Principale / Naso che cola

Come eseguire l'adenotomia in un bambino - metodi di rimozione, indicazioni, preparazione per la chirurgia e le conseguenze

Naso che cola

Se le tonsille del bambino crescono in misura estrema, quando diventa difficile respirare, viene utilizzata un'operazione per rimuovere le adenoidi nei bambini. I medici non ricorrono sempre a questo metodo - solo in gravi circostanze di insufficienza respiratoria, infiammazione cronica, crescita patologica delle formazioni. Rimuovere il tessuto ghiandolare può essere un metodo chirurgico familiare o metodi moderni senza sangue.

Cosa sono le adenoidi

Nella terminologia medica, le adenoidi significano tonsille nasofaringee patologicamente ingrandite nei bambini di 3-7 anni. Si verificano dopo aver sofferto di malattie del tratto respiratorio superiore di tipo infiammatorio, morbillo, scarlattina, influenza. La malattia causa difficoltà di respirazione, disturbi dell'udito, malattie catarrali, otite. Le adenoidi non sono visibili a occhio nudo, quindi, se si sospetta una malattia, è necessario consultare un medico per un esame.

Le vegetazioni adenoide o le crescite nei bambini si manifestano con i seguenti sintomi che i genitori dovrebbero prestare attenzione a:

  • il bambino respira spesso attraverso la bocca, specialmente di notte;
  • il respiro del naso è difficile, anche se non c'è freddo;
  • un naso che cola prolungato che non può essere curato.

Senza trattamento, queste malattie patologiche rischiano di deteriorarsi fino a compromettere l'udito, il bambino si ammalerà spesso di raffreddore, le sue prestazioni a scuola o all'asilo diminuiranno. L'infiammazione cronica del tessuto porterà adenoidite, a cui il corpo reagisce con febbre, faringite, bronchite e laringite. Nei bambini, la parola è disturbata, si verifica tosse, il sistema nervoso rallenta nello sviluppo, si verifica enuresi, il torace si sviluppa in modo errato e compare l'anemia.

Rimozione di adenoidi

Uno dei modi per far fronte all'allargamento delle tonsille è rimuoverli. Per prima cosa dovresti contattare il tuo medico per la diagnosi. Se la malattia ha il primo stadio, quando i disturbi respiratori non sono così pronunciati, il medico ORL prescriverà una soluzione al 2% di protargol per instillazione, vitamine e preparazioni di calcio. Se c'è evidenza, viene eseguita un'enotostomia - un'operazione per rimuovere le adenoidi. I fattori dell'intervento chirurgico comprendono 2 e 3 gradi di crescita del tessuto linfoide, gravi complicanze

Indicazioni per la rimozione di adenoidi nei bambini

Dopo aver esaminato il paziente, il medico può prescrivere la rimozione delle adenoidi nel bambino per le seguenti indicazioni:

  • otite persistente, sinusite, perdita dell'udito;
  • complicanze gravi delle vie aeree;
  • Troppo alto grado e dimensione della crescita del tessuto;
  • crescita parallela delle tonsille palatine (ghiandole);
  • ricorrenza della malattia.

Controindicazioni

La chirurgia per rimuovere le adenoidi (adenotomi nei bambini) è una procedura chirurgica seria, quindi ha controindicazioni:

  • emofilia, disturbi della coagulazione del sangue;
  • la tubercolosi;
  • grado di compensazione del diabete mellito;
  • infezione dell'anello faringeo;
  • trasporto di streptococco emolitico;
  • condizioni dolorose acute della cavità orale;
  • la presenza di denti cariati - sono sigillati prima dell'operazione.

Come rimuovere le adenoidi nei bambini

In assenza di un risultato stabile di metodi di trattamento conservativi, le adenoidi vengono rimosse nei bambini. Si chiama adenotomia, fatta in breve tempo in anestesia generale o locale. Un coltello speciale viene utilizzato con l'adenotomia, che viene inserita nel rinofaringe, premuta sull'arco, in attesa che il tessuto mucoso entri negli anelli e si ritiri.

In anestesia locale

Per congelare i tessuti cresciuti, viene utilizzata l'anestesia locale con Lidocaina o Ultracain. Le soluzioni lubrificano le mucose della gola, che rimuove completamente il dolore. Per un bambino, questo metodo non è il più efficace, perché vede ciò che sta accadendo, è consapevole, ha paura del sangue, piange. Questo si riflette nella sua psiche e nelle azioni del dottore. L'anestesia locale può essere completata con la rimozione delle adenoidi mediante l'assunzione di sedativi per via intramuscolare - i bambini rimangono coscienti, ma hanno uno stato di sonnolenza o sono completamente addormentati.

In anestesia generale

Se prima l'operazione veniva eseguita senza anestesia, anche locale, ora ai bambini viene prescritta l'anestesia generale - vengono messi in anestesia. È più appropriato e sicuro per il medico. Il ragazzo chiude gli occhi e si sveglia già con la gola operata. Questo è comodo ma non sicuro - l'anestesia generale ha le sue conseguenze e le possibili complicazioni.

Fa male rimuovere le adenoidi

I genitori sono interessati alla domanda se sia doloroso rimuovere le adenoidi al bambino. I medici rispondono che l'operazione viene eseguita senza dolore. Il tessuto delle tonsille non ha terminazioni nervose, puoi persino inserire un'iniezione e la persona non sentirà nulla. Pertanto, prima della rimozione delle adenoidi è avvenuta senza anestesia. I medici moderni fanno l'anestesia generale o locale per preservare lo stato psicologico dei bambini.

formazione

Dopo la diagnosi e la nomina dell'operazione, gli agenti emostatici, il gluconato di calcio sono prescritti per i bambini tre giorni prima. La sua iniezione endovenosa è prescritta inizialmente alla bassa coagulazione del sangue. In presenza di denti cariati vengono riempiti, i bambini superano i test per i segni vitali. La rimozione delle tonsille avviene a stomaco vuoto al mattino per ridurre il rischio di complicanze e avere sempre il tempo di applicare l'anestesia. Sulla mucosa della faringe i bambini applicano l'aerosol anestetico, iniettano i sedativi o usano l'anestesia generale.

Metodi di rimozione

L'adenotomia classica non è l'unico modo per rimuovere le adenoidi. Adulti e bambini usano un laser, un endoscopio, un metodo a onde radio, una crioterapia, un plasma freddo. Il processo più moderno è considerato un microdebrider: uno strumento speciale con una testa rotante e una lama all'estremità. Schiaccia le adenoidi, succhia i tessuti senza danneggiare la mucosa nasofaringe.

Rimozione laser di adenoidi

Un altro importante metodo moderno è la rimozione delle adenoidi mediante laser nei bambini. Il metodo Bloodless aumenta la temperatura del tessuto quando esposto a un raggio laser, evapora il liquido da esso. Gli svantaggi del metodo sono l'aumento della durata dell'operazione, l'eventuale riscaldamento del tessuto sano nell'area di esposizione al laser, l'alto costo e le complicazioni.

endoscopia

Una varietà di adenotomi è l'endoscopia delle adenoidi nei bambini. Se durante la chirurgia classica il medico effettua movimenti praticamente al tatto e può perdere pezzi di tessuto, allora con l'endoscopia questo è impossibile. La procedura si basa sulla rimozione delle tonsille con un laser o microdebrider attraverso i seni nasali utilizzando un endoscopio. Questo dispositivo consente di vedere e ingrandire le foto di crescita per la loro rimozione precisa nei bambini senza il rischio di aree mancanti.

Con l'endoscopia, l'anestesia generale viene sempre applicata, l'operazione è indolore e senza stress per i bambini in ospedale. I vantaggi del metodo sono l'assenza di paura nel paziente, il controllo delle fasi di rimozione del tessuto linfoide, riducendo il rischio di recidiva e sanguinamento. Gli svantaggi dell'endoscopia comprendono l'alto spessore (2-4 mm) degli endoscopi, che sono difficili da trasportare attraverso il naso del bambino più il requisito di anestesia della mucosa nasale.

Metodo delle onde radio

L'operazione per rimuovere le adenoidi può essere eseguita con uno speciale dispositivo Surgitron con un allegato di adenoma a onde radio. Questo coltello taglia i tessuti in un singolo blocco, come con un intervento classico, ma allo stesso tempo brucia i vasi sanguigni per ridurre al minimo il sanguinamento. Questo è un plus della scelta del metodo delle onde radio, oltre al rischio di complicazioni dopo la riduzione dell'operazione.

Com'è l'operazione sulle adenoidi nei bambini

Avendo presentato anestesia generale o anestesia del nasofaringe topica con somministrazione endovenosa di sedativi, il medico inizia a rimuovere le adenoidi nei bambini. Le cliniche moderne utilizzano endoscopi e metodi di rimozione combinati con un laser o un adenotore per rasoio e onde radio. Tagliare il tessuto e aspirare i resti con un dispositivo speciale, il chirurgo tampona il sito chirurgico.

Il periodo postoperatorio è tollerato facilmente, a volte la sera o il mattino successivo la temperatura può leggermente aumentare. Immediatamente dopo l'intervento, i bambini respirano meglio con il loro naso, ma poi il tessuto si gonfia, la congestione nasale, lo squelch nasale appare. Passa tra una settimana o dieci giorni. In presenza di malattie croniche, il periodo di guarigione dura un po 'di più.

Effetti della cancellazione

Dopo l'intervento chirurgico per rimuovere le adenoidi, non abbassare la temperatura che è comparsa nei bambini con aspirina, in modo da non provocare sanguinamento. I sintomi spiacevoli includono anche vomito coaguli di sangue, dolore addominale e feci anormali, ma passano velocemente. Ci sono regole per la cura dei bambini dopo l'adenotomia:

  • il mese esclude l'attività fisica;
  • tre giorni non fare il bagno al bambino in acqua calda;
  • non essere al sole, al caldo, al soffocamento;
  • 3-10 giorni per seguire una dieta - escludere cibi ruvidi, duri, caldi, mangiare cibi liquidi ipercalorici a base di vitamine;
  • per la guarigione utilizzare gocce nasali vasocostrittori, soluzioni astringenti per l'essiccazione;
  • condurre esercizi di respirazione.

complicazioni

L'operazione comporta possibili complicazioni: sanguinamento nelle prime ore dopo la procedura, otite acuta, crescita ripetuta, reazioni allergiche e batteriche. Per prevenirli, i medici devono assicurarsi che il sangue non entri nel tubo uditivo, nello stomaco, rimuova completamente il tessuto adenoide. Per ridurre le recidive, eseguire l'intervento sui bambini il prima possibile - ma non prima di tre anni, come consigliano i medici.

A seconda del livello della clinica, del metodo utilizzato e delle qualifiche del medico, il costo per rimuovere le adenoidi varia. Prezzi di esempio:

Rimozione di adenoidi nei bambini: laser ed endoscopici

Le vegetazioni adenoidali sono escrescenze di tessuto linfadenoide, che sono la formazione anatomica, il tessuto formato e non l'edema o l'infiammazione che possono essere eliminati con metodi di trattamento conservativi.

Quando hai bisogno di un intervento chirurgico?

Fino ad oggi, in otorinolaringoiatria, una tattica abbastanza comune per il trattamento delle vegetazioni adenoidi è la rimozione delle adenoidi nei bambini il più presto possibile, dal momento in cui viene determinata la patologia.

Va notato che questo non è l'unico metodo di trattamento e ci sono chiare indicazioni per questo intervento chirurgico.

Indicazioni per la chirurgia:

  • Crescita adenoide di grado 3 (completa chiusura del lume del rinofaringe, passaggi nasali e joan);
  • l'inefficacia del trattamento conservativo;
  • recidive di adenoidite più di quattro volte all'anno;
  • sviluppo di complicazioni:
  • perdita dell'udito progressiva;
  • otite ricorrente, eustachitis;
  • tosse persistente e molesta;
  • episodi di apnea del sonno - il bambino russa, l'arresto respiratorio è segnato;
  • l'artrite;
  • reumatismi;
  • glomerulonefrite;
  • vasculite e altri.

Metodi di adenotomia

Molti genitori sono interessati alla domanda: come rimuovere le adenoidi nei bambini?

  • rimozione endoscopica del tessuto linfadenoide;
  • rimozione delle onde radio delle vegetazioni adenoide;
  • rimozione laser di adenoidi nei bambini;
  • Il classico metodo di rimozione delle tonsille nasofaringee con un bisturi (oggi questo intervento viene eseguito sotto il controllo di apparecchiature endoscopiche).

Rimozione laser

La chirurgia per rimuovere le crescite adenoide con un laser è un metodo alternativo di intervento chirurgico nei bambini. Utilizza un raggio laser di bassa intensità, sotto l'intervento viene effettuato sotto il controllo dell'endoscopio.

La tecnologia coinvolge diversi tipi di manipolazioni che vengono eseguite in anestesia generale:

  • coagulazione: un fascio focalizzato rimuove la crescita eccessiva ipertrofica di qualsiasi dimensione (questo metodo è utilizzato per grandi vegetazioni di adenoidi);
  • vaporizzazione - il tessuto linfoide delle tonsille viene evaporato a strati e viene utilizzato per la rapida rimozione di piccole crescite adenoide;
  • affettare il trattamento dopo le operazioni endoscopiche.

I vantaggi di questo intervento chirurgico sono: bassa invasività, rapida guarigione, minima perdita di sangue, elevata accuratezza dell'operazione, minime recidive, minima manifestazione del dolore nel periodo postoperatorio e assenza di complicanze batteriche.

Controindicazioni all'enotostomia:

  • disturbi del sangue;
  • patologie infettive acute o esacerbazione di malattie croniche (l'operazione viene eseguita non prima di un mese dopo il pieno recupero del bambino);
  • grave malattia cardiovascolare;
  • periodo di epidemia influenzale.

Il costo di questo intervento chirurgico dipende dalle dimensioni delle vegetazioni adenoidee, dall'attrezzatura e dalla necessità di ulteriori manipolazioni in presenza di complicanze (di solito ipoacusia) in media 15-20 mila rubli, mentre si esegue simultanea manovra su due lati della cavità timpanica (con perdita dell'udito) - 25-26 mila rubli.

Rimozione endoscopica

Questa procedura chirurgica viene utilizzata per rimuovere grandi vegetazioni adenoide o adenoidi complicate. L'operazione viene eseguita in anestesia generale e lo specialista ha la capacità di rimuovere completamente le crescite sotto il controllo dell'endoscopio.

  • asportazione mediante elettrocoagulazione;
  • adenotomia del plasma freddo (utilizzando dispositivi elettrochirurgici a plasma freddo con una bassa temperatura del fascio);
  • adenotomi con l'uso di un rasoio, un ibrido particolare di un trapano e una pompa elettrica;
  • rimozione della crescita con un bisturi.

Quando si rimuovono le vegetazioni adenoide di dimensioni molto grandi in anestesia generale, uno dei metodi sopra descritti viene applicato con trattamento aggiuntivo dell'area delle adenoidi rimosse mediante laser o onde radio per prevenire il sanguinamento e le complicanze batteriche.

La scelta del metodo endoscopico di rimozione delle tonsille nasofaringee in anestesia generale è determinata da uno specialista dopo una diagnosi completa del bambino e dipende dalla dimensione delle vegetazioni adenoide, dalle caratteristiche individuali del bambino (età, stato di salute, risultati dei test).

Per condurre l'adenotomia mediante elettrocoagulazione, vengono utilizzati dispositivi speciali con un "loop" che si riscalda a temperature elevate, il che riduce significativamente il rischio di sanguinamento (i vasi vengono immediatamente sigillati sotto l'influenza di alte temperature).

Quando il medico di adenotomia del rasoio usa strumenti per rasoio (microdebridery). La punta del dispositivo sotto anestesia viene iniettata nella cavità nasale e taglia il tessuto troppo cresciuto, mentre succhia sangue e sezioni tagliate delle tonsille.

Lo svantaggio di questi metodi è il trauma, il dolore dopo l'intervento chirurgico e la probabilità di complicanze batteriche.

Oggi, l'otorinolaringoiatria utilizza ampiamente il metodo di orkoblation: l'adenotomia del plasma freddo (la temperatura del raggio non supera i 60 gradi) con dispositivi speciali.

Allo stesso tempo, le crescite di adenoidi sono rimosse sotto anestesia, e un piccolo paziente può lasciare la clinica diverse ore dopo l'operazione. I vantaggi di questo metodo sono il minimo danno tissutale, nessun sanguinamento e dolore minimo nel periodo postoperatorio.

Il comodo design dello strumento consente di rimuovere le tonsille durante il funzionamento con la localizzazione in luoghi atipici (difficili da raggiungere). Fornisce inoltre un'alta velocità operativa, riducendo i tempi di ospedalizzazione dei pazienti giovani e la possibilità di un recupero precoce.

Periodo di riabilitazione

Nel periodo postoperatorio, specialmente il primo giorno dopo l'intervento, il bambino può manifestare le seguenti manifestazioni patologiche:

  • febbre (riducendo necessariamente i suoi farmaci antipiretici consentiti per l'uso in pediatria - paracetamolo o ibuprofene). L'accettazione dell'acido acetilsalicilico non è fortemente raccomandata, il che aumenta significativamente il rischio di sanguinamento;
  • coaguli di sangue, feci scure, diarrea e / o dolore addominale dovuti a possibile ingestione di sangue;
  • linguaggio nasale, ostruzione nasale, associata ad edema significativo della mucosa rinofaringea dopo l'intervento chirurgico - il sollievo si verifica solitamente nel 7-10 ° giorno del periodo postoperatorio.

Le principali raccomandazioni dopo l'adenotomia sono:

  • limitazione dell'attività fisica durante il mese;
  • esclusione di un bagno caldo, una visita a un bagno, una sauna, una lunga permanenza al sole, in una stanza calda e soffocante - ovunque un bambino sia esposto ad una temperatura elevata;
  • la dieta del bambino con l'eccezione di cibo caldo e grosso per 10-14 giorni;
  • l'alimentazione dovrebbe essere bilanciata, con la restrizione delle marinate, cibi piccanti, grassi e fritti, con il consumo predominante di cibi liquidi ipercalorici arricchiti con vitamine;
  • implementazione di tutte le raccomandazioni del medico curante;
  • Esercizi di respirazione obbligatori.

Conseguenze e complicazioni dopo la rimozione delle adenoidi

Le principali conseguenze negative o complicazioni dopo l'adenotomia nell'infanzia sono le seguenti.

Ricrescita del tessuto linfadenoide (recidive):

  • con rimozione incompleta delle vegetazioni adenoide (potatura);
  • nei bambini sotto i tre anni (più giovane è il bambino, più è probabile la possibilità di recidiva);
  • con una tendenza a sviluppare reazioni allergiche in un bambino.

Sanguinamento - può verificarsi se le regole di base nel periodo postoperatorio non vengono seguite.

Nei casi più gravi, la chirurgia è l'unico modo per aiutare il paziente durante l'infanzia. E poi molto, incluso minimizzare il rischio di complicazioni, dipende dai genitori e da quanto bene seguiranno le raccomandazioni dell'esperto per il recupero nel periodo di riabilitazione.

Autore: Sazonova Olga Ivanovna, pediatra

Chirurgia per rimuovere le adenoidi: tipi, indicazioni, conduzione, raccomandazioni dopo

Per capire se un bambino ha ipertrofia adenoidea, si dovrebbe consultare un medico ORL che farà la diagnosi corretta durante l'esame. All'esame, le adenoidi vengono sondate con un dito inserito attraverso la bocca nella parte posteriore-inferiore del rinofaringe e la rinoscopia posteriore viene utilizzata anche per esaminare il rinofaringe con l'aiuto di un piccolo specchio inserito attraverso la bocca. Inoltre, i metodi di esame strumentale possono essere assegnati:

  • Radiografia del nasopharynx e dei seni paranasali,
  • Diagnosi endoscopica: introduzione di un fibroscopio nel naso, seguito da un'ispezione visiva delle adenoidi.

Sulla base del sondaggio ha rivelato il grado di aumento delle adenoidi:

  • 1 grado - le adenoidi bloccano i fori che collegano i passaggi nasali con la faringe, meno di 1/3, il bambino è disturbato dal russare notturno e dai frequenti raffreddori,
  • Grado 2 - i choan sono chiusi a un terzo o metà del lume, il bambino respira male con un naso nel sonno e durante la veglia,
  • Grado 3 - il lume del joan è completamente bloccato dalle adenoidi, il bambino subisce significative violazioni della respirazione nasale e, se non curato, il morso sbagliato e il tipo di faccia adenoide si formano per un lungo periodo.

Operazioni di rimozione adenoide

Lo scopo del trattamento e la definizione delle tattiche chirurgiche è strettamente individuale solo sulla base dei risultati dell'esame da parte del medico. In generale, possiamo dire che:

I gradi 1-2 della crescita delle adenoidi possono essere trattati in modo conservativo, mentre gli adenoidi di grado 3 devono essere rimossi.

Come supplemento al trattamento farmacologico nelle prime fasi delle vegetazioni adenoidi, attualmente viene utilizzato con successo il metodo di terapia laser - trattamento delle adenoidi con un raggio laser, eliminando edema ed esercitando un effetto battericida sulla superficie delle adenoidi. A causa di questa azione del laser, si osserva una diminuzione graduale delle dimensioni della tonsilla nasofaringea e il ripristino della respirazione nasale. Il corso del trattamento consiste in 10-15 procedure giornaliere, che dovrebbero essere ripetute ogni sei mesi. I vantaggi della terapia laser includono l'assenza di dolore, la sicurezza, la buona efficienza. Gli svantaggi del metodo non sono rivelati.

Trattamento chirurgico

L'esecuzione della chirurgia di adenotomia nei bambini è possibile con diversi metodi:

  1. Rimozione endoscopica di adenoidi utilizzando un endoscopio inserito attraverso il naso sotto il controllo di una telecamera in miniatura all'estremità di un endoscopio collegato a un monitor sulla parete. Così, il medico vede tutto ciò che accade nel rinofaringe al momento dell'enotostomia.
  2. Cauterizzazione laser o coagulazione. Si differenzia dalla terapia laser in quanto le adenoidi sono cauterizzate con un raggio di potenza più alto durante una singola procedura, cioè le adenoidi sono completamente rimosse. Nella terapia laser, l'uso di un raggio laser è progettato per eliminare gonfiore, infiammazione e infezione sulla superficie della tonsilla nasofaringea con conservazione del tessuto adenoide.
  3. La rimozione manuale standard delle adenoidi viene eseguita utilizzando lo strumento adenotome inserito attraverso la bocca nel rinofaringe. Dopo una rimozione così "cieca", c'è un'alta probabilità che il tessuto adenoide non sia completamente rimosso e cresca di nuovo man mano che il bambino cresce.

Indicazioni per l'adenotomi:

  • Vegetazione adenoide 3 gradi,
  • Spesso raffreddori, complicati da otite purulenta, sinusite, sinusite, tonsillite,
  • Violazioni del sonno notturno, perdita dell'udito, mal di testa persistente, formazione del tipo di faccia adenoide.

Controindicazioni:

  1. Età da bambini fino a due anni,
  2. Malattie infettive acute - ARVI, infezione intestinale, rosolia, varicella, ecc.
  3. Anomalie congenite dello scheletro facciale (palatoschisi, labbro leporino),
  4. Il primo mese dopo la vaccinazione,
  5. Malattie oncologiche
  6. Malattie del sangue
  7. Malattie allergiche nella fase acuta.

Quale anestesia viene utilizzata durante l'adenotomia chirurgica?

La scelta dell'anestesia è una questione controversa per i genitori del bambino a cui è pianificata l'operazione.

Naturalmente, l'anestesia generale comporta un certo rischio, in particolare per i bambini con allergie e problemi neurologici, ma negli ultimi anni l'anestesiologia pediatrica ha fatto passi da gigante e ora puoi fidarti tranquillamente dell'anestesista, che esamina il bambino prima dell'operazione. Riguardo all'enotostomia, possiamo dire che l'anestesia generale è preferibile all'anestesia locale. Ciò è dovuto al fatto che durante un breve sonno di un bambino con anestesia generale, il medico ha un migliore accesso e una panoramica del campo chirurgico, così come il piccolo paziente non sperimenta emozioni negative sull'operazione, dal momento che semplicemente non lo ricorderà più tardi.

Benefici dell'anestesia generale:

  • L'assenza di una situazione traumatica per un bambino
  • Procedura indolore,
  • L'incapacità di aspirare (inalare) pezzi di tessuto rimosso.
  • Basso rispetto all'anestesia locale, il rischio di sanguinamento dal letto di adenoidi remoti,
  • Situazione silenziosa in sala operatoria, non disturbata dalla resistenza attiva del paziente alle manipolazioni mediche,
  • Operazione più accurata,
  • La possibilità di un esame più approfondito del campo operatorio dopo l'adenotomia e la prevenzione del sanguinamento con un tamponamento del naso, che è piuttosto difficile da eseguire in condizioni di anestesia locale in un bambino che piange.

L'anestesia generale nei bambini viene effettuata mediante somministrazione endotracheale al paziente di ftorotana e protossido di azoto da parte di un anestesista. In questo caso, l'operazione viene eseguita in posizione supina. Dopo la fine dell'enotostomia (20-30 minuti), quando il paziente si sveglia, può essere disturbato da letargia, sonnolenza, nausea e vomito. Tali sintomi di astinenza da anestesia, effettuati da Ftorotan, sono relativamente rari.

Di recente, i medici cercano di applicare l'anestesia locale meno frequentemente, poiché, nonostante l'assenza di sensazioni dolorose, qualsiasi bambino sperimenterà paura, pianto, urla e liberarsi dalle mani dello staff. Questo non solo offre molte emozioni spiacevoli al bambino e ai genitori, ma può anche interferire con la rimozione qualitativa delle adenoidi. L'anestesia viene eseguita lubrificando o irrigando il nasofaringe con uno spray di lidocaina, dikain e altri anestetici locali.

Indipendentemente dall'uso dell'anestesia, al bambino viene somministrata la somministrazione endovenosa o intramuscolare di farmaci sedativi 20-30 minuti prima dell'inizio dell'operazione.

Come è l'operazione?

L'adenotomia può essere eseguita sia in regime ambulatoriale (più spesso) che in condizioni stazionarie. La domanda di ospedalizzazione in un ospedale è decisa individualmente, ma, di regola, la durata della degenza in ospedale non supera i tre o quattro giorni. Un bambino al mattino prima che l'operazione non possa essere alimentata, poiché l'anestesia potrebbe essere comune. Dopo aver esaminato il medico e misurato la temperatura del paziente, vengono scortati in sala operatoria, dove viene eseguita un'anestesia generale o locale sulla sedia. Ulteriori fasi dell'operazione hanno le loro caratteristiche, a seconda del metodo di implementazione.

La rimozione endoscopica delle adenoidi è la tecnica più moderna e delicata dell'operazione. Un endoscopio viene inserito nel paziente sotto anestesia generale nel naso, che consente di esaminare le adenoidi e delineare lo scopo delle azioni. Inoltre, a seconda degli strumenti che possiede il medico, la rimozione delle adenoidi viene effettuata utilizzando un bisturi, un coltello a radiofrequenza o un microdebrider. In quest'ultimo caso, le adenoidi vengono rimosse attraverso il naso. A causa del fatto che questa tecnica richiede attrezzature più costose e specialisti più qualificati, non tutte le cliniche possono offrire l'adenotomia endoscopica. Molto spesso, tali servizi sono forniti in centri medici privati.

Rimozione endoscopica di adenoidi

Una delle varietà di chirurgia endoscopica è il metodo di rimozione del adenoide del cobalto - l'introduzione nella cavità nasofaringea di uno strumento che ha un effetto distruttivo sul tessuto usando plasma freddo.

L'adenotomia laser può essere eseguita in anestesia locale, tuttavia, poiché l'escissione tradizionale dei tessuti è più affidabile, molti medici usano per prima cosa le adenoidi laser per rimuovere le adenoidi con un bisturi o un adenotome, e quindi usano il raggio laser per cauterizzare le adenoidi rimanenti.

L'escissione manuale delle adenoidi usando un adenotoma viene effettuata come segue: uno specchio laringeo viene inserito attraverso la bocca del bambino, sollevando il palato molle e la lingua e consentendo al medico di esaminare l'area delle vegetazioni adenoide in modo più dettagliato. Dopo aver ispezionato un cappio speciale con spigoli vivi, le adenoidi vengono tagliate sulla tonsilla. Allora l'elettrocoagulazione delle navi sanguinanti è effettuata, e in caso di necessità, un tamponade con soluzioni hemostatic.

L'adenotomia richiede generalmente non più di 20 minuti. Dopo l'operazione, il naso del bambino viene riesaminato da un medico, quindi viene trasportato dalla sala operatoria al reparto per l'osservazione, e dopo 4-5 ore senza complicazioni e in caso di una condizione soddisfacente, può andare a casa. Il soggiorno di un giorno del bambino in ospedale è accompagnato da uno dei genitori.

Video: rimozione delle adenoidi nei bambini (metodo endoscopico)

Il periodo postoperatorio: cosa può e cosa non può?

Nel periodo postoperatorio, è possibile un leggero aumento della temperatura fino a 38 ° C, può essere facilmente interrotto utilizzando supposte o sciroppo a base di paracetamolo, indolenzimento e una sensazione di congestione nel rinofaringe, scomparendo in un paio di giorni. Entro due ore dall'intervento, il bambino non deve essere nutrito e per 7-10 giorni per mantenere una dieta leggera - eliminare cibi caldi, piccanti e salati che irritano l'orofaringe, consumano più liquidi. Inoltre, per diversi giorni il bambino non deve essere lavato, soprattutto in un bagno caldo o in un bagno, e limitare il numero di contatti al fine di evitare l'infezione virale.

Nei primi 7-10 giorni, il rigonfiamento riflesso della membrana mucosa si sviluppa nella cavità nasale e pertanto le gocce nasali vasocostrittive devono essere applicate per almeno 5 giorni e gocce a base di argento (protargol, collagene) per dieci giorni o più (fino a un mese).

Per due o tre settimane, non è consigliabile frequentare l'asilo o la scuola, così come impegnarsi in attività fisica, nuotare e svolgere un'attività fisica eccessiva. Durante il mese non dovresti visitare la piscina.

Nel primo mese dopo l'operazione, il bambino dovrebbe ricevere cibi ipercalorici vitaminizzati, consumare più frutta e verdura fresca, riposare di più e acquisire forza.

Possibili complicazioni

Vale la pena considerare le possibili complicanze di adenoidite in caso di rifiuto dell'operazione, queste sono:

  1. Otite e perdita dell'udito causata da alterata pervietà dei tubi uditivi, coperta da adenoidi ricoperti di vegetazione,
  2. Interruzione dell'attività mentale e calo delle prestazioni a causa dell'ipossia cronica del cervello,
  3. Malattie allergiche, compresa l'asma bronchiale, causata da frequenti raffreddori con l'acquisizione della componente allergica del raffreddore e delle sue complicanze.

Allo stesso tempo, le complicazioni dopo l'intervento chirurgico nei bambini sono rare, e il principale è il sanguinamento causato dal taglio incompleto del tessuto adenoide. La probabilità di tale complicazione è estremamente bassa se l'operazione viene eseguita per via endoscopica e in anestesia generale, poiché l'attività fisica del paziente che interferisce con l'operazione è, in questo caso, ridotta al minimo.

Inoltre, la recidiva dell'adenotomica delle vegetazioni adenoidi è considerata una complicazione di adenotomia. Ciò è dovuto all'uso dell'anestesia locale, quando il bambino impedisce al medico di bloccare completamente la base delle adenoidi e di rimuovere completamente il tessuto. La frequenza di ricrescita delle adenoidi con l'uso di anestesia generale è diminuita significativamente negli ultimi anni - dal 20-30% con anestesia locale all'1-2% con anestesia generale.

In conclusione, va notato che la paura inconscia dei genitori che vengono informati sulla necessità di rimuovere le adenoidi a un bambino è causata dai propri ricordi spiacevoli o storie di conoscenze sugli interventi chirurgici, accompagnate da una grande quantità di sangue e eseguite da bambini consapevoli. Gli ultimi risultati dei medici nel campo dell'otorinolaringoiatria consentono di scartare tali paure ed eseguire l'operazione in modo competente, efficiente e senza dolore.

Rimozione di adenoidi con metodi moderni

Qual è la rimozione di adenoidi?

La chirurgia per rimuovere le vegetazioni adenoide è chiamata adenotomia. Adenoide: tonsilla nasofaringea patologicamente ingrandita. Normalmente, questo organo svolge una funzione protettiva, ma frequenti malattie infettive portano a ripetute infiammazioni del tessuto linfoide, a seguito delle quali si nota la sua eccessiva crescita - si formano adenoidi. Nella maggior parte dei casi, i bambini cadono da 3 a 14 anni, gli adulti affrontano il problema delle adenoidi molto raramente.

Il grado di aumento delle adenoidi

In pratica, la seguente classificazione viene utilizzata in base al grado di aumento delle adenoidi, poiché questo determina in larga misura le indicazioni per il trattamento medico o chirurgico:

Metodi per il trattamento conservativo delle adenoidi

L'adenoide è un organo del sistema immunitario. Il suo tessuto contiene molte cellule che producono anticorpi contro i patogeni. Con il successo del trattamento conservativo, questa barriera protettiva è completamente preservata. Vengono utilizzati farmaci antibatterici, in quanto l'adenoidite (infiammazione del tessuto adenoideo) si verifica principalmente a causa dell'esposizione alla microflora patogena. Per rimuovere i batteri dalla mucosa nasale e nasofaringe, i corsi di lavaggio nasale vengono eseguiti con una pompa a vuoto. La fisioterapia come il tubo KUF, i dispositivi laser e magnetici contribuiscono alla rapida rimozione dell'infiammazione, migliorano la circolazione del sangue e l'immunità locale. Non solo un otorinolaringoiatra, ma anche un allergologo-immunologo è coinvolto nel trattamento della adenoide, prescrive la fortificazione di farmaci che stimolano le difese dell'organismo al fine di ridurre il numero di infezioni respiratorie acute. Ma, sfortunatamente, l'efficacia del trattamento conservativo è di circa il 50% e c'è sempre il rischio di esacerbazioni ripetute di fronte a un'infezione, il che significa che i sintomi possono riprendere.

Indicazioni per la rimozione di adenoidi

Un aumento delle vegetazioni adenoide porta a disfunzioni nel corpo: si forma un focolaio cronico di infezione, si riduce l'immunità, si disturba la funzione dei tubi uditivi.

Questi cambiamenti nel corpo contribuiscono alla comparsa di indicazioni per la rimozione di adenoidi:

  • SARS e raffreddori. Un'ostruzione sotto forma di adenoidi si verifica nella cavità nasale, che ostacola il flusso del muco. A sua volta, il muco svolge una funzione protettiva e ci protegge dai virus, ma quando si verifica un ostacolo, nella cavità nasale vengono create condizioni favorevoli per lo sviluppo di infezioni e l'insorgenza di processi infiammatori.
  • Menomazione uditiva. L'adenoide chiude la bocca della tromba di Eustachio, impedendo così il libero passaggio dell'aria nell'orecchio medio. Di conseguenza, il timpano perde la sua mobilità, che si riflette negativamente nella sensazione uditiva.
  • Infiammazione cronica della tonsilla nasofaringea (adenoidite cronica). Le vegetazioni adenoidee infiammate servono come un buon ambiente per l'attacco di varie infezioni. Nella tonsilla nasofaringea si formano batteri e virus che causano adenoidite cronica, accompagnata da rinite persistente.
  • Otite ripetuta La crescita della tonsilla nasofaringea sconvolge la funzione dell'orecchio medio, determinando condizioni favorevoli per la diffusione e lo sviluppo di infezioni.
  • Malattie delle vie respiratorie - faringite, laringiti, tracheiti, bronchiti. Con un aumento del tessuto linfoide, si sviluppa un'infiammazione cronica. Come risultato della crescita eccessiva, si formano costantemente muco e pus, che fluiscono nel sistema respiratorio. In caso di contatto con la membrana mucosa, causano processi infiammatori che portano a malattie infettive delle vie respiratorie.
  • Tosse adenoide Ciò è dovuto alla stimolazione delle terminazioni nervose nel rinofaringe e nella parte posteriore della faringe. Molto spesso, i medici associano la tosse del paziente a un raffreddore e un'influenza, mentre il paziente non ha una rottura del bronco, nel qual caso la tosse può essere un sintomo di adenoidi. Nel trattamento delle passate per la tosse adenoide.
  • Bronchite, polmonite
  • Disturbi del linguaggio
  • Ritardo nello sviluppo fisico
  • Disturbi neurologici - mal di testa, enuresi, stati convulsi
  • Morso anormale con formazione di "faccia adenoide"
  • L'inefficacia del trattamento conservativo

Rimozione di adenoidi nei bambini

L'età ottimale per la rimozione delle adenoidi nei bambini 3-7 anni. Ritardare l'intervento chirurgico se ci sono indicazioni per la chirurgia può avere conseguenze negative e può causare malattie come la perdita dell'udito persistente a causa della rottura del tubo uditivo, la formazione di un fluido viscoso nella cavità timpanica (otite essudativa o adesiva), deformità del volto, morso errato, carie, distruzione smalto dei denti, violazione della dentizione. Inoltre, la presenza di un focolaio cronico di infezione nel corpo può causare malattie come l'asma bronchiale, la glomerulonefrite cronica (un'infiammazione autoimmune dei reni) e contribuisce ad indebolire il sistema immunitario nel suo insieme.

Rimozione di adenoidi negli adulti

Ci sono casi in cui la presenza di adenoidi è diagnosticata negli adulti. Ciò è dovuto all'introduzione diffusa nella diagnosi dei metodi endoscopici di esame della cavità nasale. Le manifestazioni possono non essere così pronunciate come nella fanciullezza, quindi spesso le lamentele di congestione nasale, rinite frequente, otite, melma che scorre lungo la parte posteriore della gola negli adulti possono essere considerate dai medici come sintomi di altre malattie, il che porta al fallimento del trattamento e all'aggravamento della situazione.

Indicazioni per la rimozione di adenoidi negli adulti:

  • russamento, insufficienza respiratoria durante il sonno
  • raffreddori frequenti
  • presenza di tonsillite cronica o faringite
  • difficoltà nella respirazione nasale
  • Sindrome di wicking postnasale (deflusso di muco nella parte posteriore della gola)
  • sinusite ricorrente o presenza di sinusite cronica
  • otite media ricorrente, purulenta o essudativa, perdita dell'udito
  • asma bronchiale, bronchite cronica

Metodi per la diagnosi di adenoidi

I metodi classici per diagnosticare l'ipertrofia delle tonsille nasofaringee comprendono un esame digitale del rinofaringe e un esame della cavità nasale posteriore, ma spesso queste procedure sono difficili e forniscono poche informazioni, specialmente se si parla di un bambino. Attualmente, il metodo diagnostico più moderno è l'esame endoscopico: un metodo per studiare la mucosa delle vie respiratorie superiori usando un endoscopio. Il vantaggio dell'endoscopia è che è assolutamente indolore e sicuro, e con esso il medico ottiene un quadro completo della dimensione del rinofaringe, del grado di aumento del tessuto adenoide e della condizione degli orifizi dei tubi uditivi. Insieme, questi dati consentono di scegliere il miglior metodo di trattamento e diagnosticare la malattia in una fase precoce.

Metodi per rimuovere le adenoidi

Metodo strumentale per la rimozione delle adenoidi

Per rimuovere le adenoidi, viene utilizzato un bisturi speciale - l'adenoma di Beckmann. L'adenotoma iniettato nel rinofaringe, lo ha impostato in modo tale che tutto il tessuto da rimuovere entrasse nell'anello di adenotome. Quindi l'adenoide viene interrotta. Il sanguinamento si interrompe da solo in pochi minuti. Il vantaggio dell'operazione risiede nella possibilità di eseguirlo in anestesia locale e in regime ambulatoriale. Uno svantaggio significativo è che la rimozione è "cieca", cioè il taglio del tessuto, il medico non ha l'opportunità di vedere la cavità nasofaringea, il che significa controllare se ci sono particelle di tessuto adenoide che possono portare a ricrescita (recidiva).

Metodo di rimozione adenoidi ad onde radio

L'operazione di questo metodo viene eseguita utilizzando il dispositivo Surgitron, che ha un ugello per rimuovere l'adenoide - un adenoma ad onde radio. L'adenotomia Radiowave taglia l'adenoide come una singola unità, come nella classica operazione, ma allo stesso tempo, l'onda radio coagula (cauterizza) i vasi, così il sanguinamento durante tale operazione è ridotto al minimo. Un vantaggio significativo della tecnica è ridurre la perdita di sangue durante l'intervento chirurgico e ridurre il rischio di sanguinamento nel periodo postoperatorio.

Rimozione laser di adenoidi

Uno dei risultati moderni nel campo della chirurgia è l'uso di dispositivi laser. Sotto l'influenza della radiazione laser, la temperatura del tessuto aumenta e il liquido evapora da esso. Questo metodo è anche esangue. Tuttavia, presenta alcuni inconvenienti: il tempo di funzionamento è notevolmente aumentato e il riscaldamento di tessuti sani può verificarsi nell'area interessata dal laser.

Rimozione di adenoidi da uno shaker (microdebrider)

Un microdebreader è uno strumento speciale con una testa rotante che ha una lama all'estremità. Con il suo aiuto, l'adenoide viene schiacciato e quindi aspirato nel serbatoio di aspirazione, che consente anche di rimuovere rapidamente e completamente la vegetazione adenoide, senza danneggiare la mucosa rinofaringea, è importante, poiché altrimenti si verificano sanguinamenti e si formano cicatrici in seguito. L'operazione con un microdebrider viene eseguita in anestesia con controllo endoscopico. Questo è il metodo più moderno ed efficace di adenotomia, in cui il rischio di recidiva è minimo.

La nostra clinica usa un metodo di rimozione combinato. Usiamo i vantaggi di ciascuno dei suddetti metodi, offre maggiore efficienza, l'operazione è molto più veloce, il rischio di complicanze è ridotto e il periodo postoperatorio è molto più facile per il bambino.

Rimozione di adenoidi nei bambini: caratteristiche dell'operazione

Quanto è doloroso l'intervento?

L'adenotomia viene eseguita utilizzando anestesia locale o generale. Ad esempio, in occidente, qualsiasi operazione sugli organi ENT viene eseguita in anestesia generale. Questo tipo di anestesia è praticato anche nei nostri ospedali, poiché non causa traumi ai bambini. La rimozione delle adenoidi nei bambini in anestesia generale ha un minor rischio - il rischio di complicanze dopo l'intervento chirurgico.

In altri casi, l'adenotomia viene eseguita utilizzando l'anestesia locale. Usando l'anestetico, le mucose vengono processate e la procedura è quasi indolore. Ma con l'anestesia locale, c'è un altro meno - il bambino è cosciente e osserva l'intero processo operativo.

Manipolazioni di personale medico, la comparsa di sangue e strumenti chirurgici causano stress in molti bambini. Per minimizzare i suoi effetti, a un bambino può essere dato un sedativo.

A volte l'adenotomia viene eseguita senza l'uso di alcuna anestesia, se il bambino ha controindicazioni all'anestesia locale e generale. Dal punto di vista della fisiologia, non c'è nulla di critico in questo, dal momento che non ci sono terminazioni nervose nel tessuto adenoide e non dovrebbe esserci molto dolore. Tuttavia, è meglio proteggere il bambino dallo stress il più possibile e anestetizzare l'area operatoria con un anestetico locale.

La chirurgia è pericolosa?

L'adenotomia nei bambini può avere i seguenti effetti:

  • Complicazioni dopo la rimozione di adenoidi nei bambini. A volte il decorso dell'operazione è complicato o si conclude con sanguinamento intenso, aspirazione degli organi respiratori, lesioni del cielo e complicanze dell'anestesia generale.
  • Protezione immunitaria ridotta di natura temporanea. Dopo l'adenotomia, la maggior parte dei bambini dimentica quali sono le frequenti malattie catarrale, in realtà iniziano a ammalarsi meno spesso. Ma a volte la situazione diventa l'opposto - il bambino inizia a ferire più spesso sullo sfondo di una ridotta immunità. Questo è un fenomeno temporaneo, dopo pochi mesi l'immunità ritorna normale.
  • L'adesione di un'infezione secondaria. Immediatamente dopo l'adenotomia nel rinofaringe, rimane una superficie della ferita postoperatoria, che può subire un'infezione secondaria, specialmente a condizione che la forza del sistema immunitario sia ridotta. Ecco perché dopo l'operazione di rimuovere le adenoidi nei bambini, si dovrebbe osservare la modalità di casa e per un certo periodo limitare il contatto del bambino con i suoi coetanei.

Periodo di recupero

Immediatamente dopo l'intervento chirurgico per rimuovere le adenoidi, al bambino viene offerto il gelato. La delicatezza refrigerata contribuisce al restringimento dei vasi sanguigni.

Il dolore e il disagio durante la deglutizione affliggono il bambino per molti altri giorni. Per ridurre il dolore, il medico prescrive anestetici e antidolorifici durante il periodo di riabilitazione.

Dopo l'intervento chirurgico per rimuovere le adenoidi nei bambini, può verificarsi vomito di sangue. Questo di solito è dovuto al fatto che durante l'intervento il bambino ha ingerito sangue. La stessa situazione può accadere con una sedia.

Il primo giorno dopo l'intervento chirurgico, la temperatura corporea può salire a 38 ° C. In questo caso, non è raccomandato l'uso di antipiretici con acido acetilsalicilico, poiché questa sostanza può causare sanguinamento.

Al momento del periodo di recupero, il medico può prescrivere farmaci vasocostrittori e astringenti nasali.

Durante la settimana è vietato stare sotto il sole, visitare il bagno e fare un bagno caldo. Durante il mese successivo all'intervento per rimuovere le adenoidi nei bambini, non è consigliabile nuotare in piscina o aprire il laghetto.

Per 2-3 settimane il bambino dovrebbe essere a casa, viene rilasciato dalla scuola materna o dalla scuola. Non puoi svolgere attività fisica durante il mese.

Il medico può prescrivere una dieta moderata che escluda il cibo che irrita le mucose: questi sono piatti caldi, duri, salati e piccanti. Allo stesso tempo, il cibo dovrebbe essere fortificato e ricco di calorie.

Il periodo postoperatorio dopo la rimozione delle adenoidi nei bambini sarà accompagnato da congestione nasale e congestione nasale. I segni simili passano indipendentemente in parecchi giorni.

Un mese dopo, il medico ENT dovrebbe esaminare il bambino e determinare l'efficacia della adenotomia eseguita. Come dimostra la pratica, per la maggior parte dei bambini, i miglioramenti diventano evidenti una settimana dopo l'operazione per rimuovere le adenoidi.

C'è qualche garanzia che l'operazione possa alleviare definitivamente le adenoidi?

Le recidive di adenoidi non sono rare dopo l'intervento chirurgico.

Le ragioni per la ricrescita delle adenoidi sono:

  • Rimozione incompleta del tessuto adenoide, che è sorto a causa di un intervento chirurgico errato. Se dopo l'adenotomia rimane almeno un piccolo frammento di cellule anormali, le adenoidi possono ricomparire. In questo caso, l'adenotomia in una buona clinica da parte di uno specialista esperto o l'uso dell'anestesia generale, durante la quale il bambino non sarà in grado di impedire al medico di afferrare la base di adenoidi da parte dell'adenotop, può escludere la recidiva. Va notato che dopo aver condotto l'anestesia generale, la frequenza delle recidive di adenoidi è ridotta al 30%.
  • Operazione anticipata. L'adenotomia può essere eseguita nei bambini di età superiore a 3 anni, naturalmente, se non ci sono indicazioni urgenti per la chirurgia.
  • Malattie allergiche in un bambino possono anche causare recidive adenoide.
  • Caratteristiche individuali dell'organismo, dovute alla genetica.

In conclusione, vorrei dire che le paure irragionevoli dei genitori prima di un'adenotomia al loro bambino sono molto probabilmente causate da ricordi personali sgradevoli dell'infanzia o da storie orribili di amici su questa procedura.

Sì, alcuni decenni fa, la chirurgia è stata eseguita senza l'uso di alcun metodo di anestesia, e l'operazione stessa è stata accompagnata da una grossa perdita di sangue. Ma al giorno d'oggi, l'operazione per rimuovere le adenoidi nei bambini viene eseguita qualitativamente e indolore.

Recupero dopo l'adenotomia nei bambini

Il compito chiave della terapia postoperatoria è la creazione di condizioni ottimali per la più rapida rigenerazione dell'epitelio mucoso nel sito dei tessuti operati. Al fine di accelerare il recupero dopo la rimozione delle adenoidi nei bambini, è necessario seguire rigorosamente tutte le prescrizioni mediche del periodo postoperatorio.

Altrimenti, lo sviluppo di complicazioni che comportano un peggioramento del benessere del bambino non è escluso. Dopo l'adenotomia, l'attenzione si concentra sul trattamento farmacologico, sulle procedure di indurimento, esercizi di respirazione e nutrizione. Entro 2-3 ore dopo l'escissione della tonsilla faringea ipertrofica, il bambino viene dimesso a casa. Ma al fine di prevenire il sanguinamento postoperatorio e l'infiammazione settica del rinofaringe, i genitori dovrebbero monitorare la compliance con un regime benigno per le prossime due o tre settimane.

Le prime ore dopo l'adenotomia

L'adenotomia è una procedura chirurgica in cui il medico ENT rimuove i tessuti linfoidi iperplastici nel rinofaringe. Nonostante il fatto che l'operazione richieda un po 'di tempo, dopo l'escissione delle vegetazioni adenoide, il rischio di infiammazione settica delle mucose e delle emorragie postoperatorie aumenta molte volte. Subito dopo l'adenotomia, i pazienti vengono trasferiti in un reparto generale, dove uno specialista monitora il loro stato di salute per 2-3 ore.

Per prevenire l'aspirazione del sangue, dopo l'intervento chirurgico, si dovrebbe fare quanto segue:

  • metti il ​​paziente sul letto e giralo di lato;
  • posizionare un asciugamano sotto la testa, in cui il paziente espettorerà muco e sangue;
  • applicare una garza per il viso con acqua fredda.

3 ore dopo l'operazione, l'otorinolaringoiatra deve condurre un esame faringoscopico per valutare la condizione della mucosa rinofaringea. In assenza di sanguinamento e grave gonfiore dei tessuti sul retro dell'ipofaringe, il paziente viene dimesso dall'ospedale.

È importante! Durante le prossime 2 settimane, il bambino operato dovrebbe essere preso per un esame da un medico ENT.

Nota dei genitori

Durante il periodo postoperatorio, è necessario monitorare attentamente le condizioni del bambino e ascoltare i suoi problemi di salute. Un appello tempestivo a uno specialista può prevenire lo sviluppo di gravi complicanze postoperatorie. Durante la mezzaluna, i genitori dovrebbero monitorare non solo la nutrizione del paziente, ma anche il rispetto di un regime benigno:

  • eliminare dagli alimenti dietetici che irritano gli organi ENT muco;
  • limitare lo sforzo fisico, in quanto ciò può portare a sanguinamento;
  • seguire rigorosamente la terapia farmacologica e utilizzare i preparati di vasocostrittore raccomandati da uno specialista;
  • rifiutare l'uso di antipiretici, che includono acido acetilsalicilico;
  • Ventilare la stanza regolarmente e utilizzare umidificatori.

È importante! Dopo l'operazione, non bisogna somministrare al bambino "Aspirina" per ridurre la temperatura, poiché diluisce il sangue e può causare sanguinamento.

Durante il giorno dopo l'adenotomia, è possibile che la temperatura salga a segni subfebrillari. Non è auspicabile utilizzare farmaci antipiretici per eliminare l'ipertermia, poiché si tratta di una reazione del tutto normale del corpo alla chirurgia. Ma se la febbre subfebrile persiste per i successivi 3-4 giorni, chiedi aiuto al medico. Questo può indicare lo sviluppo di infiammazione nei tessuti operati.

cibo

Una dieta moderata è una delle componenti chiave del periodo di riabilitazione postoperatoria. La rimozione delle adenoidi porta al gonfiore dei tessuti, che aumenta il rischio di lesioni alle mucose. Per prevenire danni all'epitelio ciliato nella laringe faringea, è necessario abbandonare l'uso di cibi piccanti e solidi per almeno 2 settimane.

Nei primi giorni dopo l'adenotomia, è necessario limitare il consumo di cibi piccanti e caldi, poiché possono provocare irritazione della membrana mucosa dell'orofaringe.

I seguenti alimenti dovrebbero essere inclusi nella dieta:

  • purea di frutta e verdura;
  • brodi di carne e decotti alle erbe;
  • farina d'avena e semolino;
  • stufati e braciole.

Dopo ogni pasto, si raccomanda di sciacquare l'orofaringe con brodi a base di camomilla medicinale, corteccia di quercia o salvia. Sono composti da una produzione volatile, che inibisce lo sviluppo di batteri patogeni, che impedisce lo sviluppo di infiammazione settica nei tessuti operati.

Prodotti proibiti

Una nutrizione inadeguata può non solo causare infiammazione, ma anche provocare lo sviluppo di un ascesso nell'area paratonsillare e faringea. Anche se il bambino richiederà la dieta abituale, non dovresti assecondare i suoi capricci, poiché questo può portare a conseguenze indesiderabili. Si consiglia di escludere dal menu le spezie piccanti, i piatti caldi, le bevande gassate e i succhi innaturali.

I coloranti alimentari causano reazioni allergiche nei tessuti operati, il che porta a una diminuzione dell'immunità locale e dell'edema delle mucose.

Entro 10 giorni dopo l'adenotomia non è opportuno utilizzare i seguenti prodotti:

Il più grande pericolo per la salute del bambino è la pasticceria. Contengono una grande quantità di zuccheri, che sono un substrato adatto per lo sviluppo di batteri piogeni.

Esercizi di respirazione

La ginnastica respiratoria è uno dei modi più efficaci per ripristinare la normale respirazione nasale dopo l'adenotomia. Le lezioni dovrebbero essere svolte ogni giorno per 1-2 settimane dopo l'intervento. Durante la ginnastica è necessario tenere conto di alcune importanti raccomandazioni:

  • al momento di aumentare il carico sull'apparato respiratorio (piegature, squat), il bambino deve fare un respiro profondo;
  • quando rilassa i muscoli e diluisci le braccia di lato, inspira;
  • l'espirazione e l'inalazione non dovrebbero essere taglienti.

Esercizi respiratori iniziano a fare 5-6 giorni dopo l'adenotomia. Nel tempo, il carico viene aumentato per accelerare il ripristino dell'attività funzionale del rinofaringe. Quali esercizi possono essere eseguiti nel periodo dopo la rimozione delle adenoidi?

  • per la respirazione addominale: stare dritti, braccia distese lungo il corpo; espirare lentamente in modo che la parte superiore della parete addominale sia aspirata nell'addome;
  • per la respirazione toracica: fai un respiro profondo attraverso il naso in modo che la cellula del torace si sollevi e l'addome sia tirato dentro; trattenere il respiro per 2-3 secondi, espirare lentamente attraverso il naso;
  • per respirare a pieno ritmo: fai un respiro lento attraverso il naso, gonfiando la pancia in avanti; all'espirazione, disegna nello stomaco, schiacciando al massimo il torace.

È impossibile eseguire esercizi respiratori con lo sviluppo di malattie respiratorie, poiché ciò peggiorerebbe solo la salute del bambino.

Ogni esercizio deve essere eseguito almeno 10-15 volte di fila in tre set. Se il bambino lamenta capogiri, accantona le lezioni per 2-3 giorni.

Possibili conseguenze dell'enotostomia

Dopo aver deciso un intervento chirurgico, i genitori dovrebbero essere consapevoli delle possibili conseguenze dell'enotostomia. Il mancato rispetto delle regole della terapia riabilitativa porta allo sviluppo di complicanze locali. Le complicanze postoperatorie più comuni includono:

  • emorragia nasale - l'incapacità di utilizzare farmaci vasocostrittori porta a sanguinamento nasale, che aumenta il rischio di aspirazione di sanguinamento e ostruzione dei polmoni;
  • infiammazione del laringofaringe - sanificazione irregolare dell'orofaringe con soluzioni antisettiche porta allo sviluppo di infiammazione purulenta, il cui arresto prematuro porta allo sviluppo di un ascesso ostruttivo o paratonsillare;
  • edema allergico dei tessuti molli - l'abuso di droghe porta spesso a reazioni allergiche e rigonfiamento severo degli organi ENT mucosi, che rende difficile la respirazione nasale;
  • paresi del cielo - l'intervento chirurgico influisce negativamente sull'elasticità dei tessuti epiteliali, che possono causare lo sviluppo della rinofonia aperta.

Durante l'intervento chirurgico, il chirurgo non è sempre in grado di rimuovere completamente il tessuto adenoideo iperplasia. Per questo motivo si verificano spesso ricorrenti malattie otorinolaringoiatriche e ricrescita della tonsilla faringea. In questo caso, ri-conduci il trattamento chirurgico.

Raccomandazioni generali

Le misure preventive comprendono un completo abbandono dello sforzo fisico entro un mese dall'intervento. Durante l'intero periodo postoperatorio, non è consigliabile fare il bagno ai bambini in acqua calda, in quanto ciò può portare alla dilatazione dei vasi sanguigni e al sanguinamento nasale. Inoltre, è necessario ridurre al minimo l'esposizione del paziente al sole.

Per ridurre la probabilità di sviluppare malattie respiratorie, nei primi 10 giorni dopo l'adenotomia si raccomanda di limitare il contatto del bambino con gli altri.

È possibile accelerare il processo di guarigione delle ferite nella cavità nasale con l'aiuto di gocce nasali, che hanno un effetto antiflogistico e rigenerante. Se ci sono reazioni allergiche ai componenti dei farmaci, è necessario contattare il medico e sostituire le gocce di vasocostrittore con una mucosa nasofaringea benigna e non irritante.

Dopo l'operazione per rimuovere le adenoidi, il paziente viene dimesso dall'ospedale. Il tempo dopo la scarica è importante quanto l'operazione stessa. La cosa principale è l'ulteriore tempestiva osservanza delle raccomandazioni sulla conduzione delle attività, che si basano sul monitoraggio della salute del bambino e sulla corretta prevenzione della malattia.

Periodo postoperatorio

Adenoidi: la malattia più comune nei bambini di età compresa tra 3 e 7 anni

Particolare attenzione dovrebbe essere rivolta alla dieta, alla modalità del giorno e all'indurimento.

A seconda dell'operazione, ogni bambino avrà un periodo di recupero diverso. Piccole operazioni (ad esempio l'adenotomia) sono speciali in quanto non è prevista un'ulteriore aderenza al riposo a letto. Tuttavia, uno degli adulti (madre, nonna o la persona interessata) deve mantenere un monitoraggio costante. A casa, è importante creare condizioni affinché il bambino possa seguire un regime rigoroso.

Quando il bambino è a casa dopo l'ospedale, deve pulire i letti puliti, aerare la stanza e lasciarla scaldare un po ', se necessario, abbassare la luce. Se una misurazione della temperatura è stata prescritta da un medico, allora dovrebbe essere fatta al mattino dalle 7 alle 9, e la sera dalle 18 alle 20 ore. Tutte le letture di temperatura devono essere registrate. Se la temperatura ha superato i 38 ° C, allora vale la pena ricorrere a una febbrifuga.

Dopo diverse operazioni ambulatoriali, i parenti spesso si affrettano a prelevare il bambino dall'ospedale. Ma bisogna ricordare che al fine di prevenire il gonfiore, è necessario applicare un impacco da acqua fredda o un impacco di ghiaccio sul sito della ferita. Nei primi giorni del periodo postoperatorio, si può formare gonfiore della palpebra superiore nei seni, quindi è necessario monitorare gli occhi del bambino. Se si verifica gonfiore, lavare gli occhi con una soluzione tiepida di albucide (20%). La procedura viene eseguita a casa ed è sicura.

Cosa dovrebbe ricordare il paziente dopo l'intervento chirurgico?

Dopo l'intervento, il paziente deve essere monitorato da un pediatra.

  • Dopo l'intervento, il paziente deve essere monitorato da un pediatra.
  • Non dovresti sovraccaricarti fisicamente, stare a lungo al sole e nuotare. È necessario seguire il regime giornaliero e includere il sonno diurno (circa 2 ore).
  • La dieta dovrebbe anche essere rispettata: limitare l'uso di piatti piccanti, fritti e di carne.
  • È permesso mangiare succo di carota (mezza tazza al mattino), kefir (1 tazza al mattino e alla sera); cereali: grano saraceno, semolino, farina d'avena; uova (1 pc al giorno), ricotta, piatti a base di verdure.
  • 7 giorni dopo l'operazione, puoi mangiare cotolette di vapore, fegato bollito, zuppe di carne e pesce.
  • Puoi consumare frutta in quantità illimitate.
  • Dopo un po 'di tempo, puoi iniziare ad indurire il corpo e visitare il sanatorio.

Se l'operazione per rimuovere le adenoidi è stata eseguita in clinica, allora è permesso di prendere il bambino entro un paio d'ore dopo la procedura presso l'ufficio del medico ORL. Ma questo è permesso quando nel villaggio c'è un punto di assistenza medica.

Al fine di prevenire il sanguinamento che può verificarsi dopo l'operazione, il bambino deve osservare il riposo a letto per il primo giorno, e nei prossimi giorni limitare l'attività fisica (educazione fisica, giochi all'aperto, ecc.). Non puoi surriscaldarti, prendere un bagno in comune e stare nella vasca da bagno. Si consiglia di instillare il naso con gocce di vasocostrittore (soluzione di efedrina 1-2%, soluzione di protargolo al 2% o soluzione di naftazina allo 0,05%) due o tre volte al giorno. Nel primo paio di giorni, i piatti piccanti e caldi dovrebbero essere esclusi dalla dieta.

La stanza in cui si trova il bambino deve essere pulita, ben ventilata e la pulizia eseguita in modo umido. Se si verificano emorragie, sarà richiesto il ricovero immediato preferibilmente nel reparto ORL dove è stata eseguita l'operazione.

Se dopo l'operazione è comparso l'umorismo nasale, vale la pena chiedere aiuto a un logopedista. In caso di respiro prolungato con un naso dopo l'adenotomia, il bambino deve essere mostrato al chirurgo che ha operato su di lui. Molti bambini dopo la rimozione delle adenoidi respirano attraverso la bocca, mentre non c'è difficoltà a respirare con il naso. In questo caso, ci sono alcuni esercizi speciali che aiutano a rafforzare i muscoli respiratori e liberano il bambino dall'abitudine di respirare attraverso la bocca. Tali esercizi vengono eseguiti sotto la supervisione di un medico o di uno specialista in fisioterapia oa casa dopo alcune raccomandazioni.

Esercizi respiratori nel periodo postoperatorio

La ginnastica respiratoria è una parte molto importante nel processo di recupero del corpo.

Si consiglia di eseguire questi esercizi al mattino (prima della colazione) e alla sera (dopo cena) per 20 minuti. La stanza per questo dovrebbe essere ben ventilata.

In primo luogo, gli esercizi vengono eseguiti 3-4 volte ciascuno per 5-6 giorni. Successivamente, è necessario aumentare il carico fino a 12-15 volte.

Quando si adempie, le seguenti regole dovrebbero essere prese in considerazione: quando un bambino si piega di lato, in avanti, si accuccia, quindi è necessario espirare. Quando le braccia si sollevano di fronte a te o si allargano di lato, viene presa una boccata d'aria. Alzando le mani di fronte a te, su e giù - espira.

  1. La posizione delle gambe è alla larghezza delle spalle, la testa è inclinata all'indietro, le braccia sono in vita. Inalare lentamente con la bocca, abbassando la mascella inferiore, quindi espirare con il naso (sollevando la mascella inferiore). Ripeti l'esercizio 5-6 volte.
  2. Posiziona le gambe insieme. Per alzarsi sulle dita dei piedi, alzare le mani - prendere un respiro, abbassare le mani - fare un respiro. Fai l'esercizio fino a 12-15 volte.

Esercizi per i muscoli della cintura e del collo

  1. La testa e il tronco sono dritti, le spalle leggermente distese e abbassate, la posizione delle gambe è alla larghezza delle spalle. Braccia lungo il corpo, testa inclinata verso il petto. Alza le braccia di lato e torna indietro. Ripeti l'esercizio 10-15 volte.
  2. Metti la testa sulla spalla destra, quindi spostala a sinistra. Inspirare attraverso il naso ed espirare attraverso la bocca. Ripeti 12 volte.
  3. Braccia per "bloccare" dietro la schiena, inclinare lentamente la testa all'indietro e aprire gradualmente la bocca, inspirando ed espirando con il naso. Esercizio 10-15 volte.
  4. Eseguire movimenti circolari della testa alternativamente in entrambe le direzioni 12-15 volte.
  1. Per la respirazione completa. Prendi una posizione di partenza come nel gruppo precedente di esercizi. Fare un lungo respiro attraverso il naso, mentre gonfia l'addome e poi espandi il torace. Espirando il naso, fai il contrario: riduci il torace e poi disegna nello stomaco. Il numero di ripetizioni - 10-15 volte.
  2. Per la respirazione toracica. Per espirare, e dopo un lungo respiro nasale. Allo stesso tempo, il petto aumenterà e lo stomaco sarà coinvolto. Con un'espirazione nasale, tutto sarà nell'ordine opposto. Ripeti fino a 15 volte.
  3. Per la respirazione addominale. Per espirare, e dopo di esso - una lunga inalazione nasale. In questo momento è necessario spingere fuori lo stomaco. Mentre espiri, la parte anteriore della parete addominale si ritrae. Esercitare fino a 15 volte.

Esercizi di respirazione del naso

  1. Prendi una posizione eretta, le gambe divaricate, le mani alle giunture. Sollevare lentamente le mani con i palmi verso l'interno, inspirando, quindi abbassare le braccia lungo i lati, espirando. La respirazione avviene solo attraverso il naso. Durante l'esercizio, devi piegarti all'indietro e al petto. Esercitare per fare 10-15 volte.
  2. Metti insieme le gambe, metti le braccia lungo il corpo ed esegui degli squat veloci e profondi. In questo caso, le mani devono essere tirate in avanti con i palmi verso il basso ed espirare, e raddrizzare, inalare. Ripeti l'esercizio 5-6 volte.
  3. Diluire le gambe. Fai a turno a turno inspirando ed espirando attraverso una narice e premendo il secondo con il dito. La bocca è chiusa in fase di esecuzione. Fai 5-6 volte.
  4. Prendi una posizione eretta, gambe unite. Pizzica il naso con le dita. Con una voce, conta fino a 10 rumorosamente, quindi fai un respiro profondo e un respiro completo con il naso, mentre chiudi la bocca. Fai l'esercizio 5-6 volte.
  5. Corri sul posto sulle calze, sollevando le ginocchia. La respirazione può essere arbitraria. "Esegui" per alcuni minuti.

La realizzazione di tutti gli esercizi di cui sopra per un periodo da 1 a 2 mesi contribuisce al miglioramento della respirazione nasale e al rapido recupero del corpo del bambino.

La chirurgia per rimuovere le adenoidi nei bambini non è difficile. Il più delle volte, viene eseguito in anestesia generale, non a causa di dolore fisico, ma per impedire a un piccolo paziente di sperimentare forti esperienze emotive: il tipo di strumenti, grandi quantità di sangue, una posizione lunga e scomoda possono causare traumi psicologici o stress. E questo, a sua volta, può provocare complicazioni durante l'intervento o nel primo periodo postoperatorio.

In ospedale

I chirurghi non cessano di ripetere che il tempo di riabilitazione per ulteriore salute non è meno importante dell'operazione stessa. Pertanto, è necessario conoscere le caratteristiche del periodo postoperatorio nei bambini a casa, perché dopo la rimozione delle adenoidi in assenza di ovvie complicanze, il trattamento ospedaliero non è fornito.

Alcune ore dopo la rimozione delle adenoidi, il bambino viene dimesso per monitoraggio ambulatoriale. Prima di lasciare l'ospedale, viene esaminato da un chirurgo e un pediatra per l'assenza di complicanze nel sito operato e gli effetti dell'anestesia.

Riabilitazione domestica

Durante il periodo postoperatorio, i bambini ricevono condizioni adeguate:

  • casa pulita, dove pulizia giornaliera umida;
  • un'atmosfera calma senza stress ansietà con esperienza, ma con fiducia in pieno recupero;
  • mancanza di attività fisica, attività eccessiva - le classi possono causare un afflusso di sangue alla parte operata del rinofaringe, provocare un sanguinamento;
  • l'opportunità di riposare, soprattutto il primo giorno: pneumatici per anestesia;
  • cura naturale dei parenti, attenzione dalla loro parte a qualsiasi fenomeno non standard di recupero.

Ricordate! Nella maggior parte dei casi, la rimozione delle adenoidi nei bambini viene effettuata durante la stagione fredda, ma il seguente avvertimento non sarà superfluo: in un primo momento non è consigliabile prendere il sole, nuotare in acque libere, fare il bagno caldo e fare il bagno. Voli vietati e viaggi - modalità di casa nel periodo postoperatorio - una fase obbligatoria di recupero, anche con buona salute.

Restrizioni nutrizionali

La guarigione delle mucose nei bambini dopo la rimozione delle adenoidi avviene piuttosto rapidamente e, in assenza di fattori che provocano una complicazione nel periodo postoperatorio, è per lo più indolore.

Per un'attenta gestione si consiglia di apportare modifiche al menu:

  • l'esclusione di cibi solidi e grossolani che richiedono uno sforzo considerevole per masticare;
  • un divieto di cibi e condimenti che causano irritazione delle mucose o dei loro cibi iperemici, speziati, acidi e salati;
  • mangiare cibo a temperatura ambiente e fredda, ad eccezione di piatti molto caldi e caldi - per prevenire il sanguinamento.

La rimozione delle adenoidi è un motivo per trattare i bambini con il gelato e più di una volta. La preferenza è data alle specie dure, al gelato alla frutta e non alle palline morbide: le linee di grasso in eccesso delle mucose della bocca sono scarsamente risciacquate. In questo film alimentare, i germi si depositano facilmente e si moltiplicano attivamente.

Modalità e stile di vita

A casa, per restringere i vasi sanguigni, il medico a volte consiglia una goccia nel naso durante il periodo postoperatorio.

È importante! È severamente sconsigliabile superare la dose indicata di soluzioni nasali e il numero di applicazioni durante il giorno! Un uso troppo frequente può provocare paradossale vasodilatazione e rinite cronica.

Nei primi giorni del periodo postoperatorio, si raccomanda di limitare il contatto del bambino con estranei, inclusi amici, conoscenti, compagni di classe. Dopo ogni intervento chirurgico, l'immunità dirige la sua forza per la guarigione delle ferite. Microbi e virus alieni che non sono familiari, dopo la rimozione delle adenoidi possono causare malattie.

Le procedure igieniche giornaliere, in particolare la spazzolatura, sono eseguite con attenzione - per ridurre i componenti patogeni della flora orale. Ma durante la lavorazione, prestare attenzione: evitare il contatto grossolano con le membrane mucose e il risciacquo troppo vigoroso.

La temperatura corporea viene misurata due volte al giorno. Normalmente, è possibile un leggero aumento nel periodo postoperatorio (nei giorni 1 - 2), ma questo non è necessario: il dolore alla gola dopo la rimozione delle adenoidi non è sempre accompagnato da febbre. Temperature superiori a 38 ° C mostrano una violenta reazione del corpo, per prevenire il sanguinamento, è consentito l'uso di farmaci antipiretici. Vengono utilizzati principalmente prodotti a base di paracetamolo (Panadol, Nurofen, ecc.)

È importante! L'uso dell'acido acetilsalicilico (aspirina) in pediatria non è affatto gradito, e specialmente durante il periodo postoperatorio: il farmaco assottiglia il sangue, cioè interferisce con la guarigione delle ferite aperte.

In generale, un rapido recupero dopo la rimozione delle adenoidi, come in qualsiasi altro periodo postoperatorio, contribuisce a:

  • stile di vita ordinato - veglia tranquilla e riposo adeguato, incluso il sonno;
  • buone condizioni igieniche;
  • attenta esecuzione delle istruzioni del medico sulla dimissione;
  • follow-up postoperatorio di un otorinolaringoiatra (ENT).

Condizioni speciali di recupero

Il tessuto ghiandolare troppo cresciuto, che conduce all'operazione, forma un particolare tipo di respirazione, deglutizione e linguaggio nel bambino. Dopo la rimozione delle adenoidi, la "nasalità", la difficoltà a respirare e l'acufene persistono per qualche tempo. Tuttavia, questa non è la norma, ma man mano che il campo chirurgico guarisce, tali fenomeni scompaiono senza lasciare traccia. Se c'è una limitazione nelle funzioni nel lungo periodo postoperatorio, questo è un motivo per consultare un medico.

Alcuni bambini che crescono con le adenoidi richiedono un aggiustamento della respirazione e della pronuncia. A casa, è necessario il prima possibile iniziare le lezioni di logopedia, che includono speciali esercizi di respirazione per rafforzare i muscoli del cielo e della faringe con l'inclusione del linguaggio.

Nel condurre le lezioni dovresti prendere in considerazione alcuni punti:

  • non caricare nei primi giorni, durante il periodo postoperatorio acuto;
  • per garantire una sufficiente umidificazione dell'aria nella stanza di studio (utile a tutti, e soprattutto dopo la rimozione delle adenoidi) - un'eccessiva secchezza dell'aria inalata può provocare solletico e tosse, il che non è utile;
  • osservare il principio di gradualità - ogni esercizio viene eseguito da 3 volte, con un graduale aumento di numero ogni giorno di 1 - 2 volte e fino a 12 volte;
  • Nuove opzioni vengono introdotte gradualmente, 1-2 al giorno, con un graduale aumento del numero di ripetizioni;
  • in caso di deterioramento della condizione dell'organo operato, ridurre o annullare il carico fino a che la guarigione si stabilizza, per recuperare da piccoli carichi;
  • raggiungere un'implementazione completa di ogni esercizio, prima di aggiungerne di nuovi, non correre nei volumi, la priorità è correggere la posizione degli organi e raggiungere gli obiettivi;
  • per creare un atteggiamento psicologico positivo durante le lezioni, ed è meglio trasformarle in un gioco con rime e personaggi - allora tali esercizi speciali diventeranno una buona abitudine e saranno eseguiti dal bambino con piacere a lungo da soli.

Nei primi giorni si raccomanda di condurre esercizi di respirazione e di linguaggio a casa dopo aver ventilato la stanza.

Consiglio importante! Nel tempo successivo, puoi usare la camminata per eseguire esercizi. L'aria fresca è uno dei fattori nel recupero sicuro del paziente dopo la rimozione delle adenoidi.

Serie di esercizi

  1. Sollevamento lento delle braccia distese attraverso i lati verso l'alto mentre si inspira attraverso il naso. Trattenere il respiro all'altezza di sollevamento, espirare attraverso la bocca quando si abbassano le braccia. Opzioni: regolare la forza e la velocità di inspirazione ed espirazione, il periodo di trattenimento del respiro, il numero di ripetizioni e approcci durante la ginnastica. Consigliato come esercizio iniziale e finale.
  2. Respirazione toracica: quando si inspira, il torace è dilatato e l'addome viene tirato dentro, mentre l'espirazione aumenta il volume dell'addome e il torace si abbassa. Inspirare-espirare attraverso il naso.
  3. Respirazione addominale: durante l'inspirazione, espandi l'addome, mentre espirando, l'addome è teso. Inspirare-espirare attraverso il naso.
  4. Respirazione alternata attraverso 1 narice: con un dito, l'ala del naso viene premuta contro il setto, inspirare ed espirare attraverso la narice libera. Può essere combinato con l'esercizio numero 3, ma non invece, e dopo di esso.
  5. Attivazione della cavità orale: inspirare attraverso il naso, prima di espirare, l'aria è diretta verso la bocca, gonfiando le guance. Lo fanno rotolare da una guancia a una guancia, da cima a fondo e in circolo, quindi lentamente espirano sotto pressione attraverso un piccolo foro tra le labbra.
  6. Esercizi sonori dopo l'inalazione attraverso il naso e contro lo sfondo di espirazione attraverso la bocca: suoni pronuncianti (vocali e sibili, intermittentemente consonanti). Suoni alternativi, quantità e pronuncia di alta qualità.
  7. Esercizi vocali: pronunciando brevi frasi, rime, detti, proverbi, scioglilingua con elementi di ginnastica per dita o utilizzando giocattoli. Un aumento molto importante ma dosato, ma costante nella gamma di suoni. È necessario ottenere una pronuncia chiara, un aumento della velocità dell'esercizio. Opzioni: lettura ritmica mentre si cammina con la selezione della velocità di movimento.

Questi e molti altri esercizi aiuteranno a migliorare significativamente il linguaggio, normalizzare la respirazione, ripristinare l'attività cerebrale.

La ginnastica è un mezzo eccellente per prevenire i raffreddori dopo la rimozione delle adenoidi: la respirazione attiva attraverso il naso attiva non solo i processi metabolici, ma anche il sistema immunitario.

Pertanto, il periodo postoperatorio dopo la rimozione delle adenoidi non comporta problemi importanti. La conformità con il regime aiuterà a evitare complicazioni e recuperare presto.

Guida video: come rimuovere le adenoidi nei bambini

»Adenoidi nei bambini

Rimozione dopo l'intervento chirurgico di adenoidi

Il problema con adenoidi infiammate esiste in molti bambini. La rimozione delle tonsille faringite ipertrofiche in alcuni casi è un modo più efficace per risolvere il problema. L'adenotomia è un'operazione semplice, ma deve essere trattata come un intervento chirurgico serio che richiede un'attenta preparazione per la rimozione e l'adempimento dei requisiti di prescrizione postoperatoria. Il compito principale della terapia postoperatoria è il controllo del benessere, il preciso adempimento delle prescrizioni e la prevenzione delle malattie.

Rimuovere le conseguenze dell'operazione

L'attenzione si concentra sul regime, sulla dieta appropriata, sulle procedure di indurimento. Il periodo postoperatorio nei pazienti varia, a seconda della natura della procedura chirurgica. Una caratteristica dell'operazione sulle adenoidi è l'assenza di riposo a letto.

I genitori dovrebbero fornire un monitoraggio continuo, assistenza all'infanzia. Cerca di evitare le violazioni del regime.

Dopo aver rimosso le adenoidi nella clinica, il bambino si reca a casa sua 2 ore dopo l'operazione. Il compito principale dei genitori è quello di fornire una modalità casa semplice. Durante il primo giorno devi essere rigorosamente aderente al riposo a letto. Assicurati di attivare la modalità di sospensione diurna, non meno di 2 ore.

Il periodo successivo è caratterizzato dall'assenza di sovratensione fisica. I giochi all'aperto, l'educazione fisica, i club di visita dovrebbero essere limitati. Un regime di calma garantisce un processo di cicatrizzazione uniforme della ferita, senza l'aggiunta di un'infezione aggiuntiva. Nel periodo di trattamento postoperatorio, il surriscaldamento del bambino è controindicato, escludere il bagno, andare al bagno. La stanza del bambino deve essere ventilata e la pulizia a umido è fatta.

cibo

Papà, la mamma si sta preparando al fatto che la prima volta che un bambino che ha subito un'operazione avrà mal di gola, quindi dovresti seguire una certa dieta. Dopo la rimozione, è impossibile nutrire il bambino con cibo solido e caldo. Nei giorni seguenti non è possibile mangiare piatti fritti, speziati, è necessario limitare la carne. Elenchiamo gli alimenti che un bambino mangia senza temere di danneggiare i siti operati:

  1. Prima settimana - al mattino è permesso bere mezzo bicchiere di succo di carota. Utile reception kefir, mattina e sera. Dai da mangiare al tuo bambino grano saraceno, farina d'avena, semolino. Ricotta, verdure, uova diversificano la dieta del bambino.
  2. Dopo una settimana, aggiungi delle zuppe alla dieta, dai da mangiare con carne al vapore, fegato bollito e pesce.
  3. Mangiare frutta è consentito in quantità illimitate.

Raccomandazioni del dottore

Dopo la rimozione delle adenoidi nel primo giorno nei bambini aumenta la temperatura. Non supera i 38 gradi - l'uso di farmaci antipiretici non è necessario. È importante sapere che l'assunzione di farmaci antipiretici contenenti aspirina è limitata. Le droghe di Aspirinosoderzhaschie possono causare il sanguinamento.

Dopo l'operazione, la respirazione attraverso il naso è difficile, si verifica gonfiore della mucosa. Il trattamento è il seguente: scaviamo le gocce di vasocostrittore, che aiutano a rimuovere l'edema, quindi applichiamo i preparati che asciugano la mucosa.

Il sanguinamento, che dipende dall'accumulo di parti di tessuto rimanenti nel rinofaringe, può unirsi allo stato postoperatorio complesso. Trovare emorragie - consultare immediatamente un medico. Separatamente, vale la pena evidenziare diverse situazioni: dopo averli trovati, contattare il medico:

  • l'aspetto dei gemelli nasali;
  • respirazione nasale difficile per due settimane o più.

Molti bambini continuano a respirare attraverso la bocca dopo l'intervento chirurgico, nonostante i passaggi nasali puliti e l'assenza di difficoltà respiratorie. Esercizi speciali che rafforzano i muscoli della respirazione, raccomandati dai medici, correggeranno la situazione.

Esercizi di respirazione speciali

Esercizi semplici ed efficaci eseguiti al mattino e alla sera. La durata della ginnastica 20-25 minuti, nella stanza ventilata. Il numero di esercizi eseguiti sta gradualmente aumentando. In primo luogo, il bambino inizia a eseguire 3-4 esercizi. Settimana della ginnastica: il numero di ripetizioni aumenta gradualmente, diventa 10-15.

Gli esercizi vengono eseguiti sotto la supervisione di un fisioterapista, quindi a casa, dopo aver ricevuto una consulenza dettagliata. Ci sono regole generali che devono essere seguite quando si eseguono gli esercizi. Sporgendosi in avanti, di lato, accovacciato, espira. Sollevare le mani - inalare. Alzando le mani in alto, in basso, l'espirazione è fatta. Il complesso di esercizi speciali è diviso in più fasi. Supervisionare l'esercizio, vedere come si sente il bambino.

Fase preparatoria

  • Testa rovesciata. Le gambe sono divaricate. La mascella inferiore funziona, la bocca respira - la mascella scende, il naso espira - la mascella in alto.
  • Il bambino si alza sulle calze. Alza le mani - inspira, abbassa - espira.

Rafforzando i muscoli del collo e della cintura della spalla, il numero di ripetizioni 10-15

  • Le gambe sono divaricate, la schiena è piatta. La testa si abbassa dolcemente in avanti, si piega indietro.
  • Le pendenze della testa a destra e sinistra a turno.
  • La testa viene gettata all'indietro, le mani dietro la schiena. Nello stato rovesciato, apriamo la bocca, inaliamo - il naso, espiriamo - la bocca.
  • Rotazione circolare della testa.

Formiamo la respirazione corretta, il numero di ripetizioni 10

  • Respiro generale Inspirare profondamente il naso, sporgere lo stomaco, riempiendo il volume del torace. Esaliamo con il naso, l'ordine di espirazione è invertito: abbassiamo il volume del petto, soffiamo via lo stomaco.
  • Inalazione toracica Prima, un'espirazione completa, un respiro lungo con il naso. Il volume del seno aumenta, lo stomaco è retratto. Espirare, riducendo il volume del seno, gonfiando l'addome.
  • Respiriamo una cavità addominale. Espira completamente, inspira con il naso, pancia gonfia. Peritoneo superiore retratto.
  • Respira il naso, il numero di ripetizioni è 6.
  • Le gambe sono divaricate, le braccia sono abbassate lungo il corpo. Sollevare i palmi verso il basso, inspirare con il naso, abbassare - espirare con il naso.
  • Squat viene eseguita. Le gambe sono dritte Squat - espira, aumenta - inspira.
  • Inalazione alternata di aria dalle narici.
  • Trattieni il respiro Inspirare con il naso, espirare con la bocca.
  • Funzionando sul posto, con un sollevamento al ginocchio alto.

Oltre a questa ginnastica, il bambino deve allenare i muscoli facciali. Sorriso, gonfiaggio del tubo, imitazione del fischio - esercizi che rafforzano i muscoli della bocca.

Eseguendo un complesso di diversi mesi, l'inalazione di aria dal naso migliora, imitando i muscoli della bocca diventano più forti.

conclusione

Oltre a eseguire una serie di esercizi, è necessario ricordare costantemente al bambino la respirazione attraverso il naso. Se le condizioni della dieta e le prescrizioni del medico sono soddisfatte correttamente, dopo un paio di settimane di trattamento, il bambino non ricorderà il momento chirurgico spiacevole.

Dopo aver rimosso le adenoidi in un bambino

Nell'infanzia, quasi ogni persona è esposta a un numero incredibile di malattie. Tra quelli ci sono entrambi meno pericolosi e quelli che possono offrire il massimo disagio. Questi ultimi includono la vegetazione adenoide, che porta ad adenoidite.

Manifestazioni di adenoidite

Non c'è nulla di sorprendente nel fatto che i genitori spesso vadano nel panico, vedendo la rinite nel loro bambino. A differenza degli adulti, è molto più difficile per un bambino determinare quale sia il disagio della sua condizione. L'adenoidite è visibile a occhio nudo. In primo luogo, con questa malattia, diventa piuttosto difficile per il bambino eseguire la respirazione nasale, e quindi la sua bocca è sempre aperta. In secondo luogo, il bambino può russare di notte. In terzo luogo, i bambini che sono inclini all'adenoidite sono caratterizzati da frequenti faringiti e riniti.

Devo rimuovere le adenoidi?

Non appena il medico rivela adenoidi infiammate nel bambino, raccomanda di iniziare immediatamente il trattamento. Alcuni genitori potrebbero sembrare che tutti i medici inviino piccoli pazienti all'intervento chirurgico per rimuovere le adenoidi, anche senza prima cercare di risolvere il problema con un trattamento conservativo. In realtà, non lo è. La rimozione è nominata solo nel caso in cui i farmaci e altre misure non portino assolutamente alcun risultato.

A proposito, se un bambino ha una adenotomia (un'operazione per rimuovere le adenoidi), non preoccuparti troppo. Grazie alle moderne attrezzature e ai professionisti esperti che lavorano nelle cliniche per bambini, l'operazione è veloce e sicura!

Dopo aver rimosso le adenoidi in un bambino

La preparazione per l'operazione e il processo di rimozione sono a carico delle spalle dei medici. Ma la riabilitazione postoperatoria è una questione di genitori. In primo luogo, dopo la rimozione delle adenoidi, è assurdo che il bambino sia sotto la supervisione di uno specialista all'interno dell'ospedale per un lungo periodo di tempo. In secondo luogo, il periodo di riabilitazione non è così difficile, soprattutto se si eseguono correttamente tutti gli appuntamenti del medico curante.

Immediatamente dopo l'intervento chirurgico

Non appena l'operazione per rimuovere le adenoidi è completata, il bambino sarà trasferito dalla sala operatoria al reparto generale.

Dopo che il bambino è stato disteso sul letto, dovrebbe essere girato da un lato e mettere un asciugamano sotto il suo viso, sul quale sputerà la saliva. Questo è necessario per monitorare la saliva del bambino. Se non ci sono impurità nel sangue, va tutto bene.

Un po 'più tardi (alcune ore dopo la rimozione delle adenoidi in un bambino), il medico esamina il paziente e svolge una faringoscopia. Quest'ultimo aiuta ad osservare la mancanza di sangue nella parte posteriore della gola.

Nota dei genitori!

Il giorno in cui il bambino è stato operato per rimuovere le adenoidi, è necessario escludere i piatti dalla sua dieta che possono danneggiare il tessuto molle. In altre parole, è meglio non nutrire il cibo grossolano, solido. Inoltre, nei primi giorni dopo l'intervento, il bambino si lamenterà di un mal di gola, quindi è improbabile che desideri essere trattato con prodotti che possono causare un disagio ancora maggiore.

Naturalmente, non si può dire che tutti i bambini dopo l'operazione per rimuovere le adenoidi si comportano allo stesso modo e si sentono identici. Poiché il corpo di ogni bambino è diverso, e anche la natura dell'operazione varia, i genitori dovrebbero concentrarsi sulle raccomandazioni dei medici e ascoltare il proprio figlio.

Eppure, i medici raccomandano vivamente i genitori di bambini che sono stati rimossi adenoidi, per monitorare non solo la dieta, ma anche per la modalità del giorno.

Quindi, per diversi giorni dopo che il bambino è tornato a casa dall'ospedale non si dovrebbero lasciare le mura natali. Lascia riposare il bambino per 2-3 giorni, sdraiati, dormi più spesso. Nonostante il fatto che dopo una tale operazione, ai bambini non viene dato il riposo a letto, sarà meglio se un adulto è sempre vicino al bambino in questo momento.

Tra le regole più importanti che dovrebbero essere seguite dai pazienti di tutte le età, ci sono:

- rifiuto di visitare bagni e saune (anche se c'è il desiderio di bagnare il bambino in un bagno caldo, non si dovrebbe sperimentare!);

- limitazione dell'attività fisica (nei primi giorni dopo l'operazione, al bambino è vietato agire troppo attivamente);

- rispetto del trattamento farmacologico (uso di gocce vasocostrittive prescritte da un medico);

- rifiuto dell'aspirina contenente antipiretici.

Sicuramente molti genitori troveranno l'ultimo oggetto strano. Infatti, l'aspirina può causare sanguinamento, che è inaccettabile dopo la rimozione delle adenoidi in un bambino. Perché è necessario ricevere antipiretici? Il fatto è che, di norma, il secondo giorno dopo l'operazione, molti bambini vengono attaccati dall'aumento della temperatura corporea, quindi i genitori dovrebbero essere vigili e usare il termometro il più spesso possibile.

Possibili conseguenze

Raramente, ma succede che dopo aver rimosso le adenoidi, il bambino abbia un nasale nasale. Se questo scompare senza lasciare traccia 10 giorni dopo l'operazione, non c'è nulla di cui preoccuparsi, ma se si ferma, è meglio visitare un logopedista!

Se i genitori notano una mescolanza di sangue nella saliva di un bambino che è a casa, o c'è un'emorragia, dovresti chiamare immediatamente un'ambulanza!

Il periodo postoperatorio dopo la rimozione di adenoidi nei bambini

L'ipertrofia delle tonsille faringee, chiamate anche vegetazioni adenoidi, è un grave problema di salute osservato durante l'infanzia. Il risultato di questa patologia sono:

  • Respirazione nasale ostruita;
  • Rinite frequente;
  • adenoidi;
  • Faringite.

Il trattamento terapeutico è tradizionalmente prescritto e solo in alcuni casi chirurgico. Operazione. durante il quale vengono rimosse le incrostazioni adenoide, è chiamata adenotomia. L'efficacia del trattamento e il periodo di riabilitazione dipendono completamente dal decorso postoperatorio.

Raccomandazioni chiave dopo la rimozione delle adenoidi nei bambini

Dopo essere usciti dalla sala operatoria, dovresti seguire rigorosamente le istruzioni mediche:

  • Il bambino è posto a letto dalla sua parte;
  • Sputare la saliva deve sputare in un asciugamano, e non ci dovrebbe essere sangue in esso;
  • Alcune ore dopo mostra la faringoscopia, impedendo al sangue di entrare nella parte posteriore della faringe;
  • Il tessuto adenoide presente nel rinofaringe richiede la rimozione con una pinza;
  • Il primo giorno postoperatorio, al bambino viene mostrato solo cibo liquido caldo;
  • Modalità domestica supportata 3-5 giorni;
  • Gli alimenti caldi e duri vengono eliminati per 2-3 settimane.

I genitori ricevono il parere di un medico per mantenere la corretta modalità del bambino. I genitori dovrebbero essere consapevoli del mal di gola nei primi giorni dopo l'intervento. Spesso c'è un aumento della temperatura corporea. Tale fenomeno è considerato valido. I farmaci antipiretici dovrebbero essere somministrati solo se la temperatura supera i 38 C.

Nel periodo di riabilitazione, gonfiore delle mucose. A questo proposito, il bambino sente difficoltà a respirare per 2-3 giorni. Secondo la raccomandazione del medico, è possibile utilizzare farmaci vasocostrittori. Sono presentati sotto forma di spray o gocce. Spesso nominato da instillazione nel naso con soluzione fisiologica. Frequenza di utilizzo -3-4 volte al giorno. In caso di sanguinamento dopo l'intervento chirurgico, è necessario consultare un medico. Le restanti parti del tessuto adenoide richiedono ripetuti raschiamenti del rinofaringe.

L'abitudine del bambino a respirare attraverso la bocca, che ha avuto il tempo di svilupparsi con le adenoidi. persiste dopo la loro rimozione. Per correggere questo, è prevista una serie di esercizi sviluppati dall'accademico Sergei Beshapochny.

Esercizi per l'allenamento della respirazione nasale dopo la rimozione delle adenoidi

Si consiglia di allenarsi al mattino e alla sera per 20-25 minuti. La stanza deve essere ventilata e fresca. Il carico dovrebbe essere costantemente aumentato, iniziando con 3-4 ripetizioni dell'esercizio. Ogni 5 giorni, il numero di ripetizioni aumenta, portando alla fine a 10-15.

Il complesso include esercizi:

  • Tipo preparatorio;
  • Sviluppo della cintura della spalla e dei muscoli del collo;
  • Praticare una respirazione corretta;
  • Permettere di respirare attraverso il naso per recuperare;
  • Regione periorale di allenamento muscolare.

Una corretta organizzazione del periodo postoperatorio dopo la rimozione delle adenoidi nei bambini consente di accelerare il recupero del corpo e correggere la respirazione impropria.

Grazie per aver letto Ricevi un regalo!

Per Saperne Di Più Mal Di Gola

Perché la gola e il collo fanno male ai lati o dietro? Malattie che provocano questo simtom

Naso che cola

Le sensazioni dolorose alla gola in combinazione con il dolore al collo possono essere un segno di patologie di varia origine.

Gocce d'orecchio efficaci per bambini e adulti

Mal di gola

Un rimedio locale per rimuovere il mal d'orecchi e la congestione negli adulti o nei bambini è gocce per il trattamento delle orecchie. Sono indicati per l'otite acuta o cronica, ma il medico deve comunque prescrivere un agente specifico.