Principale / Naso che cola

Antibiotici in sospensione per i bambini: lo scopo, i tipi e l'uso

Naso che cola

Durante l'infanzia è molto difficile evitare le infezioni. Alcuni di loro richiedono un trattamento antibiotico. Spesso i genitori sono spaventati dalla necessità di prendere antibiotici, perché ci sono molti miti tra la gente sul loro infinito danno al corpo.

Tuttavia, va ricordato che il medico prescrive il trattamento con antibiotici solo nel caso in cui il beneficio superi di gran lunga il danno. Con una corretta applicazione e il rispetto di tutte le raccomandazioni è possibile ridurre al minimo gli effetti collaterali.

Antibiotici per bambini: caratteristiche di utilizzo

Quando è necessario un antibiotico

Gli antibiotici sono sostanze, di origine naturale o ottenute sinteticamente, che distruggono le cellule dei batteri e alcuni funghi. Cioè, questi farmaci saranno efficaci solo nel caso di un'infezione batterica. In tutti gli altri casi, non ci sarà alcun effetto.

Non aver paura di somministrare al bambino un antibiotico, se consigliato da un pediatra. Il medico selezionerà il farmaco in base all'età e alla malattia, prescriverà il dosaggio. Di norma, i genitori commettono due errori: danno al bambino antibiotici quando non è richiesto e rifiutano di dare o interrompere il trattamento quando è necessario.

Quando prendi gli antibiotici, devi rispettare la seguente regola: se hai iniziato a dare, il corso dovrebbe essere completato fino alla fine in ogni caso. L'unica ragione per l'abolizione degli antibiotici è la prescrizione del medico.

Gli antibiotici in sospensione per i bambini, di regola, hanno un dosaggio ridotto del principio attivo, sono più facili da digerire e hanno un effetto più lieve sul corpo.

Prima di somministrare antibiotici a un bambino, la diagnosi deve essere chiarita. Distinguere un'infezione virale da un'infezione batterica non è così facile. Non ci sono test rapidi per determinare la natura dell'infezione.

Pertanto, la prima volta il medico prescriverà farmaci più sicuri. Tuttavia, un'infezione virale differisce da un'infezione batterica in alcuni modi:

  • Se, 3 giorni dopo l'inizio della malattia, febbre, temperatura elevata, i sintomi persistono, possiamo parlare della natura batterica dell'infezione.
  • Quando un'infezione virale non è pus, mentre le infezioni batteriche sono accompagnate da ascessi sulle tonsille o secrezioni purulente dal naso.
  • Gli antibiotici sono prescritti per otite, polmonite, tonsillite, sinusite purulenta, dal momento che queste malattie si verificano più spesso a causa della colpa dei batteri.
  • Gli antibiotici possono essere prescritti per infezioni potenzialmente letali, come la meningite. In questo caso, gli antibiotici vengono avviati immediatamente senza test speciali e il trattamento viene eseguito in ospedale.

Se non vi è alcuna minaccia per la vita e il tempo lo consente, è consigliabile fare un esame del sangue e un tampone faringale prima di prendere gli antibiotici per determinare la causa della malattia e per chiarire il tipo di batteri. Questo rivelerà la loro sensibilità ad un antibiotico specifico e inizierà un trattamento efficace.

Con un raffreddore

Tipi e descrizione degli antibiotici in sospensione

La prima cosa che i genitori dovrebbero ricordare: il solito raffreddore dei bambini, accompagnato da una serie standard di sintomi (bassa temperatura, tosse, moccio senza pus), non richiede un trattamento antibiotico. È causato da virus e i virus non muoiono a causa dell'esposizione agli antibiotici.

Tuttavia, la parola "freddo" può nascondere una varietà di malattie. La maggior parte delle infezioni inizia come un comune raffreddore, ma poi iniziano le complicazioni, che richiedono un trattamento più efficace. Un antibiotico in sospensione con un raffreddore può essere prescritto se all'infezione virale viene aggiunta un'infezione batterica.

Non dovresti somministrare al bambino antibiotici per la prevenzione.

Un medico può prescriverlo solo se il bambino è costantemente malato, con ricadute e remissioni, per un lungo periodo di tempo.

Gli antibiotici prescritti per le complicanze di ARVI possono essere completamente diversi. La scelta del farmaco dipende dal benessere, dall'età del bambino:

  • Gruppo tetraciclina. Un gruppo noto da tempo di antibiotici che viola la sintesi delle proteine ​​nei batteri e quindi impedisce la loro riproduzione. Tuttavia, la maggior parte dei batteri ha già acquisito l'immunità a questi farmaci, quindi non sono sempre efficaci. I bambini sono prescritti dopo 8 anni. Non sono raccomandati per i bambini di età più giovane, in quanto hanno un gran numero di effetti collaterali.
  • Aminopenicillin. Questi includono Ampicillina, Amoxicillina. Questi sono antibiotici che distruggono un gran numero di tipi di batteri, cioè hanno un ampio spettro di azione. Ai bambini viene spesso prescritta l'amoxicillina come sospensione. Può essere somministrato anche nei neonati, ma se necessario, dal momento che non è un farmaco completamente sicuro.
  • Macrolidi. Antibiotici moderni e meno tossici. Questi includono Eritromicina, Azitromicina. Inoltre, non possono essere definiti sicuri e somministrati per la prevenzione, ma rispetto ad altri farmaci, il rischio di effetti collaterali viene ridotto al massimo.
  • I fluorochinoloni. Questi includono Levofloxacina e Moxifloxacina. Di solito questi antibiotici sono prescritti nel caso in cui nient'altro ha aiutato. Farmaci molto efficaci, distruggono anche i batteri più resistenti, ma colpiscono la microflora intestinale.

Quando si tossisce un bambino

Antibiotici in sospensione per i bambini con tosse

Direttamente la tosse non è un'indicazione per l'uso di antibiotici. La tosse non è una malattia indipendente, ma un sintomo a cui deve essere prestata attenzione. Prima di prescrivere il trattamento, è necessario determinare la causa della tosse.

Quando una malattia virale della tosse può durare fino a una settimana, ma cambia il suo carattere, ad esempio, inizia con mal di gola e solletico, e poi entra in una tosse con espettorato. Non dovresti iniziare a somministrare antibiotici a tuo figlio non appena compare la tosse. La ragione può risiedere non solo nell'infezione, ma anche in una reazione allergica o in altre malattie.

La tosse può verificarsi con malattie come bronchite, polmonite, ARVI, pertosse.

Il dottore esamina attentamente la gola, possibilmente colga una macchia e dà la direzione all'esame successivo. Se l'eziologia batterica della malattia è confermata, il medico prescriverà un antibiotico.

Un antibiotico in sospensione quando si tossisce in un bambino viene selezionato in base alla sua età e diagnosi. Molto spesso ai bambini vengono prescritti i seguenti farmaci:

  • Azitromicina. È considerato un farmaco molto efficace, in alcuni casi è prescritto dopo un antibiotico più debole, se non ci sono progressi. Non è consigliabile dare ai bambini fino a 6 mesi. Disponibile in sospensione e in capsule. I bambini sotto i 6 anni ricevono una sospensione. Gli effetti collaterali sono rari, ma sono possibili diarrea e nausea.
  • Sumamed. Un antibiotico del gruppo Macrolides. Analogo di Azithromycin. Disponibile in polvere per la preparazione di sospensioni. Ha un buon sapore, odora di fragole e non è stucchevole. I bambini bevono con piacere. È prescritto per varie malattie otorinolaringoiatriche, comprese quelle con tosse forte causata da bronchite, polmonite. Il farmaco viene somministrato a un bambino una volta al giorno, prima o dopo un pasto. Una bottiglia di polvere viene diluita completamente con acqua e poi agitata prima di ogni utilizzo.
  • Macrofoams. L'antibiotico è anche del gruppo Macrolides. Molto efficace, ha un ampio spettro di azione. Le capsule per la diluizione della sospensione hanno un colore arancione e un sapore di banana una volta diluito. Il dosaggio è prescritto in base al peso corporeo del bambino. La dose è solitamente divisa in due dosi durante il giorno.

Per le malattie della gola

Mal di gola in un bambino - trattamento antibiotico

Le malattie della gola sono abbondanti. Possono essere di natura diversa, avere un'eziologia diversa.

Nei bambini, il più comune mal di gola batterico, che è accompagnato da placca purulenta sulle tonsille, faringite virale, tonsillite. La gola può far male ogni volta, ma il trattamento viene scelto individualmente. Per infezioni batteriche come mal di gola e tonsillite purulenta, il medico può prescrivere antibiotici.

Tali malattie in corso acuto e cronico possono portare a varie complicazioni (la probabilità di complicanze nei bambini in età prescolare è aumentata). Per evitare questo, il trattamento antibiotico dovrebbe iniziare immediatamente dopo la raccomandazione del medico.

Molto spesso, un antibiotico viene prescritto in sospensione per malattie della gola in un bambino.

I più popolari sono Amoxicillina, Amoxiclav, Supraks. Considera la loro azione in modo più dettagliato:

  • Amoxicillina. Questo è un antibiotico ad ampio spettro. Per i bambini fino a 6 anni i granuli vengono venduti per la preparazione di sospensioni. Ha un sapore di lampone o fragola. Il farmaco tende a intensificare le reazioni allergiche, pertanto non è prescritto per i bambini con asma e dermatite. Tra gli effetti collaterali di nausea, vomito, disbiosi, allergia sotto forma di eruzione cutanea.
  • Amoxiclav. Il preparato contiene amoxicillina e acido clavulanico, che migliora la sua azione. Viene spesso prescritto per sinusite, tonsillite, faringite. La sospensione non ha limiti di età. Puoi persino darlo ai neonati, se necessario, ma riducendo il dosaggio. Di solito, il farmaco viene somministrato a un bambino 2 volte al giorno, con un decorso grave della malattia 3 volte.
  • Supraks. Questo è un nuovo farmaco, un potente antibiotico che ha uno spettro d'azione molto ampio. Si riferisce alla "riserva" ed è prescritto per l'inefficacia del farmaco precedente e l'eziologia sconosciuta della malattia. Se inizi immediatamente il trattamento con un farmaco così forte, i batteri smetteranno di rispondere a antibiotici meno potenti. La sospensione viene diluita immediatamente nella fiala. Prendilo 1-2 volte al giorno per almeno una settimana. Non è raccomandato somministrare il farmaco a bambini al di sotto dei sei mesi. Il farmaco ha una serie di effetti collaterali da una reazione allergica alla disbiosi e mughetto.

Antibiotici in sospensione per neonati

Molto spesso le madri sono preoccupate per un bambino di circa un anno, cercando di proteggere da infezioni e droghe varie. Pertanto, la necessità di prendere antibiotici durante l'infanzia è oggetto di feroci dispute tra madri e pediatri.

Per i bambini piccoli fino a un anno la gamma di antibiotici viene ridotta. In questo momento, il corpo è ancora indebolito, il sistema immunitario non è completamente formato e ci sono abbastanza problemi con l'intestino senza antibiotici.

Certamente, tali farmaci intaccano la microflora intestinale, riducono l'immunità. Tuttavia, in alcuni casi, un'infezione grave non può essere evitata senza un trattamento antibiotico. L'infezione può essere pericolosa per la vita del bambino e la madre, rifiutando il trattamento, dovrebbe esserne consapevole.

Il medico prescrive il farmaco sotto forma di sospensione e, di regola, prescrive contemporaneamente un probiotico.

Ma anche in questo caso può comparire la dysbacteriosis. È impossibile interrompere il corso del trattamento senza la raccomandazione di un medico, poiché questo può solo aggravare il decorso della malattia. L'infezione può tornare, ma già con l'immunità all'antibiotico. Il medico dovrà selezionare un nuovo farmaco e prescrivere di nuovo il trattamento.

La maggior parte dei farmaci è controindicata nei bambini di età inferiore a 6 mesi. Ci sono diverse sospensioni relativamente sicure per un bambino a questa età. Questi sono Amoxiclav, Amoxicillin, Sumamed. Non puoi somministrare antibiotici ai bambini piccoli dal gruppo Tetraciclina. Influenzano la formazione dello smalto dei denti. Di conseguenza, i denti del bambino inizialmente si indeboliscono.

Video - Antibiotici per i bambini: l'appuntamento e l'uso corretto.

Non c'è bisogno di interrompere l'allattamento al seno se il bambino sta assumendo antibiotici. Al contrario, il latte materno rafforzerà il suo corpo e contribuirà a far fronte sia all'infezione che alla disbatteriosi.

Un antibiotico può essere somministrato al bambino solo sotto forma di sospensione, ma non sotto forma di compresse o iniezioni. Solo un medico può prescrivere un antibiotico a un bambino. Se decidi di trattare il bambino con tali mezzi, non puoi interrompere il corso del trattamento o aumentare autonomamente il dosaggio. Se il farmaco è inefficace, il medico lo sostituirà con un altro, ma il dosaggio dovrebbe essere appropriato per l'età. La mamma deve rispettare il programma del farmaco al fine di mantenere il livello della sostanza nel sangue a un livello costante, solo allora il bambino sarà in grado di recuperare più velocemente.

Pro e contro degli antibiotici

Antibiotici per i bambini - i benefici e i danni

Gli antibiotici sono una parte necessaria del trattamento. Se il medico consiglia vivamente di iniziare il trattamento, non deve rifiutare, perché l'infezione può causare molto più danni rispetto all'antibiotico stesso.

Gli antibiotici di diverso tipo agiscono in modo diverso, ma bloccano la crescita dei batteri, bloccandone la riproduzione o distruggendo le cellule batteriche stesse. Con un'infezione batterica questo è un vantaggio decisivo.

Tuttavia, con l'ammissione costante, non solo vengono uccisi i batteri nocivi, ma anche i benefici, vivendo nell'intestino, che porta alla disbiosi. Spesso il medico prescrive l'uso simultaneo di probiotici per evitare conseguenze spiacevoli. Cioè, il danno non è così distruttivo come può sembrare. Inoltre, a volte in altri modi per sconfiggere l'infezione è semplicemente impossibile.

Tuttavia, il danno è ridotto al minimo solo con il corretto apporto di antibiotici, quando il medicinale viene selezionato correttamente, il dosaggio viene osservato e il corso passerà alla fine.

In caso di uso improprio di farmaci possono essere le seguenti conseguenze spiacevoli:

  • "Immunità guarita." Così popolarmente chiamato una diminuzione dell'immunità a causa di antibiotici frequenti. Si verifica con trattamento irragionevolmente frequente con antibiotici, quando i batteri producono immunità. Il bambino inizia ad ammalarsi spesso e il trattamento non aiuta più.
  • Recidiva della malattia Se interrompi il percorso nel mezzo quando compaiono i primi miglioramenti, la malattia può tornare di nuovo, perché i miglioramenti non significano che tutti i batteri sono morti.
  • Dysbacteriosis. Un problema comune con il trattamento antibiotico, anche con tutte le regole. Se il medico ha prescritto i probiotici, dovrebbero essere somministrati al bambino per ridurre gli effetti sulla microflora intestinale.
  • Effetti tossici sul corpo Il rovescio del trattamento è un antibiotico troppo lungo. Non c'è bisogno di continuare a darli se non ci sono miglioramenti. I batteri sono chiaramente insensibili al farmaco e la sua ulteriore ammissione porterà all'avvelenamento e all'indebolimento del corpo.

Caratteristiche della selezione e della somministrazione di antibiotici ad ampio spettro per i bambini

La terapia antibiotica oggi è il modo principale per curare le infezioni batteriche. Questi farmaci aiutano a far fronte a molte malattie considerate mortali all'inizio del secolo scorso.

Il corpo di un bambino differisce da un adulto in maggiore vulnerabilità a causa del suo essere nella fase di formazione dell'immunità e di una maggiore suscettibilità a qualsiasi farmaco. La terapia antibiotica per i bambini richiede un approccio particolarmente responsabile e il rigoroso rispetto delle istruzioni e delle prescrizioni del medico.

Antibiotici per bambini ad ampio spettro

La maggior parte degli agenti antimicrobici hanno una specifica area di attività e sono prescritti in base al tipo di agente patogeno. Tuttavia, non c'è sempre tempo e la capacità di condurre analisi di laboratorio, quindi il medico prescrive un cosiddetto antibiotico ad ampio spettro - in grado di distruggere i principali patogeni che causano l'infiammazione di varie localizzazioni:

  • Penicilline: le prime aperte all'inizio del secolo scorso. Attualmente le forme naturali sono raramente utilizzate a causa della formazione di resistenza a esse, quindi vengono prescritti farmaci avanzati. Questi includono amoxicillina, ampicillina, unazina e altri, disponibili in diverse forme di dosaggio.
  • Aminoglicosidi - gentamicina, amikacina, streptomicina, netilmetsina - attivi principalmente contro aerobi gram-negativi. Sono presi sia per via orale che intramuscolare.
  • Le cefalosporine sono un'alternativa alle penicilline, che vengono distrutte dalle beta-lattamasi di microrganismi patogeni. Poiché la maggior parte non viene assorbita nel tratto gastrointestinale (eccetto cefalexina, cefixima e cefuroxima), essi vengono spesso utilizzati per via parenterale sotto forma di iniezioni: cefazolina, cefepima, cefpyrazone e altri.
  • I carbapenemi sono un altro gruppo di antibiotici beta-lattamici che sono efficaci contro i batteri gram-positivi e gram-negativi. Ai bambini vengono solitamente prescritti farmaci meropenem e imipenem, in realtà di portata simile.
  • I monobatti, nella sfera dell'attività antimicrobica di cui sono inclusi principalmente gli aerobi Gram-negativi, sono rappresentati in pediatria da aztreonam. Modi di introdurre farmaci nel corpo - per via intramuscolare e endovenosa.

La maggior parte dei farmaci moderni sono caratterizzati da una tossicità relativamente bassa, quindi i pazienti adulti possono prenderli quasi senza timore di conseguenze negative. Tuttavia, i bambini sono più suscettibili alla terapia farmacologica e il sistema immunitario formato in modo incompleto non è sempre in grado di resistere a determinate caratteristiche degli agenti antibatterici.

BPA è pericoloso?

Gli antibiotici in pediatria sono usati spesso, quindi la questione della loro innocuità è molto rilevante. Sfortunatamente, c'è un'ignoranza quasi universale dei genitori, metà dei quali considera i farmaci antibatterici come una panacea e dà i loro figli per qualsiasi motivo, anche senza consultare un pediatra. Il resto è irragionevolmente spaventato e in ogni modo cerca di evitare la terapia antibiotica, mettendo spesso a rischio la salute e la vita del bambino.

Infatti, se usato correttamente, gli antibiotici non fanno male. Le conseguenze negative più comuni sono facilmente prevenute:

  • Dysbacteriosis. La morte della microflora intestinale come risultato del trattamento con agenti antimicrobici è più una tecnica di marketing, piuttosto che una realtà. Un organismo sia di un adulto che di un bambino, non indebolito da malattie a lungo termine, è in grado di affrontare indipendentemente l'influenza negativa dei farmaci. Ma anche in caso di ridotta immunità, un'alimentazione adeguata e un'assunzione aggiuntiva di pro- e prebiotici aiuteranno a trasferire il corso senza complicazioni. Inoltre, gli antibiotici moderni per i bambini fino a 3 anni sono fatti tenendo conto delle caratteristiche di età.
  • Addictive. Un fenomeno abbastanza comune a causa della formazione di resistenza ai farmaci nel patogeno. Di conseguenza, il farmaco diventa inefficace e si sviluppa la superinfezione, che è molto difficile da curare. Per evitare questo è semplice - è necessario aderire al corso e il regime raccomandato dal pediatra.
  • Allergia o effetti collaterali. I farmaci particolarmente tossici non sono prescritti ai piccoli pazienti (specialmente le tetracicline che influenzano lo sviluppo del tessuto cartilagineo), ma le manifestazioni negative sono ancora possibili. La consultazione di uno specialista competente, che prescriverà un farmaco tenendo conto delle peculiarità individuali, e uno studio attento delle istruzioni aiuteranno a prevenirli.

Quindi, il compito di minimizzare il possibile danno ricade principalmente sulle spalle dei genitori. È su di loro che dipende la scelta di un buon dottore per un bambino e seguendo i suoi consigli.

Quando è necessario somministrare antibiotici a un bambino?

Molto spesso, i bambini soffrono di raffreddori causati da virus. In questi casi, l'uso di ABP non è pratico - i virus per i farmaci antibatterici sono insensibili.

La loro ricezione può solo peggiorare la condizione, influenzando negativamente la microflora e, di conseguenza, l'immunità. Un pediatra di solito prescrive riposo a letto, alcolici pesanti, farmaci antipiretici e vitamine. Tale trattamento piuttosto rapidamente aiuta il corpo a far fronte al freddo da solo.

Tuttavia, se la malattia è provocata da batteri o funghi, gli antibiotici sono semplicemente indispensabili. I seguenti segni indicano la necessità di terapia antibiotica:

  • Infezioni purulente delle prime vie respiratorie e delle vie respiratorie (dall'otite media alla polmonite).
  • Malattie della sfera genitourinaria (uretrite, cistite) e il tratto digestivo di origine batterica.
  • Candidosi delle mucose (comparsa di placca bianca in bocca, accompagnata da prurito), spesso diagnosticata nei bambini. La crescita di un fungo simile a un lievito è inibita con successo da preparati innocui a base di nistatina.

La necessità di utilizzare farmaci antimicrobici è determinata esclusivamente dal medico curante. Gli ABP di una vasta gamma di effetti antibatterici vengono solitamente prescritti, distruggendo la maggior parte dei tipi di microrganismi patogeni. Se tale terapia non dà il risultato desiderato, viene eseguita la semina di laboratorio per identificare un agente patogeno specifico.

Quali antibiotici sono sicuri per i neonati?

I genitori cercano sempre di proteggere il loro bambino da influenze esterne negative il più possibile, ma è possibile "catturare" l'infezione anche nell'ospedale di maternità. Nonostante i rigidi requisiti per l'osservanza delle regole di asepsi e antisepsi, negli ospedali sono stati riscontrati particolari ceppi nosocomiali particolarmente resistenti ai farmaci antibatterici (ad esempio, lo Staphylococcus aureus).

La terapia antibiotica nelle prime settimane di vita, naturalmente, ha un certo effetto negativo sul corpo, la cui immunità non è ancora stata formata, ma è impossibile rifiutare tale trattamento. Soprattutto quando viene diagnosticata la meningite, la polmonite, l'otite media, la bronchite e altre infezioni batteriche. Inoltre, tutti i farmaci utilizzati sono selezionati dalla lista dei più sicuri e vengono somministrati non più di due volte al giorno.

Gli antibiotici per la penicillina per i bambini sono più comunemente usati, mentre la benzilpenicillina è usata solo per prevenire la sifilide. Il farmaco più prescritto è Amoxicillina. Viene fornito in una comoda forma di dosaggio (polvere per auto-diluizione). Se l'agente patogeno è resistente alle penicilline, viene utilizzato l'ABP meno tossico di altri gruppi - amnoglicosidi, cefalosporine di tutte e quattro le generazioni, carbapenemi.

Gli antibiotici possono resistere o aumentare la temperatura?

Spesso i genitori con eccitazione osservano che la temperatura del bambino con terapia antibiotica supera il normale, essendo al livello di 37С. Questo di solito si verifica a causa della morte di massa dei batteri patogeni con il rilascio di tossine nel sangue e non è pericoloso per il corpo.

  • Farmaco scelto in modo errato - l'infezione è provocata da un agente patogeno che è insensibile ad esso, quindi la terapia non ha l'effetto desiderato. È imperativo fare una semina sulla definizione di microflora patogena e usare la medicina appropriata.
  • Allergia - l'intolleranza a qualsiasi componente del farmaco è spesso accompagnata da febbre. Se si osservano ulteriori sintomi di una reazione allergica (rash, arrossamento della pelle), l'ABP viene sostituito.
  • Attaccamento di un'infezione secondaria, resistente al farmaco usato. In questo caso, il trattamento viene regolato anche dopo il rilevamento in laboratorio del patogeno.

Come è noto, alzare la temperatura al livello di 39С non è pericoloso per la vita, ma al contrario - aiuta a far fronte alla causa della malattia. Pertanto, l'antipiretico combinato con antibiotici non dovrebbe essere - distorce in modo significativo l'immagine del decorso della malattia e rende difficile giudicare l'efficacia della terapia. In ogni caso, è necessaria la consultazione di un pediatra competente, seguita da una stretta osservanza delle sue istruzioni e dal monitoraggio delle analisi del sangue e delle urine. Gli studi di laboratorio aiutano a giudicare in modo affidabile l'efficacia della terapia antibiotica e correggerla in modo tempestivo.

Forme di dosaggio ABP per bambini

Gli agenti antimicrobici sono disponibili sotto forma di compresse (anche per riassorbimento), capsule di gelatina, supposte, soluzioni per iniezione e infusione, nonché polveri e granuli da cui viene effettuata la sospensione. La forma più conveniente del farmaco è un antibiotico liquido in sospensione o sciroppo. Da tale medicina, che è spesso dolce e ha un gusto fruttato, non rifiutare i bambini a qualsiasi età.

Il più piccolo, di regola, è prescritto. Il farmaco viene preparato indipendentemente, mediante diluizione con acqua bollita fredda secondo le istruzioni. Per facilitare le manipolazioni, i produttori accompagnano il farmaco con un'annotazione dettagliata e dispositivi di misurazione (con un cucchiaio o una siringa). Sono inoltre indicati i termini e i metodi di conservazione, nonché il dosaggio raccomandato: l'antibiotico per bambini sotto forma di sospensione deve essere assunto in base al peso del bambino. Numeri specifici sono indicati da un medico o da un'istruzione.

I bambini più grandi possono prendere pillole o capsule con acqua. La quantità di principio attivo in questo caso è anche determinata dal peso, ma dall'età di 12 anni viene solitamente assegnata una dose "per adulti". Le forme di iniezione e di infusione (iniezioni e contagocce) sono utilizzate principalmente in ospedale quando la malattia è grave. Gli antibiotici nelle candele per i bambini non sono disponibili. Questo tipo di farmaco (vaginale e rettale) viene utilizzato per il trattamento di prostatiti, vaginiti e altre infezioni negli adulti.

Raccomandazioni sul trattamento antimicrobico

Il seguente elenco di suggerimenti aiuterà i genitori a far fronte rapidamente alla malattia del bambino e proteggerlo dai possibili effetti dannosi degli antibiotici.

  • Ai primi segni di indisposizione (febbre, tosse, ecc.), Chiamare immediatamente il pediatra a casa, senza auto-guarigione.
  • Rispettare rigorosamente le sue prescrizioni - il tipo di farmaco, il dosaggio e la durata del corso della terapia antibiotica. Sostituire il farmaco prescritto con un analogo senza coordinazione è pieno di effetti collaterali negativi e l'interruzione del trattamento porta allo sviluppo di una superinfezione.
  • Gli antibiotici per bambini ad alte temperature non possono essere combinati con antipiretici, in modo da poter giudicare in modo affidabile la loro efficacia.
  • Organizzare la dieta corretta (cibi leggeri e nutrienti e bevande in quantità sufficiente). Per i bambini allattati al seno, il latte materno è l'opzione migliore.
  • Prendi altri farmaci dai gruppi di pre-e probiotici. Aiuteranno a proteggere la microflora intestinale dagli effetti nocivi degli antibiotici e sosterranno l'immunità. Per lo stesso scopo, consigliato e complessi vitaminici.

Se la terapia antibatterica non ha effetto per 3 o 4 giorni, è necessario contattare il pediatra. Il medico aggiusterà il regime di trattamento o sostituirà il medicinale.

Elenco di antibiotici per bambini in sospensione

Come accennato in precedenza, questa forma di dosaggio è ottimale per il trattamento di un bambino. I farmaci antibatterici in questa qualità consentono di calcolare con precisione la dose necessaria e sono facili da usare. Gli additivi aromatizzanti svolgono qui un ruolo importante, poiché i bambini sono molto più disposti a bere una gustosa medicina.

La confezione di un medpreprat è generalmente progettata per un corso completo e non può essere conservata per un lungo periodo (non più di 2 settimane in un luogo buio e fresco dopo l'apertura). Vengono venduti antibiotici per bambini - sospensioni sotto forma di granuli o polveri destinati alla diluizione con acqua. I più efficaci e sicuri sono:

  • Amoxicillina. È prescritto dai primi mesi di vita (dosaggio per un bambino di età inferiore ai due anni - 20 mg di principio attivo per kg di peso corporeo al giorno) per polmonite, bronchite, uretrite e infezioni intestinali.
  • Augmentin. Lo stesso amoxicillina, ma in combinazione con acido clavulanico. Quest'ultimo fornisce protezione del componente principale dalla beta-lattamasi e determina una gamma più ampia di attività antimicrobica. Nominato per le stesse indicazioni, ma non prima di tre mesi.
  • Zinnat. Sospensione a base di Cefuroxime, efficace in otite, sinusite, mal di gola, infezioni del sistema urinario e pelle. Non utilizzato per il trattamento antibiotico nei bambini di età inferiore ai 3 mesi.
  • Sumamed (o Sumamed-Forte con una maggiore concentrazione della sostanza attiva azitromicina) per un bambino di 3 anni e oltre viene prescritto sotto forma di compresse dispersibili. Si consiglia la sospensione ai bambini dei primi mesi di vita. Indicazioni - lo stesso dei farmaci precedenti.
  • Supraks. I granuli destinati alla coltivazione, sulla base di cefixima cefalosporina. Efficace in caso di infezioni respiratorie, infiammazione dei seni paranasali e degli organi urinari. Prima dei 6 mesi di età non si applica.
  • Flemoxin Solutab. Un altro antibiotico penicillin più comunemente usato in pediatria (infezioni batteriche del sistema respiratorio, urinario e digestivo). Le restrizioni di età per l'applicazione non ha.

Incluso nella lista di antibiotici per bambini sono l'opzione migliore per il trattamento di infezioni di origine batterica. Di norma, raramente causano conseguenze negative. Le controindicazioni sono anche minime, quindi queste sospensioni non danneggiano il piccolo paziente. Tuttavia, in ogni caso, sono accettati solo su appuntamento di un pediatra e in stretta conformità con le sue istruzioni.

Affida i tuoi professionisti della salute! Prendi un appuntamento per vedere il miglior dottore della tua città in questo momento!

Un buon dottore è uno specialista in medicina generale che, sulla base dei suoi sintomi, farà la diagnosi corretta e prescriverà un trattamento efficace. Sul nostro sito web puoi scegliere un medico delle migliori cliniche di Mosca, San Pietroburgo, Kazan e altre città della Russia e ottenere uno sconto fino al 65% alla reception.

* Premendo il pulsante si accede a una pagina speciale del sito con un modulo di ricerca e si registra sul profilo specialistico che ti interessa.

* Città disponibili: Mosca e regione, San Pietroburgo, Ekaterinburg, Novosibirsk, Kazan, Samara, Perm, Nizhny Novgorod, Ufa, Krasnodar, Rostov-on-Don, Chelyabinsk, Voronezh, Izhevsk

I migliori antibiotici per bambini ad ampio spettro

Spesso tra i genitori, sorge la domanda: ci sono buoni antibiotici, quali sono meglio, sicuri e accettabili per l'uso? Perché i farmaci prescritti agli adulti non possono essere utilizzati nei bambini semplicemente riducendo la dose? E in generale, quanto è appropriato prescrivere antibiotici per varie patologie apparentemente non così significative e pericolose: raffreddori, bronchiti, alcune infezioni? Parliamo di antibiotici nella pratica pediatrica, cercheremo di identificare i gruppi più sicuri e scoprire se ci sono i migliori antibiotici per bambini da un gruppo di farmaci ad ampio spettro.

Che cosa sono gli antibiotici in generale?

Al momento della scoperta di antibiotici, sono diventati una vera svolta in medicina, un evento che si riferisce a uno dei principali in medicina. Da questo punto in poi, è diventato possibile far fronte a infezioni e processi infiammatori che prima erano mortali. Tuttavia, i farmaci antimicrobici, siano essi di origine naturale o artificiale, sono farmaci molto gravi che non possono essere acquistati da una farmacia e non possono essere assunti con ogni banale raffreddore, inoltre sono controindicati per le infezioni virali e possono essere più dannosi dell'aiuto. In ogni caso, nel decidere se prendere antibiotici, il pediatra deve valutare i pro ei contro e decidere se il bambino ha davvero bisogno dell'antibiotico al momento, se è il più ideale e il più sicuro (di cui non esiste ancora in natura). Se è impossibile fare a meno degli antibiotici, è importante scegliere la preparazione più appropriata per una situazione particolare, che sarà il più efficace e sicura possibile per un bambino di questa età e per questa particolare malattia.

Gli antibiotici vengono costantemente migliorati, i nuovi stanno sostituendo i farmaci obsoleti e inefficaci e oggi ci sono intere generazioni di farmaci antibatterici.

I genitori dovrebbero essere consapevoli che la nomina degli antibiotici e la loro selezione dovrebbero essere effettuati esclusivamente da un medico. Determina anche la dose, il metodo di somministrazione del farmaco e la durata del ciclo di trattamento. Il compito dei genitori è quello di ottenere una prescrizione per il farmaco, acquistarlo e applicarlo rigorosamente secondo lo schema prescritto dal medico (se il trattamento è fatto a casa).

Forniamo informazioni sugli antibiotici e tutte le loro varianti per la familiarizzazione, la formazione di concetti comuni e la risposta alla domanda - ci sono antibiotici ideali per i bambini?

Gruppi di antibiotici nella pratica pediatrica

Se non si tiene conto della situazione con patologie gravi e gravi, potenzialmente letali e rare che sono trattate esclusivamente in ospedale e dove possono essere applicati speciali gruppi di antibiotici e specifici farmaci chemioterapici, esaminando la pratica ambulatoriale e il trattamento nei bambini dei processi infettivi e infiammatori più comuni, quindi applicabile La pediatria sono tre gruppi di farmaci:

  • penicilline, che in realtà iniziò l'era degli antibiotici e che sono ancora attivamente e ampiamente usati in terapia. Iniziano il trattamento di infezioni non complicate nei bambini.
  • cefalosporine, Questo è un gruppo abbastanza ampio e attivo di farmaci di un ampio spettro terapeutico, con quattro generazioni di farmaci. Nella pratica pediatrica, sono applicabili le prime tre generazioni di farmaci.
  • macrolidi (Eritromicina conosciuta dall'infanzia e suoi derivati ​​vari - Rulido, Makropen, Sumamed).

I farmaci si basano su sostanze attive con attività antimicrobica e possono essere prodotti con diversi nomi di marchi, mentre di fatto hanno lo stesso effetto. Un esempio è Azithromycin e Sumamed, la sostanza in essi è la stessa, ma il prezzo e l'efficacia variano a seconda del produttore, anche se leggermente.

Ci sono molti antibiotici di questi tre gruppi sul mercato dei farmaci pediatrici, ed a volte è difficile per loro riuscire a capire un medico, per non parlare dei genitori. Pertanto, ci sono alcune raccomandazioni di ricerca scientifica e pratica clinica per la scelta di quelli o di altri antibiotici e opzioni per la loro sostituzione nei casi di tutte le più comuni malattie che richiedono terapia antibiotica. Inoltre, il tipo di agente causale e la sua sensibilità a vari tipi di farmaci sono fondamentali nella prescrizione di farmaci - questi due criteri determinano l'antibiotico "ideale" per il trattamento di un bambino.

Quando mostrato e non mostrato?

La stragrande maggioranza dei moderni farmaci usati nei bambini viene utilizzata in ambulatorio, cioè, sono prescritti da un pediatra distrettuale o da medici strettamente specializzati per il trattamento domiciliare sotto la supervisione di uno specialista. Fino all'80% di tutti gli appuntamenti sono problemi come infezioni del tratto respiratorio superiore o inferiore, complicazioni del comune raffreddore con l'aggiunta di un'infezione microbica secondaria. E in alcuni bambini, il che è deplorevole, gli antibiotici sono prescritti in modo irragionevole e per la rete di sicurezza, senza un reale bisogno, che può in seguito portare a notevoli difficoltà nella scelta dei farmaci, quando ne hanno veramente bisogno.

Pertanto, è noto che gli antibiotici non influenzano in alcun modo l'attività dei virus e lo sviluppo di infezioni che hanno strappato, e inoltre non hanno l'effetto antipiretico. Inoltre, portarli sullo sfondo delle infezioni virali non previene il rischio di complicazioni microbiche, ma dà un carico eccessivo sul fegato e sui reni, sul sistema immunitario e può formare resistenza microbica, che è pericolosa in futuro con specifiche infezioni con resistenza agli antibiotici.

È stato a lungo provato dalla comunità scientifica che l'automedicazione con antibiotici e il loro uso irrazionale, anche quando i genitori stessi prescrivono questi farmaci al loro bambino, portano a conseguenze come:

  • Si forma una flora resistente agli antibiotici, anche opportunistica, e questo significa che l'antibiotico non sarà più d'aiuto quando è necessario;
  • soffre della normale flora microbica del corpo (pelle, mucosa, apparato digerente, sistema urinario);
  • aumenta il rischio di effetti negativi e effetti collaterali - avvelenamento, allergie, carenza di enzimi;
  • i costi materiali irragionevoli per il trattamento dei bambini stanno aumentando.

Regole di prescrizione antibiotica

Affinché gli antibiotici siano il più efficaci possibile e senza causare gravi effetti collaterali, è necessario tenere in considerazione la forma della malattia e la sua gravità quando si selezionano e prescrivono, nonché determinare la causa della patologia (idealmente, piantando, scoprire quale microbo ha causato l'infiammazione). Inoltre, è importante determinare la sensibilità dei batteri a determinati antibiotici che si prevede siano utilizzati. Naturalmente, nella pratica pediatrica, questo è difficile da fare, e ci sono quelle condizioni in cui un ritardo di diversi giorni, che richiede di effettuare i raccolti e la determinazione della sensibilità agli antibiotici, può diventare fatale. Questi includono otite media acuta, mal di gola o polmonite, pielonefrite e alcune altre condizioni. In questi casi, la terapia antimicrobica è prescritta immediatamente, sulla base delle linee guida cliniche e dei protocolli di trattamento che sono stati sviluppati negli anni di trattamento. Se necessario, la terapia viene regolata in base ai risultati della semina durante il corso del trattamento, con la sua inefficacia.

Condizioni speciali: antibiotici per bambini

Un fattore speciale nella nomina degli antibiotici sarà l'età del bambino, come nel caso della prematurità del bambino, o se è nato in tempo e a tempo pieno, lo spettro degli antibiotici varia. Inoltre, nei bambini di due anni e in età prescolare più anziani, le cause delle infezioni sono significativamente diverse, la composizione della microflora è diversa, e quindi la scelta degli antibiotici è diversa a diverse età.

Inoltre, è anche importante che il bambino sia malato a casa o che l'infezione sia già avvenuta in ospedale. Quindi, la polmonite domestica di solito provoca gli pneumococchi, che hanno il loro spettro di sensibilità agli antibiotici. Mentre le lesioni nosocomiali e stafilococciche sono pericolose poliresistenze alla terapia tradizionale, scelgono farmaci specifici.

Inoltre, è anche importante che il bambino abbia agenti infettivi specifici (atipici), ad esempio micoplasma o clamidia, per i quali la riproduzione intracellulare è tipica. E poi è necessario scegliere tali farmaci che sono modi di attività in tali condizioni. Questi includono macrolidi, che hanno iniziato la loro storia con un antibiotico come l'eritromicina. Se l'antenato di questo gruppo può essere rapidamente inattivato nell'ambiente acido dello stomaco, influisce negativamente sulle funzioni digestive, quindi i moderni macrolidi, che sono più protetti dai fattori negativi, possono essere attivamente utilizzati nel trattamento di infezioni specifiche. Inoltre, gli pneumococchi sono anche sensibili ai macrolidi.

Appuntamento individuale: difficile scelta del medico

È spesso possibile sentire dai genitori che i medici del sito prescrivono antibiotici a scopo di sicurezza, nel caso in cui il bambino non diminuisca la temperatura per diversi anni. Sì, ci sono raccomandazioni che con una febbre superiore a 5 giorni, le probabilità di un'infezione microbica secondaria sono alte, il che richiede l'assunzione di antibiotici, ma tutti i casi sono individuali, e si dovrebbe affrontare l'uso di antibiotici con attenzione e attenzione.

Sullo sfondo dell'influenza, dell'artrite severo e nei bambini indeboliti, frequentemente malati con focolai di infezione cronica, l'uso di antibiotici sarà giustificato, dal momento che molti diversi microbi possono trovarsi in uno stato dormiente nel corpo del bambino.

Se c'è una diminuzione dell'immunità sullo sfondo di tali provocazioni (raffreddore, influenza), l'aggravamento del processo microbico è abbastanza probabile, e il corpo sullo sfondo della debolezza non può sopprimere l'attività di questi microbi, quindi si formano complicanze secondarie come angina, otite, polmonite, bronchite. Quindi il miglio non può fare a meno degli antibiotici, tali processi possono essere pericolosi per la salute e la vita.

È possibile abituarsi agli antibiotici?

È importante capire che la durata della somministrazione è importante per gli antibiotici e, se vengono assunti a lungo e senza controllo, si forma un particolare effetto di assuefazione dei microbi nei loro confronti, che ne riduce l'efficacia. Se questo è un corso standard di antibiotici che non supera i 7-10 giorni, questo effetto non è praticamente formato, ma se si tratta di un lungo corso per infezioni specifiche che durano più di due settimane, gli antibiotici devono essere sostituiti con altri "forti" e attivi. Se una nuova malattia che richiede l'assunzione di antibiotici si verifica entro un periodo da uno a due mesi, dovresti usare anche un altro antibiotico nel suo trattamento, se sono passati più di tre mesi, allora lo stesso farmaco può essere usato se fosse efficace e ben tollerato.

Gli antibiotici sono pericolosi a lungo o no?

Spesso i genitori temono che i loro bambini assumano antibiotici a lunga durata assunti una volta al giorno e che abbiano un breve ciclo di trattamento (come Sumamed). Credono che dosi simili del farmaco e il suo effetto a lungo termine porta a effetti collaterali e complicanze. Ma i medici e gli scienziati nella valutazione del farmaco e la sua efficacia con tollerabilità, gravi effetti collaterali e gravi non sono stati osservati. Inoltre, questo tipo di azione prolungata si forma per altri 7-10 giorni dopo il completamento dell'ultima dose, che ha un certo ruolo positivo nella terapia. E a causa di questi effetti, il corso di assunzione del farmaco può essere ridotto a 3-5 giorni a seconda della gravità e della complessità dell'infezione. Ma allo stesso tempo è importante per tutti ricordare che un tale antibiotico non dovrebbe essere usato per le varianti di infezione leggera, quando un effetto simile può essere ottenuto prendendo più farmaci "leggeri" - penicilline, comprese quelle semi-sintetiche e protette.

Effetto sulla flora microbica e l'immunità

Spesso, dagli schermi televisivi si sente che "dal primo giorno di terapia antibiotica, è necessario utilizzare preparazioni biologiche" per ripristinare l'equilibrio microbico intestinale. Ciò è dovuto al fatto che oltre ai microbi dannosi, gli antibiotici sono capaci di uccidere e utili, vivendo nell'intestino. Pertanto, è stato affermato che è necessario assumere vari farmaci con microbi. Ma questo non è proprio vero, sì, gli antibiotici sopprimono la loro flora microbica, ma non così critici da causare seri problemi di digestione (se non stiamo parlando di trattamento con 2-3 antibiotici contemporaneamente per un mese). Una pronunciata disbatteriosi che richiede un trattamento rigenerativo con bioparati non costituisce un ciclo standard ambulatoriale di antibiotici: i normali prodotti caseari arricchiti con la flora sono in grado di ripristinare l'equilibrio microbico. Inoltre, l'assunzione di prodotti biologici con antibiotici rende la combinazione priva di significato, tutti i microbi della capsula saranno anche uccisi dall'antibiotico. pertanto se assumono Linex, Bifiform e simili, allora non con antibiotici, ma dopo il trattamento con loro.

Sullo sfondo dell'ammissione, è ammesso un leggero rilassamento della sedia - queste sono le reazioni ammissibili, se si tratta di diarrea grave, quindi non è sempre la disbatteriosi, e molto probabilmente è un effetto collaterale del farmaco, a causa del quale dovrà essere sostituito con un altro. Gli ultimi antibiotici moderni a questo riguardo sono il più sicuri ed efficaci possibile, a condizione che vengano assunti secondo le indicazioni e il consiglio di un medico.

Esiste anche un'opinione sull'effetto negativo degli antibiotici sull'immunità del bambino, in particolare con la loro frequente ammissione. Ma i corsi tradizionali di terapia antibiotica non portano alla sofferenza dell'immunità, inoltre, eliminando i focolai di infezione, lo aiutano a recuperare più rapidamente. Un'altra cosa è che nei bambini malati spesso ea lungo termine, che assumono più spesso antibiotici, il sistema immunitario inizialmente fallisce rispetto ai bambini relativamente sani.

In caso di patologia cronica, ad esempio renale o da parte degli organi respiratori, i bambini possono ricevere una terapia antibiotica a lungo termine, a volte fino a tre volte l'anno, associata a esacerbazioni della patologia. Non hanno una diminuzione dell'immunità, possono anche essere attivati ​​a causa del fatto che l'infiammazione cronica stimola e acuisce il lavoro di tutte le forze protettive nel corpo.

Accettazione di antistaminici contro antibiotici

Spesso è possibile ascoltare raccomandazioni che, al fine di ridurre il rischio di complicazioni e reazioni negative, gli antibiotici dovrebbero essere usati in combinazione con antistaminici. Presumibilmente, tale combinazione aiuta a ridurre i rischi di allergia ai farmaci iniettati, ma questi farmaci non danno alcun effetto pronunciato, non riducono il rischio di sviluppare allergie e danneggiano ulteriormente il fegato, poiché devono essere eliminati dall'organismo, oltre alle tossine e ai componenti antibiotici. Usare antistaminici è noioso solo con allergie provate, e quando si reagisce ad un antibiotico, dovrebbe essere immediatamente cancellato, sostituendolo con uno diverso, non allergenico. La scelta degli antibiotici per le allergie nei bambini sarà limitata, ma lo è.

Che cosa dovrebbero sapere i genitori sugli antibiotici?

Se un bambino è malato e il medico consiglia di assumere antibiotici, i genitori dovrebbero capire che uno specialista li consiglia per un motivo. In presenza di un'infezione virale senza complicazioni, sono inutili e non saranno prescritti, ma se ci sono sospetti di otite, bronchite e polmonite, ci sono sintomi di angina, sono necessari. Ciò può anche essere evidenziato da un prolungato allungamento ad alta temperatura, respiro sibilante nei polmoni, una febbre e un deterioramento acuti e ricorrenti e cambiamenti nel numero dei globuli rossi. Inoltre, ci sono una serie di sintomi nei bambini, sulla base dei quali il medico prescriverà antibiotici, anche a temperatura corporea normale.

Durante il trattamento, tutte le regole di prescrizione devono essere rigorosamente e rigorosamente osservate e il corso deve essere seguito fino alla fine. Accade spesso che un antibiotico venga somministrato per tre o quattro giorni, e per migliorare le condizioni del bambino, vengono cancellati indipendentemente "per non sovraccaricare il corpo con la chimica", che è pericoloso, l'aggravamento e la formazione di resistenza microbica all'antibiotico sono possibili.

Nel trattamento è necessario scegliere i metodi più favorevoli di somministrazione di farmaci. Oggi è passata l'era delle iniezioni di antibiotici: i più potenti farmaci policlinici possono essere somministrati attraverso la bocca senza perdere la loro efficacia anche con gravi infezioni. È importante selezionare solo le forme di droghe per bambini: sciroppi, sospensioni e capsule per bambini da 6 anni e pastiglie dispersibili (solubili). Con l'aiuto di loro, non c'è probabilità di sovradosaggio, se tutto è misurato e dato correttamente, e il fattore di stress da cappotti bianchi e iniezioni è escluso.

Principi per la selezione dei migliori antibiotici per bambini

Affinché gli antibiotici siano il più efficaci possibile, sicuri e senza effetti collaterali, è importante seguire determinati principi e regole nella loro prescrizione. Quindi gli antibiotici scelti dal medico saranno i migliori nel trattamento della patologia:

  • gli antibiotici sono prescritti solo con un'infezione microbica comprovata o con alte probabilità di sviluppo, con patologie complicate, quando i rischi di esiti avversi della malattia sono alti
  • i farmaci sono selezionati in base ai patogeni più probabili in una data regione e per una data età, i dati sulla loro resistenza a determinati farmaci
  • È importante considerare i precedenti episodi di trattamento antibiotico, se effettuati nei tre mesi precedenti, al fine di escludere il trasporto di ceppi resistenti
  • quando prescrivono farmaci in ambulatorio, sono applicabili solo le forme orali, solo per motivi particolari sono prescritte le iniezioni.

I farmaci che hanno effetti potenzialmente tossici non possono essere assunti in condizioni di trattamento a casa - un gruppo di aminoglicosidi, cloramfenicolo, preparati di fluorochinolone e biseptolo. Quando si selezionano antibiotici per situazioni cliniche difficili, è anche importante tenere conto dei limiti di età - ad esempio, per le tetracicline accettabili solo da 12 anni, poiché i periodi precedenti di assunzione hanno gravi conseguenze per la salute.

La correzione della terapia antibiotica, inizialmente prescritta, viene eseguita sulla base di determinati criteri - se non ci sono segni clinici di miglioramento della condizione del bambino durante i primi due o tre giorni dall'inizio del trattamento. Si esegue anche la correzione, se in qualsiasi periodo si verifica un aumento della gravità della patologia, durante la formazione di allergie o altre reazioni indesiderate ai farmaci, se viene specificato l'agente eziologico e viene determinata la sua sensibilità agli antibiotici.

La cancellazione degli antibiotici viene effettuata con la comprovata natura non microbica dell'infezione, anche se il ciclo di trattamento non è completo. Quando si trattano con antibiotici, antistaminici o agenti antifungini che sono immunomodulatori non vengono utilizzati insieme a loro, poiché non vi è alcun effetto dimostrato. Vale anche la pena di separare l'assunzione di antibiotici e farmaci antipiretici, in modo da non pregiudicare l'effetto degli antibiotici.

Caratteristiche dell'appuntamento di antibiotici nei bambini e raffreddori e complicazioni

Da indicazioni assolute per antibiotici, è possibile nominare sinusite purulenta acuta e esacerbazione di processi cronici, tonsillite streptococcica, otite media acuta in bambini sotto i sei mesi, epiglottite e ascessi paratonsillari, polmonite. In tutti gli altri casi, gli antibiotici sono determinati dallo stato dei bambini e dal quadro clinico della patologia.

Per i raffreddori semplici con una natura virale, gli antibiotici non vengono utilizzati, sono in gran parte causati dai virus che questi farmaci non influenzano. Le complicanze microbiche secondarie di solito si formano dopo il 5-7esimo giorno della malattia e il decorso della patologia cambia significativamente. Anche se si ottiene un risultato negativo dello studio sulla natura virale dell'infezione, ciò non conferma la sua origine microbica e non richiede l'uso di antibiotici.

In presenza di muco verde (rinite purulenta) con infezioni respiratorie acute, non è richiesta anche la nomina di antibiotici. L'assunzione di antibiotici sullo sfondo della rinite può essere dimostrata se c'è un'alta probabilità di sviluppare sinusite acuta o esacerbazione cronica, che si verifica quando la rinite persiste per più di 10-14 giorni consecutivi e con febbre, gonfiore del viso o dolore nella proiezione dei seni.

In presenza di arrossamento della gola (faringite acuta), per la maggior parte, è anche provocato da un'infezione virale e spesso ha una combinazione con rinite, lesioni della laringe o della trachea, bronchi, non richiede antibiotici, a meno che non sia altamente probabile che sia infettato da microbi o sia stato dimostrato.

Una tosse per raffreddori, così come la presenza di bronchite acuta, compresi quelli con ostruzione, non richiede anche antibiotici. Verranno mostrati antibiotici con una durata della tosse di oltre due settimane, che è associata a un'infezione che provoca tosse convulsa, un micoplasma o infezione da clamidia, ma è importante confermare questo fatto, poiché questi agenti patogeni richiedono antibiotici specifici solo di un certo gruppo. Se si forma una tosse protratta senza segni di SARS, è importante escludere la tubercolosi e le cause non infettive, anche in questo caso non vengono mostrati antibiotici.

Se c'è febbre senza ulteriori manifestazioni, è necessario un esame per determinare le vere cause, se l'esame non è possibile, vengono mostrati solo i bambini fino a tre anni e in condizioni gravi, mantenendo una temperatura superiore a 39,0, antibiotici di classe cefalosporina.

Alena Paretskaya, pediatra, commentatrice medica

Per Saperne Di Più Mal Di Gola

Ceftriaxone - ambulanza per l'angina

Faringite

Ceftriaxone è uno degli antibiotici gravi per il trattamento delle infezioni batteriche. Ceftriaxone è usato per il mal di gola negli adulti e nei bambini, come trattamento di emergenza di condizioni che richiedono cure di emergenza, come un'alta temperatura infrangibile o un deterioramento della salute sullo sfondo dell'inefficacia delle precedenti forme di antibiotici prescritti.

otomicosi

Tosse

Di recente, sempre più persone si trovano di fronte a lesioni fungine degli organi ENT. La ragione è spesso l'uso non sistematico di antibiotici per il trattamento dell'otite. L'otomicosi è una delle più comuni malattie del carattere fungino.