Principale / Mal di gola

Antibiotici per tracheiti

Mal di gola

L'infiammazione della mucosa tracheale (tracheite) si verifica a seguito dell'attività della microflora batterica patogena, di un agente virale o di una reazione allergica. Il trattamento della tracheite con antibiotici è consigliabile solo in presenza di un'infezione batterica.

Cause di tracheite

L'infiammazione della gola respiratoria può essere acuta o cronica. Con una forma acuta dall'insorgenza delle manifestazioni della malattia fino al recupero dura circa due settimane. Nella maggior parte dei casi, la tracheite acuta è una complicazione delle malattie respiratorie virali e si verifica contemporaneamente a processi infiammatori nel rinofaringe (rinite, faringite, laringite). In rari casi, i processi patologici nella trachea provocano funghi e batteri.

Se la terapia adeguata non è stata effettuata nella tracheite acuta, la malattia scorre nella forma cronica, in cui vi sono frequenti recidive. L'infiammazione cronica della gola respiratoria può anche svilupparsi indipendentemente sullo sfondo di prolungata irritazione delle vie aeree.

Fattori che influenzano l'irritazione del sistema respiratorio:

  • bocca che respira a basse temperature;
  • ipotermia;
  • allergia a qualsiasi cosa;
  • fumo attivo o passivo;
  • aria secca nella stanza in cui una persona deve rimanere a lungo;
  • malattie croniche rinofaringee;
  • indebolimento del sistema immunitario.

Quando vengono prescritti antibiotici

Prima di prescrivere il trattamento, il medico deve stabilire la causa dello sviluppo del processo infiammatorio nella trachea. Per questo, il sangue e l'espettorato vengono prelevati per l'analisi. Un esame del sangue con un agente patogeno virale mostrerà solo che il tasso di sedimentazione degli eritrociti è diverso dalla norma (che indica l'insorgenza del processo infiammatorio), e se si sviluppa un'infezione batterica, il livello dei leucociti nel sangue aumenterà. Un aumento degli eosinofili suggerisce lo sviluppo di tracheiti allergiche.

Se la tracheite è causata da un virus, viene prescritta una terapia antivirale, se la malattia è una conseguenza dello sviluppo di un'infezione batterica, è necessaria una terapia antibatterica, in presenza del fungo vengono prescritti farmaci antimicotici. Gli antibiotici per la tracheite acuta virale non aiutano a far fronte alla malattia.

I risultati di laboratorio dell'espettorato possono essere disponibili dopo 1-2 settimane. Poiché la malattia richiede un trattamento chirurgico, il medico può suggerire l'origine della malattia, basandosi sull'aspetto delle tonsille e ascoltando la respirazione.

Con lo sviluppo della flora batterica patogena sulle tonsille, un deposito purulento è visibile e appare un muco giallo o verde dal naso. A 3-4 giorni, il paziente inizia a perdere espettorato: con un'infezione virale, è trasparente, con un batterico giallo-verde.

Per escludere altre complicazioni causate dall'infezione, il medico può prescrivere un esame supplementare:

  • radiografia del torace (verificare se si sviluppa bronchite o polmonite);
  • radiografia dei seni facciali (controllare se c'è un frontale o antritis);
  • test allergologici;
  • endoscopia respiratoria;
  • test di suscettibilità agli antibiotici.

La terapia antibiotica è necessaria se:

  • l'analisi ha rivelato la presenza di un'infezione batterica;
  • tossire espettorato con pus;
  • la salute del paziente non migliora dopo quattro giorni di assunzione di un farmaco antivirale;
  • se ci sono complicazioni sotto forma di bronchite, otite, sinusite, polmonite;
  • se i sintomi del raffreddore (tosse) persistono per un mese;
  • la temperatura febbrile dura per più di 4 giorni o la temperatura del subfebrillo dura per una settimana.

L'antibiotico viene selezionato a seconda dell'agente eziologico dell'infezione, dell'età, della presenza di malattie croniche sistemiche e dello stato immunitario del paziente. Gli antibiotici sono accuratamente selezionati per il trattamento di bambini, donne incinte e anziani.

Quali antibiotici stanno curando la tracheite?

Per prescrivere un antibiotico a spettro ristretto, il medico deve conoscere esattamente l'agente eziologico dell'infezione. Pertanto, spesso per prevenire lo sviluppo e la diffusione di batteri, il medico prescrive antibiotici ad ampio spettro.

Gruppo di penicillina

Gli antibiotici della penicillina sono i più popolari per il trattamento della tracheite. I preparati naturali includono penicillina, bicilina, benzilpenicillina. Sono venduti in polvere per preparazioni iniettabili. Le medicine sintetiche e semisintetiche possono essere acquistate in compresse, sospensioni, iniezioni, capsule.

Quando viene prescritta la tracheite:

  • ampicillina;
  • Augmentin;
  • oxacillina;
  • ampioks;
  • Klavotsin;
  • Flemoklav-soljutab;
  • Flemoksin-soljutab.

La medicina penicillina più popolare è Augmentin. Contiene amoxicillina e acido clavulanico, che protegge l'antibiotico penicillina dall'azione del succo gastrico e ne espande il suo spettro d'azione. Questo farmaco è prescritto ai bambini fino all'anno 2 ml tre volte al giorno, 5 ml di pazienti all'età di 1-6 anni e 10 ml all'età di 6-12 anni.

macrolidi

Per il trattamento della trachea infiammata, i bambini vengono più spesso prescritti macrolidi, poiché sono ben assorbiti e lavorano con altri medicinali e sono meno tossici di altri antibiotici. I macrolidi distruggono quasi tutti i cocchi gram-positivi, i batteri aerobi e atipici. I macrolidi si accumulano nei tessuti, in modo che il loro effetto sia migliorato.

I macrolidi includono:

Ai bambini viene prescritto un antibiotico in cui il principio attivo è l'azitromicina (Azithromycin, Summamed, Azitrus). L'azitromicina è prescritta ai piccoli pazienti per quanto riguarda il peso corporeo: per la prima volta alla velocità di 10 ml di sciroppo per 1 kg, quindi 5 ml per 1 kg. Le donne durante la gravidanza e durante l'allattamento hanno permesso Vilprafen (Dzhozamitsin).

cefalosporine

È prescritto se ci sono reazioni avverse agli antibiotici del gruppo della penicillina o se non funzionano. Efficace anche nell'eziologia virale-batterica della malattia. Diverse generazioni di cefalosporine si distinguono:

  • I generazione. Cefazolin, Cefalotina, Cefalexina. Sono adatti se la tracheite è causata da streptococco;
  • II generazione. Cefaclor, Zinnat, Cefotiam. Può essere usato per trattare persone di età superiore a 12 anni;
  • III generazione. Suprax, Pancef, Cefixime, Ixim Lupin. I farmaci più efficaci per il trattamento della tracheite e delle sue complicanze. Nominato anche per i bambini;
  • Generazione IV e V. Ladef, Cefepim, Maxipim è prescritto solo se ci sono serie complicazioni.

fluoroquinol

Questi antibiotici hanno un ampio spettro di azione e aiutano se la resistenza si è sviluppata contro la penicillina. I farmaci di questo gruppo sono prescritti se l'agente eziologico della tracheite è un batterio stafilococco. I fluorochinoli penetrano rapidamente in tutti i tessuti e colpiscono i microrganismi per un lungo periodo, ma distruggono la microflora intestinale.

I fluorochinoli includono:

  • Avelox;
  • Moksimak;
  • levofloxacina;
  • Ofloksotsin;
  • Tsiprofloskotsin.

Poiché questo gruppo di antibiotici è in grado di influenzare la formazione del sistema muscolo-scheletrico, è controindicato per i bambini, e per le donne in gravidanza e in allattamento sono prescritti solo per motivi di salute.

Preparazioni topiche

Per esposizione locale prodotti medicinali sotto forma di spray. Questi fondi aiuteranno solo nella fase iniziale di sviluppo della tracheite, ma se la malattia si è sviluppata, saranno necessari antibiotici più forti.

  • Bioparoks. È prescritto per il trattamento delle infezioni batteriche delle vie aeree superiori (sinusite, sinusite, sinusite frontale). Gli adulti sono raccomandati 4 iniezioni con un intervallo di 4 ore, i bambini con un intervallo di 6 ore. La durata del trattamento è di 5-7 giorni.
  • Ingalipt. L'antibiotico che distrugge gli streptococchi è contenuto in una piccola concentrazione. Il farmaco viene prescritto come antinfiammatorio e anestetico per tracheiti virali e batteriche.
  • Givalex. Lo spray è efficace se, sullo sfondo di un'infezione batterica, si è sviluppata anche un'infezione fungina.

inalazione

Con lo sviluppo di un'infezione batterica nel rinofaringe, vengono spesso prescritte inalazioni con antibiotici. I vantaggi di questa procedura sono che un'alta concentrazione del farmaco entra nel sito di infezione e il rischio di reazioni avverse è ridotto.

Le inalazioni antibiotiche sono raccomandate per i bambini piccoli per evitare l'assunzione di antibiotici sistemici all'interno.

L'effetto locale del farmaco dà un effetto rapido. Per eliminare le infezioni batteriche nelle vie respiratorie usando inalazioni, vengono usati antibiotici speciali, che sono fatti sotto forma di soluzioni o polveri.

Fluinfucile può essere usato per inalazione. Questo antibiotico ad ampio spettro. Prima della procedura, il farmaco viene diluito con soluzione fisiologica o acqua per preparazioni iniettabili. Su una bottiglia di farmaco hai bisogno di 5 ml di liquido, questo sarà sufficiente per due procedure. Per i bambini fino a 6 anni, una procedura al giorno è sufficiente per ottenere un effetto terapeutico.

Gentamicina, Amikacina, Dioxidina sono anche intese per l'inalazione.

È possibile rifiutare gli antibiotici per la tracheite

Alcuni pazienti preferiscono fare a meno di forti farmaci durante il trattamento e chiedono se è possibile curare la tracheite senza antibiotici. Questo gruppo di farmaci non è necessario se l'infiammazione ha un'eziologia virale.

Se si tenta di trattare la tracheite batterica con metodi tradizionali, questo può portare a un decorso cronico della malattia e a recidive periodiche con ridotta immunità o l'infezione andrà ancora più in basso ai polmoni e ai bronchi, che causeranno polmonite o bronchite. L'infiammazione costante e i cambiamenti delle mucose possono portare alla comparsa di neoplasie endotracheali.

Raccomandazioni per l'assunzione di antibiotici

Quali antibiotici è meglio prendere e in quale dosaggio il medico decide, in base al quadro clinico della malattia e all'interazione dei farmaci prescritti, che devono agire in modo completo. Il paziente non può modificare il dosaggio, modificare o annullare il farmaco senza il consenso del medico, in quanto ciò potrebbe portare al fatto che alcuni dei batteri sopravvivono e si adattano all'azione di questo antibiotico e non rispondono ad esso quando si riappare.

Inoltre, il paziente deve tenere a mente le regole generali per l'assunzione di antibiotici:

  • è necessario prendere il medicinale approssimativamente a intervalli regolari in modo che una certa concentrazione del principio attivo sia sempre presente nel sangue;
  • è necessario lavare il farmaco con acqua, in modo da non provocare un aumento o un'inibizione dell'azione dei farmaci;
  • mentre si assumono antibiotici ad ampio spettro, si dovrebbe seguire una dieta (escludere alcol, cibo pesante) per alleviare il sistema escretore;
  • se la condizione non migliora entro 2-3 giorni, allora il farmaco deve essere sostituito o aggiustato il dosaggio, con la comparsa di effetti collaterali, questo tipo di antibiotico viene cancellato.

Per il trattamento della tracheite, è necessaria una terapia complessa: farmaci antinfiammatori, espettoranti, mucolitici e immunomodulatori sono prescritti agli antibiotici. Con un'appropriata terapia antibiotica, il miglioramento si osserva in due giorni e il recupero completo della mucosa avviene in 1-2 settimane.

3 e 11 più antibiotici per tracheiti e tracheobronchiti

La tracheite è un'infiammazione delle mucose della gola respiratoria - la trachea, che può verificarsi per una serie di motivi. La natura di questa malattia eziologica è virale, batterica e allergica.

A seconda del fattore patogeno che ha causato il processo infiammatorio, la tracheite può essere:

  • virale;
  • batterica;
  • virale batterica (mista);
  • infettive;
  • allergica;
  • infettive-allergica.

Il successo del trattamento della tracheite dipende da quanto è stata stabilita la causa della sua insorgenza, pertanto uno specialista qualificato dovrebbe essere coinvolto nella diagnosi e nella prescrizione di farmaci.

Quando è appropriato l'uso di antibiotici?

La tracheite è trattata con antibiotici? Certo. Sono usati se la malattia è di origine batterica o batterica e virale. Per determinare la sua eziologia condurre una serie di studi di laboratorio.

Un esame del sangue dettagliato aiuta a determinare se la tracheite è infettiva o allergica e gli esami batteriologici (semina trachea ed espettorato) rivelano i perpetratori dell'infezione e la loro sensibilità a un particolare tipo di farmaco antibatterico.

Sfortunatamente, i metodi diagnostici di laboratorio sono tutt'altro che perfetti.

Il medico riceverà le prime informazioni sulla presenza di batteri che uno striscio tracheale può dare un'analisi dopo 7-14 giorni, quindi inizialmente prescriverà un agente antibatterico ad ampio spettro al paziente.

Il risultato della semina batterica di uno striscio prelevato dalla faringe, sebbene indichi la crescita di colture batteriche in un mezzo nutritivo, ma non sempre indica l'agente infettivo, dato il gran numero di microrganismi opportunisti costantemente presenti nel nasofaringe umano.

In un paziente con un sistema immunitario ben funzionante, la crescita batterica è significativamente inibita, mentre nel corpo con un sistema immunitario indebolito, tutte le condizioni sono create per la riproduzione di batteri e virus. Questo fattore viene preso in considerazione quando si prescrivono antibiotici: i pazienti indeboliti hanno bisogno del loro dosaggio più alto.

Il trattamento della tracheite con antibiotici negli adulti è consigliabile se:

  • il medico suggerisce che la progressione della malattia ha portato allo sviluppo di polmonite;
  • la tosse dura più di tre settimane;
  • dall'esordio della malattia, la temperatura corporea si è mantenuta stabilmente nei valori subfebrilati (37,2-38 gradi) e c'è stata una tendenza ad aumentarla;
  • c'era il rischio di sviluppare otite media acuta, sinusite e faringite.

Al fine di prevenire la transizione della forma acuta di tracheite a cronica, il suo trattamento viene effettuato:

  • antibiotici di diverse classi;
  • droghe sulfuree;
  • espettoranti ed espettorati;
  • farmaci destinati al trattamento di malattie associate.

Quali sono gli antibiotici più efficaci per la tracheite?

L'elenco degli antibiotici per la tracheite è abbastanza impressionante, consiste di 14 farmaci. La categoria di partenza, da cui iniziare il trattamento antibatterico, comprende gli antibiotici del gruppo delle penicilline, rappresentati da:

Se un paziente ha un'intolleranza alla penicillina, gli vengono prescritti antibiotici battericidi appartenenti al gruppo macrolidico:

Se i farmaci di questi gruppi non possono essere utilizzati per trattare il paziente, ricorrere all'aiuto di antibiotici cefalosporini, rappresentati da farmaci:

Il gruppo di farmaci di riserva utilizzati in caso di fallimento completo di tutti gli altri farmaci comprende antibiotici fluorochinolonici:

Breve descrizione di tre farmaci popolari

Azitromicina per tracheite

Può essere utilizzato in una delle tre forme di dosaggio:

  • in capsule (0,25 g);
  • compresse (0,25 ge 0,5 g);
  • sotto forma di granuli destinati alla fabbricazione di sospensioni.

Azitromicina appartenente alla classe dei macrolidi - gli antibiotici ad ampio spettro d'azione, famosi per la più bassa tossicità nella famiglia di farmaci antibatterici, uccidono efficacemente i cocchi gram-positivi, i cui rappresentanti più importanti sono streptococchi, stafilococchi e pneumococchi. L'effetto terapeutico dell'azitromicina è potenziato dalla sua capacità di accumularsi nelle cellule della mucosa che rivestono la trachea.

Lo schema terapeutico per l'uso di azitromicina per il trattamento della tracheite nei pazienti adulti offre due opzioni:

  • assumere 0,5 g del farmaco al giorno (per tre giorni);
  • durante il primo giorno - 0,5 g, e per i successivi quattro - 0,25 g.

L'intera dose giornaliera deve essere assunta dal paziente alla volta, almeno un'ora prima dei pasti.

Amoxicillina per tracheite

Più spesso usato per via orale, sotto forma di capsule e compresse. Il dosaggio raccomandato per pazienti adulti e bambini (il cui peso supera i 40 kg) è 0,5 g tre volte al giorno. In caso di malattia grave, è raddoppiata (1 g tre volte al giorno).

La pausa tra le dosi del farmaco dovrebbe essere di almeno otto ore. La durata media del trattamento varia da cinque a dodici giorni. Un antibiotico penicillinico, il farmaco ha il più ampio spettro d'azione.

A causa della bassa tossicità e della bassa frequenza degli effetti terapeutici degli effetti terapeutici, l'amoxicillina viene talvolta utilizzata durante la gravidanza (valutando attentamente il possibile rischio per il feto) e l'allattamento al seno.

Amoxiclav con tracheite

Utilizzato per il trattamento di pazienti adulti e bambini di età superiore a dodici anni. Le compresse di questo farmaco combinato contengono amoxicillina triidrato e acido clavulanico. Se la tracheite è lieve o moderata, il paziente
Si consiglia di assumere una compressa:

  • 250 mg / 125 mg ogni otto ore;
  • 500 mg / 125 mg ogni dodici ore.

In caso di malattia grave si consiglia di assumere tre volte al giorno, una compressa (500 mg / 125 mg) o una compressa (875 mg / 125 mg) due volte al giorno. La durata del corso terapeutico va da cinque giorni a due settimane.

Antibiotici nel trattamento della tracheobronchite

Molte persone sono interessate alla domanda: "tracheobronchite: che cos'è e come trattarla con antibiotici?" La risposta è nel nome stesso della malattia. In alcuni pazienti, il processo infiammatorio si sviluppa simultaneamente nelle strutture della trachea e dei grandi bronchi. Di norma, questo è osservato come conseguenza della diffusione al ribasso dell'infezione: dalla trachea ai bronchi.

Una malattia che combina le manifestazioni cliniche della tracheite e della bronchite è chiamata tracheobronchite.

Così come la bronchite, è accompagnata da una tosse umida (o produttiva) con espettorato facilmente separato, ma ogni attacco di tosse provoca un dolore al petto grave caratteristico della tracheite. Se la tosse è lunga e debilitante, il paziente può provare dolore nell'area del diaframma. Un altro segno caratteristico della tracheobronchite sono frequenti episodi di tosse, provocati da risate, respirazione profonda, urla, pianto e accumulo di muco nella trachea.

Scegliendo un antibiotico per il trattamento della tracheobronchite, il medico si concentra sui risultati dell'esame batteriologico dell'espettorato, rivelando la sensibilità dei patogeni agli agenti antibatterici.

I nomi degli antibiotici per la tracheobronchite negli adulti sono elencati in questo elenco:

  • I preparati del gruppo aminopenicillina (prima fila) usati per trattare forme non complicate di tracheobronchite cronica sono rappresentati da amoxiclav, amoxicillina e augmentina. Il principale svantaggio di questi farmaci altamente efficaci è il frequente verificarsi di reazioni allergiche nei pazienti.
  • Gli antibiotici di seconda linea appartenenti alla classe dei macrolidi e inclusi nel regime di trattamento dei pazienti affetti da forme complicate di tracheobronchite cronica sono rappresentati dai farmaci Azitromicina, Sumamed, Azitrus e Midekamycin.
  • I farmaci antibatterici della classe dei fluorochinoloni (Levofloxacina, Avelox, Ofloxacina) con un ampio spettro d'azione sono usati per trattare la tracheobronchite cronica e le malattie correlate.

Come prendere gli antibiotici?

Affinché gli antibiotici diano il massimo effetto, è necessario:

  • Non interrompere il corso terapeutico.
  • Mantenere una costante concentrazione di antibiotici nel sangue osservando la frequenza della loro assunzione, seguendo rigorosamente il mantenimento degli stessi intervalli di tempo tra l'uso del farmaco.
  • Osserva attentamente l'effetto terapeutico dell'agente antibatterico assunto. L'assenza di qualsiasi miglioramento nelle condizioni del paziente entro settantadue ore dopo l'inizio dell'uso di antibiotici indica che i batteri responsabili del processo infiammatorio sono resistenti ai farmaci in questo gruppo e il farmaco deve essere sostituito.

Come sbarazzarsi di tracheiti senza antibiotici?

La tracheite può essere curata senza antibiotici? Certamente, è possibile, se la malattia ha un'eziologia virale. Il compito principale del trattamento sintomatico è quello di alleviare la tosse ed eliminarla completamente.

Per eseguire questo compito si applicano:

  • Farmaci espettoranti che facilitano il passaggio dell'espettorato. Uno dei mezzi più popolari è Ambroxol. Il dosaggio ottimale per i pazienti adulti è di una compressa tre volte al giorno.
  • La bromhexine ha un buon effetto di tosse. Un'ampia gamma di forme di dosaggio (compresse, gocce, soluzioni iniettabili e somministrazione orale, pillole e sciroppi) consente di includerla nei regimi di trattamento per pazienti di qualsiasi età. L'effetto terapeutico dell'uso di Bromhexine inizia a manifestarsi in due o quattro giorni dall'inizio del trattamento. La dose giornaliera del farmaco (per i bambini oltre i quattordici anni e per i pazienti adulti) è di 16 mg, a condizione che venga assunto quattro volte. La durata massima della terapia è di cinque giorni.
  • Per fermare gli attacchi di tosse secca improduttiva, ai pazienti vengono spesso prescritti farmaci che riducono la sensibilità della mucosa del tratto respiratorio all'azione degli irritanti. Uno di questi rimedi è libexin. I pazienti adulti devono assumere una compressa da 100 mg 3-4 volte al giorno. La dimensione della dose giornaliera destinata al trattamento di un bambino e aggiustata in base all'età varia da 25 a 50 mg.
  • Buoni risultati nel trattamento della tracheite acuta di eziologia non batterica sono forniti dall'uso di miscele, preparati di petto e decotti di piante medicinali (per la loro preparazione usano origano, trifoglio dolce, timo, madre e matrigna, timo, piantaggine, dagile). 100 ml di decotto caldo alle erbe devono essere assunti due volte al giorno. È anche utile usarlo per i gargarismi.

Affida i tuoi professionisti della salute! Prendi un appuntamento per vedere il miglior dottore della tua città in questo momento!

Un buon dottore è uno specialista in medicina generale che, sulla base dei suoi sintomi, farà la diagnosi corretta e prescriverà un trattamento efficace. Sul nostro sito web puoi scegliere un medico delle migliori cliniche di Mosca, San Pietroburgo, Kazan e altre città della Russia e ottenere uno sconto fino al 65% alla reception.

* Premendo il pulsante si accede a una pagina speciale del sito con un modulo di ricerca e si registra sul profilo specialistico che ti interessa.

* Città disponibili: Mosca e regione, San Pietroburgo, Ekaterinburg, Novosibirsk, Kazan, Samara, Perm, Nizhny Novgorod, Ufa, Krasnodar, Rostov-on-Don, Chelyabinsk, Voronezh, Izhevsk

Quali antibiotici possono essere assunti con la tracheite

La tracheite è una malattia della trachea, che infiamma la sua mucosa. Nella maggior parte dei casi, vari virus provocano lo sviluppo di questa malattia. Tuttavia, in seguito, possono anche unirsi a batteri dannosi. Va notato che gli antibiotici non vengono utilizzati per il trattamento della tracheite acuta. Dopo tutto, contro il virus, tali farmaci saranno completamente impotenti.

Gli antibiotici per la tracheite possono essere prescritti solo quando vi è una minaccia molto reale di una grave complicazione di un'infezione batterica (ad esempio, sinusite, otite, polmonite o esacerbazione di tonsillite cronica). Consideriamo più in dettaglio in quali casi i medici ricorrono alla prescrizione di farmaci antibatterici e quali farmaci vengono usati.

Contenuto dell'articolo

Quando vengono prescritti farmaci antibatterici

Con tracheite batterica, l'infezione può diffondersi nel tratto respiratorio inferiore. Questo è espresso dalla separazione di espettorato mescolato con pus, brividi e febbre. Se tali sintomi vengono osservati, il medico prescrive antibiotici appropriati. Naturalmente, dopo aver condotto gli esami necessari del paziente. Questi farmaci aiutano a evitare lo sviluppo di complicanze più gravi, ad esempio la polmonite.

Per prevenire complicazioni potenzialmente pericolose per la vita di tracheite, vengono utilizzati farmaci antibatterici per:

  • sospetto insorgenza di polmonite;
  • raffreddore prolungato (i sintomi persistono per più di un mese);
  • una febbre pronunciata, manifestata nei primi giorni (questo sintomo può indicare la gravità della malattia e un aumentato rischio di sviluppare complicanze pericolose);
  • mantenere una temperatura moderatamente elevata (entro 37.4 ° C-37.9 ° C) a 6-8 giorni dopo l'inizio della malattia;
  • mantenere una temperatura elevata (superiore a 38-38,5 ° C) per più di 4 giorni;
  • la comparsa di sinusite con secrezioni purulente;
  • il verificarsi di sintomi di otite media in forma acuta con secrezione purulenta;
  • esacerbazione di angina o sinusite, che si verificano in forma cronica e accompagnati da secrezione purulenta.

Oggi, medici esperti prescrivono antibiotici con estrema cautela. Si oppongono fermamente alla somministrazione sconsiderata e prematura di queste medicine. Essi sostengono la loro posizione dal fatto che l'uso di farmaci antibatterici nel corso normale della tracheite è dannoso.

Questi farmaci violano la composizione naturale della microflora, che occupa il tratto respiratorio - sia inferiore che superiore. Di conseguenza, la microflora batterica, inusuale per questo, inizia a colonizzare il sistema respiratorio.

Inoltre, il trattamento della tracheite semplice con antibiotici aiuta i batteri dannosi ad adattarsi ad essi. Pertanto, in caso di insorgenza di malattie complesse degli organi dell'apparato respiratorio, la maggior parte dei farmaci può essere completamente indifesa.

Trattamento con penicilline e cefalosporine

Molti esperti ritengono che gli antibiotici più efficaci per la tracheite siano farmaci appartenenti alla categoria delle penicilline. Ma non tutti, ma solo quelli che vengono somministrati per via endovenosa. Allo stesso tempo, in questa categoria di prodotti esiste un numero sufficiente di preparati per l'ingestione - compresse, incapsulate, in polvere in sospensione. Hanno una gamma più ampia di effetti. La penicillina più popolare prescritta per la tracheite è Augmentin.

"Augmentin" (sinonimi di farmaci con gli stessi principi attivi - "Amoclavin", "Amoxiclav", "Amoxicillin" e "Clavocin") consiste di 2 principi attivi. Questi sono amoxicillina e acido clavulanico. Questo farmaco è prodotto in diverse forme contemporaneamente - in compresse, polvere per iniezione e polvere in sospensione.

"Augmentin" è prescritto per adulti e bambini sopra i 12 anni. Dosaggio - 1 compressa due volte al giorno. Bere una pillola non dovrebbe essere prima dei pasti, ma all'inizio del pasto. Se la tracheite è grave, è accettabile aumentare la dose a 3 compresse al giorno. Chi soffre di insufficienza renale cronica, mononucleosi infettiva e malattie gastrointestinali deve essere il più attento possibile all'uso di questo farmaco. "Augmentin" è controindicato per le donne incinte e le donne che allattano al seno un bambino.

Se si riscontra che un paziente ha un'intolleranza individuale alla penicillina, di solito gli vengono prescritti antibiotici appartenenti al gruppo delle cefalosporine.

Tracheite batterica o virale-batterica è trattata con successo con Cefalexina (sinonimi di farmaci con lo stesso principio attivo - Keflex, Ospexin). Questo medicinale ha una vasta gamma di effetti - è dannoso per molti patogeni. È prodotto in diverse forme - in compresse, capsule e polvere in sospensione.

Il dosaggio adulto di questo farmaco è di 1 a 4 g al giorno. "Cefalexin" deve essere assunto rigorosamente ogni 6 ore - 30 minuti prima dei pasti. Prendi una pillola o una capsula con un bicchiere d'acqua. La durata del corso terapeutico non deve superare i 14 giorni. Non sono esclusi l'insorgenza di tali effetti collaterali quali debolezza generale, dispepsia, cefalea, orticaria, ittero colestatico e leucopenia. L'antibiotico è controindicato in caso di intolleranza individuale a farmaci di questa categoria e bambini sotto i 12 anni di età.

Uso di macrolidi

I macrolidi sono considerati i farmaci antibatterici meno tossici. Sono dannosi per gli pneumococchi e per i cocchi gram-positivi. Inoltre, gli antibiotici di questa categoria riescono a far fronte con successo ai batteri che causano la pertosse e la difterite, la legionella e le spirochete, nonché la clamidia e i micoplasmi. I macrolidi hanno la proprietà di accumularsi nei tessuti degli organi respiratori, compresa la mucosa tracheale. A causa di ciò, il loro effetto è migliorato ancora di più.

  • "Azitromicina" è prodotta in compresse, in forma capsulata e in polvere in sospensione. Gli adulti dovrebbero prenderlo a 0,5 g al giorno (in questo caso, l'intero ciclo di trattamento sarà di 3 giorni) o 0,5 g a bere il primo giorno e per altri 4 giorni assumere 0,25 g di farmaco al giorno. L'intera dose di un giorno deve essere presa immediatamente - circa un'ora prima dei pasti.
  • "Josamycin" (il nome sinonimo del farmaco con lo stesso principio attivo - "Vilprafen") è prescritto per il trattamento dell'infiammazione di origine infettiva, che colpisce il tratto respiratorio inferiore e superiore, così come la cavità orale. Con tracheite batterica, la dose per adulti di "Josamycin" è di 1-2 g al giorno. Questo volume dovrebbe essere diviso in 3 passaggi. Questo antibiotico è approvato per le donne incinte e le donne che allattano al seno un bambino se il beneficio supera il rischio. Questo medicinale è controindicato nei bambini sotto i 14 anni.

Raramente si riscontrano effetti collaterali tangibili con antibiotici della categoria dei macrolidi. In alcuni casi, possono verificarsi nausea, vomito e dolore addominale. Sono controindicati in marcati disturbi del fegato e intolleranza individuale ai farmaci di questo gruppo.

Antibiotici per inalazione per tracheite

Il metodo di trattamento della tracheite con antibiotici per via inalatoria è uno dei più efficaci. La procedura consente di garantire un'elevata concentrazione del farmaco al centro dell'infezione. Inoltre, l'inalazione di farmaci antibatterici riduce significativamente il rischio di effetti collaterali.

Oggi, la tracheite batterica viene trattata con l'aiuto di speciali forme di antibiotici. Sono prodotti in soluzioni e polveri speciali destinati all'inalazione.

Il fluimucil è un farmaco con una vasta gamma di effetti. I medici lo prescrivono non solo per tracheiti di origine batterica, ma anche per il trattamento di tonsilliti, faringiti, bronchiti, polmoniti e malattie polmonari accompagnate da suppurazione. Per preparare una soluzione per inalazione, è necessario aggiungere una soluzione salina (5 ml in totale) alla bottiglia con Fluimucil. Durante una sessione di inalazione, verrà consumata metà della soluzione preparata - 2 ml. Gli adulti dovrebbero prendere questa inalazione di antibiotici due volte al giorno. Se il bambino non ha raggiunto l'età di 6 anni, una volta è sufficiente. La durata massima del trattamento è di 10 giorni.

Prendendo "Fluimucil", è necessario considerare che non può essere combinato con altri farmaci antibatterici.

Aerosol "Bioparox" - un farmaco antibatterico locale. Non ha un effetto sistemico. Gli adulti con tracheite di natura batterica devono essere sottoposti ad una inalazione ciascuno (una sessione consiste di 4 iniezioni) ogni 4 ore. I bambini devono effettuare tale inalazione a intervalli di 6 ore. La durata del corso terapeutico è in genere da 5 a 7 giorni.

Regole di ammissione

L'efficacia del trattamento dipende non solo dall'antibiotico correttamente scelto. Il farmaco deve ancora essere preso correttamente. Errori nell'ammissione e ignoranza delle prescrizioni possono ridurre significativamente l'effetto atteso e ritardare il recupero. Diamo le regole di base per l'uso di agenti antibatterici per il trattamento competente della tracheite.

  1. La durata del ciclo di assunzione di antibiotici deve essere necessariamente coordinata con il medico. Quando l'interruzione non autorizzata del trattamento aumenta significativamente il rischio di esacerbazione della tracheite. Ciò accade perché i microrganismi patogeni che si sono depositati negli organi respiratori non sono stati completamente distrutti.
  2. Se il paziente si sta riprendendo rapidamente, le sue condizioni sono migliorate significativamente, la temperatura è tornata normale e il respiro affannoso sulla trachea e sui bronchi è scomparso, il medico può annullare la terapia antibiotica. Al fine di prevenire lo sviluppo di complicanze, è sufficiente assumere antibiotici da 3 a 7 giorni.
  3. Accade così che l'agente antibatterico prescritto da un medico non funzioni. Si trova, di regola, nei primi 2-3 giorni di ammissione. Se non ci sono miglioramenti, è necessario consultare nuovamente il medico: prenderà un altro farmaco. In alcuni casi, se il trattamento ambulatoriale fallisce, il paziente viene inviato all'ospedale.

Post factum

La tracheite batterica nella frequenza dei casi è significativamente inferiore a quella virale. Tuttavia, è la forma batterica della malattia che è la più pericolosa, dal momento che può provocare lo sviluppo di gravi complicanze. Per evitare questo, è necessario rispettare rigorosamente la prescrizione di un medico e assumere farmaci antibatterici secondo lo schema raccomandato dal medico.

Ricorda: qualsiasi aggiustamento della dose o della durata del corso può influire negativamente sul trattamento.

Tracheite e antibiotico e qualsiasi altro farmaco sono trattati principalmente a livello ambulatoriale, cioè a casa. La necessità di terapia in ospedale appare in casi estremamente rari. Allo stesso tempo, la possibilità di un trattamento domiciliare non prevede un'esenzione dal controllo del medico sul suo processo e sui suoi risultati. Dopotutto, solo un medico può prendere una decisione obiettiva - annullare il farmaco o, al contrario, prolungare il corso terapeutico.

Primo medico

Antibiotici per la tracheite negli adulti

La tracheite è un'infiammazione delle mucose della gola respiratoria - la trachea, che può verificarsi per una serie di motivi. La natura di questa malattia eziologica è virale, batterica e allergica.

A seconda del fattore patogeno che ha causato il processo infiammatorio, la tracheite può essere:

  • virale;
  • batterica;
  • virale batterica (mista);
  • infettive;
  • allergica;
  • infettive-allergica.

Il successo del trattamento della tracheite dipende da quanto è stata stabilita la causa della sua insorgenza, pertanto uno specialista qualificato dovrebbe essere coinvolto nella diagnosi e nella prescrizione di farmaci.

La tracheite è trattata con antibiotici? Certo. Sono usati se la malattia è di origine batterica o batterica e virale. Per determinare la sua eziologia condurre una serie di studi di laboratorio.

Un esame del sangue dettagliato aiuta a determinare se la tracheite è infettiva o allergica e gli esami batteriologici (semina trachea ed espettorato) rivelano i perpetratori dell'infezione e la loro sensibilità a un particolare tipo di farmaco antibatterico.

Sfortunatamente, i metodi diagnostici di laboratorio sono tutt'altro che perfetti.

Il medico riceverà le prime informazioni sulla presenza di batteri che uno striscio tracheale può dare un'analisi dopo 7-14 giorni, quindi inizialmente prescriverà un agente antibatterico ad ampio spettro al paziente.

Il risultato della semina batterica di uno striscio prelevato dalla faringe, sebbene indichi la crescita di colture batteriche in un mezzo nutritivo, ma non sempre indica l'agente infettivo, dato il gran numero di microrganismi opportunisti costantemente presenti nel nasofaringe umano.

In un paziente con un sistema immunitario ben funzionante, la crescita batterica è significativamente inibita, mentre nel corpo con un sistema immunitario indebolito, tutte le condizioni sono create per la riproduzione di batteri e virus. Questo fattore viene preso in considerazione quando si prescrivono antibiotici: i pazienti indeboliti hanno bisogno del loro dosaggio più alto.

Il trattamento della tracheite con antibiotici negli adulti è consigliabile se:

  • il medico suggerisce che la progressione della malattia ha portato allo sviluppo di polmonite;
  • la tosse dura più di tre settimane;
  • dall'esordio della malattia, la temperatura corporea si è mantenuta stabilmente nei valori subfebrilati (37,2-38 gradi) e c'è stata una tendenza ad aumentarla;
  • c'era il rischio di sviluppare otite media acuta, sinusite e faringite.

Al fine di prevenire la transizione della forma acuta di tracheite a cronica, il suo trattamento viene effettuato:

  • antibiotici di diverse classi;
  • droghe sulfuree;
  • espettoranti ed espettorati;
  • farmaci destinati al trattamento di malattie associate.

L'elenco degli antibiotici per la tracheite è abbastanza impressionante, consiste di 14 farmaci. La categoria di partenza, da cui iniziare il trattamento antibatterico, comprende gli antibiotici del gruppo delle penicilline, rappresentati da:

  • Augmentin;
  • Flemoklav;
  • amoxicillina;
  • amoxiclav.

Se un paziente ha un'intolleranza alla penicillina, gli vengono prescritti antibiotici battericidi appartenenti al gruppo macrolidico:

Se i farmaci di questi gruppi non possono essere utilizzati per trattare il paziente, ricorrere all'aiuto di antibiotici cefalosporini, rappresentati da farmaci:

Il gruppo di farmaci di riserva utilizzati in caso di fallimento completo di tutti gli altri farmaci comprende antibiotici fluorochinolonici:

Azitromicina per tracheite

Può essere utilizzato in una delle tre forme di dosaggio:

  • in capsule (0,25 g);
  • compresse (0,25 ge 0,5 g);
  • sotto forma di granuli destinati alla fabbricazione di sospensioni.

Azitromicina appartenente alla classe dei macrolidi - gli antibiotici ad ampio spettro d'azione, famosi per la più bassa tossicità nella famiglia di farmaci antibatterici, uccidono efficacemente i cocchi gram-positivi, i cui rappresentanti più importanti sono streptococchi, stafilococchi e pneumococchi. L'effetto terapeutico dell'azitromicina è potenziato dalla sua capacità di accumularsi nelle cellule della mucosa che rivestono la trachea.

Lo schema terapeutico per l'uso di azitromicina per il trattamento della tracheite nei pazienti adulti offre due opzioni:

  • assumere 0,5 g del farmaco al giorno (per tre giorni);
  • durante il primo giorno - 0,5 g, e per i successivi quattro - 0,25 g.

L'intera dose giornaliera deve essere assunta dal paziente alla volta, almeno un'ora prima dei pasti.

Continua a leggere: istruzioni per l'uso di azitromicina in un linguaggio semplice

Più spesso usato per via orale, sotto forma di capsule e compresse. Il dosaggio raccomandato per pazienti adulti e bambini (il cui peso supera i 40 kg) è 0,5 g tre volte al giorno. In caso di malattia grave, è raddoppiata (1 g tre volte al giorno).

La pausa tra le dosi del farmaco dovrebbe essere di almeno otto ore. La durata media del trattamento varia da cinque a dodici giorni. Un antibiotico penicillinico, il farmaco ha il più ampio spettro d'azione.

A causa della bassa tossicità e della bassa frequenza degli effetti terapeutici degli effetti terapeutici, l'amoxicillina viene talvolta utilizzata durante la gravidanza (valutando attentamente il possibile rischio per il feto) e l'allattamento al seno.

Utilizzato per il trattamento di pazienti adulti e bambini di età superiore a dodici anni. Le compresse di questo farmaco combinato contengono amoxicillina triidrato e acido clavulanico. Se la tracheite è lieve o moderata, il paziente
Si consiglia di assumere una compressa:

  • 250 mg / 125 mg ogni otto ore;
  • 500 mg / 125 mg ogni dodici ore.

In caso di malattia grave si consiglia di assumere tre volte al giorno, una compressa (500 mg / 125 mg) o una compressa (875 mg / 125 mg) due volte al giorno. La durata del corso terapeutico va da cinque giorni a due settimane.

Continua a leggere: Istruzioni originali per l'uso di Amoxiclav in compresse e sospensioni

Molte persone sono interessate alla domanda: "tracheobronchite: che cos'è e come trattarla con antibiotici?" La risposta è nel nome stesso della malattia. In alcuni pazienti, il processo infiammatorio si sviluppa simultaneamente nelle strutture della trachea e dei grandi bronchi. Di norma, questo è osservato come conseguenza della diffusione al ribasso dell'infezione: dalla trachea ai bronchi.

Una malattia che combina le manifestazioni cliniche della tracheite e della bronchite è chiamata tracheobronchite.

Così come la bronchite, è accompagnata da una tosse umida (o produttiva) con espettorato facilmente separato, ma ogni attacco di tosse provoca un dolore al petto grave caratteristico della tracheite. Se la tosse è lunga e debilitante, il paziente può provare dolore nell'area del diaframma. Un altro segno caratteristico della tracheobronchite sono frequenti episodi di tosse, provocati da risate, respirazione profonda, urla, pianto e accumulo di muco nella trachea.

Scegliendo un antibiotico per il trattamento della tracheobronchite, il medico si concentra sui risultati dell'esame batteriologico dell'espettorato, rivelando la sensibilità dei patogeni agli agenti antibatterici.

I nomi degli antibiotici per la tracheobronchite negli adulti sono elencati in questo elenco:

  • I preparati del gruppo aminopenicillina (prima fila) usati per trattare forme non complicate di tracheobronchite cronica sono rappresentati da amoxiclav, amoxicillina e augmentina. Il principale svantaggio di questi farmaci altamente efficaci è il frequente verificarsi di reazioni allergiche nei pazienti.
  • Gli antibiotici di seconda linea appartenenti alla classe dei macrolidi e inclusi nel regime di trattamento dei pazienti affetti da forme complicate di tracheobronchite cronica sono rappresentati dai farmaci Azitromicina, Sumamed, Azitrus e Midekamycin.
  • I farmaci antibatterici della classe dei fluorochinoloni (Levofloxacina, Avelox, Ofloxacina) con un ampio spettro d'azione sono usati per trattare la tracheobronchite cronica e le malattie correlate.

Affinché gli antibiotici diano il massimo effetto, è necessario:

Leggi oltre: Medicinali che supportano la microflora intestinale durante l'assunzione di antibiotici

La tracheite può essere curata senza antibiotici? Certamente, è possibile, se la malattia ha un'eziologia virale. Il compito principale del trattamento sintomatico è quello di alleviare la tosse ed eliminarla completamente.

Per eseguire questo compito si applicano:

  • Farmaci espettoranti che facilitano il passaggio dell'espettorato. Uno dei mezzi più popolari è Ambroxol. Il dosaggio ottimale per i pazienti adulti è di una compressa tre volte al giorno.
  • La bromhexine ha un buon effetto di tosse. Un'ampia gamma di forme di dosaggio (compresse, gocce, soluzioni iniettabili e somministrazione orale, pillole e sciroppi) consente di includerla nei regimi di trattamento per pazienti di qualsiasi età. L'effetto terapeutico dell'uso di Bromhexine inizia a manifestarsi in due o quattro giorni dall'inizio del trattamento. La dose giornaliera del farmaco (per i bambini oltre i quattordici anni e per i pazienti adulti) è di 16 mg, a condizione che venga assunto quattro volte. La durata massima della terapia è di cinque giorni.
  • Per fermare gli attacchi di tosse secca improduttiva, ai pazienti vengono spesso prescritti farmaci che riducono la sensibilità della mucosa del tratto respiratorio all'azione degli irritanti. Uno di questi rimedi è libexin. I pazienti adulti devono assumere una compressa da 100 mg 3-4 volte al giorno. La dimensione della dose giornaliera destinata al trattamento di un bambino e aggiustata in base all'età varia da 25 a 50 mg.
  • Buoni risultati nel trattamento della tracheite acuta di eziologia non batterica sono forniti dall'uso di miscele, preparati di petto e decotti di piante medicinali (per la loro preparazione usano origano, trifoglio dolce, timo, madre e matrigna, timo, piantaggine, dagile). 100 ml di decotto caldo alle erbe devono essere assunti due volte al giorno. È anche utile usarlo per i gargarismi.

Qualche domanda? Chiedi subito un consulto con un dottore!

Premendo il pulsante si aprirà una pagina speciale del nostro sito con un modulo di feedback con uno specialista del profilo che ti interessa.

Consulenza medica gratuita

La tracheite è una malattia della trachea, che infiamma la sua mucosa. Nella maggior parte dei casi, vari virus provocano lo sviluppo di questa malattia. Tuttavia, in seguito, possono anche unirsi a batteri dannosi. Va notato che gli antibiotici non vengono utilizzati per il trattamento della tracheite acuta. Dopo tutto, contro il virus, tali farmaci saranno completamente impotenti.

Gli antibiotici per la tracheite possono essere prescritti solo quando vi è una minaccia molto reale di una grave complicazione di un'infezione batterica (ad esempio, sinusite, otite, polmonite o esacerbazione di tonsillite cronica). Consideriamo più in dettaglio in quali casi i medici ricorrono alla prescrizione di farmaci antibatterici e quali farmaci vengono usati.

Con tracheite batterica, l'infezione può diffondersi nel tratto respiratorio inferiore. Questo è espresso dalla separazione di espettorato mescolato con pus, brividi e febbre. Se tali sintomi vengono osservati, il medico prescrive antibiotici appropriati. Naturalmente, dopo aver condotto gli esami necessari del paziente. Questi farmaci aiutano a evitare lo sviluppo di complicanze più gravi, ad esempio la polmonite.

Per prevenire complicazioni potenzialmente pericolose per la vita di tracheite, vengono utilizzati farmaci antibatterici per:

  • sospetto insorgenza di polmonite;
  • raffreddore prolungato (i sintomi persistono per più di un mese);
  • una febbre pronunciata, manifestata nei primi giorni (questo sintomo può indicare la gravità della malattia e un aumentato rischio di sviluppare complicanze pericolose);
  • mantenere una temperatura moderatamente elevata (entro 37.4 ° C-37.9 ° C) a 6-8 giorni dopo l'inizio della malattia;
  • mantenere una temperatura elevata (superiore a 38-38,5 ° C) per più di 4 giorni;
  • la comparsa di sinusite con secrezioni purulente;
  • il verificarsi di sintomi di otite media in forma acuta con secrezione purulenta;
  • esacerbazione di angina o sinusite, che si verificano in forma cronica e accompagnati da secrezione purulenta.

Oggi, medici esperti prescrivono antibiotici con estrema cautela. Si oppongono fermamente alla somministrazione sconsiderata e prematura di queste medicine. Essi sostengono la loro posizione dal fatto che l'uso di farmaci antibatterici nel corso normale della tracheite è dannoso.

Questi farmaci violano la composizione naturale della microflora, che occupa il tratto respiratorio - sia inferiore che superiore. Di conseguenza, la microflora batterica, inusuale per questo, inizia a colonizzare il sistema respiratorio.

Inoltre, il trattamento della tracheite semplice con antibiotici aiuta i batteri dannosi ad adattarsi ad essi. Pertanto, in caso di insorgenza di malattie complesse degli organi dell'apparato respiratorio, la maggior parte dei farmaci può essere completamente indifesa.

Molti esperti ritengono che gli antibiotici più efficaci per la tracheite siano farmaci appartenenti alla categoria delle penicilline. Ma non tutti, ma solo quelli che vengono somministrati per via endovenosa. Allo stesso tempo, in questa categoria di prodotti esiste un numero sufficiente di preparati per l'ingestione - compresse, incapsulate, in polvere in sospensione. Hanno una gamma più ampia di effetti. La penicillina più popolare prescritta per la tracheite è Augmentin.

"Augmentin" (sinonimi di farmaci con gli stessi principi attivi - "Amoclavin", "Amoxiclav", "Amoxicillin" e "Clavocin") consiste di 2 principi attivi. Questi sono amoxicillina e acido clavulanico. Questo farmaco è prodotto in diverse forme contemporaneamente - in compresse, polvere per iniezione e polvere in sospensione.

"Augmentin" è prescritto per adulti e bambini sopra i 12 anni. Dosaggio - 1 compressa due volte al giorno. Bere una pillola non dovrebbe essere prima dei pasti, ma all'inizio del pasto. Se la tracheite è grave, è accettabile aumentare la dose a 3 compresse al giorno. Chi soffre di insufficienza renale cronica, mononucleosi infettiva e malattie gastrointestinali deve essere il più attento possibile all'uso di questo farmaco. "Augmentin" è controindicato per le donne incinte e le donne che allattano al seno un bambino.

Se si riscontra che un paziente ha un'intolleranza individuale alla penicillina, di solito gli vengono prescritti antibiotici appartenenti al gruppo delle cefalosporine.

Tracheite batterica o virale-batterica è trattata con successo con Cefalexina (sinonimi di farmaci con lo stesso principio attivo - Keflex, Ospexin). Questo medicinale ha una vasta gamma di effetti - è dannoso per molti patogeni. È prodotto in diverse forme - in compresse, capsule e polvere in sospensione.

Il dosaggio adulto di questo farmaco è di 1 a 4 g al giorno. "Cefalexin" deve essere assunto rigorosamente ogni 6 ore - 30 minuti prima dei pasti. Prendi una pillola o una capsula con un bicchiere d'acqua. La durata del corso terapeutico non deve superare i 14 giorni. Non sono esclusi l'insorgenza di tali effetti collaterali quali debolezza generale, dispepsia, cefalea, orticaria, ittero colestatico e leucopenia. L'antibiotico è controindicato in caso di intolleranza individuale a farmaci di questa categoria e bambini sotto i 12 anni di età.

I macrolidi sono considerati i farmaci antibatterici meno tossici. Sono dannosi per gli pneumococchi e per i cocchi gram-positivi. Inoltre, gli antibiotici di questa categoria riescono a far fronte con successo ai batteri che causano la pertosse e la difterite, la legionella e le spirochete, nonché la clamidia e i micoplasmi. I macrolidi hanno la proprietà di accumularsi nei tessuti degli organi respiratori, compresa la mucosa tracheale. A causa di ciò, il loro effetto è migliorato ancora di più.

  • "Azitromicina" è prodotta in compresse, in forma capsulata e in polvere in sospensione. Gli adulti dovrebbero prenderlo a 0,5 g al giorno (in questo caso, l'intero ciclo di trattamento sarà di 3 giorni) o 0,5 g a bere il primo giorno e per altri 4 giorni assumere 0,25 g di farmaco al giorno. L'intera dose di un giorno deve essere presa immediatamente - circa un'ora prima dei pasti.
  • "Josamycin" (il nome sinonimo del farmaco con lo stesso principio attivo - "Vilprafen") è prescritto per il trattamento dell'infiammazione di origine infettiva, che colpisce il tratto respiratorio inferiore e superiore, così come la cavità orale. Con tracheite batterica, la dose per adulti di "Josamycin" è di 1-2 g al giorno. Questo volume dovrebbe essere diviso in 3 passaggi. Questo antibiotico è approvato per le donne incinte e le donne che allattano al seno un bambino se il beneficio supera il rischio. Questo medicinale è controindicato nei bambini sotto i 14 anni.

Raramente si riscontrano effetti collaterali tangibili con antibiotici della categoria dei macrolidi. In alcuni casi, possono verificarsi nausea, vomito e dolore addominale. Sono controindicati in marcati disturbi del fegato e intolleranza individuale ai farmaci di questo gruppo.

Il metodo di trattamento della tracheite con antibiotici per via inalatoria è uno dei più efficaci. La procedura consente di garantire un'elevata concentrazione del farmaco al centro dell'infezione. Inoltre, l'inalazione di farmaci antibatterici riduce significativamente il rischio di effetti collaterali.

Oggi, la tracheite batterica viene trattata con l'aiuto di speciali forme di antibiotici. Sono prodotti in soluzioni e polveri speciali destinati all'inalazione.

Il fluimucil è un farmaco con una vasta gamma di effetti. I medici lo prescrivono non solo per tracheiti di origine batterica, ma anche per il trattamento di tonsilliti, faringiti, bronchiti, polmoniti e malattie polmonari accompagnate da suppurazione. Per preparare una soluzione per inalazione, è necessario aggiungere una soluzione salina (5 ml in totale) alla bottiglia con Fluimucil. Durante una sessione di inalazione, verrà consumata metà della soluzione preparata - 2 ml. Gli adulti dovrebbero prendere questa inalazione di antibiotici due volte al giorno. Se il bambino non ha raggiunto l'età di 6 anni, una volta è sufficiente. La durata massima del trattamento è di 10 giorni.

Prendendo "Fluimucil", è necessario considerare che non può essere combinato con altri farmaci antibatterici.

Aerosol "Bioparox" - un farmaco antibatterico locale. Non ha un effetto sistemico. Gli adulti con tracheite di natura batterica devono essere sottoposti ad una inalazione ciascuno (una sessione consiste di 4 iniezioni) ogni 4 ore. I bambini devono effettuare tale inalazione a intervalli di 6 ore. La durata del corso terapeutico è in genere da 5 a 7 giorni.

L'efficacia del trattamento dipende non solo dall'antibiotico correttamente scelto. Il farmaco deve ancora essere preso correttamente. Errori nell'ammissione e ignoranza delle prescrizioni possono ridurre significativamente l'effetto atteso e ritardare il recupero. Diamo le regole di base per l'uso di agenti antibatterici per il trattamento competente della tracheite.

  1. La durata del ciclo di assunzione di antibiotici deve essere necessariamente coordinata con il medico. Quando l'interruzione non autorizzata del trattamento aumenta significativamente il rischio di esacerbazione della tracheite. Ciò accade perché i microrganismi patogeni che si sono depositati negli organi respiratori non sono stati completamente distrutti.
  2. Se il paziente si sta riprendendo rapidamente, le sue condizioni sono migliorate significativamente, la temperatura è tornata normale e il respiro affannoso sulla trachea e sui bronchi è scomparso, il medico può annullare la terapia antibiotica. Al fine di prevenire lo sviluppo di complicanze, è sufficiente assumere antibiotici da 3 a 7 giorni.
  3. Accade così che l'agente antibatterico prescritto da un medico non funzioni. Si trova, di regola, nei primi 2-3 giorni di ammissione. Se non ci sono miglioramenti, è necessario consultare nuovamente il medico: prenderà un altro farmaco. In alcuni casi, se il trattamento ambulatoriale fallisce, il paziente viene inviato all'ospedale.

La tracheite batterica nella frequenza dei casi è significativamente inferiore a quella virale. Tuttavia, è la forma batterica della malattia che è la più pericolosa, dal momento che può provocare lo sviluppo di gravi complicanze. Per evitare questo, è necessario rispettare rigorosamente la prescrizione di un medico e assumere farmaci antibatterici secondo lo schema raccomandato dal medico.

Ricorda: qualsiasi aggiustamento della dose o della durata del corso può influire negativamente sul trattamento.

Tracheite e antibiotico e qualsiasi altro farmaco sono trattati principalmente a livello ambulatoriale, cioè a casa. La necessità di terapia in ospedale appare in casi estremamente rari. Allo stesso tempo, la possibilità di un trattamento domiciliare non prevede un'esenzione dal controllo del medico sul suo processo e sui suoi risultati. Dopotutto, solo un medico può prendere una decisione obiettiva - annullare il farmaco o, al contrario, prolungare il corso terapeutico.

Quindi, secondo la storia, tutti i sintomi, così come secondo l'analisi clinica del sangue e l'esame batteriologico dell'espettorato e delle macchie dalla faringe, il medico ha stabilito che la tracheite è causata da batteri. Cioè, il trattamento della tracheite con antibiotici è inevitabile.

Quando si prescrivono gli antibiotici per eliminare la tracheite, tutto deve essere preso in considerazione: il quadro clinico della malattia, l'età del paziente e la presenza di patologie concomitanti, lo spettro di azione di un particolare farmaco e le sue controindicazioni. E il dosaggio di un antibiotico raccomandato dai medici è determinato dalla gravità del processo infiammatorio.

Secondo molti esperti, gli antibiotici più efficaci per tracheiti - farmaci gruppo di penicillina somministrati per via parenterale. Ma ci sono molte medicine di questo gruppo che vengono prese per via orale o hanno diverse forme. Inoltre, hanno una gamma più ampia di attività antibatterica. Ad esempio, il farmaco Augmentin (sinonimi - Amoxycillin, clavulanato potenziato, Amoksiklav, Amoklavin, Klavotsin) comprende amoxicillina (semisintetica penicillina antibiotico) e acido clavulanico (amoxicillina che protegge dalla disintegrazione ed estende il suo spettro di azione antibatterica). Questo medicinale viene prodotto sotto forma di compresse, polvere per preparare la soluzione per iniezione e polvere per preparare la sospensione.

Augmentin (compresse da 1 g) è usato per il trattamento di adulti e bambini sopra i 12 anni - una compressa due volte al giorno (all'inizio del pasto). Per le forme gravi di tracheite acuta e altre infezioni batteriche delle vie respiratorie, prendere una pillola 3 volte al giorno. Per le malattie gastrointestinali, la mononucleosi infettiva e l'insufficienza renale cronica, questo antibiotico deve essere usato con cautela. E durante la gravidanza, specialmente nel primo trimestre e durante l'allattamento, non è consigliabile prenderlo.

Quando i pazienti sono intolleranti alla penicillina e ai suoi derivati, vengono prescritti antibiotici del gruppo delle cefalosporine o del gruppo macrolidico. Medici tracheiti acute batteriche o virali e batteriche consiglio di prendere Cephalexin (sinonimi - Ospeksin, Kefleks), che ha un effetto battericida su una vasta gamma di agenti patogeni. I principi attivi del farmaco iniziano ad agire, interrompendo la sintesi della parete cellulare dei microrganismi, 1-1,5 ore dopo l'ingestione, e dal corpo vengono completamente eliminati dopo 8 ore con l'urina. Questo antibiotico è disponibile sotto forma di capsule, compresse e polvere per sospensione.

La dose giornaliera di Cefalexina (in capsule da 0,25 g) per gli adulti è di 1-4 g, il farmaco deve essere assunto ogni 6 ore, mezz'ora prima dei pasti, bevendo 150-200 ml di acqua. Il corso del trattamento dura fino a due settimane. Il farmaco ha effetti collaterali: da debolezza, mal di testa, orticaria e dispepsia fino a ittero colestatico e leucopenia. Le controindicazioni sono intolleranza alle cefalosporine e agli antibiotici di penicillina, così come i bambini sotto i 12 anni.

Avanti nella lista di antibiotici per tracheite sono macrolidi, che sono tra i mezzi meno tossici della famiglia di antibiotici. I macrolidi svolgono un lavoro eccellente con cocchi e pneumococchi gram-positivi; agiscono sui patogeni della pertosse e della difterite, della legionella e della spirochete, della clamidia e del micoplasma. Gli antibiotici di questo gruppo farmacologico si accumulano nei tessuti degli organi respiratori, compresa la mucosa tracheale, per cui il loro effetto terapeutico diventa più forte.

L'antibiotico macrolide Azitromicina è disponibile sotto forma di capsule (0,25 g ciascuna), compresse (0,125 g e 0,5 g ciascuna) e anche sotto forma di polvere per preparare una sospensione (in flaconi da 15 ml e 30 ml). Lo schema di utilizzo di questo farmaco da parte degli adulti: 0,5 g al giorno per tre giorni o 0,5 g per il primo giorno e 0,25 g per altri quattro giorni. L'intera dose viene assunta contemporaneamente - un'ora prima dei pasti.

Il farmaco iosamicina (sinonimo - Vilprafen) si riferisce anche ad un gruppo di antibiotici naturali, macrolidi, e nel 2012 è stato indicato come la Russia "elenco di farmaci vitali ed essenziali." È usato nel trattamento dell'infiammazione infettiva delle vie respiratorie e della cavità orale, nel trattamento della clamidia, della gonorrea, della sifilide, della scarlattina, della dissenteria e di altre malattie. Quando la tracheite eziologia batterica Jozamycin adulti e bambini oltre i 14 anni viene prescritto 1-2 g al giorno - in tre dosi divise. Questo farmaco può essere usato durante la gravidanza e durante l'allattamento.

Reazioni gravi nel trattamento degli antibiotici I gruppi macrolidici sono rari e si manifestano con nausea, vomito e dolore nell'addome. E tra le loro controindicazioni sono segnalate la disfunzione epatica e l'ipersensibilità individuale ai farmaci in questo gruppo.

Nella tracheite virale acuta nei bambini, il trattamento è principalmente sintomatico e la tosse è controllata con intonaco di senape, unguenti per sfregamento, inalazione, sciroppi per la tosse. Se la tracheite batterica, vengono utilizzati antibiotici.

I pediatri raccomandavano gli antibiotici per la tracheite nei bambini: Augmentin (gruppo delle penicilline), Azitromicina e Sumamed (antibiotici macrolidi). Per le infezioni di gravità lieve e moderata, la dose giornaliera di Augmentin in sospensione è:

bambini sotto un anno - 2 ml tre volte al giorno (prima dei pasti), da 1 a 6 anni - 5 ml tre volte al giorno, bambini 7-12 anni - 10 ml tre fasi.

L'azitromicina sotto forma di sciroppo (100 mg / 5 ml e 200 mg / 5 ml) può essere somministrata in un dosaggio di 10 mg per chilogrammo di peso corporeo durante il giorno - una volta, un'ora prima dei pasti. La durata della ricezione è di tre giorni. Secondo il secondo schema, si raccomanda di somministrare questa quantità di sciroppo solo il primo giorno di trattamento, e nei quattro giorni successivi - 5 mg per chilogrammo di peso corporeo (anche in una volta).

Tra gli antibiotici per tracheiti nei bambini, Sumamed e Sumamed forte sono ampiamente usati come sospensione. Il suo dosaggio è anche calcolato dal peso corporeo del bambino - 10 mg / kg di peso corporeo una volta al giorno per 3 giorni. Il corso del trattamento è di 30 mg per chilogrammo. Ai bambini di età superiore a 6 mesi e di peso fino a 10 kg devono essere somministrati 5 ml di sospensione al giorno.

Jozamycin antibiotico sospeso (il dosaggio per gli adulti era indicato sopra). Gli otorinolaringoiatri dei bambini prescrivono questo farmaco a neonati e bambini al ritmo di 30-50 mg per chilogrammo di peso corporeo al giorno (in tre dosi).

Per Saperne Di Più Mal Di Gola

Attacchi di tosse secca in un bambino: come rimuovere, cosa fare, come fermarsi

Naso che cola

I genitori di un bambino piccolo e dei bambini più grandi sanno che cos'è una tosse secca notturna, le cui crisi iniziano più spesso di notte.

Come trattare il muco nel rinofaringe: consigli e trattamento

Laringite

Il rinofaringe è un organo respiratorio, la cui funzione principale è quella di proteggere la mucosa da influenze esterne dannose. È normale che un organismo sano produca una certa quantità di muco che non causi alcuna preoccupazione.