Principale / Naso che cola

Ipertrofia delle tonsille nei bambini: segni, trattamento e rimozione delle tonsille

Naso che cola

Le tonsille si trovano sul retro del palato superiore. Dalla nascita, sono presenti in ogni persona e svolgono una funzione protettiva, essendo parte del sistema immunitario. In un bambino piccolo, le tonsille sono poco sviluppate e crescono nel tempo. L'ipertrofia delle tonsille può portare a vari problemi, poiché le tonsille troppo cresciute bloccano il normale accesso all'aria e portano alla fame di ossigeno, che è pericolosa per il bambino. Questa condizione può essere reversibile se si rivolge a un pediatra in tempo e iniziare il trattamento.

Cause e segni della malattia

L'ipertrofia delle tonsille è una condizione in cui le tonsille aumentano di dimensioni senza segni di infiammazione.

Le tonsille svolgono una barriera e una funzione protettiva del corpo. Molto spesso, aumentano durante l'infanzia (da 2 a 12 anni), quando il sistema immunitario è più indebolito.

Le tonsille sono costituite da tessuto linfoide. Non consentono a virus e microbi di entrare nel tratto respiratorio, bloccandone il percorso. Nei bambini piccoli, fino a sei mesi, le tonsille sono ancora così piccole che non svolgono la loro funzione, quindi la probabilità di ammalarsi è leggermente superiore.

Nel corso della vita e la crescita dell'amigdala dovrebbe aumentare di dimensioni, è considerato normale. Raggiungono la loro dimensione ottimale all'età di 12-13 anni.

L'ipertrofia delle tonsille nei bambini non è sempre associata al processo infiammatorio.

L'ipertrofia è un aumento delle dimensioni, questo concetto non è identico all'infiammazione. Le tonsille possono aumentare a causa di adenoidite (infiammazione delle tonsille), ma un aumento può essere parte del processo patologico causato da una rottura del sistema immunitario, ereditarietà.

In caso di infezione, le tonsille aumentano solo temporaneamente, che è chiamata la risposta del corpo. In questo caso, è sufficiente eliminare la causa dell'infezione e le tonsille torneranno rapidamente alla normalità. Ma tutto è complicato quando le tonsille dilatate durano a lungo. Le condizioni ambientali avverse, la suscettibilità alle reazioni allergiche, le malattie dentali e le malattie endocrine possono anche influenzare l'ipertrofia delle tonsille.

Segni caratteristici di ipertrofia delle tonsille:

  • Respirazione difficile I genitori possono notare difficoltà a respirare, respiro sibilante insolito, respiro sibilante e russare in un sogno, il bambino inizia a respirare attraverso la bocca. I sintomi diventano particolarmente pericolosi quando una madre vede un episodio di apnea del sonno e un respiro temporaneo in un bambino.
  • Disturbi della parola e della voce La voce del bambino diventa nasale, nasale, la parola è disturbata. Se l'ipertrofia delle tonsille è sorto nel periodo della formazione della parola, il bambino sarà disturbato dall'articolazione dei suoni consonanti, il discorso diventerà scorretto e meno chiaro.
  • Sviluppo ritardato. Più a lungo la fame di ossigeno del bambino a causa della proliferazione delle tonsille, più forte è il ritardo nello sviluppo mentale e fisico di un bambino.
  • Violazioni di occlusione e contorni del viso. A causa della costante respirazione della bocca, l'ovale del viso del bambino può essere allungato, e la mascella sporge, rompendo il morso e influenzando la pronuncia dei suoni.

Trattamento farmacologico

Tutti i farmaci per il trattamento dell'ipertrofia delle tonsille dovrebbero essere prescritti solo da un otorinolaringoiatra.

Nelle fasi iniziali della malattia è necessario un trattamento attivo con vari farmaci, che allevia l'infiammazione, contribuisce alla riduzione delle tonsille e aiuta ad evitare l'intervento chirurgico.

La malattia ha diverse fasi. Il trattamento farmacologico può essere efficace nei primi due e nella terza fase viene discussa la rimozione chirurgica delle tonsille. Nella terza fase, le tonsille già quasi completamente si sovrappongono alla gola e non permettono al bambino di respirare normalmente anche con la bocca. Questa è una condizione pericolosa per la vita e la salute, richiede un trattamento immediato.

A volte i genitori sono invitati a portare un bambino malato al mare o in montagna, poiché l'aria pulita e umida incide sulle tonsille come l'inalazione.

  • Furatsilin. Il principio attivo del farmaco è nitrofosico. È un farmaco antimicrobico in grado di eliminare e bloccare la riproduzione di microbi patogeni. Si raccomanda la soluzione di Furatsilina per fare gargarismi più volte al giorno per rimuovere l'infiammazione dalle tonsille. Furacilin può essere acquistato sotto forma di compresse e quindi preparare autonomamente una soluzione nella concentrazione prescritta dal medico.
  • Tonsilgon o Tonsilotren. Si tratta di preparazioni a base di ingredienti naturali (erbe, fiori di camomilla, dente di leone, corteccia di quercia, oli essenziali, ecc.). Tonsilgon è disponibile in gocce ed è consentito per il trattamento di bambini da un anno. Questo è un forte antisettico che consente di rimuovere l'infiammazione e il gonfiore, normalizzare il lavoro delle vie respiratorie. Tuttavia, è necessario fare attenzione a dare il farmaco ai bambini piccoli a causa della possibilità di una reazione allergica alle erbe.
  • Nitrato d'argento Con l'aiuto del nitrato d'argento, i medici ORL raccomandano il trattamento della faringite e di altre malattie infiammatorie della gola e della faringe. Per il risciacquo utilizzare una soluzione di nitrato di argento 1 o 2%.
  • Terapia ad ultrasuoni Il trattamento ad ultrasuoni è spesso usato per trattare la tonsillite cronica, portando ad un aumento delle tonsille. Questo è un metodo conservativo abbastanza efficace per il trattamento di tonsille e tonsilliti, che nelle fasi iniziali della malattia aiuta a evitare un intervento chirurgico. Gli ultrasuoni ti permettono di liberare le tonsille dal pus, eliminare l'infiammazione, accelerare il processo di guarigione.

Metodi tradizionali di trattamento

Le migliori ricette popolari per il trattamento dell'ipertrofia delle tonsille nei bambini

Vale la pena ricordare che per un trattamento efficace è necessario conoscere la causa dell'ipertrofia delle tonsille, e questo non è sempre un mal di gola o un raffreddore. A volte altri processi patologici possono causare una malattia simile. In questi casi, i rimedi popolari potrebbero essere inefficaci.

La medicina tradizionale è spesso usata come parte del trattamento conservativo in combinazione con i farmaci. Prescrivere tali fondi dovrebbe essere un medico. La gamma di rimedi popolari usati dipende dalla condizione e dall'età del bambino. Più piccolo è il bambino, maggiore è il rischio di una reazione allergica.

Per questo motivo, si consiglia di iniziare il trattamento con piccole dosi e monitorare attentamente la reazione del corpo del bambino.

Ai primi segni di allergia, edema, eruzione cutanea, è necessario interrompere il trattamento e consultare un medico. Per rendere più facile capire cosa ha causato l'allergia, i rimedi popolari vengono forniti separatamente con un certo intervallo.

Rimedi popolari per il trattamento delle tonsille:

  • Brodi di camomilla e salvia. I decotti di erbe aiutano a ridurre l'infiammazione e il gonfiore, hanno effetti antimicrobici e cicatrizzanti. I decotti consigliano i gargarismi 3-4 volte al giorno. Puoi portarli dentro solo con il permesso del medico.
  • Aloe e miele. L'aloe ha un effetto disinfettante e il miele ammorbidisce attivamente e ripristina le mucose. Per preparare una tale miscela, è necessario mescolare il succo di aloe e il miele in un rapporto di 1: 3. La miscela risultante lubrifica molto attentamente le tonsille infiammate, dopo di che per un'ora non danno al bambino nulla da mangiare e da bere.
  • Foglie di noce Le foglie di noce contengono astringenti, che consentono di rimuovere rapidamente il gonfiore e ridurre le dimensioni delle tonsille. Un decotto delle foglie viene utilizzato per fare gargarismi più volte al giorno. Con lo stesso scopo, è possibile utilizzare un decotto di corteccia di quercia.
  • Propoli. Per il trattamento delle tonsille è meglio usare la propoli naturale. Un piccolo pezzo di propoli viene macinato e mescolato con pesca naturale o olio d'oliva. Questa soluzione viene delicatamente e lentamente riscaldata in un bagno d'acqua, accuratamente mescolata e filtrata, e poi spalmata sulle tonsille del bambino.

Durante il risciacquo e la lubrificazione è necessario monitorare attentamente le dimensioni delle tonsille del bambino. Se continuano ad aumentare o drasticamente gonfiarsi e diventare ancora di più, dovresti consultare immediatamente un medico. Il gonfiore allergico della laringe può causare asfissia.

Trattamento chirurgico delle tonsille

Solo alla terza fase dell'ipertrofia si può rimuovere la tonsilla.

Le tonsille svolgono una funzione protettiva, ma in alcuni casi la loro rimozione è necessaria. Alcune madri ritardano l'operazione a causa del timore che dopo aver rimosso le tonsille, il bambino inizierà a ferire più spesso, ma tale procedura chirurgica non viene mai prescritta se non assolutamente necessario. Se il pediatra consiglia di non stringere e rimuovere le tonsille, i benefici di questa operazione superano il danno e lasciano le tonsille pericolose.

Ci sono indicazioni per la rimozione delle tonsille, che non dovrebbero essere ignorate. Ad esempio, il medico consiglierà l'operazione se il bambino non può ingerire cibo e respirare completamente con la bocca o con il naso, se il bambino è spesso più di un mal di gola (più volte l'anno) o le tonsille sono coperte da ulcere multiple. Non è raccomandato rifiutare la chirurgia per i bambini con malattie cardiache.

L'ipertrofia delle tonsille può dare gravi complicazioni ai reni, portare a pielonefrite o insufficienza renale - in questo caso, la rimozione delle tonsille è semplicemente necessaria.

L'operazione per rimuovere le tonsille è chiamata tonsillectomia. Può essere fatto in vari modi: tradizionalmente con un bisturi o con un laser. In ogni caso, le tonsille vengono rimosse e il sito sanguinante viene attentamente cauterizzato e trattato.

L'operazione consente di risolvere il problema dell'ipertrofia delle tonsille una volta per tutte. Le tonsille rimosse non ricresceranno e non ricominceranno a crescere. Il tradizionale metodo di rimozione richiede un'anestesia generale ed è più pericoloso in termini di sanguinamento. Il sanguinamento può essere abbondante, ma i dottori esperti lo fermeranno rapidamente cauterizzando le navi.

Ulteriori informazioni sulla tonsillectomia possono essere trovate nel video:

La rimozione laser delle tonsille evita il sanguinamento, ma non si applica ai bambini sotto i 10 anni di età. La chirurgia laser non richiede l'anestesia generale, il che significa che il bambino deve rimanere calmo e non muoversi. Per questo motivo, la chirurgia laser viene eseguita solo sui bambini più grandi. La rimozione del laser viene eseguita rapidamente utilizzando l'anestesia locale. Il laser non solo consente di tagliare le tonsille, correggendo la profondità dell'incisione, ma sigilla immediatamente anche i vasi.

Con l'aiuto di un laser, è possibile rimuovere solo parzialmente le tonsille. In alcuni casi, l'ipertrofia non influisce su tutti i tessuti delle tonsille. Ciò consente di rimuovere solo una parte del tessuto danneggiato, ma lascia un'altra parte, che continuerà a svolgere una funzione protettiva.

Complicazioni e prevenzione

L'ipertrofia delle tonsille è una malattia pericolosa che può causare gravi conseguenze.

Se segui tutte le raccomandazioni del medico e inizi il trattamento in tempo, è probabile che non seguiranno complicazioni della malattia. Con l'adolescenza, la crescita delle tonsille di solito si interrompe, quindi la chirurgia potrebbe non essere necessaria.

Tuttavia, se non trattata, l'ipertrofia delle tonsille porta a gravi conseguenze:

  • Lag in sviluppo. Il ritardo nello sviluppo è causato dalla carenza di ossigeno, il ritardo della parola in un bambino. Non può svilupparsi normalmente. Nella maggior parte dei casi, è riparabile se consultate un medico in tempo e non rifiutate di rimuovere le tonsille se necessario.
  • Malattia renale Ipertrofia prolungata delle tonsille porta a malattie infiammatorie dei reni o addirittura insufficienza renale. Questa è una conseguenza grave e indesiderabile, che può essere evitata con la rimozione chirurgica delle tonsille.
  • Disturbi psicologici La mancanza di aria e l'incapacità di mangiare e dormire normalmente portano spesso a disturbi psicologici nel bambino. Un bambino malato può avere la paura di soffocare nel sonno, complessi sulla sua voce e così via.
  • Malattie infiammatorie della gola, laringe, polmoni. Se la causa dell'ipertrofia è stata l'infiammazione, si diffonderà ulteriormente, interessando tutti i nuovi tessuti e provocando altre malattie infiammatorie.

La prevenzione dell'ipertrofia delle tonsille include molti componenti. È molto importante normalizzare il regime del giorno del bambino, per assicurargli il giusto riposo e sonno. Se un bambino ha una tendenza alle malattie infiammatorie della gola e delle tonsille, è consigliabile insegnargli a sciacquarsi la bocca dopo ogni passeggiata e ogni pasto.

La gola può anche essere indurita: si consiglia di somministrare periodicamente al bambino un liquido fresco e alternarlo con uno caldo.

La temperatura del fluido non dovrebbe essere troppo bassa, in modo da non provocare infiammazioni. Il pericolo del processo infiammatorio aumenta se i liquidi freddi vengono somministrati dopo il surriscaldamento, la permanenza prolungata nel soffocamento o al sole.

Per evitare l'ipertrofia delle tonsille in un bambino, è necessario anche monitorare la pulizia della stanza in cui si trova, effettuare regolarmente la pulizia a umido, aria, umidificare l'aria con l'aiuto di umidificatori speciali, evitare l'accumulo di polvere su tappeti, mobili imbottiti e giocattoli.

Notato un errore? Selezionalo e premi Ctrl + Invio per dircelo.

Ipertrofia delle tonsille

L'ipertrofia delle tonsille è un aumento delle dimensioni delle formazioni linfoidi situate tra gli archi anteriore e posteriore del palato molle, senza segni di alterazioni infiammatorie. Manifestazioni cliniche - disagio durante la deglutizione, deterioramento della respirazione nasale e orale, russamento, nasale, distorsione del linguaggio, disfagia. I principali criteri diagnostici includono informazioni anamnestiche, reclami, risultati di faringoscopia e test di laboratorio. Le tattiche terapeutiche dipendono dalla gravità dell'ipertrofia e consistono in farmaci, trattamenti di fisioterapia o esecuzione di tonsillectomia.

Ipertrofia delle tonsille

Ipertrofia delle tonsille - una malattia comune che si verifica nel 5-35% della popolazione totale. Circa l'87% di tutti i pazienti sono bambini e adolescenti di età compresa tra 3 e 15 anni. Tra persone di mezza età e anziani, tali cambiamenti sono estremamente rari. Spesso questa condizione è combinata con un aumento della tonsilla rinofaringea - adenoidi, che indica una iperplasia generale del tessuto linfoide. La prevalenza della patologia nella popolazione pediatrica è associata ad un'alta incidenza di ARVI. Iperplasia del tessuto linfoide della faringe con la stessa frequenza viene rilevato tra i maschi e le femmine.

motivi

Nella moderna otorinolaringoiatria, l'ipertrofia delle tonsille è considerata una risposta compensatoria. La crescita del tessuto linfoide può essere preceduta da uno stato accompagnato da immunodeficienza. Di regola, le tonsille dilatate sono causate da:

  • Malattie infiammatorie e infettive. Le tonsille palatine sono l'organo in cui si verifica il contatto primario con l'antigene, la sua identificazione e la formazione di una risposta immunitaria locale e sistemica. Molto spesso l'ipertrofia è causata da SARS, patologie infiammatorie ricorrenti della bocca e della faringe (adenoiditi, stomatiti, carie, faringiti, ecc.), Malattie infettive dell'infanzia (morbillo, pertosse, scarlattina, ecc.).
  • Diminuzione dell'immunità Ciò include tutte le malattie e i fattori che possono ridurre l'immunità locale e le difese generali del corpo - ipovitaminosi, cattiva alimentazione, cattive condizioni ambientali, ipotermia delle tonsille durante la respirazione orale e malattie endocrine. Tra questi ultimi, l'insufficienza surrenalica e il deficit del timo svolgono il ruolo più importante.
  • Diatesi linfoipoplastica. Questa versione dell'anomalia della costituzione si manifesta con una tendenza a diffondere iperplasia del tessuto linfoide. Inoltre, questo gruppo di pazienti è caratterizzato da immunodeficienza, ridotta reattività e adattamento del corpo a fattori ambientali.

patogenesi

Per i bambini di età inferiore a 3-4 anni, vi è una mancanza di immunità cellulare sotto forma di una carenza di T-helper. Questo, a sua volta, impedisce la trasformazione dei linfociti B in plasmacellule e la produzione di anticorpi. Il costante contatto con antigeni batterici e virali porta a un'eccessiva produzione di linfociti T funzionalmente immaturi nei follicoli linfoidi delle tonsille e nella loro iperplasia. Le malattie infettive e infiammatorie del rinofaringe sono accompagnate da una maggiore produzione di muco. Esso, che scorre lungo la parte posteriore della faringe, irrita le tonsille palatine, causandone l'ipertrofia. Nella diatesi linfatico-ipoplasica, oltre alla iperplasia persistente dell'intero tessuto linfoide del corpo, si osserva la sua insufficienza funzionale, che causa una maggiore tendenza alle allergie e alle malattie infettive. Un ruolo importante nella patogenesi della malattia è giocato da reazioni allergiche, che causano la degranulazione dei mastociti, l'accumulo nel parenchima delle tonsille di un gran numero di eosinofili.

classificazione

Secondo i criteri diagnostici di Preobrazhensky B.S., ci sono 3 gradi di aumento delle tonsille palatine:

  • Sono st. - I tessuti delle tonsille occupano meno di 1/3 della distanza dal bordo dell'arco palatina anteriore all'ugula o alla linea mediana della faringe.
  • II st. - il parenchima ipertrofico riempie i 2/3 della distanza sopra indicata.
  • III art. - Le tonsille raggiungono l'ugola del palato molle, si contattano o si inseriscono l'un l'altra.

Secondo il meccanismo di sviluppo, si distinguono le seguenti forme di malattia:

  • Forma ipertrofica A causa di alterazioni fisiologiche legate all'età o anomalie costituzionali.
  • Forma infiammatoria Accompagnare le malattie infettive e batteriche del cavo orale e del nasofaringe.
  • Forma allergica ipertrofica. Si verifica sullo sfondo di reazioni allergiche.

sintomi

Le prime manifestazioni della malattia sono una sensazione di disagio durante la deglutizione e la sensazione di un corpo estraneo in gola. Poiché un aumento delle tonsille palatine è spesso combinato con le adenoidi, c'è difficoltà nella respirazione nasale, specialmente durante il sonno. L'ulteriore proliferazione del tessuto linfoide si manifesta con un rumore sibilante durante l'inspirazione e l'espirazione attraverso il naso, tosse notturna e russamento, deterioramento della respirazione della bocca.

Con ipertrofia II-III art. c'è una violazione delle proprietà risonanti del tubo sovrapposto (cavità della faringe, del naso e della bocca) e una diminuzione della mobilità del palato molle. Di conseguenza, vi è la disfonia, che è caratterizzata da una pronuncia nasale, incomprensibile e una distorsione della pronuncia dei suoni. La respirazione nasale diventa impossibile, il paziente è costretto a passare alla respirazione con la bocca aperta. A causa di insufficiente apporto di ossigeno ai polmoni, si sviluppa l'ipossia, che si manifesta con un peggioramento del sonno e della memoria, attacchi di apnea del sonno. Un pronunciato aumento delle tonsille porta alla chiusura del lume faringeo del tubo uditivo e alla perdita dell'udito.

complicazioni

Lo sviluppo di complicanze dell'ipertrofia delle tonsille è associato a una violazione della pervietà del rinofaringe e dell'orofaringe. Questo porta a bloccare il deflusso della secrezione prodotta dalle cellule caliciformi della cavità nasale e la funzione di drenaggio compromessa del tubo uditivo, che causa lo sviluppo di rinite cronica e otite media purulenta. La disfagia è accompagnata da perdita di peso corporeo, beri-beri e patologie del tratto gastrointestinale. Sullo sfondo dell'ipossia cronica, si sviluppano disturbi nervosi, dal momento che le cellule cerebrali sono più sensibili alla carenza di ossigeno.

diagnostica

Per effettuare una diagnosi di ipertrofia tonsillare da parte di un otorinolaringoiatra, viene effettuata un'analisi completa, confronto di dati anamnestici, reclami dei pazienti, risultati di esami fisici, test di laboratorio e differenziazione con altre patologie. Pertanto, il programma diagnostico include:

  • Raccolta dell'anamnesi e dei reclami. L'iperplasia delle tonsille è caratterizzata da insufficienza respiratoria, disagio durante l'atto di deglutizione senza la concomitante sindrome da intossicazione e lo sviluppo di angina in passato.
  • Pharyngoscope. Con il suo aiuto, vengono determinate tonsille palatine simmetricamente più grandi di colore rosa brillante con una superficie liscia e lacune libere. La loro consistenza è densa-elastica, meno spesso - morbida. Nessun segno di infiammazione.
  • Analisi del sangue generale I cambiamenti rilevati nel sangue periferico dipendono dalla variante eziopatogenetica delle tonsille dilatate e possono essere caratterizzati da leucocitosi, linfocitosi, eosinofilia, aumento della VES. Spesso i dati ottenuti vengono utilizzati per la diagnosi differenziale.
  • Radiografia del rinofaringe. È utilizzato in presenza di segni clinici di ipertrofia concomitante delle tonsille faringee e bassa informatività della rinoscopia posteriore. Consente di determinare il grado di ostruzione del lume del tessuto linfoide rinofaringe e sviluppare tattiche per un ulteriore trattamento.

La diagnostica differenziale viene effettuata con tonsillite ipertrofica cronica, linfosarcoma, mal di gola con leucemia e ascesso freddo intramidale. Per la tonsillite cronica, sono caratteristici gli episodi di infiammazione delle tonsille nella storia, l'iperemia e gli attacchi purulenti durante la faringoscopia, la sindrome da intossicazione. Nel linfosarcoma, nella maggior parte dei casi, c'è una lesione di una sola tonsilla palatina. L'angina con leucemia è caratterizzata dallo sviluppo di alterazioni ulcerative-necrotiche su tutte le mucose della cavità orale, la presenza di un gran numero di blasti nell'analisi del sangue generale. Con un ascesso freddo, una delle tonsille diventa arrotondata e, quando viene premuto, viene determinato un sintomo di fluttuazione.

Trattamento dell'ipertrofia delle tonsille

Le tattiche terapeutiche dipendono direttamente dal grado di crescita del tessuto linfoide e dalla gravità della malattia. Con una gravità minima delle manifestazioni cliniche, il trattamento non può essere effettuato - l'involuzione del tessuto linfoide si verifica con l'età, e le tonsille diminuiscono in modo indipendente in volume. Per la correzione dell'ipertrofia I-II art. vengono utilizzate misure fisioterapeutiche e mezzi farmacologici. Un aumento del grado II-III in combinazione con insufficienza respiratoria grave e disfagia è un'indicazione per la rimozione chirurgica delle tonsille.

  • Trattamento farmacologico Di norma, comporta il trattamento delle tonsille palatine con preparati antisettici di un astringente a base di immunomodulatori d'argento e vegetali. Quest'ultimo può anche essere usato per lavare il naso. I preparati linfotropici sono usati per l'esposizione sistemica.
  • Agenti fisioterapici I metodi più comuni sono l'ozono terapia, l'irradiazione ultravioletta a onde corte, l'inalazione con acque minerali carbonizzate e soluzioni di fango, l'elettroforesi, le applicazioni di fango nella regione sottomandibolare.
  • Tonsillectomia. La sua essenza sta nella rimozione meccanica del parenchima invaso delle tonsille con l'aiuto di Mathieu tosillotome. L'operazione viene eseguita in anestesia locale. Nella medicina moderna, la diatermocoagulazione e la criochirurgia, che si basano sulla coagulazione del tessuto tonsillare sotto l'influenza della corrente ad alta frequenza e delle basse temperature, stanno guadagnando popolarità.

Prognosi e prevenzione

La prognosi dell'ipertrofia delle tonsille è favorevole. La tonsillectomia porta alla completa eliminazione della disfagia, al ripristino della respirazione fisiologica e alla normalizzazione della parola. L'iperplasia moderata del tessuto linfoide subisce un'involuzione indipendente legata all'età, a partire da 10-15 anni di età. Non ci sono misure preventive specifiche. La profilassi non specifica si basa sul trattamento tempestivo delle malattie infiammatorie e infettive, sulla correzione dei disturbi endocrini, sulla riduzione al minimo dei contatti con gli allergeni, sulla riabilitazione da sanatorio-resort e sulla terapia razionale delle vitamine.

Primo medico

Ipertrofia delle tonsille nei bambini di 3 gradi

La proliferazione del tessuto ghiandolare delle ghiandole palatine si verifica durante l'infanzia. Nel periodo da 2 anni fino alla pubertà, ai bambini viene diagnosticata una tonsilla ingrossata. Le cause del processo patologico si trovano negli organi sottosviluppati del sistema linfoide situato nella gola.

Come si manifesta la patologia nei bambini?

Il tessuto delle tonsille cresce, occupano un volume maggiore nella gola, ma non c'è alcun processo infiammatorio. Il colore e la consistenza dell'organo non cambia. L'ipertrofia delle tonsille nei bambini si verifica regolarmente, ragazze e ragazzi sono ugualmente sensibili a questo processo. Il trattamento dipende dal grado di crescita del tessuto.

Il medico al primo esame stabilirà quali tonsille sono colpite:

Ghiandole palatali e tubali (accoppiate). I primi si trovano ai lati dell'ingresso della faringe, il secondo negli organi dell'udito. Ghiandole faringee e linguali (non abbinate). Il primo si trova sul retro della faringe, il secondo sotto la lingua.

Gli organi del sistema linfatico proteggono il corpo da infezioni, polvere e virus. In un bambino, non possono svolgere pienamente le loro funzioni, dal momento che non sono ancora sufficientemente sviluppati.

Infine, la formazione termina all'età di 12 anni, quindi si prevede che l'ipertrofia delle tonsille diminuirà. Il trattamento obbligatorio non è richiesto per tutti i bambini.

Cause della crescita delle tonsille

Il processo coinvolge le ghiandole palatine e faringee. La crescita eccessiva provoca ripetuti mal di gola. Il processo infiammatorio cronico interessa principalmente la tonsilla faringea, quindi i genitori ascoltano la diagnosi di adenoidite.

Il trattamento nella fase iniziale ha lo scopo di alleviare l'infiammazione e ridurre il volume della ghiandola. Nei casi gravi in ​​cui l'ipertrofia delle ghiandole colpisce la respirazione, peggiora il sonno e interferisce con l'alimentazione normale, è indicata la rimozione chirurgica (totale o parziale).

Nel processo infiammatorio si verifica un aumento del volume delle ghiandole, in esse aumenta il numero di linfociti che proteggono il corpo dall'invasione di agenti patogeni. Con le infezioni ripetute, l'immunità debole, le tonsille non hanno il tempo di riprendersi dopo l'infiammazione e di prendere le dimensioni normali. Stare in uno stato ingrandito diventa cronico, che diventa una patologia.

I fattori per l'ipertrofia degli organi linfatici sono molto più: la faringoscopia aiuta a stabilire la vera causa:

esposizione alle allergie; clima inadatto; carie, stomatiti, mughetto; caratteristiche della struttura dell'apparato maxillo-facciale; malattia delle ghiandole surrenali.

Sintomi di ipertrofia della ghiandola in un bambino

I genitori tendono ad attribuire cambiamenti nel corpo del bambino al processo infiammatorio durante il raffreddore. Tuttavia, quando l'infezione è guarita, e la respirazione è difficile e il bambino nasale, questa è un'occasione per consultare un medico.

Il motivo per la visita dal medico sono i seguenti stati:

di notte, il respiro del bambino non è uniforme, a volte con sforzo; prevale la respirazione orale; il bambino è rallentato, parla male, sente; dice "nel naso"; difficoltà a pronunciare le consonanti; pelle pallida; sensazione di congestione nasale.

Il bambino è letargico, si stanca rapidamente, può lamentare un mal di testa.

Forme di ipertrofia

Per selezionare un trattamento, determinare il grado di aumento della ghiandola. Per fare questo, il medico esamina la cavità orale e le ghiandole palatine, che sono visibili senza l'uso di strumenti speciali.

Nei bambini, è consuetudine distinguere tra i 3 gradi di ipertrofia delle tonsille:

Visivamente, le ghiandole palatine sono ingrandite, occupando una terza parte dell'altezza dalla lingua all'arco del cielo. Le ghiandole linfatiche in altezza superano la linea mediana della faringe. Le ghiandole coprono il lume della faringe, strettamente in contatto o si sovrappongono.

Ipertrofia delle tonsille 1 e 2 gradi nei bambini richiede igiene, pulizia della bocca, risciacquo con acqua e soluzioni antisettiche. Con i 3 gradi di crescita stabiliti delle ghiandole palatine, prendere in considerazione la rimozione parziale o completa dei tessuti della ghiandola.

Cos'è un processo unilaterale pericoloso?

Quando vengono ingerite infezioni della ghiandola, entrambe sono "attivate". Quando il processo è in ordine cronologico, crescono simultaneamente. Ma, in rari casi, viene diagnosticata l'ipertrofia unilaterale delle tonsille, che è considerata un sintomo pericoloso.

In questo caso, un urgente bisogno di visitare un medico per determinare la causa della patologia. Il bambino è mostrato a un oncologo, un phthisiologist e un venereologist. La causa della crescita della ghiandola è una malattia polmonare (tubercolosi), la sifilide, un processo tumorale. La diagnostica aiuta a stabilire la diagnosi: sangue, strisci, esame strumentale.

La proliferazione unilaterale della tonsilla si verifica a causa delle caratteristiche anatomiche della struttura degli organi della faringe. In questo caso, la terapia non è richiesta.

Trattamento delle tonsille durante la crescita

Nelle fasi iniziali, sono gestiti con metodi conservativi:

risciacquo; fisioterapia; inalazione; igiene della bocca

Ripristina le tonsille o ostacola la loro ulteriore crescita.

viaggi al mare; indurimento e bagni d'aria; rafforzare l'immunità; dieta variata.

Se l'allargamento patologico della ghiandola complica la vita di un piccolo paziente, viene eseguita un'operazione per rimuovere o parzialmente asportare il tessuto linfatico.

Quando la patologia delle tonsille mostra l'osservazione di un piccolo paziente e l'osservanza delle istruzioni del medico. È molto probabile che le ghiandole linfatiche assumano dimensioni normali ed eseguano i loro compiti funzionali.

La prima barriera che si verifica nel modo di qualsiasi infezione che vuole entrare nel corpo umano attraverso gli organi respiratori e la cavità orale è le tonsille. Sono costituiti da tessuto linfatico, sono di forma ovale e in uno stato di salute sono di dimensioni molto compatte. Tuttavia, a volte aumentano di dimensioni a causa dello sviluppo di un processo infiammatorio nei loro tessuti.

Lo sviluppo dell'ipertrofia delle tonsille nei bambini

Le tonsille palatali si trovano tra la lingua e il palato molle, oltre a queste, rinofaringeo, linguale e due tonsille tubolari sono anche distinti. Tutti creano un anello linfatico e faringeo, la cui funzione principale è quella di proteggere il rinofaringe, il tratto respiratorio, i bronchi e i polmoni, nonché il tratto digestivo dagli attacchi di varie infezioni.

A volte le tonsille palatine (ghiandole) iniziano a crescere di dimensioni in completa assenza del processo infiammatorio in esse. Questa ipertrofia delle tonsille o tonsillite ipertrofica, che è molto comune nei bambini.

Questa condizione nei bambini si verifica più spesso sotto l'influenza di fattori ambientali dannosi. Immediatamente dopo la nascita, il tessuto linfatico delle ghiandole è immaturo, ma nel processo di maturazione, le cellule di questo organo subiscono differenziazione e matura. Quando i fattori esogeni agiscono sulle tonsille palatine durante questo periodo, si verifica una risposta inadeguata dei tessuti di questo organo e del loro aumento.

Come accennato in precedenza, lo sviluppo dell'ipertrofia delle tonsille nei bambini è la risposta del sistema immunitario a vari fattori avversi e condizioni ambientali. Di norma, a 3-5 anni, i bambini si uniscono al gruppo e iniziano a comunicare attivamente tra loro. Oltre alla gioia della comunicazione, questi incontri portano un aumento del carico sul sistema immunitario ancora acerbo.

I molti virus, sostanze inorganiche e batteri che un bambino inala insieme all'aria contribuiscono ad aumentare il tessuto ghiandolare.

L'ipertrofia delle tonsille, la cui fotografia può essere vista sotto, è una sorta di adattamento del corpo:

Inoltre, la malnutrizione, i raffreddori frequenti e l'ipotermia possono contribuire a un aumento delle tonsille. Tuttavia, le ragioni per lo sviluppo di tale ipertrofia in ciascun caso sono molto individuali, qui le caratteristiche costituzionali del bambino e l'ereditarietà giocano un ruolo importante.

I sintomi di ipertrofia delle tonsille

Di regola, piccoli cambiamenti nelle dimensioni di questo corpo e in nessun modo disturbano i bambini. Ma con il progredire del processo, un aumento delle dimensioni delle ghiandole può causare lo sviluppo dei seguenti sintomi negativi:

cambio di voce - il bambino parla nel naso, come se avesse sviluppato una rinite con congestione nasale. Anche la parola è deformata, diventa scarsamente leggibile, "sfocata"; la respirazione nasale è disturbata - il bambino è costretto a respirare attraverso la bocca, poi attraverso il naso. Allo stesso tempo, c'è un disturbo del sonno (diventa irrequieto e di breve durata), peggioramento dell'umore e aumento dell'irritabilità; il russamento si verifica durante il sonno di una notte - questo può portare a tratti di respiro.

Tali sintomi di ipertrofia tonsillare sono un motivo assoluto e immediato per visitare un medico.

Il grado di sviluppo dell'ipertrofia delle tonsille

È consuetudine distinguere tra tre gradi di ipertrofia delle tonsille, a seconda del livello di sviluppo del processo e dell'aumento delle tonsille. Determinare la dimensione e il grado della loro ipertrofia può solo medico ENT durante l'esame della gola. Il grado di sviluppo della malattia dipende dalla dimensione delle ghiandole e più precisamente da quanto spazio rimane tra il bordo dell'arco palatale anteriore e la linea mediana della faringe.

L'ipertrofia delle tonsille di primo grado è diagnosticata nel caso in cui 1/3 dello spazio è occupato. Tali cambiamenti sono spesso rilevati per caso, poiché non causano ancora alcun disagio al bambino.

Quando c'è un ipertrofia delle tonsille di grado 2, gli organi infiammati occupano già 2/3 dell'intero spazio e provocano i primi segni della malattia (cambiamento di voce, difficoltà di respirazione).

Nell'ipertrofia delle tonsille del terzo grado, gli organi infiammati occupano quasi tutto lo spazio e possono persino entrare in contatto l'uno con l'altro.

Di norma, l'ipertrofia delle adenoidi e delle tonsille palatine è un processo reversibile che, in assenza di fattori provocatori e aggravanti, può gradualmente scomparire nell'adolescenza.

Metodi di trattamento dell'ipertrofia delle tonsille nei bambini

Nel trattamento dell'ipertrofia delle tonsille non è necessario solo nel caso in cui sia 1 grado della malattia, e i processi infiammatori nel rinofaringe si verificano molto raramente. Nella fase iniziale dello sviluppo della malattia, è necessario fare i gargarismi con una soluzione tiepida di bicarbonato di sodio o di furatsilina, salvia e brodo di camomilla una volta ogni 7-10 giorni. È anche importante assicurarsi che il respiro del bambino sia solo nasale, altrimenti è possibile l'infezione e l'ipotermia delle tonsille. In modo positivo, la loro condizione è influenzata dall'inalazione della fresca aria di montagna e di mare.

Il trattamento dell'ipertrofia delle tonsille del 2 ° grado nei bambini comprende gargarismi più frequenti con soluzioni antisettiche, così come la lubrificazione delle tonsille con agenti astringenti e cauterizzanti, ad esempio, con una soluzione al 3% di collagene, un ciclo di 2-3 settimane e una pausa di un mese. Un altro metodo di trattamento è la lubrificazione quotidiana (al momento di coricarsi) della mucosa nasofaringea con carotolina, che la nutre efficacemente e previene l'infiammazione.

Con grave ipertrofia di grado 3, che causa difficoltà a deglutire il cibo e rende difficile respirare, può essere necessario un intervento chirurgico - tonsillotomia. Durante la sua detenzione, una parte della tonsilla viene interrotta e un'operazione viene eseguita in anestesia locale.

Se ha domande da porre al medico, si prega di chiedere loro nella pagina di consultazione. Per fare ciò, fare clic sul pulsante:

Fai una domanda

Le tonsille palatali, come altre formazioni linfoidi dell'anello faringeo, appartengono alle strutture immunitarie. Assorbono l'attacco dell'infezione mentre tenta di entrare nel corpo. Per combattere i microrganismi patogeni, il tessuto linfoide può aumentare leggermente, tuttavia, dopo una vittoria ritorna alle dimensioni precedenti.

Quindi, l'ipertrofia temporanea delle tonsille di primo grado è una variante della norma per il periodo acuto di una malattia infettiva. Un aumento delle tonsille di grado 2 e 3 porta a sintomi della malattia e richiede un trattamento. Spesso la patologia si verifica tra i bambini.

Ipertrofia delle ghiandole può svilupparsi in parallelo con un aumento della tonsilla faringea o linguale. Spesso, una ghiandola ingrandita viene diagnosticata sullo sfondo delle adenoidi e viceversa.

Le tonsille, a seconda delle dimensioni, possono essere classificate come segue:

Stadio 1 - caratterizzato da una diminuzione del lume della gola di un terzo; al secondo grado - il diametro si restringe di 2/3; il terzo grado è caratterizzato da una combinazione delle superfici delle tonsille, che copre completamente il lume della gola.

Cause di ipertrofia

Non è possibile dire esattamente perché la ghiandola diventa ipertrofica. Tuttavia, è sicuro dire che questa è una reazione protettiva del corpo all'azione di un fattore avverso.

Nei bambini, a causa del sottosviluppo del sistema immunitario, il tessuto linfoide è molto variabile, quindi la sua iperplasia non richiede un'azione duratura del fattore dannoso.

I fattori predisponenti che causano la proliferazione del tessuto linfoide, che causa l'ipertrofia delle tonsille nei bambini, includono:

diminuzione della difesa immunitaria; esacerbazione della patologia cronica; dieta malsana; infezioni frequenti (ARVI, influenza); la presenza di infezione nella gola (faringite) o nasofaringe (sinusite); tonsillite cronica, quando i microbi si accumulano nelle pieghe della mucosa, sostenendo la risposta infiammatoria; carichi fisici pesanti; aria secca inquinata; rischi professionali.

Si noti che i bambini che hanno genitori affetti da adenoidi o hanno avuto le tonsille, cioè con l'ereditarietà gravata, soffrono più spesso.

Come si manifesta?

Quando si fa riferimento ad un otorinolaringoiatra nella maggior parte dei casi, viene diagnosticata la crescita del tessuto linfoide, non solo le ghiandole, ma anche la tonsilla faringea. La gravità dei sintomi clinici dipende dal grado di ipertrofia delle tonsille e dalla sovrapposizione del lume laringeo.

Quando provi a ispezionare le tonsille nello specchio da solo, solo con il secondo e il terzo grado puoi notare il loro aumento. La crescita di 1 grado non è così evidente, quindi una persona non presta attenzione ai sintomi. A poco a poco, quando si sviluppa l'ipertrofia di grado 2, iniziano a comparire segni che indicano una malattia. Man mano che le ghiandole aumentano, diventano saldate tra loro e l'ugola.

Sulla consistenza delle tonsille si compatta con iperemia (con infiammazione) o colore giallo pallido. Clinicamente notare la vista ipertrofica delle ghiandole può essere sui seguenti motivi:

il bambino inizia a respirare pesantemente, questo è particolarmente evidente quando gioca a giochi all'aperto; difficoltà a deglutire; c'è un elemento estraneo nella gola; la voce cambia, diventa nasale. A volte non è possibile capire dal primo cosa dice il bambino, perché alcuni suoni sono distorti; a volte si notano russare e tosse.

Con l'ulteriore proliferazione del tessuto linfoide, il passaggio del cibo solido viene ostacolato. Quando l'infiammazione delle tonsille sviluppa angina. È tipico per lei:

insorgenza acuta; rapido deterioramento; ipertermia febbrile; placca purulenta sulle tonsille, suppurazione dei follicoli, pus nelle lacune.

Esame diagnostico

Per fare una diagnosi accurata, è necessario consultare un medico:

Al primo stadio, il medico interroga i reclami, esamina le caratteristiche del loro aspetto e analizza anche la storia della vita (condizioni di vita, malattie passate e presenti). Inoltre, i linfonodi regionali sono palpati per l'infiammazione; Al secondo stadio viene eseguita la faringoscopia, che consente di ispezionare la condizione delle tonsille, valutare l'entità del processo e determinare l'estensione della crescita del tessuto linfoide. Anche la rinoscopia è raccomandata; la terza fase riguarda la conduzione della diagnostica di laboratorio. Per questo, il paziente viene inviato per microscopia e cultura. Il materiale dell'esame è un tampone di tonsilla.

Le analisi forniscono l'opportunità di confermare o escludere una lesione infettiva delle ghiandole e anche di stabilire la sensibilità dei microbi agli antibiotici.

L'otoscopia, l'endoscopia rigida, la fibroendoscopia e l'esame ecografico vengono eseguiti per identificare le complicanze. Nel processo di diagnosi, l'ipertrofia deve essere differenziata da tonsillite cronica, oncopatologia e ascesso.

Trattamento conservativo

Prima di decidere cosa usare per il trattamento, è necessario analizzare i risultati della diagnosi. Particolarmente necessario considerare il grado di crescita del tessuto linfoide, la presenza di infezioni e infiammazioni.

Per le azioni di sistema possono essere assegnati:

agenti antibatterici (Augmentin, Zinnat); farmaci antivirali (Nazoferon, Aflubin); farmaci antistaminici che riducono il gonfiore dei tessuti (Diazolin, Tavegil, Erius); terapia vitaminica

Per l'esposizione locale, è indicato il risciacquo della faringe con soluzioni con effetti antisettici e antinfiammatori. Per la procedura è adatto Furacilin, clorexidina, Givalseks e Miramistin. Anche permesso di risciacquare con un decotto di erbe (camomilla, achillea, salvia).

Se necessario, lubrificazione prescritta delle soluzioni tonsille con effetto antisettico, essiccante e idratante. Per valutare adeguatamente l'efficacia della terapia farmacologica, è necessario visitare regolarmente il medico e sottoporsi a una diagnosi. Un buon risultato può essere raggiunto rafforzando contemporaneamente la difesa immunitaria.

Intervento chirurgico

L'ipertrofia delle tonsille di grado 3 nei bambini deve essere trattata chirurgicamente. Con un tale aumento delle ghiandole, non solo i sintomi della malattia sono interessati, ma compaiono anche complicazioni. L'insufficienza respiratoria è irto di ipossia, da cui il bambino è sonnolento, sconsiderato e cattivo.

La rimozione delle tonsille, o tonsillectomia, dura non più di 50 minuti.

Per preparare l'operazione, è necessario sottoporsi a un esame completo per identificare le controindicazioni.

L'intervento chirurgico può essere tollerato da:

malattia infettiva acuta; esacerbazione della patologia cronica; coagulopatia; malattie incontrollate del sistema nervoso (epilessia); grave asma bronchiale.

In consultazione con un otorinolaringoiatra, può essere considerata la questione della rimozione delle adenoidi insieme alle ghiandole durante la loro ipertrofia. Prima dell'intervento chirurgico, è necessario determinare la presenza di reazioni allergiche agli anestetici locali (Novocaina, lidocaina).

La chirurgia può essere eseguita in anestesia locale o in anestesia generale. Questo è determinato dall'anestesista durante l'intervista e dai risultati della diagnosi.

Di solito, la tonsillectomia viene eseguita secondo il piano, in modo da poter esaminare completamente il bambino, evitando in tal modo complicazioni e alleviare il periodo postoperatorio.

Il ricovero per la chirurgia viene eseguito quando il bambino ha:

mancanza di respiro; russare; la parola è cambiata; ipertrofia delle tonsille del 3 ° grado.

Nel periodo postoperatorio, così come prima dell'intervento, i genitori dovrebbero essere vicini al bambino. Questo lo rassicurerà un po 'e faciliterà il lavoro dei chirurghi. Se il bambino è emotivamente labili, per evitare che venga estratto dalle mani dello staff medico durante l'operazione, viene scelta l'anestesia generale.

Immediatamente dopo l'intervento, è vietato tossire e parlare per non ferire i vasi sanguigni e non causare sanguinamento.

Non temere se il bambino libererà la saliva mescolata con il sangue. Dopo aver consultato il medico, dopo poche ore puoi bere acqua, preferibilmente attraverso una cannuccia.

A partire dal secondo giorno, sono consentiti cibi liquidi, come yogurt, kefir o brodo. Spazzolare i denti dovrebbe essere posticipato per diversi giorni. Sottolineiamo che dopo l'operazione è possibile:

C'è dolore durante la deglutizione, come risposta alle lesioni tissutali. Gli analgesici sono prescritti per ridurre il dolore; ipertermia di basso grado; linfadenite regionale; croste alla gola; sangue nella saliva.

L'estratto è possibile dopo 10 giorni, tuttavia ciò non significa che è possibile tornare alla vita normale. È inoltre vietato l'uso di cibi solidi, bevande calde e carichi fisici pesanti. È necessario ricordare di risparmiare la modalità vocale.

Con un piccolo aumento delle tonsille, è necessaria l'osservazione dinamica dei bambini da parte di un medico, perché possono normalizzare le dimensioni delle tonsille. Le complicazioni dell'operazione sono estremamente rare, quindi è considerata semplice per l'otorinolaringoiatria.

Misure preventive

Per proteggere il bambino dalla chirurgia, è sufficiente aderire alle seguenti raccomandazioni:

visita regolarmente il dentista per un esame di routine, perché la carie è un'infezione cronica; trattare tempestivamente le infiammazioni e le infezioni della gola (tonsillite) e nasofaringe (sinusite); prevenire le malattie croniche degli organi interni; mangiare bene; dare il sonno e riposare abbastanza tempo; spesso camminare all'aria aperta; ventilare regolarmente la stanza, pulire con acqua e umidificare l'aria; praticare sport (nuoto, ciclismo); evitare il contatto con allergeni; contatto minimo con persone con malattie infettive; non visitare luoghi con una congestione di massa di persone durante un'epidemia di influenza; indurire; per guarire l'organismo nei sanatori in riva al mare, nella zona della foresta o negli altopiani.

L'ipertrofia delle tonsille nei bambini è una patologia abbastanza comune, ma ciò non significa che non possa essere evitata. L'attenzione alla salute del bambino deve essere pagata fin dalla nascita per creare una solida base per la vita.

Ipertrofia delle tonsille nei bambini e negli adulti. Come trattare?

Gli otorinolaringoiatri devono spesso rispondere alla domanda su cosa sia l'ipertrofia delle tonsille.

Questo termine medico si riferisce all'allargamento patologico delle tonsille senza segni visibili di infiammazione.

Questa patologia è più comune nei bambini di età compresa tra 5-10 anni, i pazienti adulti soffrono di questo disturbo molto meno spesso.

Cos'è l'ipertrofia delle tonsille?

Quattro tipi di tonsille (palatale, tubarica, faringea e linguale) costituiscono l'anello faringeo, che impedisce la penetrazione di agenti patogeni nel rinofaringe, nel tratto respiratorio, nei bronchi e nei polmoni.

Aumentare la loro dimensione è una reazione del sistema immunitario all'influenza negativa di fattori esterni: è per questo motivo che l'ipertrofia negli adulti è meno comune che nei bambini - il loro sistema di difesa è già formato e meno vulnerabile.

Cause di ipertrofia delle tonsille nei bambini

Secondo i medici, la causa più caratteristica dello sviluppo della patologia sono le malattie infettive ricorrenti. Il corpo del bambino non è ancora completamente riabilitato quando viene nuovamente attaccato da infezioni e virus.

Altre cause di ipertrofia della ghiandola includono quanto segue:

  • malattie infettive del passato come il morbillo, la rosolia, la difterite;
  • la presenza di denti cariati;
  • malattie allergiche;
  • patologie endocrine delle ghiandole surrenali;
  • vivere in aree con condizioni ambientali avverse;
  • malnutrizione, carenza di vitamine;
  • carenza ereditaria del sistema linfoide.

Se la malattia non inizia, l'ipertrofia può essere trattata senza intervento chirurgico.

Sintomi e segni

Spesso nelle prime fasi dello sviluppo della patologia, può passare inosservato. I genitori del bambino o dei pazienti adulti vengono dal medico quando i sintomi si manifestano. I sintomi più comuni della malattia includono:

  • difficoltà a respirare, russare in un sogno;
  • voci nasali;
  • menomazioni dell'udito, difetti del linguaggio;
  • febbre;
  • perdita di memoria e concentrazione, peggioramento del sonno, mal di testa;
  • difficoltà a deglutire, l'abitudine di tenere la bocca aperta.

L'ipertrofia è spesso accompagnata da una tosse secca, che non può essere eliminata con i normali farmaci. I pazienti possono lamentare una sensazione di coma in gola, che rende difficile la respirazione e la deglutizione del cibo.
Fonte: nasmorkam.net In un adulto, sono possibili frequenti recidive di rinite cronica, sinusite, sinusite. Il gruppo di rischio comprende pazienti con asma e altre malattie dell'apparato respiratorio. Nelle donne, una tonsilla dilatata causata da malattie croniche può causare difficoltà nel concepire un bambino.

Il grado di ipertrofia delle tonsille

A seconda della scala dell'espansione degli organi, ci sono tre gradi di ingrandimento. Per determinare il livello di patologia tracciare mentalmente una linea dalla lingua ai bordi delle tonsille. Un corpo sano dovrebbe occupare non più di un quarto di questo spazio.

1 grado

Il livello di espansione del tessuto linfoide è insignificante e non supera più di un terzo dell'intero spazio. La struttura e il colore delle ghiandole rimangono quasi invariati. La persona non ha problemi con la respirazione nasale e le lamentele di sentirsi male. Non è richiesto alcun trattamento specifico, ma è necessaria la supervisione medica e l'attuazione delle sue raccomandazioni.

Ipertrofia di grado 2

La dimensione delle ghiandole è aumentata in modo significativo, occupano la maggior parte dello spazio. Il paziente può lamentare difficoltà respiratorie, sensazione di corpo estraneo in gola, difficoltà a deglutire il cibo.

Il bambino può presentare difetti del linguaggio, tosse senza espettorazione, russamento durante il sonno. L'ipertrofia moderata nei bambini richiede un trattamento immediato.

Ipertrofia delle tonsille nei bambini di 3 gradi

Le tonsille palatine, che aumentano notevolmente di dimensioni, iniziano a venire a contatto l'una con l'altra. I bambini hanno pronunciato le voci nasali e l'inadeguatezza della parola. I pazienti possono lamentare difficoltà a deglutire e mangiare.

La compromissione della funzione respiratoria può portare alla carenza di ossigeno dell'intero organismo e dei disturbi mentali che ne derivano.

Codice per ICB 10

Quindi designare un catalogo di malattie nell'International Classifier. Il codice si riferisce alle malattie associate alla violazione degli organi respiratori. La lista include ipertrofia adenoidea, tonsille dilatate con ipertrofia adenoidea e malattie croniche di questi organi.

Tonsille ipertrofiche: foto

Nelle fasi 2 e 3 della malattia, le adenoidi aumentano di dimensioni, il loro colore cambia dall'ombra bluastra al rosa chiaro al viola. La superficie è coperta di tubercoli e gonfiore, si possono formare focolai purulenti. La fase 3 della malattia è scarsamente suscettibile all'esposizione al farmaco e richiede un intervento chirurgico.

Per casi speciali, l'allargamento unilaterale delle tonsille. Questo può essere un segno della presenza di un tumore, tubercolosi polmonare, linfoma, sifilide. Con un aumento delle tonsille da un lato, il paziente deve necessariamente visitare un oncologo e venereologo.

Allo stesso tempo, l'ipertrofia può essere una caratteristica individuale dell'organismo o può essere il risultato di una recente malattia respiratoria.

A quale dottore dovrei andare? Metodi diagnostici

Come trattare la malattia, determina l'otorinolaringoiatra. In primo luogo, conduce un esame generale del paziente per determinare il grado di tonsille dilatate e ascolta i suoi reclami.

Per una diagnosi più accurata, è possibile utilizzare la rinoscopia, la faringoscopia, la radiografia del rinofaringe e i risultati degli esami delle urine e del sangue. A volte la diagnosi negli adulti è più difficile che nei bambini.

Un noto pediatra Komarovsky nota che le cause di una ghiandola allargata in un bambino di 3 anni vengono trasferite a malattie infettive con trattamento insufficiente o incompleto.

La terapia è prescritta dopo tutte le attività diagnostiche. Durante la terapia, Komarovsky consiglia di osservare le seguenti regole:

  • non permettere l'ipotermia infantile;
  • assicurare la temperatura e l'umidità ottimali nella stanza;
  • escludere dal menu cibo solido, gola traumatica;
  • dare al bambino da bere un sacco di liquido caldo;
  • fornire riposo a riposo e riposo.

Bere molta acqua contribuisce alla rapida eliminazione di sostanze tossiche dal corpo e impedisce l'intossicazione generale del corpo.

Trattamento di hypertomy delle tonsille

La decisione su come trattare una patologia viene presa in base al grado di diffusione della malattia. A 1 e 2 stadi, sono possibili la terapia farmacologica e la fisioterapia. Nei casi avanzati, questi metodi non saranno sufficienti, viene mostrata l'operazione.

preparativi

Risciacquare la soluzione di tannino prescritta dalla gola. La sostanza ha un sapore astringente e ha un effetto antisettico e antinfiammatorio. Forse il suo uso nel comune raffreddore, laringite, infiammazione della laringe e delle gengive.

Come antisettico per lubrificare la gola usando una soluzione al 2-5% di nitrato d'argento. L'antiformina antisettica è anche efficace. Per la cauterizzazione delle tonsille usare la soluzione al 2-5%. Lo strumento ha anche un effetto disinfettante sulla cavità orale.

Per uso interno di droghe come Tonsilogon, Umkalor, Tonsilotren.

Tonsilgon è un farmaco a base vegetale, le sue forme di rilascio sono gocce e gocce per l'ingestione. La preparazione comprende corteccia di quercia, radice di Althea, fiori di camomilla, dente di leone ed estratti di achillea, foglie di noce. I mezzi di ricezione forniscono:

  • rimozione del processo infiammatorio;
  • la distruzione di batteri patogeni;
  • riduzione del gonfiore delle mucose;
  • aumentare le difese del corpo.

Si consiglia di prendere le gocce in forma pura, ma se il bambino rifiuta di farlo, è possibile la diluizione con acqua normale non gassata in un rapporto 1: 1. Il farmaco viene assunto indipendentemente dal pasto. La durata dell'ammissione è determinata dal medico.

fisioterapia

Le procedure di fisioterapia sono obbligatorie nella fase in cui la chirurgia può essere evitata. Questi includono la terapia UHF, l'uso di ultrasuoni, radiazioni ultraviolette, terapia laser.

Lo scopo delle procedure fisioterapeutiche è ridurre il gonfiore, ripristinare le dimensioni normali, assicurare un normale apporto di sangue alle tonsille.

L'uso della fisioterapia deve essere accompagnato dall'uso della terapia farmacologica. Il corso del trattamento è solitamente da 10 a 12 procedure, devono essere ripetute due volte l'anno per prevenire il ripetersi della malattia.

Per curare il paziente senza intervento chirurgico, vengono mostrati l'uso di fango, ozono terapia, elettroforesi, tubus-quarzo, visite regolari al mare o località di montagna.

Intervento operativo

Con l'inefficacia dei metodi di trattamento farmacologico e fisioterapico, viene indicata un'operazione per escludere parte delle tonsille che sporgono oltre le arcate palatine. In alcuni casi, vengono completamente rimossi.

Le indicazioni per le quali è raccomandata la chirurgia includono adenoiditi severe, disturbi dell'udito o del linguaggio, o cambiamenti nello scheletro facciale del paziente.

L'operazione può essere eseguita a qualsiasi età, ma di solito non è prescritta ai bambini al di sotto dei tre anni di età, dato l'aumentato rischio di sviluppare complicanze postoperatorie, che è caratteristica di questa fascia d'età.

Entro pochi giorni dopo l'operazione, il paziente deve seguire una dieta speciale, che include solo cibo liquido.

Per la prevenzione delle complicanze postoperatorie prescrivere antibiotici. Per 2-3 settimane non puoi fare i gargarismi, perché questa procedura può causare sanguinamento.

La chirurgia per rimuovere le tonsille ipertrofiche è controindicata nel diabete mellito, nelle patologie cardiache, nell'insufficienza renale ed epatica, nella forma attiva della tubercolosi e nel periodo di esacerbazione delle malattie croniche.

Come trattare i rimedi popolari? È efficace?

I rimedi omeopatici possono dare risultati efficaci nel trattamento dell'iperplasia delle tonsille con un'adeguata selezione di fondi e il calcolo del dosaggio ottimale.

Tale terapia aiuta ad evitare un'ulteriore diffusione del processo infiammatorio, aumentare le dimensioni della lesione e prevenire l'intervento chirurgico.

I rimedi noti includono Tonsilotren, Angin-Khel, Fitolacca, Lachesis, Apis Homemakord. Forse l'appuntamento simultaneo di due medicine omeopatiche.

I mezzi richiedono mezz'ora prima dei pasti. Durante il trattamento, è necessario limitare il consumo di caffè, bevande altamente gassate e alcol.

Con le tonsille palatine dilatate, è indicato per bere regolarmente decotti di camomilla o tiglio, radice di zenzero e bardana, corteccia di salice bianco.

Perga ape

Questo cosiddetto pane d'api si è dimostrato molto bene nel trattamento delle ghiandole ingrossate. La composizione del prodotto comprende tutte le vitamine conosciute, aminoacidi, enzimi, fitormoni.

Il polline d'api è noto da tempo come un farmaco efficace per sbarazzarsi dei sintomi di bronchite, laringite, polmonite.

Affinché il prodotto funzioni in modo efficace, è necessario seguire le regole per la sua ricezione. Si consiglia di sciogliere quotidianamente un determinato dosaggio di perga.

Sciogliere il prodotto per l'uso in acqua bollente o tè, e ingerirlo come un normale farmaco è indesiderabile. Il dosaggio è determinato dal medico tenendo conto dell'età e della gravità della malattia.

Il polline d'api non ha controindicazioni. L'eccezione è la presenza di intolleranza individuale del prodotto da parte dell'organismo. In questo caso, il paziente può manifestare pesantezza nell'addome, nausea o eruttazione.

Perossido di idrogeno

Con l'aiuto del perossido di idrogeno condisci gargarismi. Questo tipo di terapia è indicato solo per gli adulti, dal momento che i bambini sono inclini ad ingerire il risciacquo, il che è indesiderabile in questo caso. Per il trattamento dei bambini, è possibile il trattamento delle ghiandole con tamponi di cotone inumiditi con questa soluzione.

Per il risciacquo preparare una soluzione composta da un cucchiaio di perossido e un bicchiere di acqua tiepida. Per rimuovere i residui, si esegue un ulteriore risciacquo con acqua normale o decotto di erbe.

inalazione

Per la procedura che utilizza erbe che hanno effetti antimicrobici e anti-infiammatori. Questi sono fiori di camomilla, salvia, rosmarino, foglie di eucalipto, aghi di pino. Per migliorare l'efficienza della procedura, si consiglia di condurre l'inalazione con un nebulizzatore.

Va ricordato che i rimedi popolari non sostituiscono la terapia farmacologica prescritta da un medico, ma solo la completano. Prima di usarli, è necessario prima ottenere il consenso del medico.

Quali possono essere le complicazioni?

In assenza di trattamento delle tonsille iperemiche nel primo e secondo stadio della malattia, possono verificarsi varie conseguenze negative.

Questi includono principalmente l'operazione per rimuovere le ghiandole, che possono causare aumento del sanguinamento, febbre, ascesso della parete faringea e reazioni allergiche agli anestetici.

Le complicazioni causate direttamente dall'ipertrofia includono:

  • insufficiente apporto di ossigeno, che provoca ritardo dello sviluppo, bagnatura del letto, crescita lenta;
  • complicazioni a livello di reni, fegato e muscolo cardiaco;
  • tosse cronica e debilitante;
  • frequenti recidive di malattie infettive.

Domande al dottore

La malattia è trasmessa ad una persona da un'altra persona?

L'allargamento patologico delle tonsille non è contagioso, ma le malattie che lo provocano possono essere trasmesse da persona a persona, ad esempio l'angina.

Il paziente ha inserito la registrazione del dispensario?

Un aumento significativo delle ghiandole indica cambiamenti patologici nel corpo. Anche con una buona salute e un piccolo aumento, il paziente ha bisogno di un follow-up regolare con un otorinolaringoiatra.

Come ridurre l'ipertrofia delle tonsille in un bambino?

Prima di tutto, hai bisogno di tempo per identificare e trattare tutte le malattie infettive, impedendo loro di diventare cronici. Se le tonsille sono già state ingrandite, la terapia complessa sarà efficace nell'utilizzare i rimedi per il risciacquo, la cauterizzazione e le preparazioni a base di erbe per ridurre la crescita.

Per Saperne Di Più Mal Di Gola

Mal di gola con gvat come non infettare un bambino

Faringite

Posso allattare se la mia gola è malataUn mal di gola può causare molti problemi. È doppiamente fastidioso quando i problemi alla gola compaiono in una giovane madre che allatta.

I migliori sciroppi per la tosse per bambini e adulti

Laringite

La tosse è uno dei sintomi tipici delle infezioni virali respiratorie acute nei bambini e negli adulti, solo che non è una complicazione, ma una reazione protettiva del corpo a un'infezione progressiva.