Principale / Laringite

Rimozione dopo l'intervento chirurgico di adenoidi

Laringite

Il problema con adenoidi infiammate esiste in molti bambini. La rimozione delle tonsille faringite ipertrofiche in alcuni casi è un modo più efficace per risolvere il problema. L'adenotomia è un'operazione semplice, ma deve essere trattata come un intervento chirurgico serio che richiede un'attenta preparazione per la rimozione e l'adempimento dei requisiti di prescrizione postoperatoria. Il compito principale della terapia postoperatoria è il controllo del benessere, il preciso adempimento delle prescrizioni e la prevenzione delle malattie.

Rimuovere le conseguenze dell'operazione

L'attenzione si concentra sul regime, sulla dieta appropriata, sulle procedure di indurimento. Il periodo postoperatorio nei pazienti varia, a seconda della natura della procedura chirurgica. Una caratteristica dell'operazione sulle adenoidi è l'assenza di riposo a letto.

I genitori dovrebbero fornire un monitoraggio continuo, assistenza all'infanzia. Cerca di evitare le violazioni del regime.

Dopo aver rimosso le adenoidi nella clinica, il bambino si reca a casa sua 2 ore dopo l'operazione. Il compito principale dei genitori è quello di fornire una modalità casa semplice. Durante il primo giorno devi essere rigorosamente aderente al riposo a letto. Assicurati di attivare la modalità di sospensione diurna, non meno di 2 ore.

Il ripristino del corpo di un bambino richiede riposo e un'atmosfera tranquilla.

Il periodo successivo è caratterizzato dall'assenza di sovratensione fisica. I giochi all'aperto, l'educazione fisica, i club di visita dovrebbero essere limitati. Un regime di calma garantisce un processo di cicatrizzazione uniforme della ferita, senza l'aggiunta di un'infezione aggiuntiva. Nel periodo di trattamento postoperatorio, il surriscaldamento del bambino è controindicato, escludere il bagno, andare al bagno. La stanza del bambino deve essere ventilata e la pulizia a umido è fatta.

cibo

Papà, la mamma si sta preparando al fatto che la prima volta che un bambino che ha subito un'operazione avrà mal di gola, quindi dovresti seguire una certa dieta. Dopo la rimozione, è impossibile nutrire il bambino con cibo solido e caldo. Nei giorni seguenti non è possibile mangiare piatti fritti, speziati, è necessario limitare la carne. Elenchiamo gli alimenti che un bambino mangia senza temere di danneggiare i siti operati:

  1. Prima settimana - al mattino è permesso bere mezzo bicchiere di succo di carota. Utile reception kefir, mattina e sera. Dai da mangiare al tuo bambino grano saraceno, farina d'avena, semolino. Ricotta, verdure, uova diversificano la dieta del bambino.
  2. Dopo una settimana, aggiungi delle zuppe alla dieta, dai da mangiare con carne al vapore, fegato bollito e pesce.
  3. Mangiare frutta è consentito in quantità illimitate.
Torna al sommario

Raccomandazioni del dottore

Dopo la rimozione delle adenoidi nel primo giorno nei bambini aumenta la temperatura. Non supera i 38 gradi - l'uso di farmaci antipiretici non è necessario. È importante sapere che l'assunzione di farmaci antipiretici contenenti aspirina è limitata. Le droghe di Aspirinosoderzhaschie possono causare il sanguinamento.

Dopo l'operazione, la respirazione attraverso il naso è difficile, si verifica gonfiore della mucosa. Il trattamento è il seguente: scaviamo le gocce di vasocostrittore, che aiutano a rimuovere l'edema, quindi applichiamo i preparati che asciugano la mucosa.

Il sanguinamento, che dipende dall'accumulo di parti di tessuto rimanenti nel rinofaringe, può unirsi allo stato postoperatorio complesso. Trovare emorragie - consultare immediatamente un medico. Separatamente, vale la pena evidenziare diverse situazioni: dopo averli trovati, contattare il medico:

  • l'aspetto dei gemelli nasali;
  • respirazione nasale difficile per due settimane o più.

Molti bambini continuano a respirare attraverso la bocca dopo l'intervento chirurgico, nonostante i passaggi nasali puliti e l'assenza di difficoltà respiratorie. Esercizi speciali che rafforzano i muscoli della respirazione, raccomandati dai medici, correggeranno la situazione.

Esercizi di respirazione speciali

Esercizi semplici ed efficaci eseguiti al mattino e alla sera. La durata della ginnastica 20-25 minuti, nella stanza ventilata. Il numero di esercizi eseguiti sta gradualmente aumentando. In primo luogo, il bambino inizia a eseguire 3-4 esercizi. Settimana della ginnastica: il numero di ripetizioni aumenta gradualmente, diventa 10-15.

Gli esercizi vengono eseguiti sotto la supervisione di un fisioterapista, quindi a casa, dopo aver ricevuto una consulenza dettagliata. Ci sono regole generali che devono essere seguite quando si eseguono gli esercizi. Sporgendosi in avanti, di lato, accovacciato, espira. Sollevare le mani - inalare. Alzando le mani in alto, in basso, l'espirazione è fatta. Il complesso di esercizi speciali è diviso in più fasi. Supervisionare l'esercizio, vedere come si sente il bambino.

Fase preparatoria

  • Testa rovesciata. Le gambe sono divaricate. La mascella inferiore funziona, la bocca respira - la mascella scende, il naso espira - la mascella in alto.
  • Il bambino si alza sulle calze. Alza le mani - inspira, abbassa - espira.
Torna al sommario

Rafforzando i muscoli del collo e della cintura della spalla, il numero di ripetizioni 10-15

  • Le gambe sono divaricate, la schiena è piatta. La testa si abbassa dolcemente in avanti, si piega indietro.
  • Le pendenze della testa a destra e sinistra a turno.
  • La testa viene gettata all'indietro, le mani dietro la schiena. Nello stato rovesciato, apriamo la bocca, inaliamo - il naso, espiriamo - la bocca.
  • Rotazione circolare della testa.
Torna al sommario

Formiamo la respirazione corretta, il numero di ripetizioni 10

  • Respiro generale Inspirare profondamente il naso, sporgere lo stomaco, riempiendo il volume del torace. Esaliamo con il naso, l'ordine di espirazione è invertito: abbassiamo il volume del petto, soffiamo via lo stomaco.
  • Inalazione toracica Prima, un'espirazione completa, un respiro lungo con il naso. Il volume del seno aumenta, lo stomaco è retratto. Espirare, riducendo il volume del seno, gonfiando l'addome.
  • Respiriamo una cavità addominale. Espira completamente, inspira con il naso, pancia gonfia. Peritoneo superiore retratto.
  • Respira il naso, il numero di ripetizioni è 6.
  • Le gambe sono divaricate, le braccia sono abbassate lungo il corpo. Sollevare i palmi verso il basso, inspirare con il naso, abbassare - espirare con il naso.
  • Squat viene eseguita. Le gambe sono dritte Squat - espira, aumenta - inspira.
  • Inalazione alternata di aria dalle narici.
  • Trattieni il respiro Inspirare con il naso, espirare con la bocca.
  • Funzionando sul posto, con un sollevamento al ginocchio alto.

Oltre a questa ginnastica, il bambino deve allenare i muscoli facciali. Sorriso, gonfiaggio del tubo, imitazione del fischio - esercizi che rafforzano i muscoli della bocca.

Eseguendo un complesso di diversi mesi, l'inalazione di aria dal naso migliora, imitando i muscoli della bocca diventano più forti.

conclusione

Oltre a eseguire una serie di esercizi, è necessario ricordare costantemente al bambino la respirazione attraverso il naso. Se le condizioni della dieta e le prescrizioni del medico sono soddisfatte correttamente, dopo un paio di settimane di trattamento, il bambino non ricorderà il momento chirurgico spiacevole.

Nutrizione dopo la rimozione delle adenoidi

Se il bambino avrà l'adenotomia, il periodo postoperatorio richiederà la massima attenzione, attitudine, cura, cura e, ovviamente, conoscenza. Solo in questo caso è garantita una riabilitazione rapida e indolore del bambino. Immediatamente dopo la rimozione delle adenoidi, il bambino può avere la febbre - questa è la reazione naturale del corpo all'intervento esterno grossolano. Temperature fino a 38 ° C non dovrebbero essere abbattute. Qualche tempo dopo la rimozione, il paziente può iniziare a vomitare.

Immediatamente dopo la rimozione delle adenoidi del paziente, è necessario posare il letto sul lato. Le prossime 3-4 ore trascorse in ospedale. Prima che i medici possano lasciarti andare a casa, devono assicurarsi che l'operazione abbia avuto successo, che il sanguinamento si sia fermato e che non vi siano residui di adenoidi nel rinofaringe. Per quello che sarà fatto un controllo di controllo qualche tempo dopo l'operazione.

Per tutto questo tempo, il compito del genitore è quello di essere vicino al bambino, per vedere se ci sono sintomi di sanguinamento, come l'icore o il sangue nasale, la saliva con il sangue, le lamentele di un bambino sulla sensazione di fluido che scorre attraverso il cielo (normalmente, l'emorragia dovrebbe fermarsi in 10-15 minuti dopo la procedura). Al bambino dovrebbe essere dato un asciugamano su cui può sputare la saliva. Per tutto questo tempo, un adulto dovrebbe rimanere calmo e ragionevole. È associato alla reazione dello stomaco al sangue, che molti bambini riescono a ingoiare mentre le adenoidi vengono rimosse. È consuetudine fare un'enotostomia a stomaco vuoto e, molto probabilmente, in un paio d'ore, quando lo shock dell'operazione è passato, il bambino chiederà del cibo.

Prenditi il ​​tuo tempo con l'alimentazione. Anche se il bambino è un po 'affamato, non succederà nulla di terribile. In nessun caso non è necessario nutrire il bambino con la forza, attendere finché non chiede cibo.

Il cibo che portate con voi in ospedale dovrebbe essere di gusto neutro, il cibo troppo salato o aspro può irritare la ferita aperta del rinofaringe. Il cibo non dovrebbe essere caldo o freddo. Dopo l'operazione, puoi mangiare abbastanza cibo morbido. Se possibile, questo dovrebbe essere un alimento per bambini preferito. Cereali semi-liquidi, purè di patate, paté di carne, purè di mele cotte o banane ripristinano la forza dei bambini. Per quanto riguarda la dieta di follow-up, a seconda delle raccomandazioni del medico, durerà da 1 a 2 settimane e includerà cibo morbido che è delicato al rinofaringe. Ma prendersi cura di un bambino dopo la procedura include non solo risparmiare cibo, ma tutta una serie di attività.

Dopo l'operazione, tornerai a casa lo stesso giorno, dopo adenotillotomia (rimozione completa delle adenoidi e rimozione parziale delle tonsille) - 1-2 giorni dopo l'operazione. Le prossime due settimane richiederanno ai genitori di essere responsabili e attenti all'adattamento del bambino. Nel periodo in cui il recupero si verifica dopo la procedura, è necessario limitare qualsiasi attività fisica. Non permettere a tuo figlio di correre, saltare, giocare troppo attivamente. Dopo la procedura, gli studenti per un mese o 2 settimane sono esenti dall'educazione fisica. I primi giorni dopo la rimozione, è opportuno limitare la cerchia delle persone che entrano in casa per ridurre il rischio di infezione da ARVI o ORZ. In nessun caso non dovrebbe lasciare che un raffreddore faccia il suo corso, se si ammala ancora. Può innescare l'insorgenza di sanguinamento. Se un bambino starnutisce dopo l'adenotomia, la sua temperatura è superiore a 38 ° C, quindi questo è un motivo per rivolgersi a Laura o un pediatra.

IMPORTANTE DA SAPERE!

Se soffri di sinusite o sinusite? Senza prendere misure adeguate, questo problema diventa cronico e interferisce con la vita. Leggi la storia personale della vittoria sulla sinusite dell'ex medico generico Nadezhda Rotonova e su come ha affrontato questa piaga!

Leggi di più.. »

Per evitare il sanguinamento del bambino è impossibile librarsi, fare il bagno in un bagno con acqua troppo calda. Le prossime 2 settimane sono anche altamente desiderabili per non andare al mare e non stare al sole. Non preoccupatevi se all'inizio il bambino ha mal di gola, perché nel nasofaringe ha una ferita aperta, la cui guarigione avverrà a un ritmo naturale. Se il bambino è piccolo, potrebbe essere raccomandato di somministrargli un anestetico del tipo Nurofen nei primi giorni dopo l'operazione. Spesso, poche ore dopo la procedura, i bambini hanno difficoltà a respirare, la ragione di questo è il gonfiore nel rinofaringe. Il medico può prescrivere gocce di vasocostrittore, come Nazivin, Protargol e altri per bambini, che contribuiranno ad alleviare il gonfiore e facilitare il processo di inalazione. In alcuni casi, il medico può anche prescrivere gocce contenenti un antibiotico per prevenire il rischio di sviluppare un'infiammazione. Spesso, i miglioramenti dopo l'intervento chirurgico non sono immediatamente evidenti.

La ragione di questo evento comune è un'abitudine. Anche se le adenoidi non interferiscono più con la respirazione del bambino attraverso il naso, non possono riorganizzarsi immediatamente e iniziare a usare correttamente il respiratore. Per aiutarlo, c'è uno speciale esercizio di respirazione. Puoi spenderlo 10-15 giorni dopo il ritorno a casa. Gli esercizi dovrebbero essere eseguiti in una stanza ben ventilata al mattino e alla sera. Il tempo necessario per completare l'intero complesso richiederà circa 20-25 minuti. Il carico dovrebbe aumentare gradualmente. Quindi, iniziando la ginnastica, dovresti ripetere ogni esercizio 3-4 volte. Ogni 6 giorni è necessario aumentare gradualmente il carico in modo che alla fine il numero di ripetizioni per ogni esercizio sia 10-15 volte.

È necessario seguire la respirazione corretta durante la ginnastica. Si noti che appoggiandosi, accucciati, alzando le braccia davanti a sé, il bambino deve espirare. Se alza le mani per poi allontanarle - inspirare. La ginnastica include i seguenti esercizi:

VI RACCOMANDIAMO!

Un modo semplice ma efficace per sbarazzarsi di sinusite o sinusite e mal di testa! Il risultato non tarda ad arrivare! I nostri lettori hanno confermato che usano con successo questo metodo. Dopo aver attentamente studiato, abbiamo deciso di condividere con voi.

Gambe larghe alle spalle, il bambino inclina leggermente la testa all'indietro, le mani sulla cintura. Fa un respiro lento nella sua bocca mentre abbassa la mascella inferiore. Espirare il naso, sollevando contemporaneamente la mascella inferiore. Il respiro dovrebbe essere diviso in 4 conteggi, espirazione di 2. Da una posizione eretta su un piede pieno, piedi uniti, chiedere al bambino di alzarsi sulle dita dei piedi e inspirare per alzare le braccia, espirando - più in basso. Posizione di partenza: il bambino è in piedi, i piedi alla larghezza delle spalle, la schiena e le spalle diritte, le braccia lungo il corpo, la testa leggermente inclinata verso il petto. Alza le mani, allarga i lati, la testa leggermente inclinata all'indietro. La posizione di partenza è la stessa dell'esercizio precedente. Piegare la testa verso la spalla destra, sull'espirazione spostarla sulla spalla sinistra. Nella posizione iniziale per produrre movimenti circolari della testa. Respirare è calmo, anche. Chiedete al bambino di stringere le mani dietro la schiena e tirarle indietro, inclinando lentamente la testa indietro, aprendo gradualmente la bocca. La respirazione deve essere fatta per via orale, espirata dal naso. Mani lungo il corpo Piedi alla larghezza delle spalle. Inalare lentamente l'aria, gonfiando l'addome e dietro di esso allargando il torace. Espirare, ridurre il torace e quindi ridurre lo stomaco (esercitare la respirazione completa). La posizione di partenza è la stessa dell'esercizio precedente. Inspirate, la gabbia toracica è aumentata e lo stomaco, al contrario, è stato coinvolto. Espirare - l'addome è ingrandito, il petto si è ridotto (ci stiamo allenando al petto). La posizione di partenza è la stessa. Fai una lunga inspirazione nasale, estraendo l'addome (stiamo allenando la respirazione addominale). La posizione di partenza è la stessa. Alzare lentamente le mani con i palmi verso l'alto, accompagnando l'azione con un respiro profondo. Espirando, abbassa le braccia attraverso i lati. Respirando solo attraverso il naso. Fai squat energico veloce. Mani mentre tiri giù i palmi delle mani. Accovacciato, devi espirare, alzarti: inspirare. In posizione eretta, allargando leggermente le gambe sui lati, premendo una narice con la mano, l'altra inspira ed espira. Lascia che il bambino si tenga il naso con le mani e contino ad alta voce a 10. Aprendo il naso, inspira ed espira con il naso. Correre sul posto in punta di piedi, sollevando le ginocchia in alto. Respirazione - nasale, arbitrario.

Oltre alla serie di esercizi descritta, è anche necessario ricordare regolarmente al bambino la corretta respirazione.

Se durante il periodo postoperatorio sono stati osservati la dieta e le raccomandazioni esatte dei medici, dopo 2 settimane l'operazione trasferita non si ripeterà in alcun modo.

La flemma si sta allontanando male?

Per un rapido recupero, è importante che l'espettorato venga espulso e rimosso dal corpo. Il pneumologo EV Tolbuzina dice come fare questo.

Provato, modo efficace - scrivi una ricetta...! >>

Il problema con adenoidi infiammate esiste in molti bambini. La rimozione delle tonsille faringite ipertrofiche in alcuni casi è un modo più efficace per risolvere il problema. L'adenotomia è un'operazione semplice, ma deve essere trattata come un intervento chirurgico serio che richiede un'attenta preparazione per la rimozione e l'adempimento dei requisiti di prescrizione postoperatoria. Il compito principale della terapia postoperatoria è il controllo del benessere, il preciso adempimento delle prescrizioni e la prevenzione delle malattie.

L'attenzione si concentra sul regime, sulla dieta appropriata, sulle procedure di indurimento. Il periodo postoperatorio nei pazienti varia, a seconda della natura della procedura chirurgica. Una caratteristica dell'operazione sulle adenoidi è l'assenza di riposo a letto.

I genitori dovrebbero fornire un monitoraggio continuo, assistenza all'infanzia. Cerca di evitare le violazioni del regime.

Dopo aver rimosso le adenoidi nella clinica, il bambino si reca a casa sua 2 ore dopo l'operazione. Il compito principale dei genitori è quello di fornire una modalità casa semplice. Durante il primo giorno devi essere rigorosamente aderente al riposo a letto. Assicurati di attivare la modalità di sospensione diurna, non meno di 2 ore.

Il ripristino del corpo di un bambino richiede riposo e un'atmosfera tranquilla.

Il periodo successivo è caratterizzato dall'assenza di sovratensione fisica. I giochi all'aperto, l'educazione fisica, i club di visita dovrebbero essere limitati. Un regime di calma garantisce un processo di cicatrizzazione uniforme della ferita, senza l'aggiunta di un'infezione aggiuntiva. Nel periodo di trattamento postoperatorio, il surriscaldamento del bambino è controindicato, escludere il bagno, andare al bagno. La stanza del bambino deve essere ventilata e la pulizia a umido è fatta.

Papà, la mamma si sta preparando al fatto che la prima volta che un bambino che ha subito un'operazione avrà mal di gola, quindi dovresti seguire una certa dieta. Dopo la rimozione, è impossibile nutrire il bambino con cibo solido e caldo. Nei giorni seguenti non è possibile mangiare piatti fritti, speziati, è necessario limitare la carne. Elenchiamo gli alimenti che un bambino mangia senza temere di danneggiare i siti operati:

Prima settimana - al mattino è permesso bere mezzo bicchiere di succo di carota. Utile reception kefir, mattina e sera. Dai da mangiare al tuo bambino grano saraceno, farina d'avena, semolino. Ricotta, verdure, uova diversificano la dieta del bambino, dopo una settimana aggiungete minestre alla dieta, date da mangiare con carne al vapore, fegato bollito, pesce e mangiando frutta in quantità illimitate.

Dopo la rimozione delle adenoidi nel primo giorno nei bambini aumenta la temperatura. Non supera i 38 gradi - l'uso di farmaci antipiretici non è necessario. È importante sapere che l'assunzione di farmaci antipiretici contenenti aspirina è limitata. Le droghe di Aspirinosoderzhaschie possono causare il sanguinamento.

Dopo l'operazione, la respirazione attraverso il naso è difficile, si verifica gonfiore della mucosa. Il trattamento è il seguente: scaviamo le gocce di vasocostrittore, che aiutano a rimuovere l'edema, quindi applichiamo i preparati che asciugano la mucosa.

Il sanguinamento, che dipende dall'accumulo di parti di tessuto rimanenti nel rinofaringe, può unirsi allo stato postoperatorio complesso. Trovare emorragie - consultare immediatamente un medico. Separatamente, vale la pena evidenziare diverse situazioni: dopo averli trovati, contattare il medico:

la comparsa di nasale, difficoltà nella respirazione nasale per due settimane o più.

Molti bambini continuano a respirare attraverso la bocca dopo l'intervento chirurgico, nonostante i passaggi nasali puliti e l'assenza di difficoltà respiratorie. Esercizi speciali che rafforzano i muscoli della respirazione, raccomandati dai medici, correggeranno la situazione.

Esercizi semplici ed efficaci eseguiti al mattino e alla sera. La durata della ginnastica 20-25 minuti, nella stanza ventilata. Il numero di esercizi eseguiti sta gradualmente aumentando. In primo luogo, il bambino inizia a eseguire 3-4 esercizi. Settimana della ginnastica: il numero di ripetizioni aumenta gradualmente, diventa 10-15.

Gli esercizi vengono eseguiti sotto la supervisione di un fisioterapista, quindi a casa, dopo aver ricevuto una consulenza dettagliata. Ci sono regole generali che devono essere seguite quando si eseguono gli esercizi. Sporgendosi in avanti, di lato, accovacciato, espira. Sollevare le mani - inalare. Alzando le mani in alto, in basso, l'espirazione è fatta. Il complesso di esercizi speciali è diviso in più fasi. Supervisionare l'esercizio, vedere come si sente il bambino.

Rafforzando i muscoli del collo e della cintura della spalla, il numero di ripetizioni 10-15

Le gambe sono divaricate, la schiena è piatta. La testa si abbassa dolcemente in avanti, si piega all'indietro, le inclinazioni della testa sulle spalle destra e sinistra si alternano, la testa viene lanciata all'indietro, le mani sono dietro la schiena. Nello stato rovesciato, apriamo la bocca, inaliamo - naso, espirazione - la bocca, rotazioni della testa circolari.

Oltre a questa ginnastica, il bambino deve allenare i muscoli facciali. Sorriso, gonfiaggio del tubo, imitazione del fischio - esercizi che rafforzano i muscoli della bocca.

Eseguendo un complesso di diversi mesi, l'inalazione di aria dal naso migliora, imitando i muscoli della bocca diventano più forti.

Oltre a eseguire una serie di esercizi, è necessario ricordare costantemente al bambino la respirazione attraverso il naso. Se le condizioni della dieta e le prescrizioni del medico sono soddisfatte correttamente, dopo un paio di settimane di trattamento, il bambino non ricorderà il momento chirurgico spiacevole.

Il compito chiave della terapia postoperatoria è la creazione di condizioni ottimali per la più rapida rigenerazione dell'epitelio mucoso nel sito dei tessuti operati. Al fine di accelerare il recupero dopo la rimozione delle adenoidi nei bambini, è necessario seguire rigorosamente tutte le prescrizioni mediche del periodo postoperatorio.

Altrimenti, lo sviluppo di complicazioni che comportano un peggioramento del benessere del bambino non è escluso. Dopo l'adenotomia, l'attenzione si concentra sul trattamento farmacologico, sulle procedure di indurimento, esercizi di respirazione e nutrizione. Entro 2-3 ore dopo l'escissione della tonsilla faringea ipertrofica, il bambino viene dimesso a casa. Ma al fine di prevenire il sanguinamento postoperatorio e l'infiammazione settica del rinofaringe, i genitori dovrebbero monitorare la compliance con un regime benigno per le prossime due o tre settimane.

L'adenotomia è una procedura chirurgica in cui il medico ENT rimuove i tessuti linfoidi iperplastici nel rinofaringe. Nonostante il fatto che l'operazione richieda un po 'di tempo, dopo l'escissione delle vegetazioni adenoide, il rischio di infiammazione settica delle mucose e delle emorragie postoperatorie aumenta molte volte. Subito dopo l'adenotomia, i pazienti vengono trasferiti in un reparto generale, dove uno specialista monitora il loro stato di salute per 2-3 ore.

Per prevenire l'aspirazione del sangue, dopo l'intervento chirurgico, si dovrebbe fare quanto segue:

metti il ​​paziente sul letto e giralo di lato; posizionare un asciugamano sotto la testa, in cui il paziente espettorerà muco e sangue; applicare una garza per il viso con acqua fredda.

3 ore dopo l'operazione, l'otorinolaringoiatra deve condurre un esame faringoscopico per valutare la condizione della mucosa rinofaringea. In assenza di sanguinamento e grave gonfiore dei tessuti sul retro dell'ipofaringe, il paziente viene dimesso dall'ospedale.

È importante! Durante le prossime 2 settimane, il bambino operato dovrebbe essere preso per un esame da un medico ENT.

Durante il periodo postoperatorio, è necessario monitorare attentamente le condizioni del bambino e ascoltare i suoi problemi di salute. Un appello tempestivo a uno specialista può prevenire lo sviluppo di gravi complicanze postoperatorie. Durante la mezzaluna, i genitori dovrebbero monitorare non solo la nutrizione del paziente, ma anche il rispetto di un regime benigno:

eliminare dagli alimenti dietetici che irritano gli organi ENT muco; limitare lo sforzo fisico, in quanto ciò può portare a sanguinamento; seguire rigorosamente la terapia farmacologica e utilizzare i preparati di vasocostrittore raccomandati da uno specialista; rifiutare l'uso di antipiretici, che includono acido acetilsalicilico; Ventilare la stanza regolarmente e utilizzare umidificatori.

È importante! Dopo l'operazione, non bisogna somministrare al bambino "Aspirina" per ridurre la temperatura, poiché diluisce il sangue e può causare sanguinamento.

Durante il giorno dopo l'adenotomia, è possibile che la temperatura salga a segni subfebrillari. Non è auspicabile utilizzare farmaci antipiretici per eliminare l'ipertermia, poiché si tratta di una reazione del tutto normale del corpo alla chirurgia. Ma se la febbre subfebrile persiste per i successivi 3-4 giorni, chiedi aiuto al medico. Questo può indicare lo sviluppo di infiammazione nei tessuti operati.

Una dieta moderata è una delle componenti chiave del periodo di riabilitazione postoperatoria. La rimozione delle adenoidi porta al gonfiore dei tessuti, che aumenta il rischio di lesioni alle mucose. Per prevenire danni all'epitelio ciliato nella laringe faringea, è necessario abbandonare l'uso di cibi piccanti e solidi per almeno 2 settimane.

Nei primi giorni dopo l'adenotomia, è necessario limitare il consumo di cibi piccanti e caldi, poiché possono provocare irritazione della membrana mucosa dell'orofaringe.

I seguenti alimenti dovrebbero essere inclusi nella dieta:

purea di frutta e verdura; brodi di carne e decotti alle erbe; farina d'avena e semolino; stufati e braciole.

Dopo ogni pasto, si raccomanda di sciacquare l'orofaringe con brodi a base di camomilla medicinale, corteccia di quercia o salvia. Sono composti da una produzione volatile, che inibisce lo sviluppo di batteri patogeni, che impedisce lo sviluppo di infiammazione settica nei tessuti operati.

Una nutrizione inadeguata può non solo causare infiammazione, ma anche provocare lo sviluppo di un ascesso nell'area paratonsillare e faringea. Anche se il bambino richiederà la dieta abituale, non dovresti assecondare i suoi capricci, poiché questo può portare a conseguenze indesiderabili. Si consiglia di escludere dal menu le spezie piccanti, i piatti caldi, le bevande gassate e i succhi innaturali.

I coloranti alimentari causano reazioni allergiche nei tessuti operati, il che porta a una diminuzione dell'immunità locale e dell'edema delle mucose.

Entro 10 giorni dopo l'adenotomia non è opportuno utilizzare i seguenti prodotti:

verdure in scatola e in salamoia; confetteria (dolci, torte, torte); pesce in scatola e stufato; frutta e verdura acida.

Il più grande pericolo per la salute del bambino è la pasticceria. Contengono una grande quantità di zuccheri, che sono un substrato adatto per lo sviluppo di batteri piogeni.

La ginnastica respiratoria è uno dei modi più efficaci per ripristinare la normale respirazione nasale dopo l'adenotomia. Le lezioni dovrebbero essere svolte ogni giorno per 1-2 settimane dopo l'intervento. Durante la ginnastica è necessario tenere conto di alcune importanti raccomandazioni:

al momento di aumentare il carico sull'apparato respiratorio (piegature, squat), il bambino deve fare un respiro profondo; quando rilassa i muscoli e diluisci le braccia di lato, inspira; l'espirazione e l'inalazione non dovrebbero essere taglienti.

Esercizi respiratori iniziano a fare 5-6 giorni dopo l'adenotomia. Nel tempo, il carico viene aumentato per accelerare il ripristino dell'attività funzionale del rinofaringe. Quali esercizi possono essere eseguiti nel periodo dopo la rimozione delle adenoidi?

per la respirazione addominale: stare dritti, braccia distese lungo il corpo; espirare lentamente in modo che la parte superiore della parete addominale sia aspirata nell'addome; per la respirazione toracica: fai un respiro profondo attraverso il naso in modo che la cellula del torace si sollevi e l'addome sia tirato dentro; trattenere il respiro per 2-3 secondi, espirare lentamente attraverso il naso; per respirare a pieno ritmo: fai un respiro lento attraverso il naso, gonfiando la pancia in avanti; all'espirazione, disegna nello stomaco, schiacciando al massimo il torace.

È impossibile eseguire esercizi respiratori con lo sviluppo di malattie respiratorie, poiché ciò peggiorerebbe solo la salute del bambino.

Ogni esercizio deve essere eseguito almeno 10-15 volte di fila in tre set. Se il bambino lamenta capogiri, accantona le lezioni per 2-3 giorni.

Dopo aver deciso un intervento chirurgico, i genitori dovrebbero essere consapevoli delle possibili conseguenze dell'enotostomia. Il mancato rispetto delle regole della terapia riabilitativa porta allo sviluppo di complicanze locali. Le complicanze postoperatorie più comuni includono:

emorragia nasale - l'incapacità di utilizzare farmaci vasocostrittori porta a sanguinamento nasale, che aumenta il rischio di aspirazione di sanguinamento e ostruzione dei polmoni; infiammazione del laringofaringe - sanificazione irregolare dell'orofaringe con soluzioni antisettiche porta allo sviluppo di infiammazione purulenta, il cui arresto prematuro porta allo sviluppo di un ascesso ostruttivo o paratonsillare; edema allergico dei tessuti molli - l'abuso di droghe porta spesso a reazioni allergiche e rigonfiamento severo degli organi ENT mucosi, che rende difficile la respirazione nasale; paresi del cielo - l'intervento chirurgico influisce negativamente sull'elasticità dei tessuti epiteliali, che possono causare lo sviluppo della rinofonia aperta.

Durante l'intervento chirurgico, il chirurgo non è sempre in grado di rimuovere completamente il tessuto adenoideo iperplasia. Per questo motivo si verificano spesso ricorrenti malattie otorinolaringoiatriche e ricrescita della tonsilla faringea. In questo caso, ri-conduci il trattamento chirurgico.

Recupero dopo la rimozione delle adenoidi

Il compito chiave della terapia postoperatoria è la creazione di condizioni ottimali per la più rapida rigenerazione dell'epitelio mucoso nel sito dei tessuti operati. Al fine di accelerare il recupero dopo la rimozione delle adenoidi nei bambini, è necessario seguire rigorosamente tutte le prescrizioni mediche del periodo postoperatorio.

Contenuto dell'articolo

Altrimenti, lo sviluppo di complicazioni che comportano un peggioramento del benessere del bambino non è escluso. Dopo l'adenotomia, l'attenzione si concentra sul trattamento farmacologico, sulle procedure di indurimento, esercizi di respirazione e nutrizione. Entro 2-3 ore dopo l'escissione della tonsilla faringea ipertrofica, il bambino viene dimesso a casa. Ma al fine di prevenire il sanguinamento postoperatorio e l'infiammazione settica del rinofaringe, i genitori dovrebbero monitorare la compliance con un regime benigno per le prossime due o tre settimane.

Le prime ore dopo l'adenotomia

L'adenotomia è una procedura chirurgica in cui il medico ENT rimuove i tessuti linfoidi iperplastici nel rinofaringe. Nonostante il fatto che l'operazione richieda un po 'di tempo, dopo l'escissione delle vegetazioni adenoide, il rischio di infiammazione settica delle mucose e delle emorragie postoperatorie aumenta molte volte. Subito dopo l'adenotomia, i pazienti vengono trasferiti in un reparto generale, dove uno specialista monitora il loro stato di salute per 2-3 ore.

Per prevenire l'aspirazione del sangue, dopo l'intervento chirurgico, si dovrebbe fare quanto segue:

  • metti il ​​paziente sul letto e giralo di lato;
  • posizionare un asciugamano sotto la testa, in cui il paziente espettorerà muco e sangue;
  • applicare una garza per il viso con acqua fredda.

3 ore dopo l'operazione, l'otorinolaringoiatra deve condurre un esame faringoscopico per valutare la condizione della mucosa rinofaringea. In assenza di sanguinamento e grave gonfiore dei tessuti sul retro dell'ipofaringe, il paziente viene dimesso dall'ospedale.

È importante! Durante le prossime 2 settimane, il bambino operato dovrebbe essere preso per un esame da un medico ENT.

Nota dei genitori

Durante il periodo postoperatorio, è necessario monitorare attentamente le condizioni del bambino e ascoltare i suoi problemi di salute. Un appello tempestivo a uno specialista può prevenire lo sviluppo di gravi complicanze postoperatorie. Durante la mezzaluna, i genitori dovrebbero monitorare non solo la nutrizione del paziente, ma anche il rispetto di un regime benigno:

  • eliminare dagli alimenti dietetici che irritano gli organi ENT muco;
  • limitare lo sforzo fisico, in quanto ciò può portare a sanguinamento;
  • seguire rigorosamente la terapia farmacologica e utilizzare i preparati di vasocostrittore raccomandati da uno specialista;
  • rifiutare l'uso di antipiretici, che includono acido acetilsalicilico;
  • Ventilare la stanza regolarmente e utilizzare umidificatori.

È importante! Dopo l'operazione, non bisogna somministrare al bambino "Aspirina" per ridurre la temperatura, poiché diluisce il sangue e può causare sanguinamento.

Durante il giorno dopo l'adenotomia, è possibile che la temperatura salga a segni subfebrillari. Non è auspicabile utilizzare farmaci antipiretici per eliminare l'ipertermia, poiché si tratta di una reazione del tutto normale del corpo alla chirurgia. Ma se la febbre subfebrile persiste per i successivi 3-4 giorni, chiedi aiuto al medico. Questo può indicare lo sviluppo di infiammazione nei tessuti operati.

cibo

Una dieta moderata è una delle componenti chiave del periodo di riabilitazione postoperatoria. La rimozione delle adenoidi porta al gonfiore dei tessuti, che aumenta il rischio di lesioni alle mucose. Per prevenire danni all'epitelio ciliato nella laringe faringea, è necessario abbandonare l'uso di cibi piccanti e solidi per almeno 2 settimane.

Nei primi giorni dopo l'adenotomia, è necessario limitare il consumo di cibi piccanti e caldi, poiché possono provocare irritazione della membrana mucosa dell'orofaringe.

I seguenti alimenti dovrebbero essere inclusi nella dieta:

  • purea di frutta e verdura;
  • brodi di carne e decotti alle erbe;
  • farina d'avena e semolino;
  • stufati e braciole.

Dopo ogni pasto, si raccomanda di sciacquare l'orofaringe con brodi a base di camomilla medicinale, corteccia di quercia o salvia. Sono composti da una produzione volatile, che inibisce lo sviluppo di batteri patogeni, che impedisce lo sviluppo di infiammazione settica nei tessuti operati.

Prodotti proibiti

Una nutrizione inadeguata può non solo causare infiammazione, ma anche provocare lo sviluppo di un ascesso nell'area paratonsillare e faringea. Anche se il bambino richiederà la dieta abituale, non dovresti assecondare i suoi capricci, poiché questo può portare a conseguenze indesiderabili. Si consiglia di escludere dal menu le spezie piccanti, i piatti caldi, le bevande gassate e i succhi innaturali.

I coloranti alimentari causano reazioni allergiche nei tessuti operati, il che porta a una diminuzione dell'immunità locale e dell'edema delle mucose.

Entro 10 giorni dopo l'adenotomia non è opportuno utilizzare i seguenti prodotti:

  • verdure in scatola e in salamoia;
  • confetteria (dolci, torte, torte);
  • pesce in scatola e stufato;
  • frutta e verdura acida.

Il più grande pericolo per la salute del bambino è la pasticceria. Contengono una grande quantità di zuccheri, che sono un substrato adatto per lo sviluppo di batteri piogeni.

Esercizi di respirazione

La ginnastica respiratoria è uno dei modi più efficaci per ripristinare la normale respirazione nasale dopo l'adenotomia. Le lezioni dovrebbero essere svolte ogni giorno per 1-2 settimane dopo l'intervento. Durante la ginnastica è necessario tenere conto di alcune importanti raccomandazioni:

  • al momento di aumentare il carico sull'apparato respiratorio (piegature, squat), il bambino deve fare un respiro profondo;
  • quando rilassa i muscoli e diluisci le braccia di lato, inspira;
  • l'espirazione e l'inalazione non dovrebbero essere taglienti.

Esercizi respiratori iniziano a fare 5-6 giorni dopo l'adenotomia. Nel tempo, il carico viene aumentato per accelerare il ripristino dell'attività funzionale del rinofaringe. Quali esercizi possono essere eseguiti nel periodo dopo la rimozione delle adenoidi?

  • per la respirazione addominale: stare dritti, braccia distese lungo il corpo; espirare lentamente in modo che la parte superiore della parete addominale sia aspirata nell'addome;
  • per la respirazione toracica: fai un respiro profondo attraverso il naso in modo che la cellula del torace si sollevi e l'addome sia tirato dentro; trattenere il respiro per 2-3 secondi, espirare lentamente attraverso il naso;
  • per respirare a pieno ritmo: fai un respiro lento attraverso il naso, gonfiando la pancia in avanti; all'espirazione, disegna nello stomaco, schiacciando al massimo il torace.

È impossibile eseguire esercizi respiratori con lo sviluppo di malattie respiratorie, poiché ciò peggiorerebbe solo la salute del bambino.

Ogni esercizio deve essere eseguito almeno 10-15 volte di fila in tre set. Se il bambino lamenta capogiri, accantona le lezioni per 2-3 giorni.

Possibili conseguenze dell'enotostomia

Dopo aver deciso un intervento chirurgico, i genitori dovrebbero essere consapevoli delle possibili conseguenze dell'enotostomia. Il mancato rispetto delle regole della terapia riabilitativa porta allo sviluppo di complicanze locali. Le complicanze postoperatorie più comuni includono:

  • emorragia nasale - l'incapacità di utilizzare farmaci vasocostrittori porta a sanguinamento nasale, che aumenta il rischio di aspirazione di sanguinamento e ostruzione dei polmoni;
  • infiammazione del laringofaringe - sanificazione irregolare dell'orofaringe con soluzioni antisettiche porta allo sviluppo di infiammazione purulenta, il cui arresto prematuro porta allo sviluppo di un ascesso ostruttivo o paratonsillare;
  • edema allergico dei tessuti molli - l'abuso di droghe porta spesso a reazioni allergiche e rigonfiamento severo degli organi ENT mucosi, che rende difficile la respirazione nasale;
  • paresi del cielo - l'intervento chirurgico influisce negativamente sull'elasticità dei tessuti epiteliali, che possono causare lo sviluppo della rinofonia aperta.

Durante l'intervento chirurgico, il chirurgo non è sempre in grado di rimuovere completamente il tessuto adenoideo iperplasia. Per questo motivo si verificano spesso ricorrenti malattie otorinolaringoiatriche e ricrescita della tonsilla faringea. In questo caso, ri-conduci il trattamento chirurgico.

Raccomandazioni generali

Le misure preventive comprendono un completo abbandono dello sforzo fisico entro un mese dall'intervento. Durante l'intero periodo postoperatorio, non è consigliabile fare il bagno ai bambini in acqua calda, in quanto ciò può portare alla dilatazione dei vasi sanguigni e al sanguinamento nasale. Inoltre, è necessario ridurre al minimo l'esposizione del paziente al sole.

Per ridurre la probabilità di sviluppare malattie respiratorie, nei primi 10 giorni dopo l'adenotomia si raccomanda di limitare il contatto del bambino con gli altri.

È possibile accelerare il processo di guarigione delle ferite nella cavità nasale con l'aiuto di gocce nasali, che hanno un effetto antiflogistico e rigenerante. Se ci sono reazioni allergiche ai componenti dei farmaci, è necessario contattare il medico e sostituire le gocce di vasocostrittore con una mucosa nasofaringea benigna e non irritante.

Adenoidi nei bambini

Diagnosi e trattamento delle adenoidi nei bambini. Adenoidi nei bambini sintomi e trattamento.

Dopo la rimozione delle adenoidi

31/01/2018 admin 0 commenti

Dopo la rimozione delle adenoidi

I genitori pensano che dopo la rimozione (adenotomi) delle adenoidi nei loro bambini, tutti i problemi e le sofferenze siano finiti. Quindi sarebbe auspicabile, ma sfortunatamente a volte la situazione peggiora. Perché, dopo l'impatto chirurgico del bambino operato, attende molti pericoli. Nell'aspetto medico, i sintomi dolorosi sono indicati come "complicanze postoperatorie".

Questa tosse, temperatura e moccio incessante. E, dopo un po ', si scopre che al posto delle adenoidi remote purulente-decomposte si formano improvvisamente nuove adenoidi Cosa dovrebbero fare i genitori in tali situazioni? Quali tecniche mediche eseguono gli otorinolaringoiatri dopo la rimozione delle adenoidi, se esiste un quadro anormale simile.

Interessante e importante sapere? Quindi leggi attentamente, ricorda e traccia le giuste conclusioni.

Sintomi postoperatori pericolosi: descrizione nell'ordine di priorità

Temperatura: clinica bio ed eziopatogenesi

Il primo "trabocchetto" del periodo postoperatorio di adenotomia nei bambini è la temperatura dopo la rimozione delle adenoidi: perché la reazione fisiologica all'apparizione nel corpo di qualsiasi processo infiammatorio, patogeno e termico è di fondamentale importanza? Inoltre, proprio in tale periodo - immediatamente, dopo un intervento chirurgico ORL.

La risposta sta nel fattore clinico: l'enorme significato della temperatura per il normale funzionamento del corpo umano. Per non parlare di che tipo di omeostasi infantile! Dopotutto, ogni bio-cellula, ogni processo biochimico (fermentazione, metabolismo, riproduzione) è accompagnato dal rilascio di energia termica. L'indicatore normale del bilancio favorevole alla temperatura è 36,6. Sotto o sopra le figure (fino al limite dei livelli vitali), parliamo della comparsa di cambiamenti patologici nell'area viscerale.

Con l'adenotomi:

  • taglio parziale / completo con un metodo chirurgico conservativo (adenoma a coltello, anello a ricci);
  • congelamento estremo della "bruciatura" (- 196 gradi di azoto liquido), in cui la crosta crosta rimane nella zona del campo chirurgico;
  • essiccazione di neoplasia adenoidea patogena con metodo di irradiazione laser (metodo senza sangue), ma l'epidermide trattata sembra una superficie rugosa -

- vi è una violazione olistica diretta dell'epidermide nasofaringea: incisioni, sanguinamento da vasi piccoli e grandi, necrosi del tessuto cellulare dopo congelamento crio, irrigazione del drenaggio dopo irradiazione laser. L'aspetto della temperatura (piccolo, leggermente elevato, non superiore a 37,0 gradi) è considerato l'allarme di risposta naturale del corpo.

Fai attenzione ! Non c'è motivo per un allarme speciale nell'aspetto lieve e temporaneo della temperatura durante le prime ore di adenotomia. Ma, apparso e cambiando segni, poi brividi, poi riscalda nei bambini. La temperatura, che sale con sicurezza (avvicinandosi a 38,0 e 39,0), è un chiaro sintomo dell'insorgere delle complicanze postoperatorie. In una situazione del genere, è necessaria una terapia medica urgente - antisettico (avvertimento di sepsi)!

farmaci

Dato che quasi tutti i farmaci antipiretici contengono acetil salicile (derivati ​​dell'aspirina), e questa sostanza attivamente diluisce il sangue, aumentando la sua fluidità, la terapia farmacologica è prescritta rigorosamente personalizzata. E ogni bambino ha un programma di ammissione individuale! Riducendo il calore nei bambini, senza il consenso del medico otorinolaringoiatro (che ha eseguito l'operazione), è possibile causare gravi emorragie dal rinofaringe!

Tosse: varietà di complicanze postoperatorie

Allo stesso modo di febbre, naso che cola, nausea - tosse si riferisce alle normali manifestazioni fisiologiche dell'invasione delle operazioni chirurgiche. Sanguinamenti effusivi da tagli vascolari non chiusi, essudato infetto da adenoidi purulento-foruncolosi per un certo periodo di tempo scorre lungo la parte posteriore del rinofaringe.

Parzialmente - sputato dal bambino attraverso la cavità orale, è indicato con il naso. Ma, una certa quantità entra nel tratto respiratorio superiore, si accumula sotto forma di espettorato e, attaccandosi alla mucosa bronchiale viscerale, provoca peristalsi da reflusso (contrazione convulsa). In combinazione con le masse d'aria, passando in questo momento attraverso i dotti bronchiali, c'è un fenomeno sonoro - tosse.

La tosse dopo la rimozione delle adenoidi può essere osservata sotto forma di bagnato (bagnato) con un buon effetto di espettorazione. E tosse secca, in lacrime, a volte reminiscenza di "pertosse". Il bambino ha un attacco di tosse, a volte il suo viso diventa blu, le vene delle tempie, della fronte e del collo si gonfiano per lo sforzo.

Tali "tosse" apparentemente patologiche, immediatamente dopo l'intervento chirurgico alla chirurgia adenoidea, non sono sempre manifestazioni obbligatorie. Tutto dipende dalla qualità dell'operazione: una completa riqualificazione, asciugatura e arresto del laser mediante cauterizzazione dei vasi sanguinanti e dei vasi sanguigni e trattamento del vuoto con un'aspirazione dei fuochi purulenti. La ragione potrebbe essere l'ipersensibilità agli anestetici medicinali, analgesici che sono stati utilizzati durante l'operazione. Ma, tossendo, sulla manifestazione della droga, ha il carattere di "solletico in gola", tossendo.

I formati di tosse pesante descritti sopra (umido, secco, dirompente) indicano più spesso un'infezione del campo chirurgico, con ulteriore penetrazione di intossicazione nel settore catarrale-bronchiale. Non raro:

  • polmonite postoperatoria;
  • bronchiti;
  • pleurite;
  • catarro del tratto respiratorio superiore.

E, tutti loro, hanno una caratteristica unificante: tosse. Ma si distinguono diversi tipi di tosse: antibiotici antinfiammatori, antivirali, antibatterici e antimicrobici, mucolitici, corticosteroidi.

ATTENZIONE! ESTREMAMENTE ATTENZIONE ! Non provare nemmeno, i genitori, a trattare in modo indipendente la tosse nei bambini, che è apparso dopo l'operazione! La prescrizione è un chirurgo che ha eseguito un'enotostomia. E poi, dopo un accurato studio di laboratorio sul serbatoio patogeno, la semina dal nasofaringe!

Morbo dopo l'adenotomia, è pericoloso?

Morbo (chiaro, trasparente o viscoso, viscoso, di colore verde opaco, con striature di sangue, coaguli venosi) dopo aver rimosso le adenoidi, e unirsi alla lista dei "reflussi protettivi". La Renorrea (effusioni di mignolo con il raffreddore) continuerà, se tutto andrà bene, non più di 4-5 giorni, diminuendo di quantità.

Ma se il moccio e la corizza continuano con essa, non diminuire, acquisire ulteriori segni sospetti (accompagnati da forti dolori durante lo sbattimento), questo richiede un intervento urgente da parte del medico-otorinolaringoiatra. Dopo aver effettuato l'esame endoscopico, i risultati degli strisci di laboratorio (vasca di semina per la semina di ceppi patogeni), il medico determinerà la causa della rinorrea. Di conseguenza, seleziona correttamente il trattamento della rinite, rinorrea e più semplicemente, moccio.

Come possono le adenoidi ricrescere dopo l'adenotomia?

Le adenoidi sono cresciute dopo la rimozione. È possibile? Sì, tali fenomeni nell'otorinolaringoiatria operatoria non sono così rari. Significa, non in piena comprensione, cioè "risorti" formazioni adenoidi completamente rimosse. Resta inteso che al posto dell'area operativa, nel tempo, inizia a formarsi un nuovo tessuto linfatico adenoide.

Tale riduzione ripetuta è associata alla straordinaria capacità del corpo di riabilitare, ripristinare le parti perdute dell'epidermide. Ma questo riguarda non tutti i sistemi organici, ma solo l'epidermide linfoide. Sfortunatamente, non tutti i bambini hanno un epitelio linfoide nasale nasale riapparso (posizioni adenoide).
Nelle ultime parole e frasi della postfazione. Speriamo che l'articolo abbia introdotto i genitori di bambini che sono prima dell'operazione (o che sono già stati operati) non solo con un interessante testo informativo. Ma anche suggerimenti, avvertenze tempestive. E, per i genitori - la conclusione corretta nel trattamento della patogenesi adenoide nei loro bambini!

Rimozione di adenoidi: periodo postoperatorio. Raccomandazioni per il paziente durante la riabilitazione

Dopo l'operazione per rimuovere le adenoidi, il paziente viene dimesso dall'ospedale. Il tempo dopo la scarica è importante quanto l'operazione stessa. La cosa principale è l'ulteriore tempestiva osservanza delle raccomandazioni sulla conduzione delle attività, che si basano sul monitoraggio della salute del bambino e sulla corretta prevenzione della malattia.

Periodo postoperatorio

Particolare attenzione dovrebbe essere rivolta alla dieta, alla modalità del giorno e all'indurimento.

A seconda dell'operazione, ogni bambino avrà un periodo di recupero diverso. Piccole operazioni (ad esempio l'adenotomia) sono speciali in quanto non è prevista un'ulteriore aderenza al riposo a letto. Tuttavia, uno degli adulti (madre, nonna o la persona interessata) deve mantenere un monitoraggio costante. A casa, è importante creare condizioni affinché il bambino possa seguire un regime rigoroso.

Quando il bambino è a casa dopo l'ospedale, deve pulire i letti puliti, aerare la stanza e lasciarla scaldare un po ', se necessario, abbassare la luce. Se una misurazione della temperatura è stata prescritta da un medico, allora dovrebbe essere fatta al mattino dalle 7 alle 9, e la sera dalle 18 alle 20 ore. Tutte le letture di temperatura devono essere registrate. Se la temperatura ha superato i 38 ° C, allora vale la pena ricorrere a una febbrifuga.

Dopo diverse operazioni ambulatoriali, i parenti spesso si affrettano a prelevare il bambino dall'ospedale. Ma bisogna ricordare che al fine di prevenire il gonfiore, è necessario applicare un impacco da acqua fredda o un impacco di ghiaccio sul sito della ferita. Nei primi giorni del periodo postoperatorio, si può formare gonfiore della palpebra superiore nei seni, quindi è necessario monitorare gli occhi del bambino. Se si verifica gonfiore, lavare gli occhi con una soluzione tiepida di albucide (20%). La procedura viene eseguita a casa ed è sicura.

Cosa dovrebbe ricordare il paziente dopo l'intervento chirurgico?

Se l'operazione per rimuovere le adenoidi è stata eseguita in clinica, allora è permesso di prendere il bambino entro un paio d'ore dopo la procedura presso l'ufficio del medico ORL. Ma questo è permesso quando nel villaggio c'è un punto di assistenza medica.

Al fine di prevenire il sanguinamento che può verificarsi dopo l'operazione, il bambino deve osservare il riposo a letto per il primo giorno, e nei prossimi giorni limitare l'attività fisica (educazione fisica, giochi all'aperto, ecc.). Non puoi surriscaldarti, prendere un bagno in comune e stare nella vasca da bagno. Si consiglia di instillare il naso con gocce di vasocostrittore (soluzione di efedrina 1-2%, soluzione di protargolo al 2% o soluzione di naftazina allo 0,05%) due o tre volte al giorno. Nel primo paio di giorni, i piatti piccanti e caldi dovrebbero essere esclusi dalla dieta.

La stanza in cui si trova il bambino deve essere pulita, ben ventilata e la pulizia eseguita in modo umido. Se si verificano emorragie, sarà richiesto il ricovero immediato preferibilmente nel reparto ORL dove è stata eseguita l'operazione.

Se dopo l'operazione è comparso l'umorismo nasale, vale la pena chiedere aiuto a un logopedista. In caso di respiro prolungato con un naso dopo l'adenotomia, il bambino deve essere mostrato al chirurgo che ha operato su di lui. Molti bambini dopo la rimozione delle adenoidi respirano attraverso la bocca, mentre non c'è difficoltà a respirare con il naso. In questo caso, ci sono alcuni esercizi speciali che aiutano a rafforzare i muscoli respiratori e liberano il bambino dall'abitudine di respirare attraverso la bocca. Tali esercizi vengono eseguiti sotto la supervisione di un medico o di uno specialista in fisioterapia oa casa dopo alcune raccomandazioni.

Esercizi respiratori nel periodo postoperatorio

Si consiglia di eseguire questi esercizi al mattino (prima della colazione) e alla sera (dopo cena) per 20 minuti. La stanza per questo dovrebbe essere ben ventilata.

In primo luogo, gli esercizi vengono eseguiti 3-4 volte ciascuno per 5-6 giorni. Successivamente, è necessario aumentare il carico fino a 12-15 volte.

Quando si adempie, le seguenti regole dovrebbero essere prese in considerazione: quando un bambino si piega di lato, in avanti, si accuccia, quindi è necessario espirare. Quando le braccia si sollevano di fronte a te o si allargano di lato, viene presa una boccata d'aria. Alzando le mani di fronte a te, su e giù - espira.

Esercizi iniziali

  1. La posizione delle gambe è alla larghezza delle spalle, la testa è inclinata all'indietro, le braccia sono in vita. Inalare lentamente con la bocca, abbassando la mascella inferiore, quindi espirare con il naso (sollevando la mascella inferiore). Ripeti l'esercizio 5-6 volte.
  2. Posiziona le gambe insieme. Per alzarsi sulle dita dei piedi, alzare le mani - prendere un respiro, abbassare le mani - fare un respiro. Fai l'esercizio fino a 12-15 volte.

Esercizi per i muscoli della cintura e del collo

  1. La testa e il tronco sono dritti, le spalle leggermente distese e abbassate, la posizione delle gambe è alla larghezza delle spalle. Braccia lungo il corpo, testa inclinata verso il petto. Alza le braccia di lato e torna indietro. Ripeti l'esercizio 10-15 volte.
  2. Metti la testa sulla spalla destra, quindi spostala a sinistra. Inspirare attraverso il naso ed espirare attraverso la bocca. Ripeti 12 volte.
  3. Braccia per "bloccare" dietro la schiena, inclinare lentamente la testa all'indietro e aprire gradualmente la bocca, inspirando ed espirando con il naso. Esercizio 10-15 volte.
  4. Eseguire movimenti circolari della testa alternativamente in entrambe le direzioni 12-15 volte.

Allenamento alla respirazione

  1. Per la respirazione completa. Prendi una posizione di partenza come nel gruppo precedente di esercizi. Fare un lungo respiro attraverso il naso, mentre gonfia l'addome e poi espandi il torace. Espirando il naso, fai il contrario: riduci il torace e poi disegna nello stomaco. Il numero di ripetizioni - 10-15 volte.
  2. Per la respirazione toracica. Per espirare, e dopo un lungo respiro nasale. Allo stesso tempo, il petto aumenterà e lo stomaco sarà coinvolto. Con un'espirazione nasale, tutto sarà nell'ordine opposto. Ripeti fino a 15 volte.
  3. Per la respirazione addominale. Per espirare, e dopo di esso - una lunga inalazione nasale. In questo momento è necessario spingere fuori lo stomaco. Mentre espiri, la parte anteriore della parete addominale si ritrae. Esercitare fino a 15 volte.

Esercizi di respirazione del naso

  1. Prendi una posizione eretta, le gambe divaricate, le mani alle giunture. Sollevare lentamente le mani con i palmi verso l'interno, inspirando, quindi abbassare le braccia lungo i lati, espirando. La respirazione avviene solo attraverso il naso. Durante l'esercizio, devi piegarti all'indietro e al petto. Esercitare per fare 10-15 volte.
  2. Metti insieme le gambe, metti le braccia lungo il corpo ed esegui degli squat veloci e profondi. In questo caso, le mani devono essere tirate in avanti con i palmi verso il basso ed espirare, e raddrizzare, inalare. Ripeti l'esercizio 5-6 volte.
  3. Diluire le gambe. Fai a turno a turno inspirando ed espirando attraverso una narice e premendo il secondo con il dito. La bocca è chiusa in fase di esecuzione. Fai 5-6 volte.
  4. Prendi una posizione eretta, gambe unite. Pizzica il naso con le dita. Con una voce, conta fino a 10 rumorosamente, quindi fai un respiro profondo e un respiro completo con il naso, mentre chiudi la bocca. Fai l'esercizio 5-6 volte.
  5. Corri sul posto sulle calze, sollevando le ginocchia. La respirazione può essere arbitraria. "Esegui" per alcuni minuti.

La realizzazione di tutti gli esercizi di cui sopra per un periodo da 1 a 2 mesi contribuisce al miglioramento della respirazione nasale e al rapido recupero del corpo del bambino.

Per Saperne Di Più Mal Di Gola

Eustachitis - cause, sintomi, prevenzione e trattamento

Tosse

Malattia infiammatoria del canale di Eustachio, accompagnata da perdita dell'udito, chiamata Eustachitis. L'eustachite si riferisce a malattie infiammatorie non purulente che si sviluppano nel canale uditivo collegando il rinofaringe con l'orecchio medio.

Come fare l'inalazione con un nebulizzatore con adenoidi

Naso che cola

L'ipertrofia delle tonsille faringee nelle persone viene spesso chiamata semplicemente "adenoidi". La malattia colpisce, di regola, i bambini piccoli, nel cui corpo il tessuto linfatico è suscettibile alle infezioni e alle infiammazioni.