della membrana mucosa che le rivestono. L'ipertrofia del concha nasale è un ispessimento e proliferazione della mucosa nasale, nonché un aumento delle secrezioni di liquido secretorio.

In questa malattia, la superficie della mucosa assume un aspetto colloso e irregolare, spesso espandendosi sotto forma di ghiandola pineale. L'ipertrofia del turbinato inferiore è una delle diagnosi più comuni.

Tipi di ipertrofia dei turbinati

La struttura anatomica del passaggio nasale e il movimento del flusso d'aria portano al fatto che l'estremità anteriore del guscio medio e l'estremità posteriore del guscio inferiore diventano i luoghi più vulnerabili. Molto spesso è lì che si verificano cambiamenti ipertrofici. Pertanto, l'ipertrofia dei turbinati può essere suddivisa nei seguenti tipi:

  • ipertrofia delle estremità posteriori del conchae nasale inferiore - abbastanza comune nelle persone con rinite cronica. Lo studio ha rivelato formazioni sotto forma di polipi, che coprono il lume delle aperture nasali interne. L'ipertrofia di solito si sviluppa da due lati, ma in modo asimmetrico;
  • ipertrofia delle estremità anteriori dei gusci medi - è determinata con minore frequenza. La causa della sua comparsa è principalmente l'infiammazione pigra del seno nasale accompagnatorio.

Cause dell'insorgenza e sviluppo della malattia

Se la mucosa è sana e non ha danni, può facilmente far fronte alla pressione di aria passante. Ma in presenza di malattie croniche o asimmetria dei passaggi nasali, il movimento del flusso d'aria cambia. Nelle nuove condizioni, la mucosa nasale deve adattarsi. Come risultato dei meccanismi di compensazione, si verifica la sua espansione.

Una delle cause della malattia è la curvatura del setto nasale. Con la sua posizione asimmetrica, la direzione del flusso d'aria cambia. Se il movimento dell'aria è ostacolato attraverso una parte del naso, il secondo funziona con un carico maggiore. Nelle nuove condizioni, la membrana mucosa dei gusci diventa più spessa e alla fine chiude il movimento d'aria nella seconda parte del naso.

Inoltre, la curvatura del setto influenza la crescita delle conchiglie stesse. Nel caso in cui la partizione venga rifiutata a destra, nella shell di sinistra appare uno spazio libero aggiuntivo, che alla fine si riempie. Altri motivi possono essere rinite allergica prolungata, condizioni di lavoro dannose (polvere e sporcizia nell'aria), fumo e uso di farmaci ormonali.

Sintomi e diagnosi di ipertrofia

I sintomi della malattia non sempre consentono di determinare la sua presenza, dal momento che è in molti modi simile ai sintomi di altre malattie del naso. La principale lamentela è la difficoltà respiratoria nasale. La difficoltà può essere sia durante l'inspirazione che durante l'espirazione, quando il guscio ipertrofico diventa come una valvola che blocca il movimento dell'aria.

La parola può acquisire il nasalismo, forse la sensazione di un corpo estraneo nel rinofaringe (specialmente questo sintomo è caratteristico dell'ipertrofia delle estremità posteriori dei gusci). Ulteriori sintomi possono includere pesantezza alla testa, mal di testa, secrezione nasale grave e prolungata, tinnito, problemi con l'olfatto.

È piuttosto difficile fare una diagnosi corretta, concentrandosi solo sui sintomi. È necessario condurre uno studio speciale da un medico - la rinoscopia, durante la quale vengono rilevati cambiamenti ipertrofici nei gusci e nelle mucose.

Nello studio, il medico presta particolare attenzione a quale parte del passaggio nasale è l'accumulo di secrezioni mucose:

  • se si trovano principalmente sul fondo del passaggio nasale, allora questo indica ipertrofia delle estremità posteriori del concha inferiore;
  • se viene rilevato un accumulo di muco nel corso in avanti, è più probabile che si verifichi l'ipertrofia del turbinato inferiore.

Una curvatura del setto nasale può anche indicare ipertrofia unilaterale o bilaterale.

Trattamento dell'ipertrofia dei turbinati

Molto spesso, non è possibile far fronte a una malattia come l'ipertrofia della concha nasale inferiore, che può essere prescritta solo da un medico, in base alla causa della malattia.

Inoltre, la terapia conservativa di solito non dà un lungo effetto positivo. Nella maggior parte dei casi, ai pazienti viene indicata un'operazione: l'ipertrofia delle concessioni nasali con i metodi chirurgici viene trattata abbastanza bene.

Tra i metodi operativi di terapia includono:

  • galvano-caustic - il metodo consiste nel fatto che dopo anestesia locale viene inserito un elettrodo nella cavità del guscio. Riscalda, spendi sulle mucose. Come risultato della procedura, la mucosa si allarga e si spegne formando una cicatrice. Dopo il suo rifiuto, il resto del guscio viene normalizzato e la respirazione nasale viene ripristinata;
  • conchotomia (rimozione della membrana mucosa) - la procedura viene eseguita rimuovendo l'area incolta della membrana mucosa con un'ansa di filo. La parte in eccesso viene tagliata senza intaccare la base ossea del guscio e rimossa dal passaggio nasale;
  • resezione sottomucosa delle placche ossee delle conchiglie nasali - come risultato dell'operazione, una parte del tessuto osseo o della cartilagine viene rimossa;
  • plastica delle conchiglie nasali - in questo caso, viene rimossa parte della placca ossea e della mucosa. Come risultato della procedura, la dimensione del turbinato viene ridotta e l'ostacolo al movimento del flusso d'aria viene rimosso;
  • correzione del setto nasale - nel caso in cui l'iperplasia è combinata con la curvatura del setto, la correzione chirurgica può portare alla normalizzazione della dimensione della concha.

L'ipertrofia della concha nasale è una malattia sgradevole che richiede un trattamento obbligatorio, ma i metodi odierni per affrontare la malattia possono sbarazzarsi del problema piuttosto rapidamente. Eppure vale la pena prestare attenzione alla prevenzione: essere più all'aria aperta e trattare prontamente i processi infiammatori nella cavità nasale.

Rinite ipertrofica

La rinite ipertrofica è una malattia caratterizzata dalla proliferazione della membrana mucosa dei gusci nasali, con il coinvolgimento del periostio, le ossa del concha nasale.

Tipi di rinite ipertrofica

La rinite ipertrofica è caratterizzata dall'espansione delle formazioni cavernose e dalla loro pienezza con il sangue. Formazioni cavernose o corpi cavernosi si trovano nello spessore della membrana mucosa dei gusci nasali.

Il corpo cavernoso è un plesso varicoso coroideo, che può aumentare significativamente il volume.

Con un aumento uniforme del volume della concha nasale, ipertrofia della mucosa, parlano di rinite ipertrofica diffusa. Con la crescita del muco in alcune aree vi è una rinite ipertrofica parziale.

La crescita delle membrane mucose è di solito osservata sul guscio inferiore del naso e in misura minore sul guscio medio in punti di concentrazione del tessuto cavernoso. La rinite ipertrofica è caratterizzata da costante congestione nasale, un lungo decorso, un'assenza quasi completa di un effetto positivo quando l'instillazione di gocce di vasocostrittore.

Un leggero effetto sulla instillazione di agenti vasocostrittori è spiegato dalla prevalenza di ipertrofia della mucosa su edema.

Sintomi e segni

L'ipertrofia della mucosa provoca la spremitura dei vasi linfatici, interrompendo il flusso della linfa dalla testa. Il paziente ha una sensazione di pesantezza nella testa. Ci sono anche mal di testa periodici, secchezza delle fauci.

La congestione nasale diventa gradualmente permanente, cambiando anche l'aspetto del paziente. La sua bocca è sempre socchiusa, e non solo durante il cammino o la corsa, ma anche in pace. Senza un trattamento appropriato, la malattia progredisce, causando complicazioni, alla vecchiaia.

L'esame endoscopico della membrana mucosa rivela la sua crescita nell'area dei gusci inferiori, nelle sezioni centrali, così come nella parte anteriore del setto nasale.

A seconda della posizione della crescita della mucosa, si osservano i sintomi caratteristici della rinite ipertrofica:

  • violazione della respirazione nasale;
  • abbondante mucopurulento o scarico mucoso dal naso;
  • abbassamento dell'olfatto.

Con la proliferazione della membrana mucosa dell'estremità posteriore del guscio inferiore e l'accumulo di scarico mucopurulento sotto di esso, vi è una compressione della bocca faringea del tubo uditivo. Questo fenomeno è accompagnato da sintomi di eustachitis.

L'ispessimento della mucosa nelle sezioni anteriori dei gusci nasali può causare un restringimento del canale lacrimale, che è accompagnato da lacrimazione, infiammazione del sacco lacrimale, sintomi di congiuntivite. Il bacino inferiore invaso spinge meccanicamente contro il setto del naso, causando un mal di testa.

La violazione della respirazione nasale porta ad un cambiamento nel tono della voce, diventa nasale. C'è anche una rinascita della mucosa e la formazione di polipi nella cavità nasale.

C'è una rapida stanchezza, una ridotta capacità di lavoro. La malattia è spesso accompagnata da una diminuzione dei disturbi dell'udito, del gusto e del sonno.

Deterioramento dell'olfatto

Un segno di rinite ipertrofica è una diminuzione o perdita dell'olfatto. Inizialmente, questo fenomeno è reversibile, ma man mano che l'ipertrofia della mucosa progredisce, si verificano cambiamenti irreversibili che portano ad una completa perdita della capacità di annusare.

L'olfatto - la capacità di riconoscere gli odori, è un sistema sensoriale sorprendentemente complesso. È noto che la memoria ha la proprietà di registrare gli odori, associarli con eventi significativi nella vita. La morte delle cellule sensibili nella cavità nasale priva una persona di una parte della sua esperienza di vita.

La completa perdita dell'olfatto è l'anosmia, non minaccia la vita di una persona moderna, ma la impoverisce in modo significativo.

diagnostica

Informazioni esaurienti sulla natura del processo infiammatorio in corso nella cavità nasale forniscono studi endoscopici. I moderni metodi di diagnosi che utilizzano un microscopio medico utilizzando i microendoscopi endonasali possono determinare con precisione la localizzazione della crescita delle mucose.

Un microendoscopio è un sistema ottico che viene inserito nella cavità nasale per l'esame e il trattamento. L'otorinolaringoiatra era in grado non solo di esaminare la membrana mucosa che rivestiva la cavità interna del naso, ma anche di eseguire operazioni endoscopiche all'interno della cavità nasale sotto controllo visivo.

Ulteriori studi che chiariscono e confermano la diagnosi sono l'esame radiografico e la tomografia computerizzata dei seni.

A proposito di rinotrazione vasomotoria farmaco può essere trovato nel nostro articolo.

trattamento

Nella rinite ipertrofica, come nel trattamento di altri tipi di rinite cronica, il primo compito è identificare i fattori esterni ed interni che provocano ed eliminarli.

Spesso la causa della rinite costante è sinusite, sinusite frontale. Prestare attenzione alle condizioni di lavoro necessarie, condizioni igieniche in casa.

I metodi di terapia farmacologica non possono completamente far fronte alle manifestazioni della malattia, è necessario trattare la malattia in un complesso. Alcuni effetti positivi permettono di ottenere l'uso di idrocortisone per l'iniezione nella cavità nasale, l'uso di decongestionanti.

Tuttavia, i principali metodi di trattamento sono:

  • intervento chirurgico;
  • fisioterapia.

Procedure fisioterapeutiche

Nel trattamento della rinite ipertrofica, viene utilizzata la terapia UHF, un metodo basato sulle proprietà di un campo magnetico ad alta frequenza. Un risultato positivo è l'irradiazione del concha nasale con la radiazione ultravioletta. Viene applicato un massaggio della mucosa nasale con unguento spleninico, soluzioni di protargol, collagene.

Intervento operativo

Con ipertrofia minore della membrana mucosa si è ricorso a interventi chirurgici risparmiatori:

  • cauterizzazione dell'acido cromico - questo metodo è obsoleto, usato raramente;
  • elettrocauterizzazione - un cauter (strumento) viene inserito nella cavità nasale, include incandescente, cauterizza il bordo inferiore del guscio, rimuove il cauter dalla cavità nasale. L'operazione è dolorosa, al paziente viene dato un congedo per malattia fino a 5 giorni;
  • disintegrazione ultrasonica di conche nasali;
  • crioterapia - l'effetto del freddo sulla membrana mucosa dei gusci nasali;
  • vasotomia sottomucosa - distruzione dei vasi sanguigni che alimentano la membrana mucosa;
  • distruzione laser.

Con ipertrofia della mucosa significativa, a un paziente viene prescritta una conchotomia - resezione dei gusci nasali, una diminuzione del loro volume alla norma fisiologica.

L'operazione viene eseguita in anestesia generale o con anestesia locale, ultracain o lidocaina è prescritta come anestetico.

complicazioni

La rinite ipertrofica cronica non trattata può causare malattie infiammatorie delle prime vie respiratorie:

La rinite ipertrofica che scorre a lungo può provocare malattie del tratto gastrointestinale, cuore, causare disturbi ai reni e al fegato.

prevenzione

La prevenzione della rinite ipertrofica è il trattamento tempestivo della rinite acuta, l'eliminazione dei focolai cronici di infezione dei seni paranasali, la cavità orale.

È necessario rafforzare le difese del corpo, temperare, mangiare razionalmente.

prospettiva

In assenza di complicanze, la prognosi della malattia è favorevole.

Ipertrofia della mucosa nasale: cause e trattamento

La respirazione nasale completa è la chiave per il funzionamento ottimale di tutti i sistemi del corpo. Quando viene violato, il cervello smette di ricevere abbastanza ossigeno. Anche l'aria nel naso viene riscaldata, idratata e pulita.

Quando le malattie dell'apparato respiratorio peggiorano il benessere umano. Quando il naso è infarcito, il paziente respira attraverso la bocca. La performance diminuisce, la memoria si indebolisce, irritabilità, mal di testa, vertigini compaiono. Notte violata di sonno.

Contenuto dell'articolo

eziologia

Ipertrofia del conchae nasale - la patologia più comune del naso. Un fattore scatenante è la rinite ipertrofica cronica.

L'epitelio del naso è permeato da molti vasi sanguigni. Formano il plesso cavernoso (cavernoso). I capillari hanno una parete sottile con fibre muscolari, che contribuiscono all'espansione e alla contrazione dei vasi sanguigni. Quando la loro attività vasomotoria (contrazione-espansione) viene interrotta, si verifica un edema della mucosa. C'è una proliferazione della mucosa nasale. I passaggi nasali si restringono, il flusso d'aria diminuisce e si sviluppa la mancanza di respiro.

Spesso, l'ipertrofia è combinata con la deformazione del setto nasale. Ciò porta a una violazione della corretta respirazione. A volte la patologia si manifesta nell'adolescenza con cambiamenti nel background ormonale nel corpo.

Esistono due forme di malattia: diffusa (diffusa) e limitata. Tessuto solitamente colpito della parte inferiore dei gusci. Meno comuni sono i cambiamenti nel tessuto cavernoso (parte centrale della cavità nasale).

sintomi

L'ispessimento delle mucose è accompagnato da:

  • Respirazione nasale ostruita. È un po 'migliorato dopo l'uso di agenti vasocostrittori, ma per un breve periodo.
  • Secrezioni mucose mucose e purulente.
  • Disagio nel rinofaringe (naso secco, bocca).
  • Mal di testa periodico

Il muco accumulato provoca una sensazione di coma o corpo estraneo in gola. La rimozione dello scarico quando soffi il naso è difficile. A volte diminuisce la nitidezza dell'olfatto e del gusto.

Sintomi secondari (conseguenze) dell'ipertrofia della mucosa nasale:

  • nasale (parla "nel naso");
  • perdita dell'udito (tubootite) - si sviluppa a causa di ventilazione insufficiente del tubo uditivo;
  • congiuntivite, dacryocystitis (infiammazione del sacco lacrimale) - osservata con cambiamenti nella parte inferiore anteriore del guscio quando l'apertura del canale lacrimale-nasale è schiacciata.

In alcuni casi, la formazione di polipi è osservata con la crescita dei corpi cavernosi. Spesso è necessario trattare prontamente tale patologia.

diagnostica

Il metodo di ricerca principale e più efficace è l'endoscopia. Ti permette di determinare con precisione il grado e la posizione della patologia.

Nella rinodiagnosi si osserva iperplasia (ispessimento) della membrana nasale della parte inferiore, meno spesso - quella centrale. La superficie delle aree modificate va da liscia a non uniforme. La mucosa è arrossata e leggermente bluastra. L'allargamento dei turbinati non si verifica quando la base ossea si ispessisce.

Un altro metodo di esame: rinopneumometria. Con il suo aiuto, determinare la quantità di aria che passa attraverso la cavità nasale per un tempo specifico. Con ipertrofia, il volume d'aria che entra nel corpo è significativamente ridotto.

terapia

Il trattamento farmacologico è spesso inefficace. L'effetto terapeutico dei farmaci è breve e mite. L'uso prolungato di farmaci vasocostrittori (adrenomimetici) porta a seccare eccessivamente la mucosa. C'è disagio - secchezza, bruciore nel naso. La dipendenza dai farmaci si sviluppa, il paziente ha bisogno di un aumento del dosaggio e della frequenza di utilizzo dei farmaci. Di conseguenza, l'effetto terapeutico è ridotto. L'ostruzione (ostruzione) dei passaggi nasali viene rimossa con difficoltà.

I principali tipi di trattamento chirurgico:

  • cauterizzazione (chemokustik);
  • turbinotomy;
  • lateroposition;
  • Doppler.

L'indicazione per un metodo particolare è il grado di danno ipertrofico e alterato processo respiratorio. Le manipolazioni avvengono in anestesia locale o generale.

La cauterizzazione viene effettuata utilizzando composti chimici - 30-50% di lapis (nitrito d'argento), acido cromico. Recentemente è usato raramente e solo nelle fasi iniziali della trasformazione ipertrofica.

Lo sviluppo della medicina ha fornito l'emergere di nuovi potenti sistemi ottici. Con l'aiuto degli endoscopi è possibile eseguire con precisione l'aggiustamento chirurgico delle narici ipertrofiche, specialmente le sezioni posteriori scarsamente visibili della cavità nasale. Grazie alla chirurgia risparmiante, è possibile ottenere un minimo trauma tissutale.

La rigenerazione della mucosa si verifica nel più breve tempo possibile. Gli studi clinici suggeriscono un rapido recupero dell'epitelio ciliato preservando le sue funzioni. Una correzione operativa accurata consente di evitare complicazioni post-traumatiche: atrofia tissutale.

Osteoconchotomia - l'attenta rimozione di parte della base ossea sottomucosa del concha nasale inferiore. A volte, gli interventi chirurgici di cui sopra sono combinati con la lateroposizione - spostamento dei gusci verso la parete laterale della cavità nasale.

Alcuni esperti raccomandano una settoplastica (allineamento del setto nasale) quando c'è una chiara necessità. È importante! Nella settoplastica, il chirurgo deve modellare un setto curvo dallo stesso tessuto cartilagineo.

Durante le operazioni vengono utilizzati analgesici, farmaci antiallergici e anticolinergici ("Promedol", "Atropina sulfate", "Dimedrol"). Come anestetico locale, usare 1% di soluzione di novocaina, 1-2% di lidocaina, 0,5% di ultracain o trimecain. Il trattamento chirurgico si verifica in ospedale.

UZDG viene eseguito su base ambulatoriale - disintegrazione ultrasonica delle sezioni inferiori del concha nasale. Questo metodo di trattamento si basa sul ripristino della capacità vasomotoria dei vasi sanguigni. Con l'aiuto di una guida d'onda ad ultrasuoni - l'apparato "Laura-Don-3" - le vecchie navi sclerosate vengono distrutte, che il corpo sostituisce con quelle nuove. La loro capacità iniziale di espansione e contrazione viene ripristinata. Con un'operazione riuscita, la respirazione nasale si normalizza in 3-4 giorni.

Nel periodo postoperatorio, decongestionanti (decongestionanti), Otrivin e Nazivin, vengono utilizzati per ridurre il gonfiore della mucosa come prescritto da un medico. Riducono la probabilità di complicanze.

Inoltre, la riabilitazione comprende l'uso di farmaci antibatterici e antistaminici (antiallergici) ("Cetrin", "Zodak", "Fenistil", "Loratadin", "Zyrtec", ecc.), Confezioni giornaliere di narici per 3-5 giorni. Si raccomanda il lavaggio nasale con spray nasali sulla base di acqua marina o minerale per 15-20 giorni. Usano "Aqua Maris", "Dolphin", "Aqualor", "Renorin", "Marimer".

Un trattamento medico adeguato e un intervento chirurgico efficace impediscono la perforazione (apertura del foro) del setto nasale. Se la sua curvatura è la causa dello sviluppo dell'ipertrofia, allora la patologia che è apparso è reversibile.

Ipertrofia della mucosa nasale

Ipertrofia della mucosa nasale, che cos'è? - Una domanda che si presenta spesso in persone lontane dalla medicina. Proviamo a capire le cause, i sintomi e il trattamento di questo fenomeno.

I concha nasali si trovano sulla parete laterale della cavità nasale e sono escrescenze ossee. Le pareti superiore, centrale e inferiore svolgono varie funzioni. Uno dei principali è la regolazione e la direzione dell'aria nei passaggi nasali. L'asimmetria della mucosa e delle concentraie nasali può derivare da reazioni allergiche, malattie virali o danni meccanici. Nel processo di aumentare la secrezione e la secrezione della superficie della mucosa della cavità nasale, appare l'ipertrofia. La superficie assume un aspetto ruvido e irregolare. Questa è una delle malattie più comuni.

Cause di ipertrofia della mucosa nasale

Se non si ha alcun danno alla mucosa, allora agisce facilmente con la pressione dell'aria. In presenza di malattie o asimmetria dei cambiamenti del movimento aereo, il muco deve adattarsi, il che porta alla sua crescita.

Una delle principali cause della malattia è la rinite ipertrofica cronica. Questa è l'ultima fase della rinite catarrale, che si è sviluppata in un paziente nel corso degli anni.

Uno dei motivi è anche la curvatura del setto nasale quando cambia la direzione del flusso d'aria. Se in una narice questo processo è difficile, allora l'altra narice sta lavorando in una modalità avanzata. Dopo un po 'di tempo, il muco inizia a chiudere il movimento d'aria nella seconda metà.

La curvatura del setto influenza anche la crescita della concha. A causa della curvatura, una delle partizioni occupa spazio libero.

Altre cause includono il lavoro in aria polverosa e inquinata, rinite allergica prolungata, terapia ormonale e fumo.

Tipi di ipertrofia dei turbinati

I cambiamenti ipertrofici si verificano più spesso nella parte posteriore del concha inferiore. È comune nelle persone con rinite cronica. Come risultato della ricerca in questo caso, si rivelano polipi che coprono il lume delle aperture nasali. La malattia si sviluppa in modo asimmetrico su entrambi i lati.

L'ipertrofia delle estremità anteriori in conchiglie medie è meno comune. La causa è un'infiammazione prolungata nel seno.

Sintomi di ipertrofia dei seni nasali

I sintomi dell'ipertrofia sono simili ad altre malattie, quindi non è sempre immediatamente determinato. La maggior parte dei pazienti lamenta difficoltà nella respirazione nasale durante l'inspirazione e l'espirazione. La parola diventa nasale, c'è la presenza di un corpo estraneo. Mal di testa osservato, secrezione nasale, mancanza di odore, tinnito.

Per fare una diagnosi corretta, è necessario condurre una rinoscopia. Durante lo studio, viene prestata particolare attenzione a quale parte dello scarico si è accumulata. Se si trovano sul fondo, questo indica ipertrofia delle estremità posteriori dei gusci. L'accumulo di muco nel corso in avanti indica ipertrofia del guscio inferiore.

Il setto nasale curvo può portare a patologia unilaterale o bilaterale.

Diagnosi dell'ipertrofia della mucosa nasale

La rinoscopia è il metodo di ricerca più popolare. Questa procedura è necessaria per effettuare la diagnosi corretta e come controllo durante le operazioni chirurgiche. Esistono tre varianti di questa procedura: anteriore, posteriore e centrale.

Quando si esegue la rinoscopia anteriore, il paziente e il medico sono l'uno di fronte all'altro. L'illuminazione è a destra dell'orecchio del paziente. Il paziente si siede diritto, il che rende possibile esaminare la sezione anteriore, il setto, così come i passaggi nasali comuni e inferiori. La testa è fissa e uno specchio nasale viene inserito delicatamente nella cavità nasale. La distanza dipende dall'età del paziente e varia da tre a venti millimetri. Quindi i clic sullo specchio vengono delicatamente spostati. Se necessario, viene utilizzata la sonda. Quando si usano farmaci vasocostrittori e se il paziente ha narici larghe, è possibile ispezionare la parete posteriore del rinofaringe.

Quando la testa è inclinata all'indietro, viene eseguita una rinoscopia anteriore, che consente di ispezionare il passaggio nasale medio, il guscio medio, la parte centrale del setto nasale e la vescicola etmoidale. Questo è l'esame più comune.

La superficie del cielo, le parti difficili da raggiungere della cavità nasale e gli archi della faringe sono esaminati con l'ausilio di una rinoscopia posteriore.

La procedura viene eseguita utilizzando un rinoscopio. Questo è un dispositivo complesso, composto da due tubi. Il dispositivo è disponibile in varie versioni a seconda della lunghezza e del diametro dei tubi. Bambini fino a due anni per la procedura che utilizza i fumaioli. Per i bambini più grandi durante lo studio utilizzare piccoli specchi speciali. Un assistente aiuta un medico quando ispeziona i bambini piccoli.

Ipertrofia della mucosa nasale: trattamento

Spesso è impossibile far fronte alla malattia da soli, quindi è necessario consultare un medico per l'esame e il successivo trattamento. Il trattamento terapeutico non ha un effetto duraturo e nella maggior parte dei casi è necessario un intervento chirurgico. Questi metodi includono:

Galvanotecnica, quando sotto anestesia locale, un elettrodo viene inserito nella cavità nasale. Viene riscaldato e portato a termine sulla membrana mucosa. Comincia ad aumentare e muore con la formazione di cicatrici. Dopo la procedura, qualche volta c'è gonfiore dei tessuti. Alcuni giorni dopo il rifiuto delle parti rimanenti, la respirazione ritorna normale.

Con una conchiglia, la membrana mucosa viene rimossa con un'ansa di filo, tagliando la parte in eccesso senza intaccare l'osso. Al fine di fermare l'emorragia, applicare tamponi nasali e freddi. Vengono rimossi dopo due giorni, immersi nel perossido di idrogeno.

La resezione sottomucosa viene eseguita rimuovendo le placche ossee. Ciò rimuove gli ostacoli all'aria e riduce le dimensioni del guscio.

Durante la chirurgia plastica del concha nasale, la loro parte ossea viene rimossa, le dimensioni e la barriera al movimento dell'aria sono ridotte.

La correzione del setto nasale viene eseguita nel caso in cui, a seguito dell'operazione, le dimensioni delle conchiglie siano normalizzate.

Per il trattamento di ultrasuoni usati e ad alta frequenza. È usato per rimuovere il tessuto cavernoso, che si trova sotto la membrana mucosa dei gusci inferiori. Prima della procedura, devono essere eseguiti un esame a raggi X ed endoscopia della cavità nasale e del rinofaringe. Durante l'operazione, non c'è sanguinamento e la membrana mucosa non è danneggiata. Dopo la crosta non si forma nella cavità nasale. Prima della procedura, è necessario eseguire un esame radiografico ed endoscopia. Di conseguenza, il gonfiore viene ridotto e la respirazione nasale viene ripristinata.

A volte una membrana mucosa ipertrofica, precedentemente anestetizzata, viene bruciata con acido tricloroacetico. La procedura viene eseguita utilizzando una sonda su cui viene avvolto il batuffolo di cotone imbevuto di acido.

L'ipertrofia della congestione nasale è una malattia grave e sgradevole che richiede un trattamento obbligatorio. Le moderne tecnologie mediche aiuteranno a risolvere prontamente i problemi. Come misura preventiva, stare di più all'aperto e visitare uno specialista se compaiono i sintomi.

Anche nella medicina popolare ci sono le ricette per curare una malattia:

Risciacquare il naso con una soluzione di eucalipto o calendula al tasso di un cucchiaino per mezzo litro di acqua. Annusa e versa attraverso la bocca. Esegui la procedura due volte al giorno.

Seppellire due gocce di succo di celidonia tre volte al giorno. È necessario fare una doppia instillazione, cioè due gocce e dopo altri due minuti.

Inserire i tamponi nasali immersi nell'infusione di piantaggine per dieci-quindici minuti.

Effettuare inalazioni di decotti di corteccia di quercia, calendula, foglie di lampone, farfara.

Konhobullosis (ipertrofia dei turbinati): che cos'è?

L'ipertrofia (conchobullosi) delle fasi nasali è una delle ragioni principali del lungo flusso non scorrevole dal naso e della sua costante congestione. Per una corretta e libera respirazione, un setto nasale localizzato normalmente e lo sviluppo simmetrico di entrambe le metà nasali sono molto importanti.

Le manifestazioni di questa patologia sono simili ai sintomi della rinite allergica o cronica, quindi sono facili da confondere.

Cos'è la conhobullosis?

Le fasi nasali sono tre escrescenze ossee localizzate a coppie situate sulla parete laterale della cavità nasale. Sono divisi in alto, medio e basso e sono progettati per svolgere varie funzioni, una delle quali è la direzione del flusso d'aria e la sua regolazione nei passaggi nasali.

Quando si respira, il carico maggiore cade sui bordi anteriori dei gusci medi e sulle sezioni posteriori dei gusci inferiori. Sono chiamati punti deboli, che, sotto l'influenza di colpi d'aria, diventano grandi dimensioni, che a loro volta portano a difficoltà nella respirazione nasale.

Malattie di eziologia allergica e virale, così come lesioni meccaniche del naso, possono provocare lo sviluppo asimmetrico delle membrane mucose e concha.

La conchrbullosi delle fasi nasali è un ispessimento e proliferazione anomala delle mucose del naso con un aumento della quantità di muco secreto. Conhobullosis più spesso segnato dei turbinati più bassi.

Ipertrofia della mucosa nasale: com'è?

Le caratteristiche della struttura anatomica del naso e la direzione del flusso d'aria nella sua cavità contribuiscono alla massima vulnerabilità della sezione anteriore del guscio medio e del bordo posteriore del guscio inferiore. È in questi luoghi che si verificano soprattutto le anomalie di tipo ipertrofico.

Konhobullosis del concha è diviso nei tipi seguenti:

  • L'ipertrofia dell'estremità anteriore della conchiglia è meno comune. Questa patologia è causata da sinusite pigra.
  • L'ipertrofia dell'estremità posteriore della concha non è rara. Si verifica sullo sfondo della rinite allergica o cronica trasferita.

All'ispezione visiva, uno specialista osserva le neoplasie sotto forma di polipi che si sovrappongono al lume dell'apertura nasale. Sebbene il processo si sviluppi su entrambi i lati dei seni, non è simmetrico. La membrana mucosa in uno stato normale, senza danni, facilmente affronta il flusso di aria inalata.

Lo sviluppo di un processo infiammatorio cronico e lo stato asimmetrico dei passaggi nasali porta alla rottura del movimento delle masse d'aria. L'aumento della pressione sulla membrana mucosa crea un carico maggiore, con conseguente crescita dell'epitelio.

Lo stesso si osserva nella curvatura del setto del naso. La struttura asimmetrica del setto nasale crea un ostacolo al passaggio del flusso d'aria in una metà del naso, con un doppio carico nella seconda metà. A poco a poco, la membrana mucosa in questo luogo si espande e si ispessisce, che alla fine porta a difficoltà a respirare dal lato cambiato. Con un setto nasale curvo, il guscio del naso si sviluppa dal lato intatto.

L'ipertrofia della concha nasale può essere causata da cambiamenti nella salute generale e da alcuni fattori esterni. Le cause più comuni di malattia sono l'uso di farmaci ormonali, il lavoro in una stanza fumosa e inquinata, l'aria polverosa, il fumo.

I sintomi della malattia, come riconoscere konkhobullez?

I cambiamenti nello spessore della mucosa dei seni nasali sono un sintomo caratteristico di molte patologie. Spesso, l'ispessimento delle membrane mucose si verifica con polipi, riniti e particelle estranee nel naso. Nella rinite, i focolai di infiammazione sono localizzati nella regione della faringe, della laringe, dei seni mascellari e frontali. Allo stesso tempo, i cambiamenti nella mucosa sono diversi per ogni malattia.

Molto spesso, l'ispessimento dei tessuti connettivi si verifica nella sinusite cronica, che può essere necrotica, purulenta o iperplastica vicino alla parete. Spesso, alterazioni patologiche nel naso indicano lo sviluppo di allergie.

Di regola, la forma cronica si sviluppa sullo sfondo di un processo infiammatorio acuto. L'infiammazione che dura più di 1,5 mesi è già considerata cronica. In questi casi, ci sono esacerbazioni regolari.

Diagnosi di conhobullosis

Il metodo diagnostico più comune e popolare è la rinoscopia. Questa procedura viene utilizzata per effettuare una diagnosi corretta e viene anche utilizzata durante l'intervento chirurgico per il monitoraggio.

Ci sono tre opzioni per la rinoscopia: anteriore, centrale, posteriore.

Rinoscopia anteriore

Il medico e il paziente si trovano l'uno di fronte all'altro, la luce cade a destra dell'orecchio del paziente. Il paziente deve sedersi dritto, questa posizione offre allo specialista l'opportunità di esaminare il setto nasale, la sezione anteriore, nonché i passaggi nasali inferiori e generali. La testa è fissa e il medico inserisce delicatamente uno specchio nasale nella cavità nasale. La distanza è 3-20 mm, a seconda dell'età del paziente.

Quindi i clic sullo specchio si allontanano delicatamente. Se necessario, utilizzare la sonda. Se il paziente ha narici larghe, così come nel caso di usare agenti vasocostrittori, il medico ha l'opportunità di esaminare la parete posteriore del rinofaringe.

Rhinoscopy medio

Per ispezionare la vescicola etmoidale, la sezione centrale del setto nasale, il guscio medio e il passaggio nasale medio, il paziente deve inclinare la testa all'indietro.

Indietro rinoscopia

Con l'aiuto della rinoscopia posteriore, il medico esamina le aree difficili da raggiungere della cavità nasale, la superficie del palato e le volte di faringe.

Per la procedura che utilizza il rinoscopio, che è un dispositivo complesso, che consiste di due tubi. Il dispositivo è presentato in varie versioni, che differiscono per diametro e lunghezza dei tubi.

Per i bambini con rinoscopia fino a due anni usano gli imbuti per le orecchie. Per lo studio della cavità nasale nei bambini più grandi, vengono utilizzati specchi speciali.

Trattamento di ipertrofeo dei conchas nasali più bassi

Di regola, è quasi impossibile far fronte a una malattia come la conobolosi delle conchiglie nasali. Il trattamento è prescritto solo da uno specialista, dopo aver condotto la ricerca necessaria e aver determinato la causa della patologia. Inoltre, la terapia conservativa dà solo un effetto a breve durata, e in una tale malattia, i pazienti vengono solitamente sottoposti a intervento chirurgico, con il quale è possibile eliminare definitivamente l'ipertrofia.

Trattamento chirurgico della congestione del cavallo

Ci sono i seguenti metodi di chirurgia:

  • Conchotomia (rimozione della mucosa). Durante la procedura, l'area ricoperta dalla mucosa viene rimossa con un occhiello. Le escrescenze in eccesso vengono tagliate senza toccare il tessuto osseo del guscio e rimosse dal passaggio nasale.
  • Galvanokaustika. L'essenza del metodo è che dopo l'applicazione dell'anestesia locale, viene inserito un elettrodo nella cavità nasale. Viene riscaldato e trasportato lungo la mucosa. Come risultato di galvano-caustiche, si verifica un aumento ancora maggiore della membrana mucosa e la successiva estinzione delle aree in eccesso, con la formazione di una cicatrice, dopo il rigetto di cui viene ripristinata la parte rimanente del guscio e la respirazione nasale è normalizzata.
  • Resezione sottomucosa delle placche ossee del conchae nasale. Il risultato dell'operazione è la rimozione della cartilagine o del tessuto osseo.
  • Correzione del setto nasale. Con l'iperplasia, combinata con la curvatura del setto nasale, la chirurgia aiuterà a normalizzare le dimensioni dei gusci nasali.
  • Gusci nasali di plastica In questo caso, viene rimossa una parte della membrana mucosa o del tessuto osseo. Come risultato della procedura, la dimensione del tessuto nasale viene ridotta e l'ostacolo al movimento dell'aria viene rimosso.
  • Ultrasuoni ad alta frequenza. Usando questa procedura, rimuovere il tessuto cavernoso, situato sotto la membrana mucosa dei gusci inferiori. Prima di utilizzare gli ultrasuoni ad alta frequenza, viene eseguita l'endoscopia del rinofaringe e della cavità nasale, nonché l'esame radiografico. Durante l'operazione, l'integrità della membrana mucosa è preservata, non c'è sanguinamento, quindi non si formano croste nella cavità nasale. Il risultato della procedura è la riduzione del gonfiore e il ripristino della respirazione nasale.
  • Brucia con acido tricloroacetico. La mucosa è pre-anestetizzata. Il cotone inumidito con acido viene avvolto su una sonda speciale e il muco ipertrofico viene bruciato.

Metodi tradizionali di trattamento

I rimedi popolari vengono anche usati come terapia aggiuntiva nel trattamento della conobobatoz.

  • È necessario scavare nelle narici del succo di celidonia 2 gocce 3 volte al giorno. allo stesso tempo l'instillazione dovrebbe essere doppia, cioè le prime due gocce e dopo 2 minuti - altre due.
  • Risciacquare il naso con una soluzione di calendula o eucalipto. Il rapporto degli ingredienti: un cucchiaino di soluzione per 0,5 litri di acqua. Dovrebbe essere nasale e versato attraverso la bocca. La procedura viene eseguita 2 volte al giorno.
  • inalazioni da decotti di farfara, calendula, corteccia di quercia, foglie di lampone.
  • È anche possibile inserire nei tamponi delle narici immersi nell'infusione della piantaggine di erbe. La durata della procedura è di 10-15 minuti.

La Konhobullosis è una malattia sgradevole e molto grave che richiede un trattamento obbligatorio. Grazie ai moderni progressi nella medicina, il problema può essere risolto rapidamente e in modo permanente. Non ignorare i sintomi della patologia e quando compaiono, è necessario consultare immediatamente un medico.

Ipertrofia del concha nasale

Malattie ORL

Descrizione generale

L'ipertrofia del concha nasale (J34.3) è una malattia associata alla proliferazione di tessuti che formano la concha nasale, con conseguente respirazione nasale disturbata.

  • infiammazione cronica della mucosa nasale (allergia, raffreddori frequenti, inalazione di sostanze chimiche volatili),
  • setto nasale spostato (aumento del carico aerodinamico).

Quadro clinico

Reclami per la difficoltà della respirazione nasale a uno o due lati (costante o intermittente); scarico chiaro acquoso dal naso.

  • Un aumento del turbinato medio inferiore.
  • La superficie è liscia, collinosa o ruvida.
  • La mucosa è a sangue intero, colore cianotico o viola-bluastro, coperto di muco.
  • Il restringimento dei passaggi nasali.
  • Test negativo con anemizzazione del concha.

Diagnosi di ipertrofia dei turbinati

  • Consultazione otorinolaringoiatra.
  • Rinoscopia anteriore, endoscopia.
  • Rinomanometria.

Trattamento dell'ipertrofia dei turbinati

Il trattamento è prescritto solo dopo che la diagnosi è stata confermata da un medico specialista. Trattamento chirurgico per compromissione della funzione respiratoria (ecografia del conchae nasale inferiore, vasotomia sottomucosa).

Droghe essenziali

Ci sono controindicazioni. È necessaria la consultazione

Come viene trattata l'ipertrofia dei turbinati?

Cosa significa ipertrofia dei turbinati inferiori? Per capire questa domanda, iniziamo dal fatto che i concisi stessi sono. In totale ci sono tre coppie: inferiore, medio e superiore. Sono escrescenze ossee e si trovano sulla parete laterale della cavità nasale. I lavelli sono progettati per dirigere e regolare il flusso d'aria nei passaggi nasali. Allo stesso tempo, la mucosa deve essere sana e ben sviluppata. Il ruolo principale in questo processo appartiene ai gusci inferiori.

Sotto l'azione di vari disturbi, tra cui manifestazioni di natura allergica e malattie dell'eziologia virale, i processi di deformazione possono iniziare a svilupparsi, con conseguente formazione di asimmetria dei gusci nasali e delle mucose. Questa anomalia può svilupparsi dopo lesioni e danni meccanici. Nella terminologia medica, la malattia ha ricevuto il nome di ipertrofia o conchobullosi dei gusci nasali. In questo articolo considereremo in dettaglio le cause, i segni e i metodi di trattamento dell'ipertrofia del conchae nasale.

Cause di ipertrofia

L'ipertrofia delle fasi nasali è un processo patologico, accompagnato dalla proliferazione graduale e dall'ispessimento della mucosa nasale. Di conseguenza, il paziente ha un disturbo respiratorio.

I cambiamenti di deformazione sono accompagnati da una secrezione accelerata di liquido e muco secretori. Con ipertrofia della mucosa nasale, la superficie interna diventa irregolare e perde la sua uniformità.

Tra le principali cause di ipertrofia della concha nasale sono:

  1. Rinite natura allergica. La causa più comune di conhobullosis dei gusci nasali. La reazione infiammatoria risultante dall'esposizione di allergeni alla membrana nasale porta all'edema. Il risultato è un ipertrofia temporanea.
  2. La cronologia del processo infiammatorio, che porta all'asimmetria dei passaggi nasali, provoca una violazione del passaggio dell'aria. Di conseguenza, aumenta la pressione sulla mucosa nasale, che porta alla proliferazione del tessuto epiteliale.
  3. La curvatura del setto nasale. La deformazione della piastra impedisce il passaggio dell'aria in una sezione del naso e crea un carico maggiore sulla sua seconda sezione. La violazione della struttura dell'organo respiratorio porta a crescita non uniforme e ispessimento della mucosa. Nel tempo, respirare in tali pazienti è significativamente ostacolato.

Spesso, l'ipertrofia della concha nasale diventa il risultato di un uso prolungato e non prescritto di farmaci vasocostrittori.

Oltre alle suddette ragioni, l'insorgenza di ipertrofia può essere dovuta a una cattiva salute umana ea una serie di fattori negativi esterni, tra cui:

  • il fumo;
  • condizioni di lavoro dannose;
  • esposizione a farmaci ormonali.

Tipi di ipertrofia

Le aree più vulnerabili nello sviluppo della conobolosi sono il retro del guscio inferiore e la parte anteriore del centro. Ciò è dovuto alle peculiarità della struttura anatomica dei passaggi nasali, che garantiscono il passaggio dell'aria. È in questi luoghi che i processi ipertrofici sono più spesso osservati.

Al momento, ci sono 2 tipi di patologia del concha:

  1. L'ipertrofia delle estremità posteriori della concha nasale inferiore si sviluppa più spesso sullo sfondo della rinite cronica. L'esame indica la presenza di formazioni polifere che possono bloccare il lume nella parte interna del naso. In questa situazione, c'è uno sviluppo bilaterale dell'ipertrofia. La patologia è caratterizzata dall'assenza di simmetria.
  2. La conchobullosi delle estremità anteriori del turbinato medio è la patologia più rara. La malattia si verifica sullo sfondo dello sviluppo del processo infiammatorio nei seni nasali.

Sintomi e diagnosi di patologia

Il trattamento dell'ipertrofia dei turbinati viene effettuato solo dopo una diagnosi qualitativa. Altrettanto importante è l'indagine e l'esame dei pazienti.

Le manifestazioni pronunciate dello sviluppo di cambiamenti patologici sono:

  • difficoltà a respirare attraverso il naso, che può essere osservata sia con l'inspirazione che l'espirazione;
  • l'aspetto di una lingua nasale;
  • sensazione di corpo estraneo nell'area nasofaringea;
  • mal di testa;
  • abbondante scarico mucoso dai seni;
  • suonare nelle orecchie;
  • diminuzione delle sensazioni olfattive.

I sintomi dell'ipertrofia del turbinato sono molto simili alle manifestazioni della rinite allergica.

Oltre ad analizzare i sintomi principali, viene effettuata una rinoscopia prima di fare una diagnosi. L'esame rivela il grado di ipertrofia dei cambiamenti concha e della mucosa. Nella foto qui sotto puoi vedere una foto al rinoscopia di un paziente con ipertrofia del conchae nasale inferiore.

Trattamento dell'ipertrofia dei turbinati

L'eliminazione dell'ipertrofia del turbinato è esclusivamente una questione di specialisti. Il trattamento deve essere prescritto solo da un medico in base ai risultati dello studio, i fattori causali e le condizioni generali del paziente.

Vale la pena notare che la terapia farmacologica nella maggior parte dei casi è impotente. Il trattamento con farmaci, anche se aiuta a far fronte ai sintomi dell'ipertrofia, ma non ha praticamente alcun effetto sulla causa alla radice. Ecco perché la patologia viene curata principalmente dalla chirurgia.

Esistono diversi metodi di chirurgia:

  1. Konkhotomiya.Manipulation è di rimuovere l'area incolta della membrana mucosa del passaggio nasale. La rimozione parziale del guscio nel naso avviene tramite l'uso di un occhiello. Il tessuto in eccesso ricoperto è tagliato, escludendo il danno alle ossa.
  2. Metodo di placcatura elettrolitica, basato sull'ingresso nella cavità nasale dell'elettrodo riscaldato, che viene condotto lungo la mucosa. L'essenza del processo è che la mucosa inizialmente si espande ancora di più, dopo di che il tessuto danneggiato muore. Dopo la guarigione nella cavità nasale, si forma una cicatrice, che viene successivamente respinta. Se l'operazione ha successo, viene ripristinata la respirazione nasale.
  3. Resezione delle placche nasali, che viene effettuata quando necessario per rimuovere tessuto osseo o cartilagineo.
  4. Septoplastia - correzione chirurgica del setto nasale per eliminarne la curvatura.
  5. Eliminazione dell'ipertrofia attraverso l'uso di ultrasuoni ad alta frequenza. Con questa manipolazione, viene rimosso l'eccesso di tessuto ingannevole. Prima della procedura, gli esami endoscopici e radiografici sono obbligatori. Questa operazione è esangue, il che esclude il danno alla mucosa e la formazione di croste. Dopo il trattamento con ultrasuoni, il gonfiore si riduce e il processo respiratorio viene ripristinato.

Nel caso di un'operazione riuscita, la respirazione del paziente viene ripristinata e una terapia medica scelta correttamente durante il periodo di riabilitazione impedisce lo sviluppo di complicanze. Nella maggior parte dei casi, l'ipertrofia del turbinato è temporanea e reversibile.

Per quanto riguarda i metodi di trattamento più diffusi, possono essere utilizzati solo come misure aggiuntive. Non è consigliabile condurre tale terapia in modo indipendente senza consultare uno specialista.

Rinite ipertrofica

La rinite ipertrofica è una malattia infiammatoria della cavità nasale, che è caratterizzata dalla crescita della mucosa del rivestimento. Nei casi avanzati, gli elementi ossei e il periostio sono coinvolti nell'infiammazione. I sintomi principali sono la congestione nasale, difficoltà respiratorie, mal di testa nasale e ricorrente. La diagnosi di rinite comprende un esame otorinolaringoiatra con rinoscopia, endoscopia. Per chiarire la diagnosi, vengono eseguite radiografia e TC dei seni paranasali. Il trattamento iniziale è conservativo, con gocce antinfiammatorie e vasocostrittive. Nelle lesioni diffuse viene eseguita un'operazione per rimuovere le crescite patologiche dello strato mucoso o del tessuto osseo.

Rinite ipertrofica

La rinite ipertrofica (iperplastica) è una lesione cronica diffusa o limitata della cavità nasale. L'incidenza della malattia è del 6-16% tra tutte le patologie degli organi ENT. Il termine "rinite iperplastica" fu introdotto per la prima volta negli anni '80 del XX secolo dall'otorinolaringoiatra sovietico L.B. Dainiak, che ha sviluppato la classificazione della rinite cronica. L'aggravamento si verifica in primavera e in autunno, nel periodo di aumento del numero di pazienti con SARS. La malattia colpisce spesso persone di età compresa tra 25 e 55 anni che hanno un'immunità indebolita e lavorano in industrie pericolose.

Cause della rinite ipertrofica

La rinite iperplastica è una malattia polietiologica che può progredire per diversi anni. I motivi principali che provocano lo sviluppo della rinite includono:

  • Spesso forme ricorrenti e avanzate di rinite con riacutizzazioni più di 3-5 volte l'anno.
  • La curvatura del setto del naso, che porta a un restringimento dei passaggi nasali e la difficoltà del normale deflusso del segreto.
  • Anomalie congenite o acquisite dei passaggi nasali, lesioni dello scheletro facciale, causando una violazione del deflusso e congestione delle secrezioni mucose.
  • Ricezione incontrollata di gocce di vasocostrittore, che porta a una violazione del trofismo dei tessuti della cavità nasale. La membrana mucosa della cavità nasale compensa gli aumenti di dimensioni, i vasi diventano fragili, ci sono epistassi frequenti.
  • Fattori esterni (condizioni ambientali, lavoro in industrie pericolose, lunga permanenza in aree con basse o alte temperature, inalazione di polveri, gas). Questi effetti danneggiano il guscio interno e peggiorano i processi metabolici nella cavità nasale.
  • Malattie del sistema cardiovascolare. L'ipertensione arteriosa, l'aterosclerosi vascolare porta a una riduzione dell'afflusso di sangue nella mucosa nasale e all'ipossia tissutale.
  • Altre malattie del rinofaringe. Cisti, polipi nasali, adenoidi sono la causa di processi infettivi cronici, spesso ricorrenti, che portano a edema persistente e ipertrofia del rivestimento interno dei passaggi nasali.

patogenesi

L'esposizione a fattori esogeni ed endogeni per un lungo periodo di tempo porta a cambiamenti irreversibili nelle strutture morfologiche della cavità nasale. L'inalazione frequente di polvere provoca la lesione dell'epitelio ciliato, contribuisce allo sviluppo di metaplasia e rallenta il deflusso delle secrezioni, la formazione di rololiti (pietre nasali). I vapori chimici danneggiano la mucosa, causando un processo infiammatorio acuto e cronico. Spesso, le malattie infettive ricorrenti nella fase acuta causano la formazione di immunocomplessi e l'attivazione di anticorpi specifici. Come risultato, il lavoro dell'apparato secretorio aumenta e la quantità di muco prodotto, il guscio interno si ispessisce. Pertanto, nello sviluppo dei cambiamenti ipertrofici nei passaggi nasali svolge un ruolo di infiammazione prolungata, ipossia tissutale persistente, ridotta circolazione capillare, ridotta difese corporee ed esposizione alla flora patogena.

classificazione

Tra gli specialisti nel campo dell'otorinolaringoiatria, la classificazione dell'ipertrofia secondo la scala del danno alla cavità nasale è la più popolare. Esistono 2 forme di rinite ipertrofica:

  1. La rinite diffusa è caratterizzata da una lesione diffusa dello strato mucoso, del periostio e del tessuto osseo dei passaggi nasali. Lo spessore del guscio interno della cavità nasale è uniformemente aumentato in tutto.
  2. Rinite ristretta. Una lesione locale copre un'area specifica di gusci nasali, causando iperplasia polypous, il resto del tessuto funziona normalmente. Questo gruppo ha una localizzazione diversa e spesso causa ipertrofia delle sezioni inferiore e media della cavità nasale.

I sintomi della rinite ipertrofica

Le principali manifestazioni della rinite iperplastica comprendono difficoltà nella respirazione nasale e congestione nasale costante. I pazienti si lamentano di secrezioni nasali mucose e purulente, soprattutto al mattino. Nel tempo, la terapia vasocostrittrice e antiinfiammatoria perde la sua efficacia. La respirazione è principalmente orale, che provoca secchezza delle fauci, russamento, episodi di apnea notturna. In futuro, la sensazione di un corpo estraneo nel rinofaringe, stanchezza, mal di testa dolorante, insonnia. La capacità di odore è ridotta, portando ad una perdita di odore (anosmia). I pazienti hanno notato un cambiamento nel tono della voce (chiuso nasale). La purificazione indipendente dei passaggi nasali dalle secrezioni patologiche provoca danni alla membrana mucosa, di conseguenza, un aumento del sanguinamento.

complicazioni

La diagnosi tardiva e il trattamento della rinite ipertrofica portano a complicazioni dell'udito, dell'odorato e dell'apparato respiratorio. Un aumento delle porzioni posteriori del turbinato inferiore può portare all'ostruzione del lume del canale uditivo, alla riproduzione attiva della microflora condizionatamente patogena e allo sviluppo di Eustachitis e otite. L'accumulo eccessivo di secrezione auricolare contribuisce alla comparsa di ristagno, gonfiore e infiammazione della mucosa.

La diffusione del processo infiammatorio sui seni paranasali causa sinusite (antritis, sinusite). L'ipertrofia del turbinato inferiore porta all'infiammazione delle lacrime, allo sviluppo della dacriocistite, alla congiuntivite. A causa della costante respirazione della bocca, i pazienti con iperplasia della mucosa delle vie nasali sono inclini allo sviluppo di faringite, tracheiti e bronchiti. Un processo infiammatorio prolungato porta alla formazione di escrescenze dello strato mucoso della cavità nasale - polipi di dimensioni e localizzazione diverse.

diagnostica

Per fare una diagnosi, determinare la forma e lo stadio delle lesioni ipertrofiche, oltre ad escludere altre malattie infiammatorie della cavità nasale, viene effettuata una valutazione completa dello stato delle strutture anatomiche del naso. Le principali manipolazioni diagnostiche includono:

  1. Esame dell'otorinolaringoiatra con rinoscopia. L'indagine rivela una curvatura del setto nasale, scarico mucoso o mucopurulento, crescite polifere dense della mucosa di varie dimensioni.
  2. L'endoscopia della cavità nasale consente di determinare la localizzazione dell'ipertrofia, lo stato dello strato mucoso, il setto e le cavità (dimensione, colore, forma, rete vascolare). In presenza di formazioni polipose si produce campionamento tissutale per l'esame istologico (biopsia).
  3. La Rhinopneumometria determina il volume d'aria che è passato attraverso i passaggi nasali per un certo tempo. Con iperplasia delle mucose, questa capacità diminuisce e la respirazione nasale diventa forzata.
  4. Radiografia e TC dei seni paranasali sono ulteriori metodi di ricerca e vengono eseguiti per escludere malattie infiammatorie (sinusiti, sinusiti, sinusiti frontali).

La diagnosi differenziale della rinite ipertrofica deve essere effettuata con la proliferazione di tonsilla nasofaringea, atresia del canale anulare, infiammazione poliforme dei seni, malattie infettive specifiche (tubercolosi, sifilide), neoplasie della cavità nasale, corpi estranei. La diagnosi differenziale di ipertrofia e altri tipi di rinite (vasomotoria, catarrale) svolge un ruolo importante nella diagnosi.

Trattamento della rinite ipertrofica

La terapia conservativa è efficace solo nelle fasi iniziali della malattia. Durante questo periodo, ha usato vasocostrittori e gocce antiinfiammatorie, ha prescritto l'irradiazione ultravioletta della cavità nasale, l'esposizione alle radiazioni ad alta frequenza, massaggia il naso con l'unguento spleninovoico al 20%. Con la diffusa proliferazione dei tessuti dello strato mucoso nasale e l'inefficacia della terapia conservativa, l'unico metodo di trattamento è la chirurgia. L'intervento chirurgico è un effetto meccanico, laser, termico sul concha nasale interessato per ripristinare la respirazione nasale, l'olfatto e prevenire un'ulteriore crescita patologica della mucosa. Effettuare i seguenti tipi di operazioni:

  • Conchotomia (submucosa, totale, parziale) - escissione dello strato mucoso delle parti inferiore e media della concha. Quando il periostio e il tessuto osseo sono coinvolti nel processo patologico, rimuovono parzialmente o completamente il rivestimento interno della cavità nasale insieme agli elementi ossei (osteoconchotomia).
  • Criodistruzione: impatto sulle zone ipertrofiche con apposito applicatore raffreddato con azoto liquido.
  • Vasotomia laser - coagulazione di vasi sotto la membrana mucosa della cavità nasale. È usato per malattie lievi.
  • Disintegrazione ultrasonica dei passaggi nasali - indurimento dei vasi sanguigni della cavità nasale sotto l'influenza degli ultrasuoni.

prevenzione

Per prevenire lo sviluppo della rinite ipertrofica, è necessario rinunciare al fumo e al consumo eccessivo di alcol. Un aspetto importante della prevenzione è il trattamento tempestivo delle esacerbazioni della rinite, sinusite, sinusite frontale. Per rafforzare il sistema immunitario raccomandato esercizio fisico regolare, una corretta alimentazione, cammina all'aria aperta. È necessario eliminare i fattori provocatori: esposizione ad allergeni, polvere, gas, basse e alte temperature. Al fine di prevenire le crescite, il trattamento sanatorio-resort viene mostrato una volta all'anno.

Per Saperne Di Più Mal Di Gola

Come rimuovere il gonfiore della mucosa nasale e nasofaringe

Mal di gola

Il trattamento locale di edema infettivo e allergico del rinofaringe viene effettuato da vasocostrittori nasali. Sistemico implica l'eliminazione dell'infezione o dell'umore allergico del corpo.

Lungo mal di gola e non passa (senza febbre): cause e trattamento

Faringite

È stato scientificamente dimostrato che la velocità di recupero di un paziente con raffreddore dipende direttamente dal lavoro del sistema immunitario.